Vai al contenuto
kap

test/sondaggio/esperimento.... ditemi la vostra

Recommended Posts

Una piccola stupidaggine per chi ha voglia di giocare con me, si tratta di uno studio che sto facendo sulla resa dei colori nel fotorealismo dei render. Allego due immagini, ditemi in quale delle due la sfera in primo piano e quella sullo sfondo vi sembrano più simili come colore. La differenza è poca, consiglio di aprirle entrambe e saltellare da una all'altra.;)senzafiltro.jpg.4e73d3315d7768de207a335df4f57119.jpgconfiltro.jpg.3caf7fbc92a28038e667fa05012d5e99.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me la seconda immagine.

Nella prima immagine il blu della sfera in secondo piano si discosta troppo dal RAL della sfera grande.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

grazie della collaborazione, aspettiamo che passi un po' di gente (sempre che passino...) poi vi spiego il perché del test;) 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
MP    9

mi pare che la sfocatura nella seconda immagine chiamata "confiltro" sia più coerente con la palla nitida, rispetto ai colori della prima "senzafiltro" dove il blu è enfatizzato.

Comunque se posso una ehm "sega"..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

Prevalenza di risposte sulla seconda al momento..... solo Dave la pensa diversamente, ma lui può dire quello che vuole, è il capo...:P


Modificato da kap

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Prima di svelare l'arcano, un altro piccolo favore.... ;) altre due immagini, quale percepite come più "naturale e realistica" in termini di colori? 

Non stiamo a guardare i modelli, sono i preset di FP......

senzafiltro field.jpg

confiltro field.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

...”La seconda che hai detto!!!” :blink: ...speriamo che alla fine non sia la vecchia tecnica della batteria di pentole o dei materassi...e ci convince tutti a cambiare al più presto il monitor!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
45 minuti fa, D@ve ha scritto:

La prima ... ma di pochissimo ....

 

Controcorrente come al solito:P

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Comunque ormai ho constatato che le vostre sensazioni in linea di massima coincidono con le mie e con i risultati delle mie prove, quasi tutti avete detto le seconde immagini. Domani vi scrivo il perché di queste prove e le conclusioni, vi anticipo solo che nel primo test le sfere identiche sono nella prima immagine, nel secondo test l'immagine come l'ha calcolata vray senza correzioni è sempre la prima...:D

Ecco perché a volte ottimi render mancano sempre di quel qualcosa che li renda vere fotografie.. vray si dimentica un piccolo particolare nei suoi calcoli, e nessuno ci pensa mai... 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, kap ha scritto:

vi anticipo solo che nel primo test le sfere identiche sono nella prima immagine, nel secondo test l'immagine come l'ha calcolata vray senza correzioni è sempre la prima...

 

Ok ... potete chiamarmi Mr V-Ray :D

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Eccoci, ora vi spiego da cosa nasce questa serie di test. Da qualche mese ormai non posto più nulla perchè mi sono dedicato allo studio, ho investito tempo e qualche soldino per capire come poter migliorare, e per farlo ho deciso di studiare i migliori, quindi ho cercato tutto il materiale reperibile (interviste, interventi, e quant'altro) relativo a Bertrand Benoit, che credo sia considerato da tutti una specie di guru in fatto di fotorealismo, ecco, in una vecchia intervista mi ha incuriosito il fatto che consigliasse di usare texture desaturate e un range  RGB relativamente limitato, allora ho iniziato a guardare i suoi lavori e paragonarli a foto simili, anche scattate da me. Il risultato è che effettivamente, se guardiamo una foto non elaborata in PS o anche ci guardiamo intorno con occhio il più obbiettivo possibile, quasi tutto quallo che ci circonda ha colori abbastanza tenui, ma.......

c'è un ma, se guardiamo un albero il verde delle foglie ci apparirà come detto non troppo carico, ma se teniamo in mano la foglia di quell'albero il verde ci apparirà molto più acceso e vivace, questo succede sia ad occhio che attraverso l'obbiettivo di una fotocamera.

Questo perchè tra noi e il nostro soggetto non c'è il vuoto, ma una massa di sostenze gassose chiamata aria, che aumenta di consistenza con l'aumentare della distanza, questo è il fattore di cui i motori di render non tengono conto. E qui entra in gioco Leonardo Da Vinci con il suo concetto di Prospettiva Aerea nella pittura, man mano che ci allontaniamo dal punto di osservazione i colori appaiono meno vividi e le immagini più sfocate. Molti sono abituati a tener conto di questo fattore in fase di post solo quando inseriscono uno sfondo in lontananza, o dei paesaggi fuori dai vetri, che vengono abilmente desaturati, ma questi due test (tra tanti altri), dimostrano come l'occhio umano percepisca e sia abituato a questo fattore anche su distanze molto più brevi (le due sfere hanno un diametro di 40cm e sono posizionate a 20 m di distanza). Ok dopo questo papiro vi dico cosa ho fatto, sfruttando il pass Zdepht di vray, che mi permette di avere un variazione in base alla distanza, ho settato la distanza mini a 0.5 metri dalla camera e la massima circa alla metà della ditanza con l'ggetto più lontano della scena, poi in PS ho usato questo pass come maschera per una regolazione Vividezza (badate bene, NON saturazione) settandola tra -20 e -30. Il risultato è questo, gli elementi in primo piano avranno il colore naturale della nostra mappa, mentre quelli più distanti assumeranno via via un colore meno vivace, ma che mantiene comunque la stessa colorazione, e questo è quello che siamo abituati ad osservare sempre, sia con la fotocamera che ad occhio nudo,solo che nelle brevi distanze la differenza è minima e il cervello corregge il tutto automaticamente, per questo la sfera sullo sfondo sembrava troppo "forte" come colore e gli alberi meno realistici, nonostante la differenza fosse veramente minima. A questo punto mi viene da pensare, VRay è un engine pazzesco, con milioni di opzioni, possibile che nessuno abbia mai pensato ad un settaggio che tenesse conto di questo fattore come lo si è fato per il DOF?

