Vai al contenuto
gaga911

Abitare Il Calcestruzzo

Recommended Posts

Mi ero dimenticato di postare queste immagini relative al mio ultimo laboratorio di progettazione..

..non ho dato il massimo perchè sono stato a letto con l'influenza...

l'esame vero non l'ho dato (per i motivi di cui sopra), quindi voi siete i primi da cui riceverò le critiche...

...ricordate che domani è Natale..quindi siate bravini....

BUONE FESTE A TUTTI

gaga :)

render with max + vray 1.46.12 + photoshop (nessuna manipolazione..solo filtro B/N)

renderdef3bo.th.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

complimenti!!!!

cmq posso capirti... l'anno scorso verso fine gennaio mi operai... ho saltato parecchi esami!!

e ora pian piano gli sto recuperando........

la speranza è l'ultima a morire (o a rimanere a letto con l'influenza) :D:D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

molto bello , l idea del cemento la rende bene.....

forse ( ma è solo una mia opinione) la renderebbe anche meglio se l immagine nn fosse in bn ma solo un po desaturata, ma i render in bn sono piu eleganti questo è sicuro.......

dove vai all università?

ciao

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

eccolo qui il malato!!! spero di vedere un pomeglio il tuo lavoro, che onestamente non si capisce del tutto da questi pochi render, anch'io postrò il mio work mi sa, ma non ho più aperto il pc dall'ultimo giorno di lab!!!!

ciao e BUON NATALE!!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Piace pure a me il b/n per rappresentazioni di edifici in C.A. viene utlizzaata parecchio come tecnica anche su Casabella ne ho visto spesso... E' anche vero che i render sono pochi per valutare il lavoro nel complesso.

Cia :hello: e in bocca lupo e BUON NATALE!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie degli apprezzamenti! :)

Sinceramente i render in BN sono stati un obbligo da parte dei docenti...anch'io avrei voluto desaturarli solo leggermente..ma ho preferito rispettare le consegne dei proff...

Purtroppo la mia influenza mi ha tenuto lontano dalle aule del poli...quando ci ritornerò sara come rivevere un incubo mai finito...

@ oscar pettinari: vado al Politecnico di Torino - Laurea Magistrale in Architettura - facoltà 1

@ cico: anch'io alla fine mi son convinto...su casabella i progetti "da vetrina" in BN rendono tantissimo e alla fine il mio lavoro non mi dispiace ...

@c_dere: grazie degli auguri! avrei voluto essere presente all'esame per darlo insieme agli altri, ma la febbre non mi ha permesso di uscire proprio in quei giorni di sbattimento...ho avuto dei problemi persino a fare i regali di Natale! ci vediamo a gennaio...

Buon Natale a tutti !

:hello: gaga

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

@ gaga

sono venuto a vedere il tuo lavoro dopo che mi hai risposto sul post di c_dere

mi sembra un lavoro interessante

anche qui: non posso entrare nel merito, mi piacerebbe vedere le piante

anche se so che è off topic

però mi sento di dire che (non certo per colpa di c_dere, non so come

funziona il lab) rispetto alla tipologia della palazzina piazzata nel lotto,

che è una tipologia suburbana (ma anche urbana) dominante in italia

(escluse le zone residenziali con mega-complessi, ecc.)

trita e ritrita

questo tema che tu hai affrontato è un tema più atipico e da noi

difficilissimo da reperire con esempi concreti.

anche economicamente si pone in maniera diversa...

il complesso borneo ad amsterdam di west8 si basa su un tipo simile più denso...

krishkanitz aveva fatto degli esperimenti in austria...

e pure una certa edilizia tradizionale cinese si basa sui patii

e alcune stupende case recenti di sejima, ando e altri più giovani

pure mies fece molte patio houses...

per questi motivi lo trovo interessante... è un tema secondo me più contemporaneo

perchè non butta via il suolo ma lo integra sfruttandolo al massimo nall'architettura

mentre quando giro e vedo le palazzine trovo i ritagli di terreno un po'

un non sense... proprio perchè sono ritagli e non veri spazi esterni!

ma come vedi integrare l'esterno può portare ad un'architettura ben diversa!

ma in realtà in italia è quasi impossibile, sia perchè c'è ostilità per le forme abitative

non tradizionali, sa perchè i regolamenti edilizi sono allucinanti!

sono troppo OT... ciao ^_^

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ti ringrazio dell'apprezzamento.

