Vai al contenuto
mikelino666

Passaggio successivo a sketchup

Recommended Posts

Buonasera a tutti

mi sono da poco laureato in architettura e in questi tre anni ho sempre usato per la modellazione 3d il software sketchup annesso al motore di rendering vray... ora, non so se sia un problema mio, ma non riesco a raggiungere un dettaglio ed una qualità che vorrei e che tanti altri riescono con altri programmi. Mi è stato consigliato quindi di passare a rhino + vray sempre. Dite che è una scelta azzeccata? Mi servirebbe sia per interni che per esterni. Ho un Pc Windows i5 dual core da 2,5 Ghz e 8 gb di ram.. scheda video intel 4000 + nvidia geforce cuda GT 640M LE.

Qualche domandina extra...con rhino si possono importare elementi già realizzati? Con i materiali come ci si comporta? Esistono tutorial validi magari in italiano? Avevo anche 3d studio max ma mi han detto essere maggiormente per interni...consigli?

Posto anche una foto per farvi capire il dettaglio al quale vorrei arrivare ( premetto che è una foto presa da una pagina facebook di sketchup e non capisco come diavolo facciano ad arrivare a quel dettaglio) ed una che indica il livello al quale sono e che non riesco a superare.....

Grazie per l'aiuto!

Buonaserata

post-103517-0-20613100-1412086695_thumb.

post-103517-0-30116300-1412086908_thumb.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Rhino é il passaggio che devi fare.

Stai lontano dalla modellazione sketchup se possibile.

Saluti :)

Massimo.


Modificato da wastzzz

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Rhino é il passaggio che devi fare.

Stai lontano dalla modellazione sketchup se possibile.

Saluti :)

Massimo.

ok grazie! Per le altre domande invece sai dirmi qualcosa? Cioè materiali e modelli già realizzati...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

il problema sei tu non il soft ;)

http://www.peterguth...010/11/sketchup

considera comunque che alcune cose peter le fa con max come ad esempio la parte di rendering e lighting

grazie lo so.. la differenza sta nel fatto che tutti i miei compagni di università sono arrivati con sketchup ad un livello anche inferiore al mio...passando ad uno sei software sopracitate hanno avuto uno slancio incredibile...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

fossi in te dedicherei più tempo allo studio del rendering e illuminazione, tralasciando per il momento la modellazione.

così avrai più tempo per capire quali sono le tue necessità per raggiungere un livello più alto di rendering, utilizza pure librerie di modelli già pronti.


Modificato da mak21

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Modelli e texture trovati in rete vanno bene purché siano di buona qualità. Per il resto puoi modellare con il software in cui ti diverti di più, ma per la parte di rendering hai sicuramente più margine di miglioramento se usi programmi come 3ds. Un ottimo motore di render é Corona Render ed é gratuito, ti consiglio di provarlo :)

M.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Devi anche considerare che uno che modella non può ritrovarsi a smadonnare per ottenere geometrie pulite. Il software di modellazione é una scelta che deve essere fatta in base alla velocità, al mestiere e appunto al piacere che hai nell'usarlo.

M.


Modificato da wastzzz

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Esatto...infatti con sketchup ero si abbastanza veloce a modellare ma molte volte mi ritrovavo bloccato con problemi per i quali perdevo ore o per impallamenti vari...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Chiediti anche che cosa vuoi fare da grande ed il budget che hai a disposizione. I render saranno il tuo lavoro principale? Rhino costa un quarto di 3ds, con 3ds farai delle ambientazioni esterne (vegetazione) sicuramente migliori e + velocemente. Se ora usi sketchup passando a rhino tribolerai non poco nella mappatura delle texture sugli oggetti che con sketchup è moooolto elementare e semplice. I render per me occupano solo una piccola parte della mia professione (sono geometra) per cui ho deciso di abbinare vray a sketchup ma ora sto vedendo che con modelli con tante texture diverse e tanti proxy con file di circa 100-150 MB rischio sempre di "imballare" software e hardware.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

mi sono da poco laureato in architettura

senza polemica, ma le immagini postate non c´entrano nulla con l´architettutra e con quanto si studia durante un corso di laurea in architettura. Dovresti spiegare meglio quale é la tua attivitá o cosa vuoi fare, perché altrimento al volo ti direi di prendere max ed un architenterios con scene belle e pronte e a quel punto ti basta spostare gli oggetti nella scena ió mettere il letto della scena 3 nella scena 7 e premere il tasto render, tutto il resto é giá impostato ed é pure molto meglio degli esempi postati.

