Vai al contenuto

Cerca nella Comunità

Showing results for tags '3ds Max'.



More search options

  • Search By Tags

    Tipi di tag separati da virgole.
  • Search By Author

Tipo di contenuto


Forum

  • Help
    • F.A.Q.
  • Discussioni
    • Presentazioni
    • Generale
    • W.I.P. (Work In Progress)
    • Hardware
    • Offerte di lavoro
    • Mercatino dell'usato
  • Programmi di grafica 3D e 2D
    • 3ds Max
    • Blender
    • Maya
    • Cinema 4D
    • SketchUp
    • Rhinoceros
    • Autocad e programmi CAD
    • Revit e programmi BIM
    • Unreal Engine, Unity e motori realtime
    • ZBrush
    • Programmi di computer grafica
  • Motori di render
    • V-Ray
    • Corona Renderer
    • Motori di Rendering
  • Lavori Finiti
    • [FINAL] Architettura e Interior Design
    • [FINAL] Immagini CG/VFX
    • [FINAL] Animazioni CG/VFX
    • [FINAL] Immagini e disegni 2D
    • [BEST OF] Il meglio di Architettura e Interior Design
    • [BEST OF] Il meglio di CG/VFX
    • [BEST OF] Il meglio di Painting e Grafica 2D
  • Forum Vecchi
    • Contest Terminati
    • Tips & Techniques
    • Tutorial Professionali con il supporto del docente
    • Forum Commerciali
  • Car Design Discussioni Gruppo
  • Campus Party 2018 Discussioni Gruppo
  • Lighting Design & Render Forum Gruppo
  • MODO Forum Gruppo
  • BIM, Revit e dintorni. Generale Gruppo
  • finalRender4 Forum Gruppo
  • BIM, Revit e dintorni. Famiglie e masse Gruppo
  • BIM, Revit e dintorni. Architettura Gruppo
  • BIM, Revit e dintorni. Strutturale Gruppo
  • BIM, Revit e dintorni. MEP Gruppo
  • BIM, Revit e dintorni. Dynamo Gruppo
  • Unreal Engine Forum Gruppo
  • CORONA RENDERER Forum Gruppo
  • VFX Forum Gruppo
  • Lighting Design & Render Risorse e Link utili Gruppo
  • Blender Forum Gruppo
  • BIM, Revit e dintorni. Risorse Gruppo
  • Contest Natale 2017 WIP Contest Gruppo
  • "La Chat" Forum Gruppo
  • Houdini Forum Gruppo
  • Rhino & Grasshopper Forum Gruppo
  • Cinema 4D Forum Gruppo
  • Ergonomia e comodità a casa e lavoro Forum Gruppo
  • 3ds Max Forum Gruppo
  • 3D Modeling for 3D printing Forum Gruppo
  • Rilievo Laser Scanner, Fotogrammetria e resa grafica Forum Gruppo
  • V-Ray Forum Gruppo
  • DDD - Digital Drawing Days Forum Gruppo
  • Game e dintorni... Forum Gruppo
  • Amarcord 3D Forum Gruppo

Categorie

  • Tutorial
  • News
  • Hidden
  • Show Room
  • Articoli
  • Interviste
  • Making Of
  • Cinematiche, Corti e Spot

Calendari

  • Eventi di Grafica

Categorie

  • Oggetti e Scene 3D
    • Architettura e Interior Design
    • Mobili
    • Lampade
    • Lampade Lumina
    • Apparecchi Elettronici
    • Vegetazione
    • Veicoli
    • Organic
    • Oggetti vari
  • Textures e immagini HDRI
  • Script e utilities
  • Premium
  • Collezione di Shader
    • 3DSMax - VRay
    • 3DSMax - Mental Ray
  • Varie
  • Treddi Open Contest

Trovato 28955 risultati

  1. Living on the Lake

    thumb
    Set fotografico di prodotti relaizzato con 3dsmax, Zbrush, Vray e pacchetto Adobe.
  2. Gangster in the street