Per fare questo progetto che, ironia della sorte è stato fatto vedere al docente una sola volta (causa malanni e crisi progettuale del sottoscritto), ho voluto mettere da parte la tipica concezione del lotto italiano e solo tu al momento hai notato la cosa (l'esame non l'ho ancora dato per i motivi di cui sopra).

La verità è che il contesto extra-italiano dell'architettura offre scenari piu' ragionati nell'affrontare un tema complesso come l'abitare.

qui da noi tutto è motivato in funzione della economicità dei progetti e della tipicità dei prodotti edilizi; le sperimentazioni o le atipicità sono veramente poche.

Il tema del laboratorio cmq aveva intorno qualcosa come 3 pagine di regole e prescrizioni da rispettare...io non ho rispettato alla lettera tutto, ma ho interpretato le regole alla mia maniera..insomma non ho sgarrato del tutto dalle prescrizioni.

cmq le design unit sarebbero il posto ideale per far maturare la fantasia di un nuovo progettista, invece, a volte, si tramutano in un posto che io definisco "il labirinto delle parole" dove tutti parlano e nessuno innova.

se sei interessato alle tavole posso farti avere copia delle piante e prospetti....mandami un messaggio privato indicando l'indirizzo...

ciao

gaga

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

se ci sei arrivato senza suggerimenti sei stato bravo,

tu dici che nessuno ha notato la scelta tipologica...

per me è lampante come un faro! perchè prima di tutto

è questo quello che guardo, cioè l'aspetto puramente progettuale.

La verità è che il contesto extra-italiano dell'architettura offre scenari piu' ragionati nell'affrontare un tema complesso come l'abitare

sottoscrivo 1000 volte.

infatti alcune volte sono (purtroppo) allucinato da renders bellissimi di cose che

architettonicamente non stanno nè in cielo nè in terra...

ma in quel modo diventi solo un renderer, che non è che non sia dignitoso,

semplicemente fare l'architetto è 1 altra cosa.

oddio, non è che in germania o america o olanda non esistano

le pacchianate... ci sono eccome.

ma qui parliamo di abitare come ricerca disciplinare seria.

complimenti, davvero (non c'è bisogno delle tavole, non voglio

farti da "revisore" anzi, io fuggo le tavole perchè non voglio essere

influenzato dalla veste grafica... al massimo posta la pianterrena e

1 piano, più che suff. per capire...)

un'unica osservazione: hai usato (per rendere bene l'effetto)

il cemento con casserature in legno; oggi sono un po'

anacronistiche, si sta diffondendo molto il cemento liscio a grandi

campi per via delle casserature metalliche...

buon proseguimento, ciao


Modificato da karlshoe

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

p.s.

magari lo sai già da solo ma fai un po' di attenzione alla "importabilità"

di una forma abitativa "non italiana" per tutte le questioni normative

(codice civile, III, sez. V "della proprietà edilizia" e segg. dove ci sono tutte le menate

sulla servitù di affaccio, ecc, e la normativa edilizia del comune del tuo sito che normalmente

intensificano le varie regolette...)

purtroppo la "fattibilità di un'architettura non dipende solo dal progettista ma dal quadro

sociale e legislativo in cui il progettista si muove, che deriva dalla cultura e dalla storia del luogo

infatti non è un caso se certe architetture si sono potute sviluppare in paesi dove le norme

glielo consentivano perchè erano frutto della stessa cultura che pure avevano prodotto

quelle norme!...

