Vai al contenuto
Horsepower

Rendering d'Interni: una Cioccolateria in 3dsMax2012 + VRay 2.40!

Recommended Posts

Vorrei presentarvi una carrellata dei miei ultimi Rendering 3D di un Interno di una Cioccolateria.

E' una Pre-Viz, quindi costruita in base a degli schizzi schematici della disposizione degli oggetti + planimetria DWG delle mura perimetrali estruse con Wall Automatici e Window Automatiche di 3dsMax!

I commenti sono benvenuti!

Grazie!

post-66793-0-13661900-1378903074_thumb.j

post-66793-0-74622700-1378903079_thumb.j

post-66793-0-57200400-1378903086_thumb.j

post-66793-0-21013700-1378903093_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao,

nel complesso direi che il lavoro è gradevole ma azzardo qualche critica sperando che possano essere costruttive.

Parliamo di problemi che ritengo macroscopici.

In tutte le immagini vedo che con il pavimento non ci siamo proprio, che albero è una sequoia?! Non si sono mai viste venature così grandi devi ridurre la scala della mappatura e fai emergere le fughe, così sembra una lastra enorme di laminato.

La parete alle spalle del banco sembra fatta di boh?! Insomma prova a lavorare partendo dai preset dei materiali di 3ds per le pareti tinteggiate, fatti dire che vuole se uno smalto o una vernice lavabile più opaca e lavora di conseguenza perché per adesso è qualche cosa di indefinito.

L'omino disturba un pochino poi l'effetto sagoma di cartone incombe sempre, nell'ultima immagine non ci siamo proprio perché è schiacciato dalla prospettiva, la posizione innaturale perché resta parallela al piano di visione.

Il materiale delle pareti è impossibile, ogni parete sarebbe composta da una lastra monolitica, devi creare una soluzione di continuità fra i pannelli lapidei, la presenza delle fughe donerebbe realismo al tutto. Anche solo in post nello spaccato togli il materiale lapideo dallo spessore dei muri e piuttosto metti una campitura illustrativa anche se serebbe carino simulare mattoni, cls, pietre o quello che è.

Così a livello di progettazione direi che la porticina di servizio è molto "ina" rispetto all'omino.

Nella prima immagine il frigo è troppo fuori fuoco rispetto a quello che il resto della stanza suggerirebbe essere impostato come DOF, per come funziona fisicamente un obiettivo non è possibile che quello sia fuori fuoco e poi ci siano a fuoco oggetti più lontani e più vicini (in questo caso ad es. la poltroncina di DX e lo spigolo del relativo tavolo), hai forse sfocato parte dell'immagine con un programma di fotoritocco?

Spero di esserti d'aiuto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

....bhè il concept per essere spiegato ad un ipotetico committente è sin troppo definito.

Purtroppo il passaggio da una grafica di schema ad una realistica non è così breve.

Dal punto di vista comunicativo, per poter spiegare il concept non avrei perso troppo tempo a definire il modello, materiali, texture, luci e quanto altro...mi sarei fermato anche un po prima.

Per una grafica realistica direi invece che siamo sin troppo lontano dal risultato. Alcuni elementi dell'arredo, proprio perchè di libreria, sono anche ben definiti, il problema è l'ambiente modellato che al contrario non raggiunge lo stesso livello di dettaglio nella definizione geometrica, materica etc..

Insomma occhio a quando si sceglie il livello di dettaglio geometrico, materico, luce e quanto altro: tutto deve essere coerente.

Se deve essere solo uno una lettura schematica, non perdiamo tempo a modellare...: anzi purtroppo tocca spesso semplificare i modelli di arredo importati.

Se si deve dare una resa fotorealistica, cerchiamo di dare al modello lo stesso grado di definizione più vicino al reale.

Insomma basta decidere a priori, in base al tempo che abbiamo, alla distanza a cui devono essere scattate le 'foto', il loro grado di definizione e far si che tutto il modello abbia quel livello.

Insomma deve essere tutto coerente: le vie di mezzo il più delle volte sono fastidiose da mostrare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ti ho unito le discussioni in quanto ne hai aperte due uguali a distanza di 10 giorni...

Magari la prossima volta fai più attenzione.

Grazie


Modificato da mOcrAm

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

prima cosa da fare -FONDAMENTALE - addrizzare le linee verticali...SEMPRE!!

L'ho fatto di proposito, perchè il committente voleva un po' di realismo nella "scatto": mai vista una foto con grandangolo a barilotto?