  3. thumb
    Rendering di una Camera Matrimoniale di una casa vacanze in fase di realizzazione in Loc. Marinella - Porto Rotondo (OT) www.dmcrealrender.com
  4. thumb
    Rendering di un Soggiorno di una Villa in fase di edificazione in Loc. Baja Sant'Anna - Budoni (OT). Rendering: DMC Real Render - Geom. Daniele Mario Careddu Progetto: Geom. Mirko Lisai Guarda il sito www.dmcrealrender.com
  5. Verge 3D per 3ds Max

    Soft8Soft ha annunciato che Verge3D, la suite completa per la creazione di esperienze Web 3D interattive, è ora disponibile per gli utenti di 3ds Max! Verge3D è un renderer in tempo reale e un toolkit che consente di creare esperienze interattive che possono essere pubblicate ed eseguite sul proprio sito web. Grazie alla tecnologia WebGL, i contenuti 3D possono essere visualizzati con un browser Web standard, anche su dispositivi mobili, e non richiede alcuna installazione. La caratteristica principale del workflow di Verge3D è che il contenuto è creato all'interno dell'ambiente di modellazione, dal quale viene poi convertito in un'applicazione pronta per il web da distribuire online o offline. Oltre a Autodesk 3ds Max, Verge3D offre anche un modulo di integrazione per Blender, la nota suite di modellazione e animazione 3D open source. Il prezzo per la licenza commerciale parte da $ 290. Per conoscere tutte le feature di questa applicazione e per scaricare la versione trial: https://www.soft8soft.com/verge3d-for-3ds-max-released/
  6. living room

    thumb
    living room, modelling 3dsMax, render Menral Ray
  7. bathroom

    thumb
    bathroom, modelling 3dsMax, render Mental Ray
  8. Vintage Dirt Motorbike

    thumb
    Modellazione di una dirt bike su base Norton.
  9. M3 Tank

    thumb
    Primo progetto personale realizzato dopo 3 mesi di studio di 3D Max.
  10. V-Ray vs Corona

    Buongiorno a tutti, proprio ieri ho scambiato qualche mess con Francesco Legrenzi e con mio grande stupore, mi ha detto che ha abbandonato VRAY ed è passato a Corona, gli ho chiesto il motivo, ma non ho avuto ancora risposta, poi ovviamente vi porterò a conoscenza della sua risposta. Qualcuno di voi ha fatto lo stesso passaggio? Mi date qualche informazione in merito alle reali differenze fra i due motori, valutandone pregi e difetti? Saluti
  11. Face Modeling

    thumb
    Modeling 3Ds Max/Mental Ray. Approccio acerbo. Graditi consigli!!!
  12. The Caves of Steel

    thumb
    The Caves of Steel Tesi di Laurea, Accademia di Belle arti di Brera Milano. Dipartimento di Scenografia
  13. Castle

    thumb
    WIP Topology and Modelling in 3ds max.
  14. Dimensione File 3dsMax diventa troppo grande

    Buongiorno a tutti. Per cominciare questo venerdì 17 una mia collega si è trovata con un problema che non riesco a risolvere, spero che qualcuno di voi possa darmi una dritta. Completando una scena con 3dsmax Design 2011 e Vray 2sp1 questa è diventata stranamente pesante, ci sono circa 150Mb di troppo. -Ho provato a fare gli Xrif di parti della scena ed ognuno di questi si porta dietro i 150Mb -Ho provato a fare un merge degli oggetti in una scena vuota stesso risultato -Ho provato a cancellare tutto, controllato su Summary Info, salvato il file vuoto e questo continua a pesare 150Mb. Help!
  15. Martinengo

    thumb
    Ciao a tutti. Questo è un miniprogetto per il rilancio di uno dei lampadari classici piu' celebri di Venini, il Martinengo. Pensato per una mini brochure di 2 pagine. In realtà il progetto originale prevedeva il solo render generale. Mi è stata richiesta l'aggiunta di un secondo render che purtroppo ha ricevuto meno attenzioni. Come sempre commenti e critiche sono sempre graditi. Buon lavoro a tutti
  16. Aumentare qualità texture in Nitrous