a volte, questo dipende dal prof., si ignorano volutamente alcune delle norme per un'atteggiamento

più "ideale" e di critica verso le stesse... come dire so che non si farebbe ma scelgo di farlo.

terragni quando fece il novocomum presentò un progetto fuffa per abbindolare la commissione edilizia, poi

tolse le impalcature e... voilà. (dubito che oggi sia possibile)

cmq un progetto non ha mai valore assoluto ma vale sempre in rapporto al prof. lo stesso

progetto potrebbe essere ottimo x uno e pessimo x 1 altro...

ciao e buon lavoro

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
magari lo sai già da solo ma fai un po' di attenzione alla "importabilità"

di una forma abitativa "non italiana" per tutte le questioni normative

oops lo avevi già spiegato :P

Il tema del laboratorio cmq aveva intorno qualcosa come 3 pagine di regole e prescrizioni da rispettare...io non ho rispettato alla lettera tutto, ma ho interpretato le regole alla mia maniera..insomma non ho sgarrato del tutto dalle prescrizioni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

la scelta della casseratura non perfettamente liscia è stat dettata da due motivi:

1 - cercavo qualcosa che si ponesse tecnologicamente con la mia idea progettuale "allungare lo spazio"

2- dopo tutti i viaggi ai cantieri che mi hanno presentato, dopo tutte le parole dei cosiddetti "prof illuminati tecnologicamente", mi sono convinto che non esiste un prodotto che si possa definire "liscio e perfettamente riuscito nelle finiture".

così ho scelto di mettere qualcosa che avesse una parvenza piu' artigianale possibile...in poche parole: se non puoi togliere l'errore ... enfatizzalo!

In fondo anche Alberto Campo Baeza lo ha fatto in un suo "patinatissimo" progetto di abitazione unifamiliare...

per quanto riguarda le regole di fattibilità giuridica...beh quelle le lascio perdere..è già tanto che ho rispettato il 90% delle regole dei docenti...se dovevo deviare...lo dovevo fare quasi del tutto...

ciao

gaga

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sì ma infatti mi sono rimangiato tutto circa le norme, rimane

valido il discorso sul "contesto culturale" ecc. :P

la casseratura: esistono dei sistemi che dànno 1 risultato davvero liscio,

cmq non mi sembra la cosa saliente, quanto invece lo spazio che poi

vai a generare e credo che anche tu lo pensi visto il tuo concept ;)

[se ti riferisci alla "villa" di baeza con il basamento in cemento, penso

lo abbia fatto per aumentare il contrasto zoccolo-ruvido e materico

/ attico smaterializzato in vetro

penso che nel tuo caso, nella realtà sarebbero probabilmente le opzioni

costi-benefici-tempi a influenzare la scelta finale... ]

mi piacerebbe vedere la pianta visto che cerchi di lavorare sull'"allungamento"

mi pare di capire dai renders che hai creato un frazionamento a strisce

longitudinali, quasi "vasi comunicanti" affiancati...

se vuoi: (togli le prime 3 lettere) abckarlshoe@tiscali.it

in ogni caso, in bocca al lupo. ;)


Modificato da karlshoe

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ti postero' in questa discussione le immagini relative alle tavole.

per il momento mi trovi d'accordo su quello che dici...ma fidati che di tutti i cantieri e siti che ho visitato, solo 1 aveva le caratteristiche di calcestruzzo liscio lasciabile a vista perchè privo di imperfezioni...ovvero l'edificio di tadao ando al vitra museum in germania..

gli altri..non valevano una cippa...anche a detta degli stessi addeti ai lavori...

ciao

gaga


Modificato da gaga911

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
gli altri..non valevano una cippa...anche a detta degli stessi addeti ai lavori...

