Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

Recommended Posts

Salva Salve popolo di Treddi, sono Mattia, 20 anni, studente di animazione della nemo e da poco anche di pittura a belle arti. Sono stato un lettore anonimo del vostro blog per molto tempo e finalmente è arrivato il mio momento per porvi le stesse identiche domane di sempre (scherzo, moderatore non silurarmi).
Ho bisogno di un consiglio e mi farebbe piacere sentire l'opinione di chi ne sa sicuramente più di me.
sono al secondo anno di nemo, scuola che non mi dispiace troppo (seppur mi abbia deluso non poco per le super aspettative che mi aveva creato) ma mi sono celermente reso conto di avere molto più interesse verso lo studio della concept art più che per l'animazione. Ho deciso quindi di iscrivermi, a settembre scorso, al corso di pittura di belle arti (frequento entrambi i corsi) nel tentativo di imparare a dipingere decentemente, la laurea onestamente non è mai stata una priorità (sbaglio a pensarla così?).
sono alla fine del primo semestre ormai e mi sono reso conto che lo studio artistico e in particolare anatomico (mi soffermo su questi due corsi perchè sono quelli che ritenevo essenziali) è praticamente inesistente , sono abbandonato a me stesso durante le lezioni di pittura e il mio insegnante di anatomia sostiene (cito testualmente) che "studiare anatomia è inutile". Mi sono trovato a fare le stesse cose che farei normalmente a casa nel tempo che dedico al disegno (onestamente meno visto che le lezioni sono un po' fai da te ma con strani vincoli imposti dagli insegnanti). 
sto valutando di non iscrivermi al secondo semestre, finire i miei studi alla nemo e poi seguire un corso professionalizzante di concept art. 
quello che vi chiedo è questo: sto facendo una enorme cavolata? 
Ha senso che lasci l'accademia per studiare in modo autonomo arte e concept art (tramite tutorial, disegno dal vero e corsi online tipo ctrl+paint) racimolando qualche soldo (lavorando fino a fine nemo) per pagarmi gli studi per un corso professionalizzante? (stavo valutando la big rock, se avete consigli migliori sono tutto orecchi)
sono pronto a sacrificare anima e corpo per diventare un concept artist, non c'è niente di più importante per me al momento.
scusate per il papiro, grazie per le evenutali risposte,
sono apertissimo a consigli e critiche.
ps vi prego non buttatemi nel dimenticatoio dicendomi che esistono centinaia di discussioni uguali a questa, ne ho letti infiniti e sono tutti piuttosto datati.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma cosa intendi per studio anatomico? Teorico? L'ho fatto per anni ed è sostanzialmente inutile, diciamo che per quanto riguarda la rappresentazione anatomica umana potrebbe essere utile dare un'occhiata per cercare di conoscere i gruppi muscolari principali e più evidenti ma lo studio dal vero e tanto-tanto esercizio sono molto più utili; lo studio "pratico" quello secondo me è importantissimo.

Un corso accademico di pittura è utile per apprendere le tecniche e magari per il confronto con professionisti e colleghi studenti oltre che per l'esercizio. Ti permette di ricevere critiche costruttive, si spera, sul tuo lavoro da parte di persone che comunque hanno un occhio allenato ed esperienza. Insomma non butterei via tutto però sei tu che frequenti questo corso di pittura e sai se stai imparando qualcosa di utile. I limiti imposti dagli insegnanti secondo me sono molto utili, nel lavoro ti capiterà continuamente di avere delle regole imposte e muoversi con dei paletti che ti indirizzano può anche essere molto stimolante sul piano creativo. Non ho frequentato l'accademia ma ho molti amici che lo hanno fatto ed è così un po' ovunque.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi rendo conto di non essermi spiegato troppo bene, avevo già scritto troppo e non volevo rendere la cosa troppo noiosa. Comunque, la mia idea di studio anatomico è un misto fra pratico e teorico (più indirizzato sul disegno dal vero) che penso sia la stessa che hai tu in mente. Studio dell'apparato scheletrico e muscolare generale da applicare nel disegno della figura. Quando mi rifierisco al mio insegnante di anatomia che sostiene che "studiare anatomia è inutile" intendo che lui si rifiuta proprio di fare lezione. Non c'è nessun modello e non c'è nessuna didattica, noi studenti stiamo a un tavolo mentre lui chatta su whatsapp. A pittura ognuno fa quello che vuole, la modella sta in posa (in genere sono pose piuttosto veloci), i primi mesi abbiamo avuto qualche indicazione ma da adesso il programma è considerato finito (quale programma mi chiedo io visto che a malapena abbiamo trattato il chiaroscuro, ma questa è un'altra storia).l'insegnante fa le revisioni 2 volte all'anno per poi comunicarti il voto alla fine dello stesso. Specifico tutte queste cose perché il punto è che mi sto chiedendo se vale la pena pagare 1800 euro all'anno se tanto le cose me le faccio da solo, non avendo lezione e non avendo nessuno che mi segue, a questo punto sento du star seguendo il corso solo per lo sfizio di avere una laurea. I limiti che vengono imposti sono solo a livello di esercizio, che sicuramente possono essere interessanti (tipo disegnare senza guardare il foglio o spruzzare colore sulla tela) ma essendo l'intero corso abbastanza campato per aria non è chiaro quale sia lo scopo. Sono interdetto perché vedo anche io il potenziale dell'accademia ma con tutte queste incertezze e disorganizzazione mi chiedo se il gioco valga la candela e se a questo punto forse non sarebbe meglio continuare a studiare da autodidatta come ho sempre fatto