    Ciao a tutti, uso 3ds max 2013 e vray, il mio problema è il seguente...usando il dirver nitrous, sia le immagini di sfondo che le texture si vedono a una risoluzione molto bassa...con direct3D andavo nelle preferenze e configuravo il driver, ma in nitrous non riesco a trovare la voce che mi permette di aumentarle la risoluzione...qualcuno di voi si è trovato in una situazione simile? grazie a tutti.
  17. render d'interni qual è meglio?

    Buongiorno a tutti, vorrei imparare a fare dei render di interni (cucine, soggiorni, camere, ecc...) ma non ho mai provato ad imparare seriamente ad usare i programmi di renderizzazione. Al di là della questione economica tra i seguenti qual è il programma più facile (e quindi veloce) da imparare? E, a parità di capacità d'uso, quale permette di ottenere il render in meno tempo (incluso creazione del 3d, inserimento materiali luci e camere e elaborazione del render)? La possibilità sono: 1) 3ds Max 2) Blender 3) parte volumetrica con Sketchup e render con Blender Al momento so usare molto bene il 2d di Autocad e basta. Se esistono altri programmi migliori si accettano consigli. Ringrazio in anticipo per le vostre risposte.
  18. "Tiles" map: evitare il ripetersi della texture

    Salve ragazzi, quando utilizzo il "tiles" map su una superficie, ottengo una ripetizione costante delle varie mattonelle (in figura si capisce meglio). Ho provato a operare su tutti i valori dell'Advanced Controls nel Material Editor, ma il risultato non cambia. Come posso ottenere una distribuzione delle mattonelle in maniera "random" e quindi piu realistica?
  19. The Engineering

    thumb
    Ho deciso di ricreare in 3d un mio vecchio amico di infanzia che attualmente lavora come ingegnere informatico, mi è servito principalmente a migliorare le mie conoscenze sul character modeling e likeness sculpting , considerando che ho sempre fatto environment, ho avuto modo di sperimentare parecchie cose. Spero vi piaccia
  20. Thames riverside

    thumb
    Progetto commerciale per un produttore di cucine, location ispirata ai loft londinesi nella zona Waterman Gardens.
  21. Riduzione Vertici Spline E/o Polilinee

    Salve a tutti, c'è un modo automatico o semi-automatico per ridurre il numero di vertici di polilinee o splines in Autocad o 3ds Max (dopo averle importate), senza doverle ricalcare con meno vertici? Dovrei creare del terreno da curve di livello con migliaia di vertici provenienti da rilievi archeologici e usando la funzionalità Terrain di max mi crea troppe e inutili facce, nonchè artefatti in fase di rendering. Grazie in anticipo per le risposte
  22. Cursor - Making of

