Vai al contenuto
Nice Pueblo

Consigli apertura studio Grafica

Recommended Posts

Buon giorno a tutti, Vi scrivo poichè negli ultimi giorno mi è stato proposto di aprire uno studio di grafica; a parte che attualmente sono impiegato presso un'azienda di pulizie industriali, a me la grafica ed in generale il computer mi hanno sempre appassionato, perciò questa possibilità per me rappresenterebbe una svolta epocale. Prima di illudermi, però, vorrei sentire il pensiero e l'opinione di Voi professionisti al riguardo, viste anche le difficoltà odierne del nostro paese: secondo Voi è fattibile aprire una piccola attività di grafica (sarei solo io ed un socio) oppure è meglio che rinuncio al sogno? Su quale ambito buttarsi? Clientela?...e qualunque consiglio o considerazone pensiate possa essere utile per un inesperto come me che si butta in questo settore :D

Ps. In 2D ho una discreta esperienza professionale considerano anche che ho 22 anni, mentre per il 3D direi di avere una buona preparazione, ma solo sugli aspetti che sono riuscito ad approfondire da autodidatta, in ogni caso ad imparare si fa sempre in tempo e la passione non mi manca.

Ringrazio chiunque vorrà rispondermi :) Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Inviata (modificato)

Prima di aprire uno studio di grafica o una qualsiasi attività si va da un commercialista e ci si fa fare una stima dei costi che dovrete

sostenere, sia che guadagnate che non guadagnate, perché fare impresa come ha detto un commercialista non significa avere dei guadagni e basta, può significare avere anche dei debiti, per l'agenzia delle entrate è la stessa identica cosa.

Secondo prima di fare impresa, si fa una stima dei clienti che si avranno e del lavoro che vi porterà, ci si informa per sapere se sono validi sicuri se pagano etc.

Di solito si fa impresa dopo aver già lavorato in quel settore per avere le idee più chiare, non si apre una impresa perché piace fare grafica o 3D, si apre perché ci sono dei guadagni da fare, qualunque essa sia, anche il venditore di xy.

Io vi consiglio di chiedere a un commercialista.


Modificato da mak21

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

oggi facevo le stime con un mio ex collega che si è dimesso per mettersi in proprio circa 6 mesi fà, visto che anche io ho dato le dimissioni e forse, tra qualche anno, dovrò mettermi in proprio.

diciamo che su 80-90 clienti contattati gli hanno chiesto il preventivo una 20na circa, di cui gli hanno commissionato il lavoro in 3 e di questi uno non ha ancora pagato...questa è la situazione media italiana, perchè da quello che sento in giro e dalla mia eperienza presso qualche studio direi che è così un pò per tutti.

il mio consiglio...fatti un giro dei fattibili clienti e vedi se riesci ad iniziare da casa, con ritenuta d'acconto...non per molto tempo, solo per vedere che aria tira..e poi valuti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche a me appassiona giocare a pallavolo, ma da li a giocare in prima divisione ce ne passa.

Per qualsiasi attività ci vuole pianificazione, studio, osservazione e soprattutto reperimento delle informazioni di base (come ti è stato detto da Mak).

Qui in questo forum, come in strada o al bar troverai molte persone disilluse, altre, in verità poche, che sono riuscite a fare quello che si erano prefissati. In entrambi i casi la strada è lunghetta. Ma non impossibile.

Quindi ascolta tutti e fai quello che vuoi, ma soprattutto cerca di capire bene quello che TU sei in grado di offrire e se quello che offri si colloca in un settore in cui c'è spazio per il tuo prodotto.

Citando Roberto

Sui numeri della pubblicità/contatti ci sono delle "regole" matematiche, che non tutti condividono perché subiscono variazioni notevoli in base al metodo di aggancio, al contenuto, periodo, target e soprattutto dalla zone!

Faccio un esempio concreto che è indipendente dalla qualità del supporto che diciamo sia medio.

10.000 cartoline pubblicitarie spedite a 10.000 potenziali interessati al tuo prodotto (diciamo render)

il 10% non arriva neppure all'interessato (1.000)

di 9.000 il 10% viene letto (900)

di 900 il 10% ottiene attenzione (90)

di 90 il 10% suscita curiosità che potenzialmente diventa una richiesta diretta di informazioni (9)

di queste il 50% potenzialmente da un incarico

Parecchi anni fa ho spedito 2000 cartoline pubblicitarie ed ho ottenuto, come da percentuale, 3 lavori.

