Jump to content

Recommended Posts

Buongiorno a tutti, sono un perito informatico, mi sono diplomato questo luglio in un ottimo istituto nei dintorni di Milano. Ho iniziato l'università Bicocca indirizzo informatica, convinto della mia scelta, ora più che mai me ne pento. Mi sono reso conto che sono stufo di studiare tutta quella matematica e un informatica così teorica. Da sempre la mia più grande passione è l'animazione e il cinema. Mi sono informato un po' sulle scuola nella zona di Milano ( per diversi motivi non ho la possibilità di spostarmi in giro per l'Italia o il mondo ). Ho trovato la scuola internazionale di comics a Milano che ne parlano bene, però non da laurea, oppure la NABA di Milano, che offre un percorso di media design e alla fine un diploma accademico di 1° livello equivalente ad una laurea triennale. Quello che mi chiedo io, essendo un grande amante dell'arte, della lettera e della storia in generale, e avendo preso in considerazione anche un percorso in scienza dei beni culturali: vale la pena approcciarsi al mondo dell'animazione al fine di avere una laurea ? O conviene piuttosto frequentare corsi prettamente pratici e certificarsi nei diversi software ( penso a Maya per esempio ) ? Qualcuno di voi ha frequentato le scuole sopra citate e sa dirmi se ne vale la pena ? 

Edited by Davide Rancati
Link to post
Share on other sites

Ciao Davide. Benvenuto si treddì.
Sulla laurea ed i pezzi di carta non mi pronuncio, non sono il mio forte essendomi fermato ad un diploma di geometra.
Non mi sbilancio neppure sulle scuole citate, per il solo fatto che non ne ho una conoscenza diretta.
Una cosa però la so, scontata ma vera. Gli studi possono formarti tecnicamente ed è parte del percorso che dovrai fare. Informati bene non tanto sulla nomea dell'ente erogatore ma sull'insegnante, sarà lui a trasmetterti quello che sa. Cercalo in rete, fatti un'idea. Confronta le referenze. Chiedi se sa trasmettere e comunicare. L'imprinting è importante.
Poi c'è quel quid che fa la differenza. Quella componente di artista che non è passione ma attitudine, che non si crea ma si fa emergere, che dovrai plasmare e far crescere. Alla fine del tuo percorso non saranno solo gli attestati a parlare per te, servono comunque, spiegano da dove vieni ma il tuo reel dirà dove sei arrivato e dove puoi andare.

Buon viaggio e buona fortuna 🙂
f.

FORMAZIONE e SERVIZI BIM ORIENTED
 

Link to post
Share on other sites
  • 5 weeks later...

Ciao Davide,

 

da quello che leggo, sei passato dalla parte tecnica alla parte artistica (o comunque pensi di farlo).

Non che "noi programmatori non siamo artisti", ma capisci che intendo.

 

Non mi pronuncio sulle scuole o universita per un percorso da animatore, ma posso raccontarti quello che e' successo a me (ovviamente e' una cosa puramente personale).

 

Premetto che forse posso considerarmi "vecchia" generazione, nel senso che io l'universita' l'ho finita 20 anni fa ormai.

 

Credo di affermare senza dubbio che io "nasco" programmatore, quindi la mia prima scelta come corso di laurea era stata Ingegneria Informatica.

 

Poi ad un certo punto, l'universita di Tor Vergata a Roma, creq' un corso (nella classe di matematica) che era un incrocio tra "matematica, informatica e cinema" (al tempo chiamato Scenze dei Media), e sembrava un po il connubio che cercavo tra informatica e cinema, con "molta" computer grafica per il tempo (ripeto, 20 anni, e Tor Vergata forse era stata la prima ad avere un corso universitario simile).

 

Ad un certo punto, durante il corso di laurea, decisi di fare il "3D Generalist", quindi passare alla parte artistica, e faceva tanto figo al tempo, o comunque sembrava una cosa completa, e avevo iniziato a fare dei lavoretti qua e la mentre finivo l'universita.

 

Poi mi sono reso conto che mentre cercavo di usare 3dsmax, XSI, etc, c'erano delle cose che mi mancavano, o che avrei voluto avere, e quindi iniziai a "scrivermi" i plugins che mi servivano.

 

E mi ci e' voluto un po per capire che alla fine, ero un programmatore e mi piaceva piu scrivere i plugins e risolvere i problemi che altri artisti potevano avere.

 

Adesso sono 15 anni che faccio questo lavoro e non me ne pento per niente 🙂

 

Quindi il messaggio diciamo che e', in base a quello che vuoi fare, fallo, e magari porta avanti piu cose, cosi poi cerchi di capire cosa ti serve/piace di piu o di meno.

Adesso ci sono molte piu figure "ibride" nel settore, e un Lighter o Animator o Lookdev artist che sa anche matematica e/o fisica, e' sicuramente avvantaggiato, se poi sa anche scrivere qualche linea di codice, non guasta 😉

 

Capisco che oggi avete molta piu scelta e' potrebbe non essere facile capire quale strada prendere.

 

In bocca al lupo intanto!

 

Paolo

 

 

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

Per garantire la migliore esperienza di navigazione possibile questo sito utilizza cookie tecnici, statistici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy - Cookie Policy