Jump to content
bn-top

Problema con muro. Vray+3DS


blessed10
 Share

Recommended Posts

Buongiorno a tutti,

 

Volevo chiedere una informazione per uno dei miei render. 

Ho postato l'immagine tagliata solo per portare l'attenzione al muro e all'effetto "plasticoso" che ogni volta ottengo.

Spesso mi trovo ad editare dei muri semplici, senza crepe, per capirci senza bump, io imposto il vray material con il diffuse, ma l'effetto che ottengo è un muro abbastanza innaturale, tutti i video che ci sono sono tutti che importano le mappe bump, ma non voglio dare quel tipo di effetto. Vorrei ottenere un muro semplice e liscio con una restituzione di colore ottima. 

 

 

Grazie a tutti quelli che mi dedicheranno un minuto e consigli preziosi ❤️ 

n.RGB_color.jpg.c64f0c3694b74b30df85f9a152ed68ea.jpg

Link to comment
Share on other sites

bn-top

Se il muro è semplice può bastare anche un colore unito nel diffuse (evitando colori troppo saturi o troppo luminosi), specie se la finitura non è vista da vicino o comunque non è protagonista dell'immagine, e usa sempre il rounded edges per smussare un minimo gli angoli.

Nel tuo caso lavorerei più che altro sul tone mapping e/o l'illuminazione, il problema da quello che vedo non è lo shader del muro.

Se vuoi sofisticare il materiale allora devi lavorare anche sul canale della riflessione inserendo falloff custom sul glossiness (anche vernici all'apparenza opache riflettono molto agli angoli radenti), poi potrai aggiungere del leggero bump dove si vede la lavorazione (a pennello, a rullo o altro) e magari potrai anche inserire nel diffuse qualche mappa di dettaglio (tipo piccole sporcizie, polvere, crepe, imperfezioni ecc, che sono sempre presenti), basta non esagerare. 

Dipende sempre dall'effetto che vuoi ottenere e dall'importanza che vuoi dare alla finitura.. ti posto due materiali al lato opposto dello spettro, nella primo render ho lavorato molto sullo shader, mentre nel secondo ho usato un banale colore nel diffuse, a prescindere la qualità dell'immagine dipende da tante cose e nel tuo caso non credo che il materiale dell'intonaco sia un grosso problema;)

 

dettaglio.jpg

intonaco2.jpg

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi innanzitutto grazie per avermi risposto. 
Sirio quando mi parli di tone mapping a cosa ti riferisci. 
Ad esempio l’effetto che voglio ottenere è il muro bianco nella prima foto che hai postato, è veramente spettacolare la qualità, come faccio ad avvicinarmi ?

 

grazie ancora in anticipo per i consigli

 

Link to comment
Share on other sites

Non ricordo bene ma a occhio ho usato un diffuse con un RGB 190-190-190, una mappa per il bump e una riflessione con glossiness intorno al 20%, in più un rounding edges intorno ai 2mm.

Ripeto il problema della tua immagine non è l'intonaco (a meno che non voglia catturarne il dettaglio come nel render che ho postato).

Lavora su illuminazione e tone mapping e vedrai che tra compressione highlight e ombre più convincenti otterrai un buon risultato anche con un semplice diffuse, poi ad aggiungere dettagli fai sempre in tempo.

Per il tone mapping e post produzione ognuno ha le sue preferenze, personalmente parto sempre dal mio settaggio standard e poi se serve faccio piccoli interventi, i parametri che uso li trovi quì nel mio tip numero 8: https://www.chaos.com/blog/9-tips-on-how-to-improve-any-exterior-architectural-project sono per Vray per C4D ma li puoi usare in modo identico in Max.

 

Edited by Sirio76
Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...
Il 3/10/2022 at 11:47 , Sirio76 ha scritto:

Non ricordo bene ma a occhio ho usato un diffuse con un RGB 190-190-190, una mappa per il bump e una riflessione con glossiness intorno al 20%, in più un rounding edges intorno ai 2mm.

Ripeto il problema della tua immagine non è l'intonaco (a meno che non voglia catturarne il dettaglio come nel render che ho postato).

Lavora su illuminazione e tone mapping e vedrai che tra compressione highlight e ombre più convincenti otterrai un buon risultato anche con un semplice diffuse, poi ad aggiungere dettagli fai sempre in tempo.

Per il tone mapping e post produzione ognuno ha le sue preferenze, personalmente parto sempre dal mio settaggio standard e poi se serve faccio piccoli interventi, i parametri che uso li trovi quì nel mio tip numero 9: https://www.chaos.com/blog/9-tips-on-how-to-improve-any-exterior-architectural-project sono per Vray per C4D ma li puoi usare in modo identico in Max.

 

Posso chiederti perchè preferisci round edges, alias vrayedgetex (almeno in 3ds), rispetto ad un chamfer? 

 

Grazie!

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, mikelino666 ha scritto:

Posso chiederti perchè preferisci round edges, alias vrayedgetex (almeno in 3ds), rispetto ad un chamfer? 

 

Grazie!

Non è che lo preferisco, semplicemente in alcuni casi è più pratico della geometria reale.

Sugli intonaci visto il raggio contenuto può essere una buona soluzione, anche perché si "giunta" automaticamente con la geometria adiacente se deselezioni l'opzione di considerare solo il singolo oggetto.

Per il resto uso quasi sempre il bevel parametrico di C4D (equivalente al chamfer di Max).

Link to comment
Share on other sites

Il 27/10/2022 at 12:46 , Sirio76 ha scritto:

Non è che lo preferisco, semplicemente in alcuni casi è più pratico della geometria reale.

Sugli intonaci visto il raggio contenuto può essere una buona soluzione, anche perché si "giunta" automaticamente con la geometria adiacente se deselezioni l'opzione di considerare solo il singolo oggetto.

Per il resto uso quasi sempre il bevel parametrico di C4D (equivalente al chamfer di Max).

Grazie per l'informazione! Molto gentile.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...