Vai al contenuto
LucaRosty

BIM e motori di Render

Recommended Posts

Salve a tutti, come da titolo vorrei proporre un tema di discussione che ha come protagonisti il BiM e i motori di render, ovvero come le varie sw house si stanno organizzando,sempre che lo stiano facendo, nei confronti di un sistema/metodo di lavoro che sta sempre più prendendo piede ormai anche in Italia e con il quale più o meno tutti prima o poi dovremmo averne a che fare.

Partendo dal presupposto che un modello BiM è costituito da un insieme di dati ed ogni oggetto contiene le proprie informazioni,  alcune di esse potrebbero essere utilizzate da un motore di render per impostare ad esempio le caratteristiche dei materiali (riflettanza, riflessione, trasmittanza ecc ecc) , allo stesso modo le fonti luminose o i corpi illuminanti (un esempio banale potrebbe essere la fotometria, file IES o LDT) ma anche molto altro se il motore di render è in grado di supportare altre informazioni, ecc ecc potrei andare avanti all'infinito quasi.

Non parlo ovviamente di un motore di render in particolare inserito direttamente in un sw che normalmente viene utilizzato per lavorare nel sistema BiM, come può essere ad esempio V-Ray per Revit o chissà magari un domani Corona per Archicad , ma piuttosto un vero protocollo di scambio di informazioni fra diversi sw e diversi motori di render basati su un unico linguaggio.

 

Faccio un esempio per cercare di farmi capire meglio : uno o più studi di ingegneria o di architettura X  realizza il modello di un progetto attraverso l'intervento di vari soggetti (architetti, ingegneri, periti, interior designe, lighting designer ecc ecc ecc)   all'interno di uno o più sw (qualunque essi siano) che permettono di lavorare all'interno del sistema BiM, in una determinata fase (non necessariamente esecutiva , ma ad esempio in piena fase di concept) fornisce al professionista Y il modello contenente un insieme di informazioni e di dati, fra cui modello 3D , dati citati in precedenza su materiali, illuminazione , impianti vari , arredo ecc ecc ecc ..... per poter realizzare immagini fotorealistiche, oppure animazioni o qualunque elaborato che i motori di render sono in grado di generare.

Ora la questione che pongo è, a prescindere dal sw di base utilizzato (3dsmax, Rhino, C4D, Modo ecc ecc ecc), saranno in grado in futuro (sempre che non lo siano già) di poter acquisire non dico tutti ma una serie di dati direttamente dal modello BiM ed metterli a disposizione del professionista per poter realizzare il prodotto finale?

Se o quando lo saranno, sarà possibile lavorare all'interno del sistema BiM, in modo da poter beneficiare del processo di progettazione in corso, senza dover uscire per poi rientrare all'interno del BiM (come è ora ad esempio, tranne che per V-Ray per Revit) trovandosi magari uno stato di fatto radicalmente cambiato e magari vanificando gran parte del nostro lavoro? 

 

Chaos in qualche modo sembra stia lavorando non dico in questo senso (non ne ho la certezza) , ma per lo meno sembra stia cercando di muovere i primi passi, ho avuto questa sensazione leggendo QUESTO articolo comparso nel sito di  labs.chaosgroup.com

In questo caso si parla di un file con estensione  .vrmesh che esiste già da tempo, ma che è stato ulteriormente sviluppato per poter consentire un interscambio di informazioni fra diversi SW che utilizzano lo steso motore di render, ovvero lo stesso V-Ray : realizzo la mia scena in Max, imposto materiali luci setting del motore ecc , lo esporto in Maya e non devo fare altro (in teoria) che lanciare il render ed eventualmente effettuare le modifiche che desidero.

 

E' chiaro che la mia conoscenza del "mondo BiM" è parziale e molto superficiale, chiedo scusa se ho sbagliato alcuni ragionamenti , termini e concetti, ed ovviamente siete liberi di correggere e puntualizzare qualunque mio errore di espressione o concettuale, ma credo che il tema possa generare una buona e sana discussione, magari non per il presente ma in prospettiva futura.

A voi la parola :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Molto interessante. seguo.

 

Il rendering è attualmente una delle carenze più lamentate da parte dei vari progettisti che si approcciano al BIM.

