Vai al contenuto
arri

Scale di rappresentazione nel disegno tecnico con AutoCAD

Recommended Posts

segnalo un interessante articolo

Il disegno architettonico affinchè possa essere leggibile per i tecnici i committenti ed i realizzatori dell’opera deve rispettare una serie di norme che regolano le convenzioni grafiche del disegno.

I principali organi che si occupano di regolamentare il disegno tecnico sono

Enti nazionali

UNI Ente Nazionale di Unificazione (http://www.uni.com)

BSI British Standards Institution (http://www.bsigroup.com)

ANSI American National Standards Institute (http://www.ansi.org)

ASME American Society of Mechanical Engineers (http://www.asme.org)

ASTM American Society for Testing and Materials (http://www.astm.org)

Enti europei

CEN European Committee for Standardization (http://www.cenorm.com)

Enti internazionali

ISO International Organization for Standardization (http://www.iso.org)

Le principali regole del disegno riguardano la dimensione dei fogli

le scale di rappresentazione

i tipi e gli spessori di linea

la quotatura ed i testi da utilizzare nell’elaborato grafico

Le scale di rappresentazione

nascono dall’impossibilità di rappresentare in dimensione reale un edificio all’interno di un foglio da disegno

La scala di rappresentazione è il rapporto tra la misura dell’oggetto nel disegno e le sue dimensioni reali

Le scale di rappresentazione si dividono in 3 categorie

SCALE DI INGRANDIMENTO

le dimensioni dell’oggetto nel disegno sono maggiori delle dimensioni reali dell’oggetto

SCALA REALE

le dimensioni dell’oggetto nel disegno sono uguali alle dimensioni reali dell’oggetto

SCALE DI RIDUZIONE

le dimensioni dell’oggetto nel disegno sono minori delle dimensioni reali dell’oggetto

Teoricamente potremmo usare qualsiasi scala di rappresentazione, ma le normative hanno imposto alcune scale standard

In particolare nel campo architettonico si usano principalmente scale di riduzione

Disegno architettonico e urbanistica

  • Scala 1:10 (dettagli di particolari componenti)
  • Scala 1:20 (particolari costruttivi, componenti di arredamento)
  • Scala 1:50 (progetto esecutivo, layout arredamento)
  • Scala 1:100 (progetto architettonico definitivo, costituisce la scala più comunemente utilizzata)
  • Scala 1:200 (progetto preliminare, planimetrie catastali di immobili)
  • Scala 1:500 (Planimetria generale, Piano particolareggiato e Piani esecutivi)
  • Scala 1:1000 (Inquadramento urbano)
  • Scala 1:2000 (Piano Regolatore Generale)

Cartografia

  • Scala 1:2000 (Planimetria catastale, Carta Tecnica Comunale)
  • Scala 1:5000 (Carta Tecnica Regionale)
  • Scala 1:10000 (Carta Tecnica Regionale)
  • Scala 1:25000 (Carta IGM)
  • Scala 1:50000 (Carta IGM)
  • Scala 1:100000 (Carta IGM)
  • Scala 1:200000/250000 (Carta stradale di dettaglio)
  • Scala 1:500000 (Carta stradale)

FONTE WIKIPEDIA

La scala di rappresentazione si legge in questo modo

SCALA 1 a 100 ( Vuol dire che 1 centimetro sul foglio corrisponde a 100 centimetri nella realtà ovvero a 1 metro)

Come è possibile determinare la scala di rappresentazione di un disegno tecnico nel caso non fosse indicato in maniera esplicita?

Per determinare la scala del disegno dobbiamo misurare sul disegno un elemento di cui siamo certi di conoscere le dimensioni reali.

Solitamente quando mi capita un disegno autocad del quale non conosco la scala di rappresentazione, vado a misurare le dimensioni della pedata di un grandino che solitamente misura 30 cm salvo casi molto rari

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×