Ok, ho detto tutto,adesso siete liberi di insultarmi se secondo voi ho detto una boiata, oppure di provare su una qualsiasi delle vostre scene e condividere la prova con noi;):D

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Credo che @ChaosLele sia il più indicato a rispondere a tale quesito ;)

Detto questo, vi è comunque da tenere in considerazione una forte componente soggettiva in tali effetti, come in tutto ciò che riguarda il fenomeno luminoso.

Io ad esempio sono un po' daltonico, per questo motivo il primo test è del tutto ininfluente considerando che la differenza è talmente minima se non nulla da me percepita da annullare completamente l'effetto da te descritto.

 


Modificato da LucaRosty

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 hours ago, kap said:

Eccoci, ora vi spiego da cosa nasce questa serie di test. Da qualche mese ormai non posto più nulla perchè mi sono dedicato allo studio, ho investito tempo e qualche soldino per capire come poter migliorare, e per farlo ho deciso di studiare i migliori, quindi ho cercato tutto il materiale reperibile (interviste, interventi, e quant'altro) relativo a Bertrand Benoit, che credo sia considerato da tutti una specie di guru in fatto di fotorealismo, ecco, in una vecchia intervista mi ha incuriosito il fatto che consigliasse di usare texture desaturate e un range  RGB relativamente limitato, allora ho iniziato a guardare i suoi lavori e paragonarli a foto simili, anche scattate da me. Il risultato è che effettivamente, se guardiamo una foto non elaborata in PS o anche ci guardiamo intorno con occhio il più obbiettivo possibile, quasi tutto quallo che ci circonda ha colori abbastanza tenui, ma.......

c'è un ma, se guardiamo un albero il verde delle foglie ci apparirà come detto non troppo carico, ma se teniamo in mano la foglia di quell'albero il verde ci apparirà molto più acceso e vivace, questo succede sia ad occhio che attraverso l'obbiettivo di una fotocamera.

Questo perchè tra noi e il nostro soggetto non c'è il vuoto, ma una massa di sostenze gassose chiamata aria, che aumenta di consistenza con l'aumentare della distanza, questo è il fattore di cui i motori di render non tengono conto. E qui entra in gioco Leonardo Da Vinci con il suo concetto di Prospettiva Aerea nella pittura, man mano che ci allontaniamo dal punto di osservazione i colori appaiono meno vividi e le immagini più sfocate. Molti sono abituati a tener conto di questo fattore in fase di post solo quando inseriscono uno sfondo in lontananza, o dei paesaggi fuori dai vetri, che vengono abilmente desaturati, ma questi due test (tra tanti altri), dimostrano come l'occhio umano percepisca e sia abituato a questo fattore anche su distanze molto più brevi (le due sfere hanno un diametro di 40cm e sono posizionate a 20 m di distanza). Ok dopo questo papiro vi dico cosa ho fatto, sfruttando il pass Zdepht di vray, che mi permette di avere un variazione in base alla distanza, ho settato la distanza mini a 0.5 metri dalla camera e la massima circa alla metà della ditanza con l'ggetto più lontano della scena, poi in PS ho usato questo pass come maschera per una regolazione Vividezza (badate bene, NON saturazione) settandola tra -20 e -30. Il risultato è questo, gli elementi in primo piano avranno il colore naturale della nostra mappa, mentre quelli più distanti assumeranno via via un colore meno vivace, ma che mantiene comunque la stessa colorazione, e questo è quello che siamo abituati ad osservare sempre, sia con la fotocamera che ad occhio nudo,solo che nelle brevi distanze la differenza è minima e il cervello corregge il tutto automaticamente, per questo la sfera sullo sfondo sembrava troppo "forte" come colore e gli alberi meno realistici, nonostante la differenza fosse veramente minima. A questo punto mi viene da pensare, VRay è un engine pazzesco, con milioni di opzioni, possibile che nessuno abbia mai pensato ad un settaggio che tenesse conto di questo fattore come lo si è fato per il DOF?

Ok, ho detto tutto,adesso siete liberi di insultarmi se secondo voi ho detto una boiata, oppure di provare su una qualsiasi delle vostre scene e condividere la prova con noi;):D

 

Aerial Perspective?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora


  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×