Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...
Michele Faccoli

PixelFoundue Live Stream del 9-21-2017

Recommended Posts

L'ultimo LiveStream di PixelFondue, la piattaforma web con scopi di e-learning costituita per volere di Brad Peebler (fondatore ed ex-CEO di MODO), ha visto come protagonisti le figure di Shane Griffith (attuale Senior Product Manager) e Derek Cicero (Head of Design Products), oltre alla partecipazione di Ed Ferrari e Andry Brown, entrambe figure che ruotano intorno alla formazione su software MODO.
 

Tra gli spunti più interessanti che son stati trattati si è parlato in modo molto aperto sia della nuova gestione economica del software, dove la Subscription sembra aver portato risultati positivi, sia della gestione dei nuovi utenti, sempre in crescita e con una percentuale molto importante di chi non ha mai toccato il 3D precedentemente (circa il 30% di chi si avvicina a MODO).
 

Tra gli altri argomenti si è parlato nello specifico di come sono nate alcune applicazioni interne ed esterna al software, tra cui MODO VR, la nuova applicazione di Foundry per la modellazione in Virtual Reality e l'Advanced Viewport, per la visualizzazione PBR delle texture applicate ai materiali. Lo spunto importante che si è colto da questo Streaming è che Foundry ha diviso lo sviluppo del software su vari team che, benché possano non occuparsi direttamente di MODO, hanno la possibilità di trasferire determinati contenuti da un programma ad un altro: ad esempio, l'Advanced Viewport è nata grazie allo sviluppo della visualizzazione su MARI; l'Unreal bridge è stato sviluppato esternamente ed integrato in un secondo momento. Unificare il codice e permettere questo tipo di passaggi è diventato un punto fondamentale per Foundry, il che permetterebbe ai software della sua Suite di comunicare in modo molto più aperto di quanto non faccia ora.

 

Tra i vari team si è anche parlato di un core team nello specifico che si occupa di sviluppare l'architettura Nexus alla base del software, altro punto raramente trattato dagli sviluppatori e sul quale vi erano numerose domande. Un lavoro di questo tipo può dare sicurezza a tutti coloro che temevano per lo sviluppo del codice alla base di MODO, lasciato forse in secondo piano rispetto a feature e tool di modellazione che in questo periodo sembrano aver preso il ruolo principale negli update.

 

Interessante anche notare che con la collaborazione tra Ed Ferrari e Andry Brown il tentativo di Foundry è quello di definire non solo "nuovi comandi" ma veri e propri workflow, ascoltando gli utenti (compito di Ed Ferrari) e veicolando le loro richieste agli sviluppatori (Andry Brown).E' sempre stato difficile avere un contatto diretto con gli sviluppatori di un software, soprattutto quando le dimensioni dell'azienda a capo di quest'ultimo raggiunge certi numeri. Con MODO la direzione sembra essere opposta ed appunto, si tende ad aprire ancor più la comunicazione con gli utenti.

 

C'è stata anche una piccola finestra sul GPU rendering che Foundry integrerà grazie ad AMD, una news di cui abbiamo già parlato ed anche qui abbiamo  alcuni spunti interessanti, tra cui l'obbiettivo di Foundry di integrare AMD ProRender sia per la sua natura OpenSource, sia per la possibilità di metter mano ad alcuni aspetti del rendering su MODO che faciliti l'integrazione di Octane e vRay in futuro.

 

 

 

A fronte di queste news sembra che MODO stia investendo ogni risorsa possibile sia per ampliare la base d'utenza, sia per sostituire la concorrenza in quelle pipeline di lavoro dove Octane, vRay o, in futuro, AMD rappresentano la soluzione di rendering. Voi cosa ne pensate? Siete soddisfatti come utenti MODO? E se non avete mai provato questo software, cosa potrebbe spingervi a farlo?

 

Fateci sapere!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie della traduzione :D

Mi sa che mi tocca vedermela comunque...
Vidi la penultima Live di Pixelfondue a tratti, ma questa merita di essere vista; per quanto riguarda Nexus, il framework da cui è stato sviluppato MODO, fu modificato da Stuart Fergusson (chief architect di MODO - o qualcosa del genere XD) per permettere la modellazione procedurale (a mio avviso ancora "immatura") rilasciata nella versione 10.1

 

Fa piacere sapere che nuovi utenti comincino il loro percorso 3D con MODO, ma soprattutto perchè potrebbe aprire la strada alla creazione di nuovi centri di formazione al programma.


Edited by juanpablo87

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
Aspetta! x