Vai al contenuto
rinorho

Car Design Rhino

Recommended Posts

Volevo fare un appello ai più esperti Rhino 3d user per creare una specie di Tutorial sul CAR DESIGN in Rhino.

Il Car Design ha veramente poco a che fare con la modellazione dell'Audi TT, o della A2 e di tutti quei tutorials che sono disponibili in rete. Tutti questi tutorials si basano sull'uso della tecnica del blueprint. Non ci vuole molto a comprendere che per un Ddesigner che deve inventare di sana pianta qualcosa non può basarsi su nessuna immagine bitmap preliminare, tantomeno non risulterebbe conveniente disegnare prima i blueprints.

La modellazione Nurbs in Rhino si fonda su delle vere e proprie strategie di modellazione che sono necessarie per via della criticità del programma nel gestire le unioni delle superfici. In poche parole, Rhino per la modellazione di superfici complesse come quelle relative al Car Design, rappresenta tanto un punto di riferimento, ma quanto una via complessa e tediosa per giungere ad un risultato geometricamente corretto. Rimane tuttavial 'indubbio vataggio che essendo Rhino un programma CAD tutto ciò che da esso è generato e facilmente interfacciabile con il manufactoring; ossia quello che poi si preoccupa di trasformare i files in modelli reali.

Le superfici in Rhino si generano attraverso delle curve di riferimento che dalla mia esperienza non necessariamente coincidono con quelle ricavabili da un bluprints che il più delle volte costringono all'uso del comando NetworkSurface che rappresenta uno strumento troppo soopravalutato dagli utenti meno esperti. Questo è il comando che toglie molte castagne dal fuoco, ma è quello che genera le superfici più difficili da gestire nelle UNIONI.

Che dite se in questa discussione raccogliamo tutte le nostre esperienze e le mettiamo a disposizione della Comunity?

Ciao

Rino


Modificato da philix

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
:eek: Magariiiii....(neofita di rhino)

:eek: Magariiiii.... ( neofita di rhino)

Inreatà qualcosina gia faccio ma è veramente da poco che mi ci metto...

un punto di forza non da poco (dal mio recente punto di vista) sono le booleane e la stragrande fcilità e precisione con cui si disegna in 2D...

:hello:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il Car Design ha veramente poco a che fare con la modellazione dell'Audi TT, o della A2 e di tutti quei tutorials che sono disponibili in rete. Tutti questi tutorials si basano sull'uso della tecnica del blueprint. Non ci vuole molto a comprendere che per un Ddesigner che deve inventare di sana pianta qualcosa non può basarsi su nessuna immagine bitmap preliminare, tantomeno non risulterebbe conveniente disegnare prima i blueprints.

mmmm.... ma cosa stai dicendo?? :blink:

perche secondo te rhino è un programma per progettare?? mmmm :blink2::lol:

rhino è un programma di modellazione, forse il piu potente programma di modellazione nurbs che ce in giro adesso,(rapporto qualita prezzo) è solo uno strumento... qualsiasi designer sulla facia della terra prima di mettersi a modellare in Rhino o in qualsiasi altro programma si fa prima pacchi di schizzi e iferimenti!! fatti sti pacchi di schizzi si crea quantomeno delle blueprints approssimative del progetto e solo dopo si mette a modellare.

La vera potenza di rhino è che tu avendo un certo numero di curve puoi cercare di unirle in moltissimi modi differenti senza aver a che fare con mesh punti etc etc.... :wacko:

esempio: hai fatto una supeficie .. ti rendi conto che è troppo corta o che non finice in quel modo o che vuoi raccordarla con un altra superficie.... bene ti rendi conto che dopo averla unita allungato o qualsiasi altra cosa ti rimane il "segno" della linea i blendaggio.... allora basta cancellare le superfici e ricrearle come se fossero una unica se non con il curve network, con un 2 rail....

insomma rhino non è un programma per improvvisare, non è un programma che lo apri e puoi dire:" va beh dai vedo un po cosa salta fuori tirando un paio di linee a caso.."

