Vai al contenuto
dmas

Ambient Occlusion VS VrayDirt

Recommended Posts

Ciao ragazzi, in questo tutorial (minuto 17:00)

[media=]http://www.youtube.com/watch?v=_1_3_yZFI34&list=PLR0shiQ_iYI_hw_rijv9Tnev5hL6SXsjn&index=13

invece di utilizzare l'ambient occlusion presente nel rollout "indirect illumination", viene utilizzato il materiale VrayDirt caricato nel canale VrayExtraTex, creando così un canale separato per l'ambient occlusion, che non viene renderizzato nel canale RGB e si può aggiungere in seguito in photoshop e modificarlo a piacimento.

Ho fatto alcune prove con una scena in corso di realizzazione e ho notato che usando le stesse impostazioni sia per ambient occlusion che per VrayDirt, si hanno risultati differenti.

Con VrayDirt infatti, si ha un AO decisamente più marcato, diffuso e meno definito al centro, come potete vedere dalle due immagini.

1) ambient occlusion attivato dal rollout "Indirect Illumination" nei settaggi di vray.

Raggio 25cm, diffusione 1, subdivision 32

kcjn.jpg

2) ambient occlusion attivato tramite VrayDirt material e renderizzato a parte nel canale VrayExtraTex.

Raggio 25cm, diffusione 1, subdivision 32

c03c.jpg

mappa del canale VrayExtraTex

bti1.jpg

Per avere il medesimo risultato in termini di diffusione, ho dovuto abbassare il raggio della VrayDirt fino a 10cm oppure mantenere lo stesso raggio ma aumentando il falloff a 0,8.

Con questo setting ho raggiunto quasi il medesimo raggio di diffusione dell'ambient occlusion e una maggior nitidezza, ma come potete vedere, le ombre sono molto più marcate (notate le ombre sotto la vasca e lo spigolo del muro in basso a destra)

3) Vraydirt con raggio 25cm ma falloff a 0,8

3cn4.jpg

mappa del canale vrayExtraTex

wnvk.jpg

Ho letto che alcuni utilizzano l'opzione override material per creare un sorta di canale separato (in cui però è presente anche l'iluminazione!), e fare una doppia passata di Ambient Occlusion in post produzione.

Con VrayExtraTex invece si ottiene un canale neutro composto esclusivamente dall'ambient occlusion che tra l'altro non viene calcolata nel canale RGB.

Prima di vedere quel video tutorial, davo per scontato l'utilizzo dell'ambient occlusion tramite il rollout "Indirect Illumination". Ora mi chiedo, tralasciando l'indubbio vantaggio di avere un AO separata in un canale, se l'AO applicato con vraydirt è semplicemente più preciso e dunque fornisce risultati differenti rispetto all'attivazione dell'ambient occlusion tramite rollout "indirect illumination", oppure si tratta di due metodi di calcolo differenti e uno dei due offre un risultato fisicamente sbagliato?


Modificato da dmas

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dunque ho fatto una prova con settaggi migliori e una maggiore risoluzione... con vraydirt 17 minuti, con AO 16 minuti, mi sarei aspettato il contrario anche se è praticamente identica la tempistica... c'è da dire che la scena è praticamente vuota per cui l'AO non entra particolarmente in gioco.

Ad ogni modo, corretto o meno, credo che d'ora in avanti utilizzerò VrayDirt dato il controllo che mi da in post produzione. Tra l'altro ho notato che utilizzando il canale sovrapponi, piuttosto che il canale moltiplica, si riesce a recuperare una bella dose di luminosità senza perdere contrasto e dettagli

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora


  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×