Vai al contenuto

Recommended Posts

Inviata (modificato)

Pessimo gusto, dalla scelta del titolo a quella del soggetto. Il soggetto ci potrebbe anche stare (quante volte ci sono simboli nazisti nei videogiochi) ma il titolo proprio non c'entra


Modificato da Manuel84

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ok, sarò più chiaro:

Ricordare un genocidio con un'immagine enfatizzata di quelli che l'hanno causata è imbarazzante. Vuoi farlo? Non ti obbliga nessuno a postarla sul web, ma se lo fai non puoi lamentarti dei commenti.

Se pensi che io non abbia capito spiegati

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L'immagine vuole evocare l'atmosfera gelida che porta ad uno stato d'animo contrastante verso tutto quello che è stato il periodo nazista o fascista.

Shoah non vuol dire altro che "distruzione" in ebraico e quel periodo è stato così, quindi il titolo lo vedo appropriato.

Visti i recenti atti terroristici e gli episodi di razzismo e intolleranza verso le religioni o le idee, mi è sembrato inerente postare un'immagine forte che faccia ricordare quello che l'umanità ha dovuto subire.

Bisogna ricordare e non ripetere gli errori.

Come vedi il senso è completamente inverso a quello che hai interpretato tu, potevi anche capirlo dalle poche parole di presentazione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mah, se lo dici tu. A me traspare tutto l'opposto di quello che dici. Tu parli di shoah come distruzione, però metti un'immagine dove esalti e metti al primo piano, ben illuminato, il simbolo del nazismo. Non vedo coerenza

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Aldilà delle scelte e pareri personali, ho sempre pensato che immagini che vogliono dire qualcosa per l'autore ed esprimere messaggi che possono essere fraintesi, devono essere antecipate da parole che accompagnano la visione nel modo piú possibile lineare, come fatto sopra...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Fatta eccezione per qualche pazzo che sente nostalgia di quel periodo e pensa che chi alla fine è stato fortunamente sconfitto non avesse tutti i torti, penso che nessuno penserebbe che qualcuno possa postare un'immagine inneggiante a quel periodo volendo esaltarlo.

Detto questo penso che le critiche ricevute da salvamicc siano dovute al fatto dell'immagine salta all'occhio un'ambiente sontuoso e raffinato con la svastica illuminata, piuttosto che l'atomosfera gelida che dovrebbe procurare repulsione in chi la osserva.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Riduco banalmente il concetto.

Se foste dipendenti di una multinazionale in cui il direttore generale incute timore e doveste andare nel suo ufficio, il lusso e la sontuosità di quel posto vi metterebbe a disagio e vi incuterebbe timore, perchè vi sentireste piccoli. Volevo rappresentare la stessa cosa. Se chiudessi la tenda e non facessi vedere il simbolo del nazismo, sarebbe una bella stanza lussuosa e ci si potrebbe trovare anche a proprio agio, ma se questo lusso e sontuosità vengono associate ad un simbolo estremamente negativo, ecco che la percezione cambia, mettendoci timore. Non per niente è stata sviluppata l'architettura monumentalista del periodo fascista.

Se voglio rappresentare un ambiente in cui soggiornava il potere nazista, devo per forza mostrare ed esaltare il loro simbolo. Basta conoscere un pò la storia nazista per rendersi conto di quanto l'azione propagandistica e l'esaltazione e diffusione visuale della svastica fosse fondamentale per l'imposizione del potere.

Spero di essermi spiegato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ho visto il tuo lavoro prima del commento di Manuel84, mi ha lasciato un po' perplesso ma non ho pensato mica tu fossi il tipo da avere la foto di Hitler sul comodino. Fossi stato al tuo posto avrei aggiunto alcune cose (lasciando intatto tutto il resto): pavimento impolverato e qualche ragnatela, la pianta meno rigogliosa e magari lo stemma inclinato. Probabilmente non sarebbe corrisposta all'immagine che ti sei creato nella mente prima di realizzarla, ma altrettanto probabilmente non avrebbe suscitato le critiche che hai ricevuto; in tal caso forse non avrebbe stonato neanche il titolo, ma non sono nella testa di Manuel84 e non so cosa avrebbe pensato lui.

Ma detto ciò, ti chiedo: lo stemma come l'hai realizzato? Non capisco se è un'immagine aggiunta con photoshop o se fa parte del modello, sono più propenso per la prima.

(dopotutto questo è un forum di grafica, e oltre alle discussioni sul risultato finale dell'opera ci stà qualche domanda tecnica)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Personalmente critico solo l'accostamento tra il titolo e l'immagine. Ammettiamolo, non c'entrano un bel niente. Un titolo deve evocare l'immagine, e viceversa. Pensando alla shoah pensi ai campi di concentramento, pensi a persone ridotte a scheletri, pensi a torture e a tanto altro. Mai ti viene in mente di pensare ad un ufficio sfarzoso con l'aquila nazista illuminata e praticamente messa su un piedistallo. Ci vuole anche coerenza nel dare i titoli. Questo penso

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

Nelle poche parole che accompagnano la presentazione avevo sintetizzato il concetto:

"Per rievocare tempi bui, purtroppo sempre attuali..."