se ti interessa questo tipo di modellazione ti consiglio vivamente la modellazione poly... B)

inoltre rigrazio vivamente Guru per il tutorial sulla audi A2. e dirti che se cerchi nel forum troverai un sacco di info interessanti su rhinoceros e sulle sue indiscutibili lacune. ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
mmmm.... ma cosa stai dicendo?? :blink:

perche secondo te rhino è un programma per progettare?? mmmm :blink2::lol:

rhino è un programma di modellazione, forse il piu potente programma di modellazione nurbs che ce in giro adesso,(rapporto qualita prezzo) è solo uno strumento... qualsiasi designer sulla facia della terra prima di mettersi a modellare in Rhino o in qualsiasi altro programma si fa prima pacchi di schizzi e iferimenti!! fatti sti pacchi di schizzi si crea quantomeno delle blueprints approssimative del progetto e solo dopo si mette a modellare.

La vera potenza di rhino è che tu avendo un certo numero di curve puoi cercare di unirle in moltissimi modi differenti senza aver a che fare con mesh punti etc etc.... :wacko:

esempio: hai fatto una supeficie .. ti rendi conto che è troppo corta o che non finice in quel modo o che vuoi raccordarla con un altra superficie.... bene ti rendi conto che dopo averla unita allungato o qualsiasi altra cosa ti rimane il "segno" della linea i blendaggio.... allora basta cancellare le superfici e ricrearle come se fossero una unica se non con il curve network, con un 2 rail....

insomma rhino non è un programma per improvvisare, non è un programma che lo apri e puoi dire:" va beh dai vedo un po cosa salta fuori tirando un paio di linee a caso.."

se ti interessa questo tipo di modellazione ti consiglio vivamente la modellazione poly... B)

inoltre rigrazio vivamente Guru per il tutorial sulla audi A2. e dirti che se cerchi nel forum troverai un sacco di info interessanti su rhinoceros e sulle sue indiscutibili lacune. ;)

Certo che Rhino è un programma per progettare, forse non te ne sarai mai accorto... (smile)! se lo paragoni ai suoi rivali più blasonati ti renderai conto che poi non è così distante... Gli manca una messa in tavola decente, non è parametrico, non è variazionale, nasce però con altre prerogative. Nell'ambito della progettazione industriale, della stampistica e della prototipazione rapida è veramente molto usato... ma questo nulla toglie al mio discorso precedente.

Io sono uno di quei designer che non fa migliaia di schizzi e non mi creo bluprint o nulla ad esse assimilabili proprio perchè le curve, quelle "furbe", non sempre passano attraverso di esse...

Se poi usando Rhino mi accorgessi che unendo 2 o più superfici dovrei procedere per approssimazioni successive, creando delle superfici patch o altre superfici, significherebbe che la mia strategia di modellazione mi avrebbe condotto a cio che si fa con la modellazione poly, Vorrà dire che per me è giunta l'ora di passare ad altro tipo di modellazione che mi consentirebbe di realizzare anche buoni modelli e in maniera più veloce, molto somiglianti, ma che non avrebbero nulla a che fare con il rigore delle curve generatrici necessarie, la dove queste rappresentano un vincolo indissolubuile. In molte applicazioni le curve generatrici provengono dall'esterno e non possono essere variate.

Per molti la CG è un punto di arrivo, per altri è semplicemente un mezzo perchè prima o poi ci si accorge che nel mondo "virtuale" tutto funziona, mentre nella realtà bisogna tenere i piedi ben saldi per terra.

Infine in giro troveremo pure un'infinità di risorse su Rhino, ma ciò non toglie che la chiave del programma consiste nella strategia della modellazione che non la si apprende se non dopo aver maturato tantissima esperienza e questo nulla toglie alla bontà di moltissimi tutorial, alcuni dei quali preziosamente messi a disposizione su questa comunity.

Il tutto è ovviamente molto, ma molto IMHO!

