Vai al contenuto
DragonVfx

Vivere di grafica 3d in Italia

Recommended Posts

Buongiorno a tutti ;) mi sono iscritto a questo forum per la passione che mi accompagna ormai da sempre per l'arte digitale, dai film ai videogiochi. Premetto gia che non sono un modellatore 3d di professione ma adoro disegnare con il classico vecchio metodo carta e matita (e a cui sono molto predisposto), provengo da tutto un altro settore lavorativo (tessile giusto per intenderci) , ma alla bellezza di 38 anni, in occasione anche della prossima chiusura della mia azienda (una delle ormai migliaia di vittime di questa crisi, ahime) sto pensando di provare a buttarmi in quella che sento sia la mia vera vocazione. Frequentare una scuola con un corso master serio, dedicarmi anima e corpo e poi dopo aver creato una bella showreel mettermi in mostra a qualche azienda, sperando che mi assuma a tempo indeterminato. Tutt'altro che facile presumo, vista la mia non piu giovanissima eta', la concorrenza incredibile tra giovani talenti magari freschi di studio, e addetti al mestiere con ormai un esperienza lavorativa decennale. Mi chiedevo se, a rigor di questo e con un mercato che chiede sempre piu specializzazioni ed esperienza, sia possibile riuscire a trovare qui in italia un lavoro stabile sia in uno studio di architettura che pubblicitario (non ho preferenze, mi basta fare modelling e render) e che permetta di vivere decentemente, facendo leva solo sul mio talento e la passione, per compensare la mia mancanza di esperienza lavorativa...che ne pensate? Purtroppo leggendo un po qua e la in giro per il web mi sono reso conto che questo, in Italia e' ancora un mestiere sottovalutato e poco retribuito, forse mi sbaglio ma mi pare che quasi un cassiere di un supermercato prenda uno stipendio piu alto di un grafico, il che mi pare una contraddizione per una figura che dovrebbe essere definita "3d artist". Cosa ne pensate? Mi conviene specializzarmi su qualche altro settore o provare a buttarmici?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Frequentare una scuola con un corso master serio, dedicarmi anima e corpo e poi dopo aver creato una bella showreel mettermi in mostra a qualche azienda, sperando che mi assuma a tempo indeterminato.

Mi chiedevo se, a rigor di questo e con un mercato che chiede sempre piu specializzazioni ed esperienza, sia possibile riuscire a trovare qui in italia un lavoro stabile sia in uno studio di architettura che pubblicitario (non ho preferenze, mi basta fare modelling e render) e che permetta di vivere decentemente, facendo leva solo sul mio talento e la passione, per compensare la mia mancanza di esperienza lavorativa...che ne pensate?

(apro questa parentesi dopo aver scritto quello che segue. Sono stato un pò crudo, non volermene ma è venuto di getto senza pensarci ed è meglio litigare subito per diventare amici poi..)

è difficile risponderti , un po' perché sono stravolto, un po' perché una risposta semplice da esporre così su due piedi e in poche righe non c'è...

Da quello che scrivi ( e che cito sopra) o meglio che si può leggere tra le righe sembra tu sia un po' vittima della cultura degli anni 80-90 quando l'Italia era un posto diverso, quando entrare nel modo del lavoro era una cosa un po' diversa da oggi.. era per certi versi ( rispetto che viene richiesto oggi) un po' più disinvolto (mi rendo conto che c'erano altri problemi).

Oggi devi essere un po' più disilluso rispetto a quegli anni li; specie nel mondo della grafica: il posto fisso non esiste, indeterminato non significa più niente e sicuramente non è sinonimo di garanzia ( sono stato assunto a tempo indeterminato in ditte che sono poi fallite) è una comodità che noi non ci possiamo più permettere.

Dire di "trovare un posto o qui o la" non è più dimostrazione di poliedricità oggi, ma significa non avere le idee chiare e non avere idee chiare significa non avere una preparazione atta al lavoro per il quale intendi "venderti"...o peggio significa accontentarsi perché un posto vale l'altro. e se queste sono le premesso dove vai?

