Vai al contenuto
mnk

Workflow modellazione 3D da parametrico a poligonale

Recommended Posts

mnk    0

Buongiorno a tutti ragazzi, da anni utilizzo Autodesk Inventor per realizzare modelli 3D di prodotti industriali (sono un industrial designer), ma nell'ultimo anno ho virato verso la creazione di asset 3D per web e app (da utilizzare su Android Studio o Unity), dovendomi imparare le basi della modellazione poligonale (e quindi Maya come software, tutta la parte di texture, ecc), fortunatamente si parla sempre di oggetti reali, quindi senza dover fare particolari salti mortali.

Diciamo che me la sto cavando e sto sopravvivendo.

 

Non sono però soddisfatto, essendo ad un livello piuttosto alto sulla modellazione parametrica trovo che lavorare sulle mesh sia una cosa piuttosto "sporca" e "distruttiva" (senza nessuna offesa eh, anzi in giro c'è roba da paura).

Non sono riuscito a sviluppare un workflow che mi permettesse di lavorare in maniera "pulita", quindi con unità di misura precise, possibilità di modificare la geometria attraverso parametri (ad esempio su Inventor per cambiare lo spessore di una parte basta modificare il parametro dell'altezza dell'estrusione), e la possibilità di gestire le varie parti di un modello invece che la sua interezza.

 

Avete qualche suggerimento? Ultimamente mi sto ritrovando sempre più spesso a esportare le geometrie da Inventor e curare tutta la parte di texture in Maya, ma non sono convinto che questo sia il workflow adeguato, anche perchè molto spesso Inventor nel momento in cui crea l'.obj, mi tira fuori modelli da 300k triangoli che non posso assolutamente gestire.

 

Buon pomeriggio,

 

Flavio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Fare un retopo di modelli highpoly è una buona cosa, visto che comunque ti permette di mantenere una buona mesh con un numero specifico di poligoni. Un vero e proprio workflow non può essere descritto dato che ognuno di noi poi decide come è meglio procedere e comunque, ogni lavoro ha delle proprie peculiarità. In soldoni si deve smanettare molto per cercare di capire come procedere e cercare un proprio flusso di lavoro. Ora Maya non lo conosco, ma in 3dsMax si possono modificare parametri per via dello stack dove sono presenti i modificatori e di conseguenza, non è una modellazione distruttiva (finché ovviamente non si collassa il tutto)...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora


  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×