Edited by Mattistaizitto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo, se è così mi sembra davvero drammatico ed è tempo perso. Le pose della modella/o veloci sono un'ottima cosa, si impara a sintetizzare.

Purtroppo impostato in questo modo mi sembra davvero terribile e capisco il tuo dubbio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si in effetti le pose veloci sono state molto utili e sento di essere migliorato nel sintetizzare, in particolare dal vero. Il resto purtroppo lascia un po' a desiderare, basti pensare al fatto che a febbraio il corso di pittura I finisce dopo solo 3 mesi scarsi di lezione... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

io ho fatto l'accademia di belle arti di Brera… e anatomia era presente come corso e dovevi studiarla perché poi ti interrogavano pure, l'insegnate faceva lezione ogni settimana per circa 4 ore, ovvio che si parla di anatomia per l'arte e non la medicina, quindi scheletri muscoli sono il minimo.

Questo indipendentemente dal corso principale che poteva essere pittura, scenografia, decorazione etc... 

Per gli insegnati in accademia li ho trovati bene o male tutti dediti agli alunni, ovviamente si parla di una accademia di 4 - 5 anni con frequenza obbligatoria…

L'unico insegnate un po' svogliato l'ho trovato al liceo artistico, negli anni prima dell'accademia…. ma era simpatico… lo chiamavamo Scazzamento… perché arrivava in aula e ci diceva di disegnare quello per preferivamo…. poi lui stava alla cattedra tutte le ore ad aspettare i risultati e passava tra i banchi a compiacersi dei nostri disegni….

Nelle ore di arte può essere che a volte si pensi che il lavoro dell'insegnate è un po come dire poco presente…. ma c'è anche da dire che per pittura, decorazione etc... quando sei davanti a una modella o a una composizione di natura morta, il lavoro al 90% lo deve fare lo studente…. poi l'insegnate ti da dei consigli…. 

Ne avevo uno bravissimo di insegnati di pittura… in 5 anni… ad esempio.. mai e poi mai ha messo mano ad un lavoro di uno studente per mostrargli la tecnica… soleva dirci " basta che lo fai uguale, alla modella che hai davanti "   questo per dire che ognuno ha il suo metodo…. 

Ovviamente al tempo i telefonini non esistevano… e quindi… gli insegnati come gli studenti erano meno distratti...😀

 

ps.. 3 mesi di pittura non sono niente….   considera che un liceo artistico dura 4 - 5 anni…. e idem una Accademia di Belle Arti….  in totale si parla di 8 anni 

 


Edited by Marcello Pattarin

Share this post


Link to post
Share on other sites

lo so bene che adesso qualcuno riderà per quello che scriverò,ma

hai provato un corso di pittura nella tua più vicina università per la terza età,o anche chiamata a seconda delle latitudini università delle tre età,università popolare, università età libera e chi ne ha più ne metta

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'idea non sarebbe neanche malvagia ma non c'è un requisito per accedere ai corsi per gli studenti "agè"?

La tecnica la impari provando, al limite con qualche suggerimento ma io in anni e anni non ho mai avuto un insegnante che mi mostrasse come fare una cosa... solo: questo è lo strumento, questo il supporto, questo il soggetto. Adesso fai tu! E poi suggerimenti o critiche. Non ho fatto, l'accademia perché ho fatto altri studi dopo, ma ho un'idea precisa di come funzionasse. Anche con professori che erano artisti maturi e di valore, anche economico, loro di solito erano più critici.

