Vai al contenuto
fracap

self illumination al posto del canale ambient

Recommended Posts

sto seguendo dei manuali e piano piano mi sto arrampicando sul pianeta dei materiali.

in questi ho letto che il diffuse è il colore visibile in piena luce e l'ambient è il colore in ombra.

i due parametri sono collegati e volendo possono essere scollegati (ma non vedo nessun cambiamento), come nelle "precedenti" versioni.

ad un certo punto ho letto che la self-illumination sostituisce il canale ambient quindi lavora sul colore in ombra. Se uso un colore più scuro ma di tonalità diversa vedo che il colore delle ombre effettivamente cambia e l'illuminazione rimane "inalterata".

la dualità del colore mi era chiara, così come il fatto che questa dipende da mille fattori (luci di rimbalzo ecc).

ma è una cosa giusta usare questa tecnica?

ciao

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite   
Ospite
Inviata (modificato)

Dipende dai motori di rendering che utilizzi, nel senso che alcuni materiali come lo standard e lo scanline di

3ds max ragionano propio cosi. perchè lo scanline non ha un performante illuminazione indiretta e cerca di

simulare questo effetto anche con i materiali.

alti motori ragionano in modo simile ma, la gestione della luce diretta e colore in ombra è gestita più che altro dalla

illuminazione . i materiali come gli arch e desing di mental ray poi si adeguando di conseguenza, sono più evoluti e non

hanno bisogno di distinguere dalla parte in ombra o in luce, è la illuiminazione diretta e indiretta che lo fa per loro.


Modificato da Mak21

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

boh ora sto cercando di capire mental ray (uso max2011), ma sono ancora al primo approccio coi materiali quindi ho da apprendere ancora una miriade di cose.

ho capito che le luci miste a materiali più evoluti fanno loro il lavoro, ma sto applicando anche qui la filosofia che mi ha portato a comprendere la modellazione, ovvero decidere io cosa voglio, quindi provare a prendere uno strumento qua e uno là (senza tirare a caso ovviamente: cioè studiando e sperimentando) per piegare certi automatismi a quello che voglio io.

il manuale parla del classico esempio delle mele, che in generale uno ritiene rosse, se sottoposte ad una illuminazione blu diventano viola ecc ecc.

l'idea mia, partendo dal presupposto che il colore "rosso" in sè non esiste, era che il materiale in questione doveva avere una "propria" caratteristica: da qui self-illumination (al di là del mero esempio dell'incandescenza della lampadina che mi pare un po' poco).

ciao e grazie delle tue puntuali risposte

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×