Grazie del commento comunque!

;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ti ho unito le discussioni in quanto ne hai aperte due uguali a distanza di 10 giorni...

Magari la prossima volta fai più attenzione.

Grazie

Grazie e scusate!

Non mi ricordavo proprio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L'ho fatto di proposito, perchè il committente voleva un po' di realismo nella "scatto": mai vista una foto con grandangolo a barilotto?

Grazie del commento comunque!

;)

in verità è la prima vista che proprio mi disturbava per l'inquadratura...sembrava fatta da in piedi sopra al tavolo!! ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao,

nel complesso direi che il lavoro è gradevole ma azzardo qualche critica sperando che possano essere costruttive.

Parliamo di problemi che ritengo macroscopici.

In tutte le immagini vedo che con il pavimento non ci siamo proprio, che albero è una sequoia?! Non si sono mai viste venature così grandi devi ridurre la scala della mappatura e fai emergere le fughe, così sembra una lastra enorme di laminato.

E' proprio quello che voleva il cliente, un venditore di negozi in Franchising! Il legno gli piaceva così, con venatura molto visibile...!

La parete alle spalle del banco sembra fatta di boh?! Insomma prova a lavorare partendo dai preset dei materiali di 3ds per le pareti tinteggiate, fatti dire che vuole se uno smalto o una vernice lavabile più opaca e lavora di conseguenza perché per adesso è qualche cosa di indefinito.

La parete alle spalle è uno smalto marrone semilucido lavabile, di quelli che ha mia sorella in camera da letto matrimoniale, e ti posso assicurare che nella realtà sembra quasi al cuoio, ma è bellissimo da vedere, sia per colore che per alteluci sullo smalto.

L'omino disturba un pochino poi l'effetto sagoma di cartone incombe sempre, nell'ultima immagine non ci siamo proprio perché è schiacciato dalla prospettiva, la posizione innaturale perché resta parallela al piano di visione.

Bè, se si opta per una Bitmap Billboard, è inevitabile che questo artifizio si noti, ma il cliente è rimasto soddisfatto perchè il realismo, specie nel primo Rendering del Bancone, è più verosimile di un Character 3D, che come sempre, per quanto concerne a realismo, fanno sempre pietà.

Se noti, quasi tutti i Rendering Architettonici di ultima tendenza, usano il Billboard 2D delle persone, oppure addirittura il Billboard 2D tutto bianco, oppure semitrasparente...

Il materiale delle pareti è impossibile, ogni parete sarebbe composta da una lastra monolitica, devi creare una soluzione di continuità fra i pannelli lapidei, la presenza delle fughe donerebbe realismo al tutto. Anche solo in post nello spaccato togli il materiale lapideo dallo spessore dei muri e piuttosto metti una campitura illustrativa anche se serebbe carino simulare mattoni, cls, pietre o quello che è.

PS: veramente è una tappezzeria che simula l'effetto, che a te sembra marmo: vuol dire che allora l'hai scambiato proprio per marmo, e che quindi ci siamo!

Così a livello di progettazione direi che la porticina di servizio è molto "ina" rispetto all'omino.

Le planimetrie Autocad non le ho scelte io, e su questo proprio non ci posso far niente; anche se, nel dirmi questo, effettivamente potrebbe essere un'idea quella di alzare la porta...e farla di 3 metri di altezza!!!

No, scherzo, l'effetto della "porticina" è dovuto al fatto che l'uomo poggia su una pedana rialzata, e quindi, realmente parlando, dovrebbe scendere dalla pedana per inoltrare la porta che sembra più bassa del previsto: basta che guardi lo "Spaccato" per renderti conto.

Nella prima immagine il frigo è troppo fuori fuoco rispetto a quello che il resto della stanza suggerirebbe essere impostato come DOF, per come funziona fisicamente un obiettivo non è possibile che quello sia fuori fuoco e poi ci siano a fuoco oggetti più lontani e più vicini (in questo caso ad es. la poltroncina di DX e lo spigolo del relativo tavolo), hai forse sfocato parte dell'immagine con un programma di fotoritocco?

Spero di esserti d'aiuto.

Bè non mi aspettavo tutte queste critiche "negative", più che d'aiuto, sembra che tu voglia demolire il pensiero di una persona...

Ma, in buona fede, ti ho spiegato passo-passo le scelte ed i motivi del cliente!

Thanks!

;)


Modificato da Horsepower

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

....bhè il concept per essere spiegato ad un ipotetico committente è sin troppo definito.

