Vai al contenuto
stemonta

Problema Fireflies render element

Recommended Posts

Ciao a tutti, solitamente faccio lo spione nel forum ma non scrivo mai, ora però avrei bisogno di una mano per un problema che proprio non riesco a risolvere. Sto usando Vray 3.6 su 3ds max 2016, nel render c'è una quantità impressionante di  Fireflies che nel output RGB non vedo perchè  ho max ray intens su "20" ma il problema è che non riesco a togliere quei maledetti puntini bianchi dai light select che mi sono preparato nel render element e questo è un problema! 

 

Sapete come posso risolvere? 

Mi basta alzare a manetta le suddivisioni della luce e dei riflessi? 

 

Grazie a tutti!

Sun.png

Set Up.png

RGB.png

Light.png

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Stai usando vray 3.60 ancora col vecchio metotodo di setup?

prova a resettare vray, fai gestire a lui la quantità di subdivision sui materiali e luci. usa il render element sample rate, per vedere la propazione dei fotoni e la qualità dell'immagine finale, lavorando sul bucke image sampler. blu ottimo, verde mediocre, rosso scadente. logicamente alcune zone nascoste tenderanno al rosso, ma saranno piccole nicchie, l'importante è avere un bel blu omogeneo e non macchiato e tendente troppo al verde.

quindi lavori su min max rate, poi per gestire la qualità di materiali e illuminazione alzi il min shading rate che di default è impostato a 6, fai un prova a 12, poi 18, poi 24..... e vedi il risultato finale sempre controllando anche il sample rate, magari poi abbassando il min e max rate dei bucke image sampler.

poi la prova del nove sugli element light select, ed anche sui tempi di renderizzazione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie mille, è un problema che non ho mai risolto. 

Ora faccio due prove e poi ti so dire.

 

Grazie!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Almeno una sorgente luminosa *molto intensa*, azzarderei il sole, e' visibile direttamente nelle riflessioni.

Verifica di non avere materiali eccessivamente riflettenti (come massimo colore, dimentica fresnel.), e di non avere luci troppo intense direttamente visibili nelle riflessioni.

Dal Light Lister non saprei dirti se i valori che hai inserito sian corretti, gia' che dipendono dall'unita' di misura (e in caso dalle dimensioni della luce stessa).

 

Quei "puntini", o "fireflies", sono dei "Glint", o particulari tipi di caustiche, abbozzati, e non possibili da risolvere correntemente, generati da luci di intensita' di parecchio superiore al normale (ie. laser, disco solare visibile direttamente, etc.), quando queste incontrino superfici molto riflettenti, che non ne riducano l'energia in maniera fisicamente plausibile ad ogni moltiplicazione (o rimbalzo, che dir si voglia).

Combina un'alta intensita' iniziale, con un decadimento nullo (in caso di bianco usato per la riflessione), ed hai la ricetta per quel che ti sta succedendo.

 

TL;DR: segui valori fisici per luci E materiali, e il problema scomparira'. Elimina la visibilita' diretta del disco solare (sempre!).

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io ti dò il metodo della clava, quello che reputo più semplice, diretto e che per me funziona nel 90% dei casi: abbassa il max ray intensity dal 20 di default a 10 o 5.

Dovrebbe farti un "clamping" dell'illuminazione troppo forte senza comunque trasformare l'immagine in uno spazio 0-1 su cui non potresti lavorare in post come .exr.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Just now, Michele Faccoli said:

Io ti dò il metodo della clava, quello che reputo più semplice, diretto e che per me funziona nel 90% dei casi: abbassa il max ray intensity dal 20 di default a 10 o 5.

Dovrebbe farti un "clamping" dell'illuminazione troppo forte senza comunque trasformare l'immagine in uno spazio 0-1 su cui non potresti lavorare in post come .exr.

Attenzione con il max ray intensity: e' in effetti un clamping, se interno, e sbilancia (con noi, e con chiunque altro usi il metodo) il risultato dell'illuminazione, anche in maniera importante.

Valido, entro i limiti, per luci artificiali, e un killer per sole e cielo, specie se illuminanti un interno.

 

Per design, e tanto lavoro, le fireflies sono ora segnale di problemi di set-up, che di limiti del motore.

Se uno sta nel fisicamente plausibile, di fireflies ne vedra' ben poche (o nessuna.).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma infatti me ne capitano molto poche e quando capitano, uso questo comando che mi permette comunque, in post, di lavorare a 32 bit. Altri clamping in passato ti bloccavano a 8 bit l'immagine e non si poteva più post produrre esposizione ed altro.

Lo chiamo metodo clava per questo: è il più primitivo, meno corretto.. ma se qualcuno deve consegnare qualcosa e non ha tempo di migliorare in quel momento l'illuminazione e le sue conoscenze, è l'unica cosa veloce che può fare. Poi se stessimo parlando di rendering fotonici super realistici sarei d'accordo con te ma credo che nell'ambito dell'uomo "normale", una piccola differenza nell'illuminazione finale sia accettabile se si riesce a risolvere un problema.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora


  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×