Anatomia io l'ho fatta teorica e disegnata, almeno 4 o 5 ore alla settimana per 3 anni, scheletro e muscoli sviscerati sia sotto un aspetto che sotto l'altro, ed ero anche bravino ma della teoria mi è rimasto molto poco, della pratica l'esercizio ha creato una conoscenza molto consolidata per cui se voglio disegnare un corpo umano posso andare a memoria senza sbagliare le anatomie, per un corpo animale mi basta guardarlo per riprodurlo fedelmente avendo un'idea piuttosto corretta della sua anatomia a colpo d'occhio. Se devo disegnare un concept non incontro difficoltà anatomiche anche quando il corpo, organico, è molto poco umano.

Tutto questo per dire che l'esercizio vale 90% il restante 10% un giudizio critico su quanto fatto.

I risultati non si vedono in 3 mesi, anche per un artista di talento, ma in anni.

Corsi alternativi boh... dipende dalla città in cui ti trovi. I tutorial mi fanno abbastanza ridere anche quelli fatti da artisti, credo che la loro utilità per certi livelli sia molto discutibile: scarsa o addirittura nulla.

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 hours ago, Marcello Pattarin said:

io ho fatto l'accademia di belle arti di Brera… e anatomia era presente come corso e dovevi studiarla perché poi ti interrogavano pure, l'insegnate faceva lezione ogni settimana per circa 4 ore, ovvio che si parla di anatomia per l'arte e non la medicina, quindi scheletri muscoli sono il minimo.

Questo indipendentemente dal corso principale che poteva essere pittura, scenografia, decorazione etc... 

Per gli insegnati in accademia li ho trovati bene o male tutti dediti agli alunni, ovviamente si parla di una accademia di 4 - 5 anni con frequenza obbligatoria…

L'unico insegnate un po' svogliato l'ho trovato al liceo artistico, negli anni prima dell'accademia…. ma era simpatico… lo chiamavamo Scazzamento… perché arrivava in aula e ci diceva di disegnare quello per preferivamo…. poi lui stava alla cattedra tutte le ore ad aspettare i risultati e passava tra i banchi a compiacersi dei nostri disegni….

Nelle ore di arte può essere che a volte si pensi che il lavoro dell'insegnate è un po come dire poco presente…. ma c'è anche da dire che per pittura, decorazione etc... quando sei davanti a una modella o a una composizione di natura morta, il lavoro al 90% lo deve fare lo studente…. poi l'insegnate ti da dei consigli…. 

Ne avevo uno bravissimo di insegnati di pittura… in 5 anni… ad esempio.. mai e poi mai ha messo mano ad un lavoro di uno studente per mostrargli la tecnica… soleva dirci " basta che lo fai uguale, alla modella che hai davanti "   questo per dire che ognuno ha il suo metodo…. 

Ovviamente al tempo i telefonini non esistevano… e quindi… gli insegnati come gli studenti erano meno distratti...😀

 

ps.. 3 mesi di pittura non sono niente….   considera che un liceo artistico dura 4 - 5 anni…. e idem una Accademia di Belle Arti….  in totale si parla di 8 anni 

 

 

Se fosse questa la mia situazione non avrei davvero problemi. Non mi aspetto che mi tengano la matita per disegnare, ma almeno che mi insegnino qualcosa. Il mio professote di anatomia non ha proprio intenzione di insegnare, non fa parte di suoi interessi. Alle sue lezioni non esiste materiale, non ci sono pose, non ci sono modelli, non ci sono disegni e né manichini. Sta tutto il giorno a leggere i fogli firma fingendo di scriverci sopra ( purtroppo non esagero). Io voglio ricevere critiche e consigli ma voglio avere anche un percorso che abbia un senso. tanto vale che segua un corso privato più mirato e meno dispendioso o che mi studi da solo ció che desidero, no? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 hours ago, mtsim said:

L'idea non sarebbe neanche malvagia ma non c'è un requisito per accedere ai corsi per gli studenti "agè"?

La tecnica la impari provando, al limite con qualche suggerimento ma io in anni e anni non ho mai avuto un insegnante che mi mostrasse come fare una cosa... solo: questo è lo strumento, questo il supporto, questo il soggetto. Adesso fai tu! E poi suggerimenti o critiche. Non ho fatto, l'accademia perché ho fatto altri studi dopo, ma ho un'idea precisa di come funzionasse. Anche con professori che erano artisti maturi e di valore, anche economico, loro di solito erano più critici.