Ciao

Rino

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

:blink2: bene ... devo dire che è la prima volta che sento un designer che non fa schizzi.... e magari non fai nemmeno modelli di studio....

in ogni caso rhino è un prgramma che quando lo apri devi gia sapere cosa andrai a fare. garda tutti i tutorials del mondo che parlano di rhino o in generale dei software... un buon 90% fa esempi partendo quanto meno da una vista top... non puoi aprire rhino non sapendo cosa fare e pensando di poter tirare fuori un modello gia ingegnerizzato.... :eek::eek:

cioè devi andare per gradi, ti fai un bel disegnino su carta che ad occhio potrebbe funzionare... magari ti lasci qualche dubbio su qualche curva... poi apri il buon Rhino e ci metti sotto il tuo disegno... cerchi di far diventare il tuo disegno il più "geometrico e regolare" possibile in modo da avere la situazione sotto controllo sempre, poi ti disegni le curve base del modello e alla fine ci crei le superfici... più curve metti piu preciso sara il modello... ed in ogni caso rhino è un programma ideato sostanzalmente per la progettazione navale... che se permetti è un bel po' complessa, è inutile che io ti rimandi a qualche gallery dove si capisce si da subito che è un programma potentissimo. B)

Una volta fatto il diegno l'ufficio tecnico 9 su 10 ti dice di rifarlo perchè le curve non vanno bene per gli stampi, gli spesosri non sono giusti.... blablabla. e allora lo rifai 1 2 3 4... 10 volte finche non va bene... ma con questo non puoi direche tu progetti direttamente in rhino perche cosi esce subitp una roba precisa per la produzione... non è vero... perche se in rhino ti muovi senza references avrai sicuramente un insieme di mille curve e curvette e di blendaggi.. .quello si che è un problema per la produzione.

L'ideale sono proprio le curvenetwork perche seguono esattamente senzaapprossimazioni le curve base che tu hai dato inizialmente... ;)

ma poi scusa se per te rhinoceros serve per progettare... come si faceva prima che arrivasse rhino?? si andava in fabrica e si costruiva direttamente lo stampo e si stava a vedere cosa usciva?? :P

ultima cosa sei tu che ti definisci un principiante in rhinoceros e mi sembra che tu abbia le idee un po confuse... sto cercando solo di aiutarti a capire. ^_^

una curiosità .. da quanto tempo fai il designer?

ciao

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
la discussione si fa interessevole

popcorn.gifpopcorn.gifpopcorn.gif mi accomodo popcorn.gifpopcorn.gifpopcorn.gif

e attendo aggiornamenti :D

un giorno di questi mi fai morire... roflmao.gif

anch'io mi metto comodo... tv_happy.giftv_horror.gif

se posso permettermi... sono d'accordo con mmaaxx...

non ho proprio una valanga di lavori alle spalle ma credo che il disegno a mano ed in particolare lo skizzare su carta sia fondamentale al fine del concepimento... ovvio che se uno comincia a disegnare ha una minima idea in testa di quello che vuole fare ma è proprio scarabikkiando che poi nascono pian piano le idee che porteranno al progetto finale. :wallbash:

ciò non toglie che anche in fase di modellazione vengano delle idee ma allora non si tratterà + di improvvisare ma al massimo di rifinire... :unsure:

i modelli 3d servono proprio a vedere il prodotto il + possibile vicino al risultato finale ed è li che magari ci si accorge che "questo" starebbe meglio di "quello" e così via!!!

saluti... :hello:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Credo che rinorho, intenda qualcosina che va al di la del concetto "schizzo" con rhino.

Lui parla immagino, dell'interpretare una forma ancora prima di mettersi a digitalizzarla.

Questa è un cosa che effetivamenente fa pensare.

Pure io mi chiedo, il perchè di certe soluzioni di design (si parla di macchine ora), il perchè una curva chiuda in una maniera piuttosto che in un altra.

Ecco che effetivamente calcare una blue print si traduca in quanto di + lontano ci sia dall'idea o dal metodo corretto di modellazione che fu adottato per giungere a quel prodotto.

Risulta infatti evidente che dalle uniche blue print molte curve non siano visibili.

Io trovo molto interessante il discorso che è stato aperto e se vogliamo ci aiuta a guardare oltre al tecnicismo di saper chiudere due superfici in condizioni "estreme", io stesso sono un principiante di rhino, però inutisco che c'è una strada corretta e questa potrebbe essere una chiave di lettura, per cui approfondirei questo argomento.