Oddio, lavoro ne trovi, in studi che ti pagano la fame che non ti danno prospettiva (ne voglia di fare questo lavoro) perché se hai solo uno showreel (cosa che per altro non è così semplice da fare), come moneta di scambio non hai molte chance.

Anche la passione non conta più. La passione conta per te stesso. è quella che ti fa stare sveglio a fare 3d quella che ti fa passare i pochi momenti liberi davanti al computer quella cosa che giustifica il fatto di non avere una vita "come gli altri" significa essere curiosi fare sperimentare e portare a casa per partire da un pò più in la ogni volta che accendi il computer. Passione significa alla fine provarci e sopportare e sopratutto crederci senza mettere in dubbio.

Quindi se già poni l'idea di specializzarti in un'altro settore allora per la mia modesta opinione meglio lasciare spazio a chi vuole davvero questo lavoro e non cerca un ripiego.

Ti auguro con tutto il cuore di trovare al più presto una soluzione a questo problema lavorativo. hai tutta la mia solidarietà.

Ps comunque,se sei portato per il disegno a mano buttati nel matte, nell' illustrazione, nella previsualizzazione. Buttarsi a fare 3d da zero significa almeno perdere altri 3-4-5 anni (oltre che la salute se lavori con 3dsmax)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

penso che yogurt ti abbia fornito una panoramica piuttosto completa e decisamente efficace. la crisi non esiste. la crisi non finirà ne oggi e nè mai. questo è lo scenario ordinario del mercato e se vuoi sopravvivere devi adeguarti alle sue esigenze fornendo un servizio che risolva un problema (vero/falso/presunto) del tuo potenziale cliente/committente/azienda. (NB. la risoluzione di questo problema dovrebbe garantirti quanto meno la sopravvivenza).

cio non toglie che tu possa avviare un percorso formativo sulla grafica 3d (su questo portale trovi tutti i riferimenti sulle scuole) traguardando un orizzonte temporale medio di circa 5 anni. tuttavia per essere onesti completamente dovresti farti affiancare anche da un "mentor" affinchè lui possa renderti competitivo per il mercato del 2020, cosa ben diversa dall'avere 5 anni di formazione, poichè in funzione delle stime attuali, ciò che fai oggi tra 5 anni sarà obsoleto.

soddisfatte le condizioni precedenti, cioè hai una formazione adeguata per il mercato del 2020 e risolvi quanto meno 1 problema del tuo "datore di lavoro", ciò non significa che avrai smesso di formarti e neppure che il livello conseguito potrà garantirti la sussistenza. nell'intanto dovrai trascorrere i prossimi 5 anni a pane,amore e grafica, che va benissimo se hai le scorte di pane per i prossimi 5 anni, altrimenti dovrai trovarti anche il pane nonchè tutti i soldini necessari per le dotazioni software/hardware e le scuole che vorrai frequentare (o videocorsi per un percorso da autodidatta)= notevole esborso di d€naro.

In conclusione, se posso permettermi, ti consiglierei di fare incetta in qualche biblioteca o libreria dei principali testi di riferimento sulla psicologia del cambiamento, sul self-help, self-improvement, che certamente potranno aiutarti a chiarirti meglio le idee dopo aver lavorato principalmente su te stesso. a presto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se sei bravo e disposto a spostarti lavori. Ma bravo e professionale però, conosco moltissimi talenti che pur conoscendo mille programmi non hanno l'esperienza che porta a fare in 2 giorni il lavoro di un mese, che non sanno risolvere i problemi impossibili che questo lavoro ti mette davanti tutti i giorni e le mille altre nozioni che richiede. (fotografia, regia, lighting design, montaggio, fluidodinamica, teoria del colore, anatomia, e chi più ne ha più ne metta )

L'improvvisazione non è amica di nessun lavoro. Per raggiungere una buona professionalità ci vogliono anni, non un corso di 6 mesi.

Se ne hai la possibilità e sei disposto a farti qualche anno in giro per l'italia/estero a studiare e fare pratica per 4 soldi poi il lavoro serio arriva.

Se invece vuoi cercare dallo studio di architettura sottocasa avrai millemila studenti che estrudono i cad e mettono una dome al posto tuo.