Anatomia io l'ho fatta teorica e disegnata, almeno 4 o 5 ore alla settimana per 3 anni, scheletro e muscoli sviscerati sia sotto un aspetto che sotto l'altro, ed ero anche bravino ma della teoria mi è rimasto molto poco, della pratica l'esercizio ha creato una conoscenza molto consolidata per cui se voglio disegnare un corpo umano posso andare a memoria senza sbagliare le anatomie, per un corpo animale mi basta guardarlo per riprodurlo fedelmente avendo un'idea piuttosto corretta della sua anatomia a colpo d'occhio. Se devo disegnare un concept non incontro difficoltà anatomiche anche quando il corpo, organico, è molto poco umano.

Tutto questo per dire che l'esercizio vale 90% il restante 10% un giudizio critico su quanto fatto.

I risultati non si vedono in 3 mesi, anche per un artista di talento, ma in anni.

Corsi alternativi boh... dipende dalla città in cui ti trovi. I tutorial mi fanno abbastanza ridere anche quelli fatti da artisti, credo che la loro utilità per certi livelli sia molto discutibile: scarsa o addirittura nulla.

Boh non generalizzerei tanto sui tutorial, direi che dipende da cosa guarsi. Ci sono tutorial online gratuiti molto interessanti e ben sviluppati che mi hanno insegnato molto di quello che so. Alla fine non sono altro che lezioni registrate

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se è vero che quello che conta è il mio studio autonomo ha senso pagare tutti quei soldi per lavorare comuque autonomamente in accademia? Se è vero che la laurea per lavorare in questo campo conta poco e niente forse non mi conviene continuare 🙄

Non mi convince troppo questa cosa, se frequento un corso di pittura mi aspetto che mi insegnino a dipingere. È chiaro che non si possa intervenire su temi ed espressività personali, ma la tecnica è fondamentale! Se non si insegna nemmeno quella che razza di scuola sarebbe belle arti? In 3 mesi senti di essere migliorato nell'approccio, ma solo perché mi sono messo a lavorare da solo. Nessuno mi ha criticato, nessuno mi ha spiegato niente e nessuno mi ha seguito. Francamente il punto è che mi sento preso in giro, mi chiedo per cosa avrei pagato effettivamente se tanto lavoro autonomamente, non so se mi sono spiegato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo che ti sei spiegato.

Non è mica scuola dell'obbligo, se hai la sensazione di stare perdendo tempo lascia perdere e prova altre vie. 1800€ non sono pochi se spesi male.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 ore fa, Mattistaizitto ha scritto:

 Il mio professote di anatomia non ha proprio intenzione di insegnare, non fa parte di suoi interessi. Alle sue lezioni non esiste materiale, non ci sono pose, non ci sono modelli, non ci sono disegni e né manichini. Sta tutto il giorno a leggere i fogli firma fingendo di scriverci sopra ( purtroppo non esagero). Io voglio ricevere critiche e consigli ma voglio avere anche un percorso che abbia un senso. tanto vale che segua un corso privato più mirato e meno dispendioso o che mi studi da solo ció che desidero, no? 

Su questo non saprei cosa dirti nel senso che ho sempre affermato che se si parla si istituti privati in modo negativo sui forum, bisogna avere il buon senso di presentarsi con il nome e cognome, cosi il professore in causa se ne ha voglia può ribattere se quello che stai dicendo è in linea con la realtà o meno.

ovvio che chi legge questa discussione ti dirà cambia scuola… 

Ma per quanto ne so... potresti essere benissimo il docente del corso di anatomia della scuola privata limitrofa… che vuole screditare la scuola XY.... 😄

 

ps. in linea di massima le accademie di belle arti fanno anche i corsi serali, quindi volendo si può andare anche li…. alle scuole pubbliche.. 

 


Edited by Marcello Pattarin

Share this post


Link to post
Share on other sites
44 minutes ago, Marcello Pattarin said:

Su questo non saprei cosa dirti nel senso che ho sempre affermato che se si parla si istituti privati in modo negativo sui forum, bisogna avere il buon senso di presentarsi con il nome e cognome, cosi il professore in causa se ne ha voglia può ribattere se quello che stai dicendo è in linea con la realtà o meno.

ovvio che chi legge questa discussione ti dirà cambia scuola… 

Ma per quanto ne so... potresti essere benissimo il docente del corso di anatomia della scuola privata limitrofa… che vuole screditare la scuola XY.... 😄

 

ps. in linea di massima le accademie di belle arti fanno anche i corsi serali, quindi volendo si può andare anche li…. alle scuole pubbliche.. 