Se parliamo di architettura, non camere da letto, allora il discorso é piú complicato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

senza polemica, ma le immagini postate non c´entrano nulla con l´architettutra e con quanto si studia durante un corso di laurea in architettura. Dovresti spiegare meglio quale é la tua attivitá o cosa vuoi fare, perché altrimento al volo ti direi di prendere max ed un architenterios con scene belle e pronte e a quel punto ti basta spostare gli oggetti nella scena ió mettere il letto della scena 3 nella scena 7 e premere il tasto render, tutto il resto é giá impostato ed é pure molto meglio degli esempi postati.

Se parliamo di architettura, non camere da letto, allora il discorso é piú complicato.

Sfortunatamente al politecnico di Milano architettura è anche questo.. la seconda immagine che ho postato è stata realizzata in corso di costruzioni con argomentava sul recupero di un reparto ospedaliero.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

quindi mi stai dicendo che al politecnico di Milano ti hanno insegnato a mettere dei letti in una stanza? A questo punto mi viene da pensare che tutte persone che si incontrano da Ikea sono architetti con almeno due master..........

Certo, se all´universitá vi insegnano come recuperare una facciata e mettere a norma le vie di fuga e voi come risultato tirate fuori un rendering di una stanza con due letti e la porta del bagno aperta........ anche commercialmente, ragionando solo sul denaro, chi pensa possa essere interessato a commissionare il rendering di una stanza con un letto?

L´universitá e i professori hanno le loro colpe, ma a leggere certe affermazioni si puó dire che molti studenti non brillino per iniziativa e voglia di apprendere, parere personale ovviamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

quindi mi stai dicendo che al politecnico di Milano ti hanno insegnato a mettere dei letti in una stanza? A questo punto mi viene da pensare che tutte persone che si incontrano da Ikea sono architetti con almeno due master..........

Certo, se all´universitá vi insegnano come recuperare una facciata e mettere a norma le vie di fuga e voi come risultato tirate fuori un rendering di una stanza con due letti e la porta del bagno aperta........ anche commercialmente, ragionando solo sul denaro, chi pensa possa essere interessato a commissionare il rendering di una stanza con un letto?

L´universitá e i professori hanno le loro colpe, ma a leggere certe affermazioni si puó dire che molti studenti non brillino per iniziativa e voglia di apprendere, parere personale ovviamente.

Mi pare di aver scritto "è anche questo" e "recupero di un reparto ospedaliero". Se devo fare un render da mostrare alla committenza, sicuramente non mostrerò la parte dei recupero della muratura, gli attacchi del gas, le vie di fuga possibili in caso di incendio con rispettivi sistemi di sicurezza antincendio e porte a chiusura automatica ecc ecc; mostrerò la parte esterna, meramente di facciata. Tutto il resto è presente su tavole tecniche realizzate a cad. L'arredamento interno era stato pensato dopo varie discussioni con il personale dell'ospedale e attuando l'attuale normativa per gli spazi per disabili con quindi spazi e arredi che fossero adatti a loro. Sarò nuovo di questo forum ma almeno fammi il piacere di tenere i tuoi "pareri personali", che escono dall'argomentazione di riferimento, per te. Grazie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sarò nuovo di questo forum ma almeno fammi il piacere di tenere i tuoi "pareri personali", che escono dall'argomentazione di riferimento, per te.

questo magari lo divrebbe decidere un moderatore, io ho solo detto che per fare una camera da letto non serve una laurea in architettura e che quindi avresti dovuto spiegare meglio quale tipo di attivitá ti interessa, tu per tutta risposta hai spiegato che al politecnico di Milano questo ti hanno insegnato (a fare camere da letto).