Grazie!! :hello:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Credo che rinorho, intenda qualcosina che va al di la del concetto "schizzo" con rhino.

Lui parla immagino, dell'interpretare una forma ancora prima di mettersi a digitalizzarla.

Questa è un cosa che effetivamenente fa pensare.

Pure io mi chiedo, il perchè di certe soluzioni di design (si parla di macchine ora), il perchè una curva chiuda in una maniera piuttosto che in un altra.

Ecco che effetivamente calcare una blue print si traduca in quanto di + lontano ci sia dall'idea o dal metodo corretto di modellazione che fu adottato per giungere a quel prodotto.

Risulta infatti evidente che dalle uniche blue print molte curve non siano visibili.

Io trovo molto interessante il discorso che è stato aperto e se vogliamo ci aiuta a guardare oltre al tecnicismo di saper chiudere due superfici in condizioni "estreme", io stesso sono un principiante di rhino, però inutisco che c'è una strada corretta e questa potrebbe essere una chiave di lettura, per cui approfondirei questo argomento.

Grazie!! :hello:

Ecco bravo, pare che ti stai sintonizzando proprio bene...

Ciao

Rino

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Parlo da buon conoscitore di 3D Studio e principiante di Rhino:

Secondo me rhino non può essere paragonato ai molti modellatori che si trovano in commercio...rhino è molto più tecnico, diciamo che non è un CAD professionale, ma è comunque uno strumento con cui puoi fare delle cose precise, e non a occhio come succede spesso quando si modella in mesh o poly...

Rhino mi sono accorto che per certe cose è di una facilità disarmante...due linee e hai creato tutto...vabbè, adesso ho esagerato, però per chi come me viene da programmi quali Solid Edge e Solid Works, la comodità offerta da rhino con le superfici è manna dal cielo...peccato che prima di usare rhino ho cominciato con un certo 3D Studio Max ( addirittura in azienda è venuto uno a venderlo e lo spacciava come software di progettazione meccanica :blink2: ), e mi sono trovato non male, ma malissimo! uno disegna un qualcosa, applica il modificatore meshsmooth e gli cambia tutto! i primi tempi sono stati disastrosi, ma adesso va meglio, ma ciò non toglie che 3D Studio rimane un modellatore e basta, nulla di paragonabile a rhino...

Vi faccio un esempio: ho dovuto disegnare un prototipo e non avendo abbastanza manualità con rhino l'ho fatto con 3D studio....non l'avessi mai fatto...il committente mi ha cominciato a chiedere le misure, le interferenze, se potevo allargarlo/stringerlo di tot....alla fine mi sono ritrovato che modellavo a occhio con Max, salvavo in .stl e riaprivo il file con rhino per vedere se la modifica che avevo fatto andava bene...insomma un disastro...

Da quello che ho visto ( e da molti che me l'hanno detto ) il miglior compromesso tra un buon modellatore e un buon software di design rimane proprio rhino...e poi adesso hanno fatto anche Vray per rhino...boh, io mi sa tanto che abbandono 3D Studio e utilizzo sono rhino!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
...e poi adesso hanno fatto anche Vray per rhino...boh, io mi sa tanto che abbandono 3D Studio e utilizzo sono rhino!

bhe credo che rhino in sintesi sia tutto quello che manca al 3d studio max e viceversa, ora con vray e Maxwell rhino guadagna di sicuro punti.

Per quanto riguarda la discussione relativa alla progettazione in rhino, credo che abbiate fatto un po' di confusione tra interpretazione delle geometrie da modellare e ideazione del progetto.

Rinorho credo si riferisca alla prima, l'interpretazione..cioè leggere una superficie da modellare visualizzandola (anche mentalmente) non come la risultante dei semplici profili delle proiezioni ortogonali / blueprint , ma già come insieme di soluzioni di modellazione... capire subito dove passeranno i profili, dove servirà un raccordo dove si creerà una cuspide...dopo un po' viene naturale vedere gli oggetti da modellare in questo modo, è assimilabile ad una patologia che porta con se anche altri sintomi, del tipo cominciare a vedere la tua camera in wireframe con una omni al posto del lampadario, oppure rompere distrattamente un bicchiere e pensare istintivamente UNDO e cercare con la mano sinistra il ctrl+z :wacko::wacko: .