 

 

Capisco quello che dici ma proprio per questo non ho citato nome e cognome del professore, la situazione la gestiró parlando con chi di dovere a breve, avrà da spiegarsi poi lui del suo comportamento. Lo scopo del post era solo di avere un'opinione sul mio percorso di studi, figuriamoci se voglio fare cattiva pubblicità all'accademia (che come ho detto, ritengo abbia grandi potenzialità). 

Il quesito è sempre lo stesso: essendo la situazione piuttosto critica, ha senso continuare gli studi in accademia e prendere la laurea o è meglio studiare autonomamente e con corsi più seri? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 ore fa, Mattistaizitto ha scritto:

Il quesito è sempre lo stesso: essendo la situazione piuttosto critica, ha senso continuare gli studi in accademia e prendere la laurea o è meglio studiare autonomamente e con corsi più seri? 

Posso dirti che per la mia esperienza, quando ero in accademia mi mancava comunque un corso intensivo di illustrazione, cosi ho deciso che di giorno studiavo in accademia per prendere la laurea e la sera andavo in una scuola dedicata solo all'illustrazione, visto che in accademia si facevano solo 4 ore alla settimana di illustrazione, ma io ne volevo di più e cosi ho scelto una scuola serale con un docente che faceva l'illustratore di giorno e la sera insegnava a questa scuola della regione, si parla sempre di Milano e della scuola del Castello Sforzesco.  

Mi sono trovato molto bene al Castello e anche l'accademia non mi dispiaceva visto che tanti altri corsi e insegnati erano validi.

io ho risolto in questo modo.


Edited by Marcello Pattarin

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 hours ago, Marcello Pattarin said:

Posso dirti che per la mia esperienza, quando ero in accademia mi mancava comunque un corso intensivo di illustrazione, cosi ho deciso che di giorno studiavo in accademia per prendere la laurea e la sera andavo in una scuola dedicata solo all'illustrazione, visto che in accademia si facevano solo 4 ore alla settimana di illustrazione, ma io ne volevo di più e cosi ho scelto una scuola serale con un docente che faceva l'illustratore di giorno e la sera insegnava a questa scuola della regione, si parla sempre di Milano e della scuola del Castello Sforzesco.  

Mi sono trovato molto bene al Castello e anche l'accademia non mi dispiaceva visto che tanti altri corsi e insegnati erano validi.

io ho risolto in questo modo.

 

Se avessi altro tempo a disposizione (e onestamente altri soldi 😂) penso che non avrei problemi a seguire altri corsi. Ma frequentando già due accademie fatico anche a trovare tempo per dormire. Nella tua esperienza senti che la laurea ti è stata utile? L'hai utilizzata nella carriera lavorativa? O magari è stata più l'esperienza maturata all'accademia ad aiutarti? Mi interessa sapere se lasciare l'accademia vuol dire farmi un danno, anche seguendo un corso diverso (non riconosciuto dal miur) 


Edited by Mattistaizitto

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 hours ago, Marcello Pattarin said:

Nella mia esperienza mi è servito tutto, sia l'accademia che il resto, quindi il mio consiglio è... più cose fai e meglio è.

Capisco cosa dici, ma intendo se la laurea in sè ti è servita o è stata la pratica che hai fatto. Non so se mi sono spiegato

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Laurea mi è servita ma senza pratica ti serve solo come titolo per alcuni concorsi pubblici.

detto in soldoni senza pratica non vai da nessuna parte….

e senza laurea qualcuno potrebbe prendere il tuo posto…. nella vita non si sa mai… meglio averla… 

Non mi chiedere chi me l'ha chiesta e chi no… visto che dovrei fare la lista della spesa…. 

 


Edited by Marcello Pattarin

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
Aspetta! x

Ti piacerebbe rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità nel campo della computer grafica?

Iscrivendoti alla Newsletter riceverai subito una mail con le indicazioni per scaricare gratuitamente:

  1. Le immagini HDRI presenti su HDRI pro
  2. Una sequenza di 300 immagini HDRI generata da Luca Deriu tramite il programma Real HDR