Vai al contenuto

Recommended Posts

 

Descrizione dell'opera:

Tra le ferrovie della rete a scartamento ridotto Calabro Lucana (FCL) l'unica che unisse Calabria e Lucania era la linea che  Lagonegro, capolinea della linea FS da Sicignano, giungeva a Castrovillari e Spezzano Albanese ove incontrava la linea FS per Sibari e Cosenza.

La linea fu chiusa nel 1978 con la scusa di non aver mai avuto un buon traffico viaggiatori e merci. In ogni caso la sua importanza era legata alla scarsità di altri collegamenti nelle zone che attraversava.

Una delle curiosità di questa linea che colpiscono ancora chi si reca nella zona di Lagonegro è un lungo ed ardito viadotto a sei arcate ubicato poco oltre la stazione di Lagonegro. Osservandolo non si può fare a meno di notare l'innalzamento della seconda arcata. 

Il ponte, fin dalla sua costruzione avvenuta nel 1915, è stato soggetto a lente e progressive deformazioni. L'abitato di Lagonegro infatti è sottoposto ad estese deformazioni gravitative lente, trovandosi in una regione attiva dal punto di vista tettonico. Per far fronte a tali movimenti si cercò di rendere più sicuro il ponte riempendo la parte sottostante per evitare che le forti sollecitazioni su un solo punto provocassero un collasso dell'opera. (Fonte http://www.lestradeferrate.it/fotoe.htm)

 

Realizzazione in 3D

Fotografato in stagione autunnale tra i colori verdi, gialli e rossi della vegetazione circostante (realizzata con modelli di alberi acquistati su Evermotion e diffusi con Multiscatter), viene rappresentato così come si vede dalla mia abitazione in Loc. Vavo di Lagonegro, ovvero vedendo cinque arcate su sei (modellato interamente in 3DS), incastrato nella rocca del castello (realizzata con spline in funzione delle curve di livello, con mappa una texture abbastanza dettagliata con un VrayDisplacement3D abbastanza alto), dove si può intravedere, a ridosso di tale, la struttura del vecchio cimitero.

Il ponte è realizzato in struttura mista, dove i piloni sono costituiti da muratura in stile medievale, mentre la struttura superiore è realizzata con il primo cemento armato dell'epoca del 1900.

Così come si vede, a metà della seconda arcata è stata rappresentata la frattura, causata dai movimenti franosi della zona.

 

23f82271258ed4f2c56245b2a370f70c.jpg

5a0540f01cd488408f07b5bcba99d80a.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×