Purtroppo il passaggio da una grafica di schema ad una realistica non è così breve.

Dal punto di vista comunicativo, per poter spiegare il concept non avrei perso troppo tempo a definire il modello, materiali, texture, luci e quanto altro...mi sarei fermato anche un po prima.

Per una grafica realistica direi invece che siamo sin troppo lontano dal risultato. Alcuni elementi dell'arredo, proprio perchè di libreria, sono anche ben definiti, il problema è l'ambiente modellato che al contrario non raggiunge lo stesso livello di dettaglio nella definizione geometrica, materica etc..

Insomma occhio a quando si sceglie il livello di dettaglio geometrico, materico, luce e quanto altro: tutto deve essere coerente.

Se deve essere solo uno una lettura schematica, non perdiamo tempo a modellare...: anzi purtroppo tocca spesso semplificare i modelli di arredo importati.

Se si deve dare una resa fotorealistica, cerchiamo di dare al modello lo stesso grado di definizione più vicino al reale.

Insomma basta decidere a priori, in base al tempo che abbiamo, alla distanza a cui devono essere scattate le 'foto', il loro grado di definizione e far si che tutto il modello abbia quel livello.

Insomma deve essere tutto coerente: le vie di mezzo il più delle volte sono fastidiose da mostrare.

Grazie per i complimenti sul "concept"!

Ma la tua argomentazione mi sembra un po' troppo generalistica: dove vuoi arrivare a parare con queste tue parole?

Quello che son riuscito solo a captare è questa frase:

<<...Per una grafica realistica direi invece che siamo sin troppo lontano dal risultato. Alcuni elementi dell'arredo, proprio perchè di libreria, sono anche ben definiti, il problema è l'ambiente modellato che al contrario non raggiunge lo stesso livello di dettaglio nella definizione geometrica, materica etc..>>

Cosa vuol dire definizione geometrica, materica, ecc...?

Stiamo mica scolpendo una scultura o una statua di argilla!!!

Cosa vuol dire dunque:

<<...il problema è l'ambiente modellato che al contrario non raggiunge lo stesso livello di dettaglio nella definizione geometrica, materica etc..>>

Guarda che la modellazione consisteva nell'estrudere le mura da planimetria Autocad e Prospetto di dimensioni Tot. Punto. Da qui non si scappa. Non è che puoi inventarti qualcosa da modellare...!

Anche perchè il cliente, è stato molto preciso, anche su quello che voleva come oggetti di arredamento, frigo, bancone, sedie, mensola, tavoli, ed anche sui materiali e sui colori, e sull'aspetto che doveva avere il negozio...!

Io gli ha già aggiunto, in più, oltre alle indicazioni del cliente, il cornicione con la luce Mesh di VRay per arricchire un po' l'ambiente; gli ho aggiunto il bellissimo quadro con stampa d'epoca, gli ho personalizzato la parete dietro al bancone secondo sue indicazioni.

-Che altro dovrei fare "...per deficit di modellazione...", come sostieni tu?

-Modellare le statue dei "Bronzi di Riace" in zBrush???

Suvvia, non siamo ridicoli e veniamo al dunque! Non generalizziamo, e non facciamo discorsi prolissi e retorici...!


Modificato da Horsepower

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vediamo di tenere toni calmi come hanno fatto gli altri utenti.

Se non riesci ad affrontare un discorso pensando di aver sempre ragione, vedi anche altre discussioni,sforzarti a rispondere con toni adeguati ugualmente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

....bhè il concept per essere spiegato ad un ipotetico committente è sin troppo definito.

Purtroppo il passaggio da una grafica di schema ad una realistica non è così breve.

Dal punto di vista comunicativo, per poter spiegare il concept non avrei perso troppo tempo a definire il modello, materiali, texture, luci e quanto altro...mi sarei fermato anche un po prima.

Per una grafica realistica direi invece che siamo sin troppo lontano dal risultato. Alcuni elementi dell'arredo, proprio perchè di libreria, sono anche ben definiti, il problema è l'ambiente modellato che al contrario non raggiunge lo stesso livello di dettaglio nella definizione geometrica, materica etc..

Insomma occhio a quando si sceglie il livello di dettaglio geometrico, materico, luce e quanto altro: tutto deve essere coerente.

Se deve essere solo uno una lettura schematica, non perdiamo tempo a modellare...: anzi purtroppo tocca spesso semplificare i modelli di arredo importati.