Permettimi, da architetto, di essere offeso da persone come te che riducono una laurea in architettura in qualche renderello di interni per fare a gara con gli amici a chi é piú fotorealistico, la mia laurea é servita a molto di piú.


Modificato da krone

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

questo magari lo divrebbe decidere un moderatore, io ho solo detto che per fare una camera da letto non serve una laurea in architettura e che quindi avresti dovuto spiegare meglio quale tipo di attivitá ti interessa, tu per tutta risposta hai spiegato che al politecnico di Milano questo ti hanno insegnato (a fare camere da letto).

Permettimi, da architetto, di essere offeso da persone come te che riducono una laurea in architettura in qualche renderello di interni per fare a gara con gli amici a chi é piú fotorealistico.

Come ho già detto, si quello che mi serviva come render era una camera da letto. Per il resto e per cose precise uso il cad. In ogni caso al politecnico di Milano, insegnano ANCHE questo in modo tale da essere i più completi possibili. Anche io sono architetto e in tre anni di architettura ho imparato che a loro interessa di più un render o un dettaglio copiato o un discorso sul sesso degli angeli piuttosto che un qualcosa di concreto. Proprio per questo ora come ora ho scelto un indirizzo più tecnico e meno filosofico. Non so se mi sono spiegato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come detto, dipende da cosa ci vuoi fare o cosa vuoi fare tu come attivitá.

Scene del genere trovi chi te le fa a 3-400 euro, se ne devi fare tante ti conviene comprare una licenza di max e qualche cd Archinteriors, se invece la tua attivitá principale é fare elaborati tecnici e ti serve qualche immagini di contorno (immagino che nella ristrutturazione di un ospedale la parte piú importante siano gli elaborati tecnici e non i rendering delle stanze....) o ti accontenti della qualitá raggiunta senza perderci altro tempo e te le fai fare, sicuramente vale piú il tempo speso negli elaborati tecnici (intendo a livello di guadagni) che il tempo speso a fare renderings.

Se puoi vuoi aprire uno studio che si occupa solo di renderings e visualizzazione il discorso é altro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se posso dire la mia, il passaggio successivo a SketchUp per un architetto non può essere Rhino. Passi da un CAD concettuale ad un modellatore NURBS? Fossi tu un designer ci potrebbe anche stare, ma non mi pare sia questo il caso. Ti butto lì una parolina {BIM} poi vedi tu se hai tempo e voglia di documentarti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vorrei tornare un attimo al problema originale della discussione, tralasciando i discorsi etici, i quali uno matura solo dopo un certo tempo, qualsiasi sia la professione.

Terrei a precisare che un architetto deve avere anche le capacità formali per disegnare una sedia o una bottiglia. Walter Gropius, fondatore del Bauhaus, insegnava ai suoi studenti a fare e a costruire anche oggettistica, così come si possono ritrovare oggetti di design tra moltissimi architetti passati.

Il mio consiglio di provare le Nurbs si riferiva a un approccio di modellazione diverso, che secondo me é molto coerente con l'architettura perché ti permette di ragionare per composizione. Anzi, l'architettura si costruisce proprio così. Prendi per esempio il pennacchio di una volta: esso deriva dall'intersezione di un cubo con una sfera, risultando in una superficie finita. É cosi che disegnava e ragionava, ad esempio, il Vignola. Cosi come nel disegno assonometrico di una volta, si parte innanzitutto dai profili che la generano. In termini tecnici, quindi, il tipo di modellazione che più rassomiglia la costruzione del disegno architettonico é un approccio nurbs.

Il BIM manca di questo approccio, anzi io uso anche tale strumento, ma non ne sono soddisfatto. Il BIM rende l'architettura un parametro, e spesso per ottenere quello che voglio devo perderci parecchio tempo. Non credo che risolverebbe il tuo problema in termini di modellazione, perché é di base uno strumento rigido. É invece estremamente comodo per tutta la parte di documentazione di progetto.