    Cursor è il titolo del mio ultimo cortometraggio Sci-Fi. Il corto, autoprodotto, è stato interamente realizzato da me (escluse musiche ed effetti sonori) e vuole essere un mio personale esercizio di stile in campo cinematografico e nel campo degli effetti visivi (vfx). Mi chiamo Marco Castiglione e di seguito vi racconterò le fasi di realizzazione di questo mio ultimo lavoro. Cursor, ambientato in un futuro prossimo, è la storia di quattro soldati che tentano di posizionare dei disturbatori elettro-magnetici al fine di individuare, disattivare e raccogliere dati su dei robot presenti all'interno di una data area; ma durante questa loro disperata missione qualcosa va storto. La loro fuga li porta verso un caseggiato abbandonato, dove tre dei quattro soldati vi troveranno la morte. Solo un soldato, il capitano, si salverà e completerà la sua missione. E la sua salvezza avrà un "volto" inaspettato. Nei due video qui sotto, potete trovare i video presenti on-line: rispettivamente il making of di Cursor e il cortometraggio in versione integrale. In questo making of spiegherò, in modo sommario, tutto il lavoro di creazione visivo attraverso le tre fasi principali: la pre-produzione, la produzione e la post-produzione. Per pre-produzione si intende tutto quel lavoro (molto lungo) di raccolta, di concept e di ideazione di massima che sta dietro alla fase vera e propria di realizzazione. Saltando il passaggio della stesura del soggetto e della sceneggiatura, ho dovuto immaginare, visitare (recandomi di persona fisicamente e fotografando le location) e quindi creare, gli scenari necessari che poi sono stati inseriti lungo tutto il cortometraggio. Di seguito una raccolta di foto degli scenari (o frammenti di essi) presenti nel cortometraggio. Nel successivo lavoro di compositing ho miscelato immagini scaricare da internet e immagini fotografate fisicamente da me. Ovviamente tenendo sempre conto della corrispondenza prospettica e della luce, ma anche di altri fattori tecnici ed estetici. Sotto, un esempio di composizione delle immagini atte a creare uno degli scenari del cortometraggio (potete osservare alcuni livelli, uno davanti all'altro, che danno l'illusione di uno scenario filmato realmente con la telecamera). Completata la sceneggiatura ho iniziato ad elaborare il fantomatico storyboard statico, interamente realizzato con i bipedi di 3DS Max in modo da avere un riferimento fondamentale per poi passare al cosiddetto animatic. Sotto vedete una raccolta sommaria delle scene statiche realizzate in 3D Studio Max. I bipedi, come vedete, sono stati messi nelle pose desiderate. Questo storyboard è stato la "base di appoggio" da utilizzare per intavolare le fasi successive di sviluppo del processo creativo a monte del cortometraggio: sotto potete osservare l'animatic (sviluppo animato dello storyboard). A questo c'è da aggiungere, al già tanto lavoro necessario, uno studio preliminare delle scene e delle inquadrature e delle relative posizioni degli attori e di tutta la cosiddetta crew (staff tecnico ed artistico). A tal proposito inserisco una immagine (sotto) dello studio in pianta delle inquadrature e di tutti gli incroci di campo di una di alcune scene principali del cortometraggio. Come potete vedere, qui sotto, le immagini dello storyboard coincidono, almeno nelle loro essenze principali, alle scene poi girate realmente. Lo storyboard è stato lo spartito da seguire sul set durante la cattura delle scene. Ovviamente ci sono differenza di scenari proprio perchè è stato realizzato quasi un anno prima del cortometraggio. Durante la fase di pre-produzione sono stati realizzati dei designi preparatori e delle bozze che hanno avuto il compito di pre-illustrare gli oggetti di scena (e le relazioni spaziali tra di essi) che venivano inseriti nel cortometraggio. I miei amici che hanno collaborato nel corto come Vito O., Daniele D. e Gaetano V. hanno realizzato i disegni preparatori con riferimenti tecnici che hanno fatto successivamente da rimandi per la realizzazione degli oggetti di scena realizzati in 3D. Di seguito vi sono alcune illustrazioni realizzate per il cortometraggio. Durante la fase di