Vai al contenuto
edg76

Ssd m.2 o ssd sata?

Recommended Posts

Ciao a tutti,

sono in procinto di prendere un nuovo pc ed ho notato che la scheda madre che ho scelto, ovvero la asus x99-a, è predisposta per l'installazione di un ssd m.2, ma di questi dischi non ne so troppo se non che grazie a questo tipo di attacco pci express dovrebbero essere molto veloci. Io ho previsto di acquistare un samsung 850 pro da 1 tb (ho bisogno di spazio), pensate che un ssd m.2 come il plextor G512M6e sia una scelta migliore in termini di velocità e affidabilità?

Ciao e grazie a tutti :)


Modificato da edg76

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Guarda vado un po' OT rispetto al tuo quesito ma io punterei su un SSD con taglio molto inferiore 128GB (magari m.2) per OS e SW vari affiancato da un disco o meglio 2 in raid 1 per l'archiviazione dati da 1 o 2TB.

Comprando componenti di alto profilo andresti a spendere certamente meno della soluzione con il samsung e ti allineeresti al prezzo del Plextor ma avresti prestazioni sostanzialmente analoghe a quest'ultimo ma certamente maggiore sicurezza per i dati con la soluzione Raid1.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non ha senso un ssd da 1tb al momento, molto meglio un 256gb affiancato ad un disco da storage da 1/2tb (un caviar green della western digital ad esempio).

Ovviamente ti consiglio pcie se hai soldi da spendere altrimenti prendi un classico sata da 256gb e non avrai nessun problema.

La velocità di trasferimento è molto superiore nei pcie, tuttavia se non si hanno esigenze particolari i sata sono ottimi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

I files anche di grandi dimensioni non vengono letti continuamente dai dischi ma spesso solo al caricamento/salvataggio degli stessi.

Inoltre devi considerare che gli ssd hanno un problema relativo che sarebbe quello dei "limitati" cicli di scrittura per cella prima che questa, raggiunto il suo limite, divenga di sola lettura.

Altri limiti degli ssd sono legati al costo elevato rispetto ai dischi tradizionali in relazione alla capienza.

Il vantaggio di affiancare 2 dischi in raid 1 è evidentemente quello della sicurezza per i tuoi dati oltre che consentirti un capienza maggiore a parità di prezzo.

Il vantaggio di avere SSD per OS e SW è che questi saranno più veloci non solo in apertura ma anche durante l'utilizzo e in parallelo avresti un tuo bell'archivio sicuro da cui andare a pescare i tuoi files.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

scusate, ma che senso ha avere un ssd da 256 mb che ti apre i programmi velocemente e poi lavorare con file di grandi dimensioni che si trovano su hd tradizionali?

ciao edge,

non sei un novello qui nel forum, e penso che hai già letto molte discussioni in merito. Saltando appunto il discorso di quanto già detto, se la tua necessità è di avere molta velocità in lettura scrittura, ad es. con SW After Effect o Premiere... è fattibilissimo mettere uno o più dischi ssd anche sullo storage, differenziandolo sempre da quello per O.S.. in alcuni casi con AE sono stati usati 4 dischi ssd in raid O (oooooooooohhhhhhhhh :eek: :eek: :eek: ).

è corretto il mio ragionamento?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Zatta, non fa una piega il tuo ragionamento e concordo in un certo senso anche con mtsim...confesso il mio peccato spiegandovi il mio modo di lavorare... Le soluzioni raid 1 non le ho prese mai in considerazione, perché ho sempre avuto un HD principale contenente SO, software e lavori e un altro HD con i soli lavori salvati sopra. Facciamo un esempio: se durante una normale giornata di lavoro devo mettere mano ad esempio su 3-4 lavori, io alla fine di ogni sessione di lavoro, prendo la cartella contenente il lavoro e la copio sul disco archivio, sovrascrivendo quella esistente. Mi sobo abituato a fare così dopo aver avuto una brutta disavventura con un file di autocad parecchio tempo fa. Lavoravo su un pc in raid 1 ed ad un certo punto si bloccò autocad durante il salvataggio e quello che successe dopo ha dell'incredibile, sia il dwg che il bak furono inutilizzabili ed ovviamente essendo i dischi in raid entrambi le copie dei files sui due dischi erano corrotte, col mio metodo invece, anche se grossolano, ho sempre la certezza di avere una copia del lavoro aggiornata all'ultimo backup. Quindi tornando ad oggi, l'idea era quella di avere un ssd da 1tb con SO, software e lavori e un secondo HD con i soli lavori, così da avere massime performance con il disco principale e un archivio sicuro con il disco tradizionale. Non conosco bene la questione delle celle che dopo un po' diventano di sola lettura, ma l'idea è comunque quella di spendere un po' di più oggi, ma di mantenere una configurazione performante per un lungo periodo...