infatti ero rimasto parecchio deluso dalla Brembo di Jean Nouvel che ci hann fatto visitare, se ricordi lì il capocantiere era più che soddisfatto del faccia-a-vista e anche i tipi della Peri (i casseri) eppure c'èerano una miriade di difetti piccolissimi, che in uno spazio di 150 mq non noti, perchè di solito stai a una certa distanza dalle pareti, ma in una stanza ce li hai a 20 cm dal viso magari.. :devil::devil:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sì ricordo benissimo le parole dei capi cantiere Brembo :wallbash: , purtroppo solo dove la cultura è molto affermata e le maestranze sanno che impegnarsi contrattualmente su determinate specifiche vuol dire rendere in pratica le disposizioni progettuali puoi ottenere certi risultati.

è anche vero che come dici tu in uno spazio da 150 mq non noti certe cose se l'oggetto da focalizzare è un altro (esposizioni ecc.ecc.), ma quando si tratta di case con stanze da 20 mq allora te ne accorgi...eccome che te ne accorgi..

a presto

gaga :hello:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

beh è uno dei punti forti di tadao, anche se il vitra è un edificio "vecchio", negli ultimi

10 anni si sono visti parecchi esempi di cemento liscio (certo l'italia nnè il nn + ultra

come al solito)

cmq penso che il tuo progetto sia più o meno finito, perciò queste considerazioni

(che come ti ho detto valgono ancora poco se non sei di fronte a un'analisi costi-benefici)

sono pour parlè:

la vibrazione è fondamentale per chiudere le bolle d'aria, omogeneizzare l'impasto

e riempire bene tutti gli angoli, tasche, ecc.

esistono anche casserature in legno con una resa migliore: compensato cerato; formica; oppure plastica (mi pare)

secondo me la scelta delle assicelle è voluta, è meglio sostenerla "sentimentalmente" perchè è difficile dire che tecnologicamente sia competitiva: è vero che i difetti del cemento liscio si vedono, ma quelli con le assicelle ancora di più! nodi, fibre, schegge di legno imprigionate...

certo il discorso affrontatelo bene semplicemente perchè avete impostato il vostro progetto proprio su questo punto del c. faccia a vista.

dal punto di vista dello studio sarebbe più logico "applicare" un sistema più contemporaneo. anche se in italia non esiste e lo hanno fatto bene solo in 10 casi (esattamente come stai usando una tipologia abitativa che in italia non c'è: mica ti arrendi, no?)

tra l'altro penso che c_dere abbia esattamente il problema opposto, cioè (nel caso il suo fosse un muro monolitico) l'esecuzione perfetta di una serie di spigolini concavi e convessi mica da poco... un concept così geometrico mi sembra molto dipendente dalla perfezione di esecuzione.

è un problema in sè del cemento faccia a vista, che ti costringe a costruire l'edificio come una

scultura fatta e finita e non come una sovrapposizione di strati architettonici (struttura/riempimento/pelle)

considera che baeza si "riscatta" dalla ruvidità non solo con la purezza dell'attico di vetro, ma anche col fatto che ha una vasta superficie piana sul tetto del concrete box e le parti piane in cem. vengono più lisce.

e, pure, mi pare che gli interni siano rivestiti e non siano a vista...

ciao

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

è giusto quello che dici.

Ma torno a dire che la mia scelta di texture, oltre che architettonica è anche costruttiva. Il progetto di baeza mi aveva colpito proprio per i motivi che dici tu e ho pensato (visto che anche il mio progetto aveva dall'esterno una mole abbastanza notevole), volevo trattarlo molto duramente e grezzamente...nella speranza che..visto che nelle 3 pagine di regole era previsto...se un domani il committente volesse ampliare possa uscire dalla regola della matericità e innalzare volumi più leggeri.

non ho ancora postato le tavole..le posto dopo il mio presunto esame..sarà il 19 c.m.