pre-produzione mi sono occupato di pre-visualizzare i robot che avrebbero fatto parte di questo corto: Cursor (protagonista filantropo del cortometraggio) e Venator (robot malefico e assassino). Senza dilungarmi, evitando di esporre un lavoro step-by-step, inserisco sotto, solo le immagini chiave e i rendering di prova per vedere l'incidenza delle forme e delle proporzioni (o spoporzioni) dei vari oggetti 3D. Iniziamo con Cursor (robot protagonista del cortometraggio) nella sua versione clay e poi texturizzato. Premi QUI per vedere altre immagini animate di Cursor Adesso vi mostro Venator (nelle immagini sotto) nella versione wire e clay render per avere una visione d'insieme delle geometrie che lo compongono. E anche nella versione texturizzato e con una parte dello schema dei materiali e a lui assegnati. Nella fase di pre-produzione ho sviluppato il cosiddetto, quanto mai complesso, rigging dei robot (QUI un esempio filmato). Un lavoro meticoloso di pesatura e di calibrazione dei movimenti generati in modo diretto e indiretto. Mi sono affidato ai bipedi presenti e, con l'aiuto dei cosiddetti dummy ho articolato le giunture dei robot al fine di ottenere i movimenti desiderati. Giunti cardanici, snodi, look at constraint link e unlink sono stati gli incubi principali durante le mie notti insonni, alla recherche di una equilibrio e un senso logico dal punto di vista della cinematica diretta e inversa. Sotto alcuni esempi fotografici. Sotto lo schema di rigging di Cursor. Finita la fase di pre-produzione sono passato alla fase della produzione vera e propria. Con essa è iniziata la fase più intrigata e macchinosa dell'intero cortometraggio. Dico ciò perchè questa è la cosiddetta fase in cui immaginato e reale devono coincidere. Ovviamente le difficoltà si moltiplicano al dimezzarsi del budget disponibile. Ricordo che questo cortometraggio è a budget quasi zero; quindi provate voi ad immaginare. Dopo un lungo percorso di riprese (durato circa 20 giorni), che ometterò in questo making of, ho catturato tutte le immagini (video e immagini statiche) necessarie alla composizione del/di un cortometraggio. Un lungo e attento lavoro di visualizzazione, analisi e selezione/scarto delle immagini e/o scene mi ha permesso di fare ordine per la successiva fase della posa delle scene sulla timeline di montaggio. Necessario inoltre un lavoro di selezione e sincronizzazione dell'audio (Roland WAVE MP3 R-05 + Tascam DR40 +Sony ECM CG 50M) catturato esternamente alla dslr (SLT77 + obiettivo 16-50 apertura costante f 2.8). I dialoghi sono rigorosamente dal vivo, senza nessun doppiaggio in post produzione. Adesso si entra nel vivo della cosiddetta ultima fase del cortometraggio: la post-produzione. Durante la fase di montaggio è seguita la fase di integrazione tra le immagini reali girate dal vivo (live action) con quelle da realizzare in post-produzione. Le strade da me intraprese sono state due: il tracking 2,5D/3D e la cosiddetta camera projection. Sotto alcuni screenshot di tracking 2,5D/3D e di camera projection. Il camera projection consiste nella tecnica di ricostruire in 3D una immagine bidimensionale al fine di avere un approccio tridimensionale e una resa realistica della scena che andrà integrata. Questa mi è sembrata una scelta obbligata per avere delle scene realistiche, simulando il movimento di macchina a mano come una cinepresa vera e propria. Sotto altri esempi di camera projection. Ancora altri esempi qui sotto. Scenari 3D ricavati da innumerevoli fotografie catturate durante le riprese. Lo scopo era quello di possedere una collezione di immagini necessaria all'integrazione dei robot e di tutti gli altri oggetti generati in 3D con l'ambiente circostante. La foto sopra (screen capture della viewport di 3DS Max) illustra un camera projection tridimensionale di una foto bidimensionale, che, successivamente, nell'immagine sotto ne rappresenta il background, immediatamente dietro il robot. Nell'esempio sotto, potete vedere il lavoro di tracking sulle scene girate con gli attori in carne e ossa. Ossia, il cosiddetto tracking 3D. Un vero è proprio lavoro di calcolo, di ricostruzione e di corrispondenza, tra la