Se scrivo "rievocare tempi bui" non posso essere un loro esaltatore, sennò non li chiamerei bui. Se scrivo "Purtroppo" non posso essere felice che siano "sempre attuali".

Quello che proponi tu (ambiente sporco) lo avrei potuto fare se non avessi scritto "sempre attuali", infatti la pulizia della stanza serve a sottolineare che è come se non fosse cambiato nulla da 70/80 anni a questa parte e la scrivania con design futuristico simboleggia che purtroppo la scena è moderna.

L'aquila fa parte del progetto 3d ed è fatta con displacement.


Modificato da salvamicc

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Personalmente critico solo l'accostamento tra il titolo e l'immagine. Ammettiamolo, non c'entrano un bel niente. Un titolo deve evocare l'immagine, e viceversa. Pensando alla shoah pensi ai campi di concentramento, pensi a persone ridotte a scheletri, pensi a torture e a tanto altro. Mai ti viene in mente di pensare ad un ufficio sfarzoso con l'aquila nazista illuminata e praticamente messa su un piedistallo. Ci vuole anche coerenza nel dare i titoli. Questo penso

Questo è il tuo pensiero, che può rappresentare il tuo vissuto. La shoah è sinonimo del periodo nazista, della distruzione di esseri umani, ma il tutto parte sempre dagli uffici sfarzosi e dai personaggi altolocati. Sarebbe stato scontato rappresentare con shoah un cumulo di cadaveri scheletrici o treni pieni di deportati o le camere a gas o gli alloggi dei campi di concentramento. Io ho dato una mia interpretazione, la shoah è nata dai luoghi dove si riunivano gli uomini folli di potere ed erano luoghi sicuramente lussuosi.

Il contrasto a volte può far pensare e ragionare più a fondo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Questo è il tuo pensiero, che può rappresentare il tuo vissuto. La shoah è sinonimo del periodo nazista, della distruzione di esseri umani, ma il tutto parte sempre dagli uffici sfarzosi e dai personaggi altolocati. Sarebbe stato scontato rappresentare con shoah un cumulo di cadaveri scheletrici o treni pieni di deportati o le camere a gas o gli alloggi dei campi di concentramento. Io ho dato una mia interpretazione, la shoah è nata dai luoghi dove si riunivano gli uomini folli di potere ed erano luoghi sicuramente lussuosi.

Il contrasto a volte può far pensare e ragionare più a fondo.

Non rappresenta il "vissuto", ma l'etimologia e l'origine della parola, su quello non si discute. Shoah, o olocausto, è una parola nata ben prima del periodo nazista, fatti un giro su Wikipedia (o ancora meglio su un libro di storia). Che poi il termine abbia preso piede con un rapporto di metonimia (intesa come una parte per il tutto) non significa che tu debba piazzare lì una scrivania, un simbolo odioso e dargli un rapporto di correlazione. Quello che forse manca è un pelino di rispetto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

lungi da me credere che shoah sia nata con il nazismo, infatti se avessi letto attentamente le mie parole, avevo già scritto che deriva dall'ebraico distruzione. Non preoccuparti che prima di parlare mi documento. Conserva il tuo stato d'animo per quello che ho cercato di farti capire di aver rappresentato e non per l'autore. Se tu vedessi una locandina di un film sul nazismo con in bella mostra una svastica, penserensti che il regista è nazista o irrispettoso?

Prova ad elevarti un pochetto... ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non ne capisco assolutamente lo scopo... vedo solo un ambiente truzzo fighetto con simboli nazisti.

Sicuramente sono io che non ci arrivo, ma se doveva comunicare qualcosa per quanto mi riguarda non ci è riuscito.

Tecnicamente si può far di meglio ma il lighting e il mood non mi dispiacciono. Il credo "bassorilievo" sulla parete è da rivedere per risoluzione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non ne capisco assolutamente lo scopo... vedo solo un ambiente truzzo fighetto con simboli nazisti.

Sicuramente sono io che non ci arrivo, ma se doveva comunicare qualcosa per quanto mi riguarda non ci è riuscito.

Tecnicamente si può far di meglio ma il lighting e il mood non mi dispiacciono. Il credo "bassorilievo" sulla parete è da rivedere per risoluzione.

Grazie per il tuo intervento, purtroppo mi rendo conto di aver sintetizzato troppo quello che volevo esprimere e quindi non sono riuscito nel mio intento.

Tra l'altro la svastica è anche al contrario e per questo mi fustigo da solo ^_^

Per il displacement invece, l'effetto con i bordi frastagliati è voluto, per non creare bordi troppo netti e puliti e per avere un riflesso di luce che segue tutto il profilo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×