Identificherei il target in due macrogruppi

 

Piccoli professionisti / piccoli studi di progettazione

Parliamo in buona sostanza di utenti che non sono, il più delle volte, dei puristi del BIM, ma attori poliedrici che avvicinano il BIM come sostituto ed enhancer degli strumenti che hanno utilizzato fino ad oggi (in buona sostanza un CAD ed eventuali accrocchi per renderizzare).

Di questo target, molti prima non facevano certo qualitativamente meglio di quanto i renderer inclusi nei BIM non consentano di fare, ma l'asticella si sta alzando, quindi vorrebbero essere in grado di fare dei rendering migliori senza ricorrere all'outsourcing.

 

Studi e società di ingegneria

La loro esigenza il più delle volte è avere il daily / instant render, per valutare gli avanzamenti di progetti anche significativi, in cui come citato da luca intervengono una pluralità di soggetti.

 

Alcuni dei temi essenziali sono stati considerati anche nella news che avevamo pubblicato in coincidenza dell'uscita di v-ray per revit

https://www.treddi.com/cms/news/v-ray-per-revit/3334/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non ho capito, stai chiedendo se qulacuno ha informazioni certe a riguardo o stai chiedendo opinioni sul fatto di cosa ne pensiamo come "idea" e su come secondo noi si potranno "teoricamente" sviluppare tali motori di render in futuro?

Ciao

  Luca

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Luca, direi entrambe le questioni , perchè no ?

Se hai un'opinione in merito alla questione posta esprimila liberamente , anzi potrebbe offrire punti di vista diversi o spunti di riflessione, allo stesso tempo  chi ha informazioni sugli sviluppi attuali o futuri dei vari motori di render ovviamente è il benvenuto ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 hours ago, Francesco La Trofa said:

Il rendering è attualmente una delle carenze più lamentate da parte dei vari progettisti che si approcciano al BIM.

Identificherei il target in due macrogruppi

 

Piccoli professionisti / piccoli studi di progettazione

Parliamo in buona sostanza di utenti che non sono, il più delle volte, dei puristi del BIM, ma attori poliedrici che avvicinano il BIM come sostituto ed enhancer degli strumenti che hanno utilizzato fino ad oggi (in buona sostanza un CAD ed eventuali accrocchi per renderizzare).

Di questo target, molti prima non facevano certo qualitativamente meglio di quanto i renderer inclusi nei BIM non consentano di fare, ma l'asticella si sta alzando, quindi vorrebbero essere in grado di fare dei rendering migliori senza ricorrere all'outsourcing.

 

Studi e società di ingegneria

La loro esigenza il più delle volte è avere il daily / instant render, per valutare gli avanzamenti di progetti anche significativi, in cui come citato da luca intervengono una pluralità di soggetti.

Mi aggancio al post di Francesco.

Nella casistica in mio possesso, relativa a piccoli studi che si occupano di piccole opere, un render viene richiesto - e con richiesto intendo pagato - al limite per impatti ambientali. E solo perché vengono obbligati alla presentazione dalle amministrazioni.
Percepito come soldi buttati dal committente, al pari del notaio, della Bucalossi e della pratiche catastali...non interessa più di tanto.
Chi ancora lavora in CAD 2D ne sente la necessità per una lettura migliorata del progettino, ma in ambiente BIM un po' meno se non per nulla. Al momento la richiesta più frequente è la vista di tipo tecnico; la scala di grigi, ombreggiata, con retini è tuttora la soluzione più gradita, perché non aggrava su costi e tempi e funziona bene. Ricordiamoci che siamo in ambiante tecnico, non grafico, tendente al sodo e che soldi in edilizia ne girano sempre meno.

Personalmente ritengo inutile proporre plugin con interfacce molto differenti dal software ospitante. Inutile proporre millemila parametri da settare. C'è già il 3D, facciamocelo bastare. Dicono.
Quindi, finché qualcuno non si inventa un bottone da schiacciare, rimaniamo con i soliti problemi di sempre.
In casa Autodesk, comunque, c'è il link diretto in Max per i files di Revit.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In certi ambienti l'interesse per il rendering, comunque necessario, è pari a zero. Ho visto "render" di progetti la cui costruzione sarebbe stata avviata da li a poco, che facevano piangere, milioni di euro in ballo realmente, ed il render pubblicato sul quotidiano fatto con una sorta di internal del cad generico usato, la base della base, manco gli studenti delle superiori dei primi anni. Purtroppo è la realtà, a prescindere dagli strumenti a disposizione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×