Se si deve dare una resa fotorealistica, cerchiamo di dare al modello lo stesso grado di definizione più vicino al reale.

Insomma basta decidere a priori, in base al tempo che abbiamo, alla distanza a cui devono essere scattate le 'foto', il loro grado di definizione e far si che tutto il modello abbia quel livello.

Insomma deve essere tutto coerente: le vie di mezzo il più delle volte sono fastidiose da mostrare.

Sulla grafica realistica che abbiamo da ricordare al punto ci deve avere il sistema di illuminazione adeguata che può rendere viva. questo è il punto di vista. Io cerco sempre di migliorare il mio potere di produzione con qualità. questo è il buon aspetto credo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

wow chocoteca

Già!

Proprio una "Chocoteca-Shop", per un Agente di Franchising che vuole mettere su una catena di negozi in tutto il Mondo!

Speriamo che la cosa prenda il giusto verso!

Ste cose, generalmente, sono di grossa portata, non sai mai gli imprevisti...

;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sulla grafica realistica che abbiamo da ricordare al punto ci deve avere il sistema di illuminazione adeguata che può rendere viva. questo è il punto di vista. Io cerco sempre di migliorare il mio potere di produzione con qualità. questo è il buon aspetto credo.

Sono daccordo con te, ed ho cercato di dare uno stile elegante e classico all'illuminazione della Chocoteca...

Candelabri da parete, con lampadine a fiamma.

VRay Light Mesh sugli spigoli del soffitto.

Sky Portal per l'Entrata con vista su strada in Bitmap e VRay Light Material.

Una chicca!

;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

...bhe se rileggi meglio quanto ho commentato non soffermandoti ai singoli periodi ma cercando di capire il senso del discorso, tutto ti apparirà chiaro. Non trovo modo migliore di descrivere con le parole: altrimenti mi tocca usare la grafica.

Dico solo che lo sculturing, la modellazione del modello deve essere congruente in ogni suo componente per essere più realistica possibile. Quindi il discorso va al di là delle scelte progettuali o del cliente o del materiale o della luce in se. E' una questione di capire ciò che deve essere disegnato e ciò che può essere tralasciato, consci di quale deve essere il risultato.

Osserva bene gli oggetti modellati e poi quelli importati e capirai. La mia non è una considerazione semplice da comprendere e nemmeno intuibile. Ma basta che guardi le bacheche degli utenti che modellano interni per poter capire.

@MOCRAM...non c'è problema. Grazie.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

...bhe se rileggi meglio quanto ho commentato non soffermandoti ai singoli periodi ma cercando di capire il senso del discorso, tutto ti apparirà chiaro. Non trovo modo migliore di descrivere con le parole: altrimenti mi tocca usare la grafica.

Dico solo che lo sculturing, la modellazione del modello deve essere congruente in ogni suo componente per essere più realistica possibile. Quindi il discorso va al di là delle scelte progettuali o del cliente o del materiale o della luce in se. E' una questione di capire ciò che deve essere disegnato e ciò che può essere tralasciato, consci di quale deve essere il risultato.

Dove vuoi arrivare? Spiegati meglio in parole povere:

-Lo "sculturing", è una parola che non esiste in Architettura d'Interni e te lo sei inventato. Mica ho usato zBrush? E poi semmai è "sculpting", non "sculturing": si desume che tu non abbia padronanza dei termini.

-La "modellazione del modello...". Bel gioco di parole. Cosa vuol dire? Semplicemente la modellazione va per estrusione delle planimetrie Atuocad, e da lì non si può scappare. Non è che ti puoi inventare il modello! Specie se ti da indicazioni precise il cliente!

Osserva bene gli oggetti modellati e poi quelli importati e capirai.

E tu che ne sai, quali sono modellati e quali sono importati?

A quali oggetti ti riferisci come modellati?

La mia non è una considerazione semplice da comprendere e nemmeno intuibile. Ma basta che guardi le bacheche degli utenti che modellano interni per poter capire.

@MOCRAM...non c'è problema. Grazie.

"...per poter capire": Cosa? Ancora stento a crederci ma il tuo discorso è molto vago. Sii più preciso!


Modificato da Horsepower

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

...io ti esorto semplicemente ad osservare il lavoro degli altri in argomenti simili al tuo. Un qualsiasi interno in fotorealismo.

Per il resto è chiaro che il problema non risiede nel termine sbagliato che sia sculpting o sculturing.

Mi dispiace che quanto detto non ti sia di aiuto per migliorare. Pazienza.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×