Per ideazione progettuale si intende proprio il momento creativo..quando non c'è ancora nulla del prodotto, e si inizia a crearlo. in questa fase ognuno sviluppa il suo metodo di lavoro, qualcuno disegna, altri scrivono, altri ancora fanno modelli o giocano col lego, ma non si va subito su rhino. Se proprio si vuole lavorare col 3d, per assurdo sarebbe più logico imbastire le forme con la poligonale di 3dsmax :TeapotBlinkRed: .

Iniziare a CREARE attraverso le nurbs è molto complesso e il modello finale porterebbe inconfondibili caratteristiche formali derivanti non da un IDEA progettuale ma dalle tecniche di modellazione usate. Lo schizzo per quanto obsoleto e vecchio è una sorta di appunto, promemoria progettuale, si può tenere anche tutto a mente..e pensare di avere il progetto definito in ogni sua parte proprio li in testa, ma basta mettersi a tavolino 10 minuti con un foglio e una penna per comprendere come la mente pieghi deformi e inganni; la mente crea concetti e da l'anima al progetto, ma la forma poi si evolve sui supporti della realtà e fa i conti con l' armonia, le proporzioni e il giudizio dell'occhio :eek:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
:blink2: bene ... devo dire che è la prima volta che sento un designer che non fa schizzi.... e magari non fai nemmeno modelli di studio....

in ogni caso rhino è un prgramma che quando lo apri devi gia sapere cosa andrai a fare. garda tutti i tutorials del mondo che parlano di rhino o in generale dei software... un buon 90% fa esempi partendo quanto meno da una vista top... non puoi aprire rhino non sapendo cosa fare e pensando di poter tirare fuori un modello gia ingegnerizzato.... :eek::eek:

cioè devi andare per gradi, ti fai un bel disegnino su carta che ad occhio potrebbe funzionare... magari ti lasci qualche dubbio su qualche curva... poi apri il buon Rhino e ci metti sotto il tuo disegno... cerchi di far diventare il tuo disegno il più "geometrico e regolare" possibile in modo da avere la situazione sotto controllo sempre, poi ti disegni le curve base del modello e alla fine ci crei le superfici... più curve metti piu preciso sara il modello... ed in ogni caso rhino è un programma ideato sostanzalmente per la progettazione navale... che se permetti è un bel po' complessa, è inutile che io ti rimandi a qualche gallery dove si capisce si da subito che è un programma potentissimo. B)

Una volta fatto il diegno l'ufficio tecnico 9 su 10 ti dice di rifarlo perchè le curve non vanno bene per gli stampi, gli spesosri non sono giusti.... blablabla. e allora lo rifai 1 2 3 4... 10 volte finche non va bene... ma con questo non puoi direche tu progetti direttamente in rhino perche cosi esce subitp una roba precisa per la produzione... non è vero... perche se in rhino ti muovi senza references avrai sicuramente un insieme di mille curve e curvette e di blendaggi.. .quello si che è un problema per la produzione.

L'ideale sono proprio le curvenetwork perche seguono esattamente senzaapprossimazioni le curve base che tu hai dato inizialmente... ;)

ma poi scusa se per te rhinoceros serve per progettare... come si faceva prima che arrivasse rhino?? si andava in fabrica e si costruiva direttamente lo stampo e si stava a vedere cosa usciva?? :P

ultima cosa sei tu che ti definisci un principiante in rhinoceros e mi sembra che tu abbia le idee un po confuse... sto cercando solo di aiutarti a capire. ^_^

una curiosità .. da quanto tempo fai il designer?

ciao

E ci mancherebbe... aprire un programma senza sapere da che parte parare...

