Vai al contenuto

Recommended Posts













Progetto presentato al concorso "La casa di legno del futuro" per Open Innovation Südtirol

Con lo sviluppo della coscienza umana l'uomo ha compiuto il primo passo verso l'edilizia nello spostamento dalla vita nelle caverne dell'uomo storico alla costruzione delle prime dimore dell'uomo protostorico.
E' chiaro come la prima dimora possa esser stata in legno, poichè rispondeva alle necessità essenziali di leggerezza, assemblabilità, riparo e resistenza.
Il progetto M+ vuole riprendere l'essenza del concetto di casa e approfondirlo, con le conoscenze scientifiche e costruttive attuali.
L'interazione tra abitato e abitante deve essere completa, a partire dalla necessità di autocostruire con facilità la propria dimora, e questo implica la necessità di scelta di materiali leggeri e montaggio a secco.
Il sistema costruttivo balloon-frame consente di ridurre i pesi ed è di facile comprensione.
L'eco-compatibilità come ritorno all'integrità delle ere precedenti, lontane dalla tecnologia, ma con una maggiore consapevolezza.
Tale consapevolezza ha portato alla stesura di una scala tematica guida per il progetto, applicabile nel caso di M+ a una utenza di 2 persone.
 

  •  Completa autocostruibilità
  •  Leggerezza
  •  Trasportabilità in un container
  •  Benessere termico
  •  Autosufficienza elettrica
  •  Riscaldamento a pellets controllabile da remoto  



Il futuro della casa in legno è il PASSATO, è fortemente radicato nella sua natura intrinseca, nella sua alta resistenza termica, nella immediata comprensione della tecnica costruttiva, nella sua leggerezza e elasticità.


M+ è un modulo abitativo per due persone,di 39 mq, adattabile a climi sia temperati che rigidi.
Una serra bioclimatica in PCA garantisce un apporto termico aggiuntivo invernali contenendo i pesi, che combinata con la presenza di un brise-soleil orizzontale inclinato in acero garantisce il ricambio d'aria in periodo estivo.
Il riscaldamento con termocamino a pellets, dall'effecienza superiore qualsiasi altro tipo di impianto eco-friendly, viene controllato da remoto, cellulare o pc, in modo tale da poter predisporre in caso di una vacanza l'accensione un determinato numero di ore prima dell'arrivo.
La predisposizione per impianto mini-eolico o fotovoltaico vuole liberare l'utenza dal vincolo di allaccio a reti energetiche, in modo tale da permetterne l'insediamento in qualsiasi zona, dal prato di campagna all'albero di montagna.


Un'abitazione dal peso complessivo di 9300 kg lascia spazio a suggestioni, che non sono mai state tanto fattibili quanto ora.


"Nel legno c'è vita." - C. Collodi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Accedi per seguirlo  

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×