Ora come ora non so se questo calcolo è ancora valido.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non è solo una questione di "italianità" ragazzi.

Non si diventa imprenditori in una notte perché si ha tanta passione.

Prima di tutto aprire una società costa. Affitto locali, bollette, computer, telefoni, software, spostamenti per trovare clienti e per gestirli. Solo 3 pc di alto livello con 3-4 pacchetti sw siamo tranquilli sui 20k euro.

Quando si apre una società bisogna sempre pensare ai primi 2 anni in perdita e avere le risorse per affrontarli, anche perché le tasse le devi pagare anche per l'anno successivo e molti clienti non ti pagano prima di 90 giorni.

Detto ciò solitamente ci si mette in proprio quando si ha già a disposizione un bel pacchetto clienti di cui ci si fida per i pagamenti e si sa che ti daranno lavoro per svariato tempo, oltretutto anche i clienti avranno fiducia in te se ti conoscono e perché dimostrato dal tuo portfolio che sai gestire il lavoro, la qualità e le consegne.

Da quello che ho capito sei giovane, alle prime armi e fai tutt'altro lavoro.

Ti consiglio di passare le nottate a crearti un portfolio di buon livello mentre ti tieni il lavoro attuale, quando ce l'avrai cerca lavoro in uno studio di gente in gamba, fai passare qualche annetto per ottenere una buona esperienza e quando avrai le idee chiare e avrai messo via i soldi necessari apriti una tua società.

Questo è il mio consiglio, altrimenti fai come fanno in tanti e con il computerino da 100 euro, i sw craccati, in camera da papà e mamma fai qualche render architettonico per gente che ti da 100 euro in nero... ma non si va distante però. ;)

In bocca al lupo!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sono d'accordo con Guido. Il mondo del lavoro è una giungla, te lo dice uno che ha 25 anni di esperienza professionale nel settore. Fai un poco di gavetta. Osserva da vicino le problematiche legate all'attività, inizia appoggiandoti a qualcuno fino a quando ti sentirai di affrontare il salto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ringrazio tutti per i consigli. In realtà la presentazione era effettivamente troppo sintetica sicuramente qualche dettaglio mi è sfuggito; in ogni caso in realtà mi sono già ridotto a fare lavori a casa, e a creare un portfolio, il lavoro che sto facendo adesso è solo perchè non sono riuscito a trovare nient'altro, e se nella mia città si apre una posizione di lavoro al mese nel settore grafico ho veramente poche possibilità di farmi notare solamente grazie al mio portfolio, causa difficoltà nel dimostrare sulla carta le mie reali capacità (non sono laureato, non ho frequentato corsi di photoshop, non ho referenze comprovate), e decisamente TROPPA concorrenza nelle candidature lavorative.

Per quanto riguarda la clientela non ne ho idea sinceramente, anche perchè non so le reali possibilità della persona che vorrebbe finanziare questo progetto (compresso i suoi agganci e/o conoscenze), per quanto riguarda clientela e commissione lavori. Saremo a cena nei prossimi giorni, e saranno sicuramente dettagli da chiarire immediatamente.

Il mio dubbio era più che altro se fosse realmente possibile sopravvivere in italia oggi aprendo una nuova attività nel ambito grafico, senza essere soppiantati da burocrazia, pressione fiscale e regressione economica; e mi sembra che la realtà, a quanto dite, non è molto lontanto da questa triste rappresentazione; tuttavia credo che ci proverò comunque perchè, ripeto, per me sarebbe un'occasione unica per accumulare esperienza "reale" in un settore che mi piace molto, ma è ormai saturo di persone con molte più referenze, esperienze e titoli di studio di me.

Mentre per quanto riguarda la possibilità di approfondire il 3d (magari qualche corso/accademia) per eventuali collaborazioni con studi di geometri o architetti (sto fantasticando :D), o comunque rendering o animazioni (il computer non è un problema, ho utilizzato no profit per quasi due anni realflow e 3ds max, potrei anche appoggirami eventualmente a qualche render farm di cui sono già fedele cliente) è quindi sconsigliato? Settore fermo?