Volevo essere più sintetico, ma per concludere, direi che da una buona modellazione può nascere una buona immagine, e che ora più che altro devi curare la parte di materiali e illuminazione, iniziando a imparare un software che ti dia più libertà in termini di rendering.

Max.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Terrei a precisare che un architetto deve avere anche le capacità formali per disegnare una sedia o una bottiglia.

Hai perfettamente ragione max, ma qui non stiamo parlando di disegnare una sedia, gli esempi riportati sono espressamente "edili". A tal proposito ha ragione krone nel chiedere a mik che cosa vuole fare da grande.

Il mio consiglio di provare le Nurbs si riferiva a un approccio di modellazione diverso, che secondo me é molto coerente con l'architettura perché ti permette di ragionare per composizione. Anzi, l'architettura si costruisce proprio così. Prendi per esempio il pennacchio di una volta...

Sono cose che riesci a fare anche con AutoCAD e, forse (non lo conosco bene), anche con SketchUp. Non credo serva Rhino per fare il pennacchio di una volta.

In termini tecnici, quindi, il tipo di modellazione che più rassomiglia la costruzione del disegno architettonico é un approccio nurbs.

Si, forse, se ti chiami Frank Gehry o Zaha Hadid, senno IMHO spari cannonate ai passerotti.

Il BIM manca di questo approccio, anzi io uso anche tale strumento, ma non ne sono soddisfatto. Il BIM rende l'architettura un parametro, e spesso per ottenere quello che voglio devo perderci parecchio tempo. Non credo che risolverebbe il tuo problema in termini di modellazione, perché é di base uno strumento rigido. É invece estremamente comodo per tutta la parte di documentazione di progetto.

Prima di tutto il BIM non è uno strumento ma un processo.

E' sicuramente rigido se non lo sai usare, ma rendere l'architettura una serie di parametri personalmente lo vedo come un plus. E' vero, se l'oggetto che ti serve non è pronto perdi tempo nel crearlo, ma una tantum! La seconda volta che dovrai usarlo hai risparmiato tutto il tempo "buttato" nella sua creazione. Tu in Rhino lo devi ricreare tutte le volte da zero. Inoltre sottovaluti una cosa importante, le revisioni! Quanto impieghi in Rhino a ridimensionare e spostare una finestra? Se sei bravo un buon 5 minuti, tra rifare l'infisso, chiudere il foro da una parte e aprirlo da un altra. Io in Revit ci metto meno di 10 secondi.

Ciliegina sulla torta, una volta finito, il mio modello 3D ha tutte le informazioni che servono per la gestione dell'immobile (il cosiddetto Facility Management). Il tuo modello 3D di Rhino, invece, è "stupido" (dico Rhino, ma la stessa cosa vale per SketchUp o AutoCAD)


Modificato da Tristan

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, capisco perfettamente il tuo punto di vista.

Dopo 7 anni a usare solo BIM, ho iniziato a stancarmi. É un processo macchinoso, che cerebralmente stanca parecchio. Quindi ho ritrovato e ho iniziato a capire meglio la matematica degli elementi architettonici e la loro generazione, pur sempre trovando un modo di organizzare il progetto nel modo più intelligente possibile.

Il pericolo del BIM é il rischio di fare scatole prive di dettaglio architettonico. Risolvere nodi particolari é inoltre molto complesso, a meno che tali nodi non vengano risolti manualmente in 2d. Va bene per una documentazione da consegnare in comune. Ma non é amore per l'architettura.

Ciao.

M.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dopo 7 anni a usare solo BIM, ho iniziato a stancarmi. É un processo macchinoso, che cerebralmente stanca parecchio.

Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca...

Va bene per una documentazione da consegnare in comune. Ma non é amore per l'architettura.

Non si campa col solo amore per l'architettura ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×