ciao

gaga :hello:

ps: il vitra sarà anche un edificio vecchio, ma fidati che se lo vedi dal vivo ti dà l'impressione che sia vivo al 100%. NOn ho girato molto per il mondo ma qest'esempio è molto molto buono...magari anche qui si facesse attenzione ai dettagli!!

ciao

gaga :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Gaga!

ho visto il forum solo ora, bravo! il tuo progetto ed i tuoi render mi piacciono molto, non posso che farti un grosso in bocca al lupo per il tuo esame!

mi sono tormati utili il tuo forum e quello di c dere perchè non conoscevo nessuno che avesse fatto questa unità di progetto e devo dire che mi piace molto sia per il tema sia vedendo i vostri due lavori....

a marzo però la parola d'ordine sarà: evitare l'unità di progetto di restauro :angry: !!!!!! piuttosto mi ritiro prima di incominciare!!!! :devil:

facci sapere come va a finire, mi raccomando!!

:hello::hello:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

complimenti a Carlo e Francesco per i loro lavori...da parte di un'altro frequentatore di quel luogo fantastico che è il Poli. Ciao a tutti e due e ci veiamo lunedi perchè iniziano le lezioni :crying:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

@ fede-torino: l'esame alla fine l'ho dato! voto 28...con non poca inkazzatura x me...ho risposto ad uno dei due docenti più volte per difendere le mie ragioni...ma tanto il coltello dalla parte del manico ce l'hanno ancora loro..ma ancora per poco..appena mi laureo ho un progetto fantastico per tutti quelli che non si sono comportati correttamente.

Credo di sapere perchè vuoi evitare il lab di restauro...lo stesso motivo per cui io 3 anni fa per una botta di c.., riuscii a cambiare laboratorio di progettazione scappando da questo fantastico docente...

..proprio per questo io ho deciso che farò la quarta unità di progetto anticipata..

@ale:

ci si vede lun in corso duca per il ritiro dell'attestato di laurea.

ciao

gaga

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
@ fede-torino: l'esame alla fine l'ho dato! voto 28...con non poca inkazzatura x me...ho risposto ad uno dei due docenti più volte per difendere le mie ragioni...ma tanto il coltello dalla parte del manico ce l'hanno ancora loro..ma ancora per poco..appena mi laureo ho un progetto fantastico per tutti quelli che non si sono comportati correttamente.

Credo di sapere perchè vuoi evitare il lab di restauro...lo stesso motivo per cui io 3 anni fa per una botta di c.., riuscii a cambiare laboratorio di progettazione scappando da questo fantastico docente...

..proprio per questo io ho deciso che farò la quarta unità di progetto anticipata..

@ale:

ci si vede lun in corso duca per il ritiro dell'attestato di laurea.

ciao

gaga

credo che molte persone non siano state convinte del voto, anche se quasi tutti erano cmq soddisfatti perchè il lab è piacuto loro, questo forse tu l'hai sentito un po di meno e quindi ti resta l'insoddisfazione per motivazioni che non hanno dato..e in effetti questo è una cosa sbagliata la massimo, secondo me non c'è problema se danno un voto divero da quello che uno si aspettava SE é MOTIVATO, magari ci sono cose che uno non ha pensato o approfondito abbastanza...

per ale (ehm..chi sei??) in generale devodire che i lab di resttauro sono decisamente, a mio modo di vedere, i più scarsi, non per l'argomento in sè ma per come son trattati...in particolare il docente capisco che lo vuoi evitare..ricordo io secondo anno con decine di bocciati..... :hello:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ciao gaga

complimenti per il voto anche se tu forse ti aspettavi di più.

posta cmq altre immagini del tuo progetto

visto che mi sento responsabile per la chiusura del post di c_dere vorrei rimediare e invitarlo,

se tu me lo permetti, a unire il suo post qui al tuo così chi volesse parlare del suo lavoro potrà ancora farlo.

in fondo anche se sono progetti molto diversi il tema è simile, residenza+calcestruzzo.

sarebbe carino, no? vi conoscete pure...

ciao

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×