Grazie a tutti in anticipo, Saluti :)


Modificato da Nice Pueblo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il mio dubbio era più che altro se fosse realmente possibile sopravvivere in italia oggi aprendo una nuova attività nel ambito grafico, senza essere soppiantati da burocrazia, pressione fiscale e regressione economica

Piú che altro dovresti chiederti se fosse possibile cominciare un´attivitá senza averne conoscenza e preparazione, non é una questione di mercato o burocrazia, perché scommetto che nei prossimi dieci anni migliaia di persone apriranno attivitá simili e c´é chi sopravviverá perché é preparato e chi chiuderá dopo un paio di mesi dando la colpa alla burocrazia o alla concorrenza (come se ci fossero settori dove non ci sia)............

per me sarebbe un'occasione unica per accumulare esperienza "reale" in un settore che mi piace molto, ma è ormai saturo di persone con molte più referenze, esperienze e titoli di studio di me.

si ma l´esperienza oltre ad essere reale deve avere una sua qualitá professionale, mia madre ha cucinato per 40 anni a casa ma non é diventata un cuoco professionista, puoi fare le foto con il tuo smartphone agli amici in vacanza per decine di anni ma non diventi un fotografo professionista e cosí via. Molti credono che basta far passare un po di anni per migliorare e acquisire professionalitá, in realtá se lavori con i tutorialini in internet o con il tuo amico allo stesso livello non ti credere che ragiungerai mai chi parte da corsi, lauree, practicum in studi professionali e cosí via, sempre al livello fai-da-te resti, magari avrai fatto tanti lavori fai-da-te e acquisiti un po di esperienza sui problemi pratici, ma sempre indietro rispetto alle persone referenziate, studiate e titolate sarai e di conseguenza verrai pagato, considerato, etc. etc.


Modificato da mOcrAm
testo evidenziato e poco leggibile

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A parte che "regressione economica" è differente rispetto a "concorrenza" , e che, come ho già scritto, ho già lavorato nel settore grafico per diversi clienti, io non avevo, ne ho le possibilità per potermi permettere studi, corsi o università pagate dal paparino, quindi che dovrei farei?! Pulizie industriali per tutta la vita? Risposta inutile, le cose che hai detto non servivano ne a me ne a nessun altro, forse solo a te stesso per sentirti superiore.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

guarda che la mia era una semplice constatazione di come funzionano le cose, se vuoi ti tiro fuori la frase fatta del tipo "con la forza delle tue passioni puoi arrivare ovunque", ma questo sarebbe veramente prenderti in giro. Il mondo del lavoro é complesso e soprattutto nella libera professione, estremamente selettivo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il mondo del lavoro é complesso e soprattutto nella libera professione, estremamente selettivo.

Concordo ed aggiungo, per fortuna.

Mettiamola così. Rimanendo al livello fai-da-te la concorrenza che si incontra è di migliaia, salendo, sempre meno.

Ma si deve fare i conti anche con l'offerta.

Le aziende che cercano mediocrità e si accontentano sono molte. Quindi il rapporto offerta domanda potrebbe essere equilibrato. Ma pagano per quello che chiedono.

Quando si inizia a salire di livello professionale - anche e non solo con i suggerimenti di Krone - si inizia ad essere interessanti per il mercato; ci si accorge di esserci arrivati quando le aziende ti cercano e la gente parla di te.

Quindi, questi sono a mio avviso gli estremi.

Poi c'è la via di mezzo, quella a cui si attestano alcuni di noi, che possiedono buone o ottime capacità personali e hanno fatto sufficiente gavetta per acquisire astuzia professionale e quel tot di bravura per stare con il collo fuori dall'acqua.