Esistono designer che non hanno nessuna capacità di sketching, così come gli scultori che plasmano la pietra senza che disegnino mai nulla, così come pittori che dipingono tigri senza averne mai vista alcuna, ma questo fa parte del bagaglio che intrinseco in ciascuno di noi.

Non ci vedo nessun male iniziare a modellare partendo direttamente dall'ambiente di sviluppo in cui gli schizzi altro non sono, nel caso di Rhino, che le curve generatrici...

Credi che tutti i tutorials visti siano sufficienti ad aprire un mondo che ha anche altre prospettive di visione?

Hai mai visto un tutorial che ti dimostra che se parti da una bella superficie gli proietti sopra una bella griglia di rette e le curve di proiezioni ottenute rappresentano bel set di curve network ( ma solo sulla carta) che quasi mai restituiranno la superficie di partenza! Si può sempre ruotare la griglia per verificare che bisogna "azzeccare" pure l'angolo "giusto"! io un tutorial simile in giro non l'ho mai visto e pure è sempre stato lì sotto la punta del naso di tutti.

Questo solo per dimostrare che il comando networksurface è sempre sopravalutato dagli utilizzatori poco esperti.

Infine il principiantismo è un concetto così relativo perchè a volte lo si vive pur credendo di essere navigatissimi...(smile)

Da quant'è che faccio il Designer? Bella domanda, probabilmente solamente da quando alcuni mi hanno chiamato a fare qualcosa per loro senza che li fossi andati a cercare...

Prima di Rhinoceros e prima dei CAD c'era semplicemente molta manualità, ma questo che c'entra, pure gli uomini primitivi si costruivano le loro dimore.

Ciao

Rino

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

siccome non hai mai visto determinati tutorials perchè non ce lo realizzi tu e ci mostri gli errori/orrori del networksrf?

m'interessa e m'intriga quest'aspetto di rhicchioceros ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
E ci mancherebbe... aprire un programma senza sapere da che parte parare...

Esistono designer che non hanno nessuna capacità di sketching, così come gli scultori che plasmano la pietra senza che disegnino mai nulla, così come pittori che dipingono tigri senza averne mai vista alcuna, ma questo fa parte del bagaglio che intrinseco in ciascuno di noi.

Non ci vedo nessun male iniziare a modellare partendo direttamente dall'ambiente di sviluppo in cui gli schizzi altro non sono, nel caso di Rhino, che le curve generatrici...

Credi che tutti i tutorials visti siano sufficienti ad aprire un mondo che ha anche altre prospettive di visione?

Hai mai visto un tutorial che ti dimostra che se parti da una bella superficie gli proietti sopra una bella griglia di rette e le curve di proiezioni ottenute rappresentano bel set di curve network ( ma solo sulla carta) che quasi mai restituiranno la superficie di partenza! Si può sempre ruotare la griglia per verificare che bisogna "azzeccare" pure l'angolo "giusto"! io un tutorial simile in giro non l'ho mai visto e pure è sempre stato lì sotto la punta del naso di tutti.

Questo solo per dimostrare che il comando networksurface è sempre sopravalutato dagli utilizzatori poco esperti.

Infine il principiantismo è un concetto così relativo perchè a volte lo si vive pur credendo di essere navigatissimi...(smile)

Da quant'è che faccio il Designer? Bella domanda, probabilmente solamente da quando alcuni mi hanno chiamato a fare qualcosa per loro senza che li fossi andati a cercare...

Prima di Rhinoceros e prima dei CAD c'era semplicemente molta manualità, ma questo che c'entra, pure gli uomini primitivi si costruivano le loro dimore.