Modificato da edg76

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

era successa la medesima cosa anche a me in passato, con autocad... quando ancora svolgevo la professione del geometra. un progetto di ristrutturazione, mentre facevo i "gialli e rossi" col retino solid mi si è impallato, ho salvato e anche il backup è rimasto danneggiato. Ho bestemmiato in tutte le lingue, ripartendo il progetto da inizio nei 3 stati, iniziale, finale, di confronto, e con ritardo di consegna al cliente. Però per ovviare a questo inconveniente è sufficiente fare salvataggi progressivi.

Ritornando al topic, secondo me ti conviene mettere suddividere il disco da 1tb in 2 dischi ssd:un disco ssd da 256gb o giu di li per O.S. + S.W. e un secondo disco sempre ssd per i tuoi lavori che lo necessitano. In aggiunta un solido disco meccanico per gli altri lavori.

Il taglio da 1Tb è molto costoso in rapporto al prezzo/GB, in questo modo riesci ad abbassare i costi sull'acquisto di ssd, e magari sceglierne uno più performante e l'altro meno e lasci il tuo disco primario dei sw e os, pulito.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

Si, come soluzione mi piace... Opterei per il Samsung 850 pro per entrambi i tagli, oppure il samsung per i dati e un m.2 per il disco con il SO e i programmi. Riguardo appunto al tipo m.2, volendo sceglierne uno, quale mi consigli? Non badare al prezzo, 100€ su e giù non cambiano niente, io faccio investimenti in hardware a lungo periodo ;).

Riguardo ai "limitati" cicli di scrittura per cella dei dischi ssd, di quanto tempo stiamo parlando?


Modificato da edg76

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

Non ho mai provato un disco m.2, non so dirti. e sui cicli di lettura/scrittura, idem. Da considerare che il disco anche se usato solo per o.s.+s.w. fa un sacco di cicli lettura/scrittura ogni minuto, molto più che un disco usato per il salvataggio dati.


Modificato da zatta 3d

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Viste le tue esigenze mi sento di concordare con gli ultimi consigli di Zatta in tutto compreso il fatto dei salvataggi progressivi. Io per esempio ho una bella cartella "old" in cui caccio le versioni precedenti dei file fino a quando il lavoro non è finito anche perché a volte a causa di revisioni continue con gli esecutivi è utile ripescare vecchie situazioni.

Quindi ho un disco ssd con ottime prestazioni per OS e SW, un disco dati WD Black da 1TB per i dati ma niente raid 1, ho invece un SW che si occupa dei backup in rete (su NAS con dischi WD red) per crearmi periodicamente una copia dei files modificati... non hai idea di quanto abbia penato a provarne di diversi perché volevo uno ampiamente programmabile ma che soprattutto controllasse in background le modifiche apportate ai file contenuti in talune cartelle e se vengono rilevate modifiche dopo un determinato lasso di tempo faccia il backup dei soli files modificati. In questo modo ho come una time machine, siccome il file viene copiato dopo 15' dalla modifica nel caso rilevi, immediatamente per un errore grave ad esempio, dei problemi posso ripescare la versione del file presente sul disco di backup in rete nel caso me ne accorga solo dopo in ogni caso posso recuperare la revisione precedente in modo da limitare le perdite (ancora da studente, al III anno, mi successe con un 3d di 25 unità abitative tutte diverse la notte prima dell'esame se ti basta il panico, da allora ho messo su 'sto sistema).

Uscendo da questo OT per il problema dei cicli di lettura/scrittura ti posso dire che sono al corrente del problema ma che per ora non conosco nessuno che se ne sia lamentato quindi credo che sia un problema che nella quotidianità non è così facile si manifesti. In più temo che soprattutto a risentirne possa essere il disco del OS e quindi sarebbe in ogni caso opportuno separare fisicamente i tuoi documenti dal disco di sistema.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×