Ribadisco, leggiti bene quello che ti ha scritto Guido.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A parte che "regressione economica" è differente rispetto a "concorrenza" , e che, come ho già scritto, ho già lavorato nel settore grafico per diversi clienti, io non avevo, ne ho le possibilità per potermi permettere studi, corsi o università pagate dal paparino, quindi che dovrei farei?! Pulizie industriali per tutta la vita? Risposta inutile, le cose che hai detto non servivano ne a me ne a nessun altro, forse solo a te stesso per sentirti superiore.

non credo ti si voglia dire di mollare, soltanto che l'idea di aprire uno studio di grafica così, in questo momento, senza una reale clientela potrebbe essere un passo falso, economicamente e psicologiamente distruttivo.

ricorda che il mondo del lavoro non è fatto solo della parte tecnica, è questo il vero guaio.

il mio consiglio è di iniziare piano piano, magari cercando uno studio che ti dia un pò di lavoro e, nel frattempo, metter sù un portfolio con le ball, ma di quelli che se ne vedono pochi, fatto in qualche anno e non in due-tre mesi di lavoro.

E, assolutamente,di non mollare.


Modificato da roberto2004

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ho utilizzato no profit per quasi due anni realflow e 3ds max

Si esattto... pensa che adesso devi pagarli. Max siamo intorno ai 4.500. Per pc. (esclusi i rendernode ovviamente)

La concorrenza esiste solo se il tuo lavoro è sotto la media ricordalo. Quelli bravi lavorano sempre e se c'è un lavoro in cui non servono pezzi di carta è proprio questo. Altro che recessione e burocrazia, fammi il piacere.

Ho l'impressione che tu ci abbia chiesto un parere, la risposta non ti è piaciuta e alla fin fine te ne sbatti e tanti saluti.

Vuoi davvero un consiglio? Altro che non mollare... Molla tutto, ma subito fidati.

Cerca un bel lavoretto nel settore e studia. Magari tra qualche anno ci provi per bene.

Tanto lo so che finchè non ci sbatti il grugno non capirai bene le nostre parole e in fondo è giusto così. ;)

Rinnovo il mio in bocca al lupo!

"li han convinti che saranno tutti imprenditori" cit.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Forse non ci siamo capiti: se avessi paura di non poter offrire un prodotto professionalmente e qualitativamente competitivo, non saremmo qua a parlare. La concorrenza di cui parlavo io era quella delle candidature di lavoro, ovvero un paio di posizioni lavorative libere e mille grafici pronti a prenderne il posto. Questo era il discorso, io con solo il mio curriculum e portfolio, esperienze a nero, senza alcun corso non riesco ad ottenere nemmeno un colloquio (ho provato per un anno a cercare lavoro in qualche studio).

Poi infatti me ne sbatto, perchè sono partito chiedendo consigli e sono arrivato a sentirmi dire che devo lasciare tutto e andare a studiare, il discorso semplicemente non ha motivo di esistere. Poi se ti sfastidia il fatto che non mi interessa del tuo intervento questo non è un problema per me, io volevo sapere come era il mercato e se fosse possibile o meno aprire un'attività di sti tempi, niente di cosi scandaloso. E invece siete subito passati a parlare di qualità. delle mie competenze, quando se avessi voluto questo avrei postato qualche mio lavoro.

Tanto si finisce sempre così nei forum di professionitsti, quando qualcuno ha un po' di spirito di iniziativa, subito a demoralizzarlo, siete capaci solo voi. Ma va bene così, tanti saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tanto si finisce sempre così nei forum di professionitsti, quando qualcuno ha un po' di spirito di iniziativa, subito a demoralizzarlo, siete capaci solo voi.

Se già sapevi dove si andava a parare cosa chiedi a fare?! Ti si consiglia e tu te la prendi pure!

XXX


Modificato da GuIdO
Linguaggio non consono al forum

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Massì! siamo tutti cattivi e vogliamo tarparti le ali! Non è che ci siamo già passati e sappiamo qualcosina di quello di cui stiamo parlando. :D

Posta una reel che vediamo un pò il "prodotto professionalmente e qualitativamente competitivo" con il quale tutti gli studi ti rimbalzano. ;)

Rileggi un pò quello che hai scritto nel primo post:

Buon giorno a tutti, Vi scrivo poichè negli ultimi giorno mi è stato proposto di aprire uno studio di grafica; a parte che attualmente sono impiegato presso un'azienda di pulizie industriali, a me la grafica ed in generale il computer mi hanno sempre appassionato, perciò questa possibilità per me rappresenterebbe una svolta epocale. Prima di illudermi, però, vorrei sentire il pensiero e l'opinione di Voi professionisti al riguardo

e rileggi quello che ti ho scritto nell'ultimo:

Ho l'impressione che tu ci abbia chiesto un parere, la risposta non ti è piaciuta e alla fin fine te ne sbatti e tanti saluti.

e quello che mi hai risposto:

Poi infatti me ne sbatto, perchè sono partito chiedendo consigli e sono arrivato a sentirmi dire che devo lasciare tutto e andare a studiare, il discorso semplicemente non ha motivo di esistere

Trovi un senso? :D :D :D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Le aziende che cercano mediocrità e si accontentano sono molte. Quindi il rapporto offerta domanda potrebbe essere equilibrato. Ma pagano per quello che chiedono.

Si Ferruccio...quando ti pagano! Quanti se ne sono sentiti che hanno fatto "lavoretti" senza contratto e magari con sw pirata e poi sono venuti sul forum a lamentarsi e achiedere come potevano fare per recuperare il credito...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per Tristan e Nice Pueblo, non siamo al bar sotto casa. Regolatevi per favore, questo genere di linguaggio non è consono al forum, grazie.

Edito i vostri messaggi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ok, confesso pubblicamente e come si dice all'estero...faccio outing.

Si, è vero!!! Esiste una lobbie, carbonara e massonica, i cui confratelli da anni fanno ostruzionismo tentando in tutti i modi di boicottare le nuove leve, le menti giovani e più promettenti; scrivendo tutorial sbagliati, dando consigli per peggiorare le immagini, boicottando l'apertura di nuove p.iva, aziende, srl e perfino spa (e non intendo i centri massaggi). Spingiamo verso il lavoro a nero, mediocre e senza spina dorsale, verso i pagamenti a 180 e su poste pay. Altri piani complottisti non ve li svelo ma per onore di verità vi dirò che in cima a questa piramide cè il gran visir d@ve, poi i moderatori ed infine, più sotto, come sordida manovalanza, una cinquantina di noi che, con nomi falsi ed identità fittizie - difatti Guido, tristan, krone, il furente (una volta) algo, io stesso non esistiamo veramente - facciamo il lavoro sporco.

Oddio, l'ho detto...però ora mi sento davvero meglio!

(ora ho diritto all'oblio digitale?)


Modificato da ferruccio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Comunque io rimango curioso di vedere i tuoi lavori. Magari dalle tue parole abbiamo percepito male il tuo livello tecnico e ti abbiamo consigliato male.

Però pensa se qualcuno ti avesse detto: "attualmente faccio il gelataio ma ho tanta passione per il cinema, che faccio? Apro una mia casa di produzione?"

Forse non saresti stato morbido nei giudizi ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
io volevo sapere come era il mercato e se fosse possibile o meno aprire un'attività di sti tempi, niente di cosi scandaloso. E invece siete subito passati a parlare di qualità. delle mie competenze, quando se avessi voluto questo avrei postato qualche mio lavoro

Ma come ho cercato di spiegarti, il mercato é molto selettivo e il successo dipende dalla qualitá che offri e dalle tue capacitá.

In Italia ci sono tanti ristoranti, e continuano ad aprirne di nuovi, alcuni chiudono ed alcuni hanno successo. Com´é il mercato della ristorazione in Italia? dipende dal ristorante che apri.... se fa schifo chiudi dopo un mese, se sei bravo e offri un buon servizio resti aperto nonostante ci siano giá milioni di ristoranti e che nella stessa strada ce ne siano giá altri.

Ora nel tuo caso bisogna vedere se quello che hai fatto in due anni dopo il lavoro vale di piú di quello che fanno molti studenti in 5 anni di studio, indipendentemente dal fatto che non hai il paparino che ti paga l´universitá, perché quando andrai a cercare lavoro guarderanno il tuo cv/portfolio e lo confronteranno con quello degli altri, dello studente scazzato, dello studente fenomeno del laureato scarso, del laureato fenomeno e cosí via.

Poi non é colpa nostra se qualcuno puó studiare all´universitá e tu non hai avuto questa opportunitá.


Modificato da krone

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×