Non pensare che saper utilizzare un paio di sw corrisponda ad avere una professione, sono in molti purtroppo a pensarlo e ci sbattono il naso.

Chiederesti mai ad un medico, ingegnere, avvocato, paleontologo se con un corso serio puoi trovare lavoro nel loro settore? Questo è il paragone giusto, non il commesso del supermercato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se ne hai la possibilità e sei disposto a farti qualche anno in giro per l'italia/estero a studiare e fare pratica per 4 soldi poi il lavoro serio arriva.

A 38 anni con (forse) famiglia? Mi tengo la passione e vado a vendere hamburger al McDonald's :TeapotBlinkRed:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A 38 anni con (forse) famiglia? Mi tengo la passione e vado a vendere hamburger al McDonald's :TeapotBlinkRed:

I conti se li farà lui... come dico in fondo non si impara una professione altamente specializzata con un corso di 6 mesi.

Non pensare che saper utilizzare un paio di sw corrisponda ad avere una professione, sono in molti purtroppo a pensarlo e ci sbattono il naso.

Chiederesti mai ad un medico, ingegnere, avvocato, paleontologo se con un corso serio puoi trovare lavoro nel loro settore? Questo è il paragone giusto, non il commesso del supermercato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il ‎03‎/‎02‎/‎2015 at 23:44 , yogurt ha scritto:

 

 

 

(apro questa parentesi dopo aver scritto quello che segue. Sono stato un pò crudo, non volermene ma è venuto di getto senza pensarci ed è meglio litigare subito per diventare amici poi..)

 

è difficile risponderti , un po' perché sono stravolto, un po' perché una risposta semplice da esporre così su due piedi e in poche righe non c'è...

Da quello che scrivi ( e che cito sopra) o meglio che si può leggere tra le righe sembra tu sia un po' vittima della cultura degli anni 80-90 quando l'Italia era un posto diverso, quando entrare nel modo del lavoro era una cosa un po' diversa da oggi.. era per certi versi ( rispetto che viene richiesto oggi) un po' più disinvolto (mi rendo conto che c'erano altri problemi).

Oggi devi essere un po' più disilluso rispetto a quegli anni li; specie nel mondo della grafica: il posto fisso non esiste, indeterminato non significa più niente e sicuramente non è sinonimo di garanzia ( sono stato assunto a tempo indeterminato in ditte che sono poi fallite) è una comodità che noi non ci possiamo più permettere.

Dire di "trovare un posto o qui o la" non è più dimostrazione di poliedricità oggi, ma significa non avere le idee chiare e non avere idee chiare significa non avere una preparazione atta al lavoro per il quale intendi "venderti"...o peggio significa accontentarsi perché un posto vale l'altro. e se queste sono le premesso dove vai?

Oddio, lavoro ne trovi, in studi che ti pagano la fame che non ti danno prospettiva (ne voglia di fare questo lavoro) perché se hai solo uno showreel (cosa che per altro non è così semplice da fare), come moneta di scambio non hai molte chance.

Anche la passione non conta più. La passione conta per te stesso. è quella che ti fa stare sveglio a fare 3d quella che ti fa passare i pochi momenti liberi davanti al computer quella cosa che giustifica il fatto di non avere una vita "come gli altri" significa essere curiosi fare sperimentare e portare a casa per partire da un pò più in la ogni volta che accendi il computer. Passione significa alla fine provarci e sopportare e sopratutto crederci senza mettere in dubbio.

Quindi se già poni l'idea di specializzarti in un'altro settore allora per la mia modesta opinione meglio lasciare spazio a chi vuole davvero questo lavoro e non cerca un ripiego.

Ti auguro con tutto il cuore di trovare al più presto una soluzione a questo problema lavorativo. hai tutta la mia solidarietà.

 

Ps comunque,se sei portato per il disegno a mano buttati nel matte, nell' illustrazione, nella previsualizzazione. Buttarsi a fare 3d da zero significa almeno perdere altri 3-4-5 anni (oltre che la salute se lavori con 3dsmax)

OK!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×