Ciao

Rino

io sono molto giovane,ma tu mi sembri saperne tantissimo di cio che si sta dicendo ,non ti definirei un principiante...

io personalmente uso rhino anche per schizzare giu le idee....

poi penso che tutto ciò che è stato detto vada bene,la scelta del migor metodo dipende solo dal proprio approcio personale all cg.....!!

bye bye giulio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ciao a tutti,

interessante discussione, ma di cosa parliamo esattamente? ideazione? creazione? progettazione? modellazione? ingegnerizzazione? o cos'altro? e qui ci sarebbe da aprire una discussione su cosa sia Design e cosa non lo sia, ma bisognerebbe aprire un OT sull'apposita sezione, quindi lascio perdere.

premetto che uso Rhino dalle prime versioni beta (~1998) e prima di Rhino, 3D-Studio (non Max), Autocad, il tecnigrafo, con ciò non voglio dire che posseggo nelle mie mani le verità assolute, anzi più vado avanti e più mi sento inadeguato e sento il bisogno di mettermi in discussione, ma insomma qualcosina la so :D .

io (forse immodestamente) penso che esista una sequenza operativa che di certo non può prescindere dal buon vecchio schizzo, personalmente mi trovo più a mio agio usando carta, matita e gomma (molta gomma).

personalmente prima di aprire Rhino ho già imbrattato decine e decine di fogli A4.

certo che se riesci a schizzare direttamente in Rhino... buon per te. ma si tratta pur sempre di uno schizzo, da quello deve poi seguire una fase di formalizzazione del progetto, fattibilità, ingegnerizzazione, ecc. ecc.

bisogna vedere a quale di queste fasi ti vuoi riferire.

per quanto riguarda l'utilizzo degli strumenti di Rhino, ho un sistema che lungi dall'essere preciso o assoluto mi permette di ottenere geometrie il più possibile semplici, e cioè: utilizzare l'entità geometrica più semplice possibile, quindi non una network se posso usare una sweep o anche un semplice loft. diciamo che la network è proprio l'ultima spiaggia subito prima della patch.

certo prova a modellare il cofano della Jaguar E type senza usare la network :D ti devi ammazzare.

ciao... Vincenzo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

da piccolo architetto quale sono, penso che lo schizzo su carta sia fondamentale. passando solo per un esempio ad altro argomento, la modellazione, sia in rhino che in qualsiasi altro programma, come strumento di progettazione è utilissima. mi è capitato per un laboratorio all'università di dover progettare una residenza collettiva. non sapendo come poteva essere l'illuminazione di una hall o di una sala ricreativa, mi sono modellato la stanza, ho messo le luci e cercato di capire cosa potevo modificare o correggere. la modellazione virtuale mi ha portato così a pensare ed attuare la soluzione migliore. penso che si possa tranquillamente usare la modellazione durante le fasi di un progetto, dal concepimento alla correzione fino alla restituzione del lavoro completo. non penso che la modellazione sia con rhino che con altri programmi sia da applicare soltanto alla fine della progettazione di un auto, come di una casa o di una bottiglia.

ho dato solo un piccolo contributo a questa complessa e accesa discussione

ciao a tutti!!!

(uno studente indiavolato contro la II Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
da piccolo architetto quale sono, penso che lo schizzo su carta sia fondamentale. passando solo per un esempio ad altro argomento, la modellazione, sia in rhino che in qualsiasi altro programma, come strumento di progettazione è utilissima. mi è capitato per un laboratorio all'università di dover progettare una residenza collettiva. non sapendo come poteva essere l'illuminazione di una hall o di una sala ricreativa, mi sono modellato la stanza, ho messo le luci e cercato di capire cosa potevo modificare o correggere. la modellazione virtuale mi ha portato così a pensare ed attuare la soluzione migliore. penso che si possa tranquillamente usare la modellazione durante le fasi di un progetto, dal concepimento alla correzione fino alla restituzione del lavoro completo. non penso che la modellazione sia con rhino che con altri programmi sia da applicare soltanto alla fine della progettazione di un auto, come di una casa o di una bottiglia.

ho dato solo un piccolo contributo a questa complessa e accesa discussione

ciao a tutti!!!

(uno studente indiavolato contro la II Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino)

vero! :D

come dicevo sopra... con il 3d davanti è tutta un'altra cosa...

certo che per skizzare in scioltezza con rhino bisogna avere le palle 4ate... :TeapotBlinkRed:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il tutorial per come lo intende rinorho, ovvero che va al di là dell'aspetto tecnico del programma, è impossibile da fare. L'unica via è quella di stare davanti ai libri frequentando corsi specializzati.

Cmq sinceramente il discorso dell'NetworkSrf non l'ho capito, che problemi vi dà?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Cmq sinceramente il discorso dell'NetworkSrf non l'ho capito, che problemi vi dà?

a me nessuno, quando ci vuole ci vuole, solo mi sembra esgerato scomodare una network quando puoi creare la stessa superficie con una sweep o con qualcosa di più semplice. una net pesa anche di più in termini di Kb rispetto a superfici più semplici. (lo so dipende anche da quanti CV hanno le generatrici usate per la costruzione della sup)

un'altra cosa relativamente alla strategia di modellazione, preferisco usare, quando possibile, superfici non trimmate, certo se un angolo della sup mi si deve arrotolare in maniera inaccettabile allora trimmo.

ciao... Vincenzo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Missà che vi confondete con Patch che crea una superficie estesa e la trimma automaticamente fino ai bordi selezionati (che tra l'altro non coincide nemmeno con i bordi perchè è una approssimazione). NetworkSrf produce delle superfici corrette ed è indispensabili su superfici complesse (è chiaro che se hai 2-3 curve tanto vale fare il loft/rail).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

si sta divagando.... torno all'inizio

rhino non è un prog per progettare ma va benissimo per disegnare auto a mio avviso.... e meglio di alcuni e peggio di altri. come è giusto che sia.

io ho finito con questa discussione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

No, no, conosco bene la differenza tra una network e una patch.

la patch la uso solo come rimedio estremo, quando non so più a che santo votarmi ci schiaffo una patch :D

non discuto sulla correttezza della network (per carità) e sull'utilizzo necessario per sup complesse (l'ho anche detto in un precedente post riguardo il cofano della Jag E).

dico solo di utilizzare il tipo di superficie più semplice possibile e dato che la network è la più complessa (e pesante) non è, in generale, la mia prima scelta.

ciao... Vincenzo


Modificato da tanassi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
dico solo di utilizzare il tipo di superficie più semplice possibile e dato che la network è la più complessa (e pesante) non è, in generale, la mia prima scelta.

Si, su questo siamo d'accordo, NerworkSrf è più pesante di altri comandi (relativamente, la cosa si nota più che altro sui file con centinaia di superfici), quello che non capisco sono gli infiniti problemi di cui parla il primo messaggio. Forse si era confuso con Patch. :huh:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi permetto di insinuarmi in questa interessantissima discussione, per esporre il mio modesto parere.

Per quanto riguarda i tipi di superfici anche io uso (ribadisco la mia modesta esperienza almeno rispetto alla maggior parte di coloro che hanno scritto qui finora) principalmente loft e netsrf; non avevo mai notato, al contrario di quello che vedo scritto qui, che fosse un genere di sup più pesante.

Per quanto riguarda il discorso sui blueprint penso sia indispensabile avere dei reference di base, sennò la precisione e la fedeltà vanno a quel paese...

Anche se si tratta di un progetto ex novo e non di una riproduzione (a tal proposito approfitto per pubblicizzare la mia MERAVIGLIOSA e MAGNIFICA Zonda che potete trovare in queste pagine -_- ), credo che dei riferimenti siano d'obbligo, come mi sto accingendo a fare per la mia tesi.

Se quando si parla di schizzi, invece, si intendono due superfici fatte alla bene e meglio per visualizzare un qualcosa che si ha in mente, allora ben venga, anch'io a volte lo faccio; una volta avevo pensato un sedere di auto un pò complesso, tipo BMW serie 6 e per vederlo "vero" lo ho fatto in 3 minuti per poterlo "girare" ed analizzare, ma lungi dall'essere questo un metodo per realizzazioni serie... :TeapotBlinkRed:

Dio solo sa quante volte ho rifatto certe superfici, modificando anche di un millimetro le linee guida per avere maggiore realismo nei miei lavori... :wacko:

Ad ogni modo spero che questa discussione rimanga aperta a lungo perchè tratta temi dell'"etica" del treddista veramente interessanti.

Speriamo non intervenga Ruini con qualche monito dalla Santa sede! :devil:


Modificato da pandra

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×