camera reale che segue gli attori in carne e ossa e la tracciatura spaziale (fotogramma per fotogramma) della fotocamera nello spazio virtuale tridimensionale. Successivamente alla fase di tracking sono passato alla fase vera e propria del compositing delle scene. Questa possiamo considerarla la fase finale del lavoro. Ovvero la fase in cui tutto il materiale raccolto dai vari processi viene miscelato in modo omogeneo e uniforme. Di seguito alcune immagini esemplificative del lavoro di compositing, con un screenshot della viewport di un noto programma di compositing. Ecco alcuni esempi di layer merge (sovrapposizione e miscelazione di livelli), ovvero una raccolta di compositing delle scene più emblematiche del cortometraggio. La scene ritratta nella foto sopra restituisce bene il lavoro di ricostruzione FullCG necessario al completamento del cortometraggio. Alcune scene sono state ricreate dal nulla. Le mani umane che vedete sopra, che interagiscono con il tablet, sono state ricreate appositamente FullCG. Sotto continua con altre immagini ricreate completamente in grafica 3D. Sotto un'altra scena ricreata interamente in 3D, o quasi. Come background è stata usata una foto estrapolata da un fotogramma del cortometraggio. Dopo una ricostruzione tridimensionale con la tecnica del camera projection, ho creato la sua profondità di campo (zdepth) e infine inserito il robot animato in primo piano (foreground). L'effetto è di totale integrazione tra ciò che è reale e ciò che è stato creato in 3DS Max. Sotto un altro esempio di compositing (breakdown) Il lavoro fino ad adesso mostrato, ci tengo a precisare, è solo una parte del lavoro complessivo. Un piccolo estratto esemplificativo e sommario di tutto il lavoro di realizzazione del cortometraggio. Il cortometraggio, a titolo informativo, è stato realizzato tra il 2013 e il 2015: sono stati necessari circa due anni alla realizzazione di questo lavoro, proprio dovuto al fatto che a realizzarlo sono stato io da solo. Un viaggio in cosiddetta solitaria; ovviamente questo non esclude che varie persone abbiano collaborato al progetto: tutt'altro. Ad esempio, Lorenza, oggi mia moglie, è stata il mio braccio esecutivo in una marea di compiti difficili e complessi. Grazie alla sua forza e alla sua dedizione (credeva nel progetto del suo futuro marito tanto quanto me) lei ha permesso che io portassi a termine un lavoro che, decisamente, non è facile realizzare. E ancora, il ruolo di Daniele Dinaro (autore delle musiche originali e degli effetti sonori) è stato fondamentale, sia come stimolo creativo che motivazionale. Grazie a lui abbiamo portato a casa un premio come migliore colonna sonora al Farm Film Festival 2016. E tutti gli altri amici, che ricordo, si sono prestati gratuitamente, sono stati fondamentali alla realizzazione del lavoro. La mia famiglia tutta è stata di sostegno morale ed economico. Il loro entusiasmo mi ha dato forza e abnegazione. Un breve elenco dei software usati per la realizzazione del cortometraggio: 3D Studio Max: Boujou; Vray; Corona Render; Mental Ray; MudBox, ZBrush; Audition; After Effects; Premiere; Photoshop; Eyeon Fusion; Nuke; Mari; Lightroom; Hugin; Nell'augurio di essere stato soddisfacente ai vostri occhi e di aver soddisfatto le vostre curiosità, vi ringrazio tutti. Vi rimando al mio prossimo progetto. Rimanete in contatto con me. A presto. Marco Castiglione. Facebook Artstation marcocastiglione.com Youtube
  23. Problema texture 3ds Max

    Sto cercando di realizzare un video in 3ds max con renderizzatore v-ray di alcuni oggetti che nel proseguire del tempo passano da bianco (senza una texture applicata) ad oggetti texturizzati. Sono alle prime armi nel campo delle animazione e non riesco a trovare guide che possano aiutarmi.. grazie in anticipo.
  24. Buongiorno a tutti! Mi chiamo Stefano e sono un freelancer che vive a Roma. Vi chiedo consigli per assemblare una nuova workstation per i miei lavori, visto che quello attuale comincia a dare segni evidenti di cedimento....mentre i clienti non cedono mai! Parto con ordine....attualmente dispongo di un pc con amd 1090t , come gpu una gtx 460 da 2 gb, 16 gb di ram. Ormai ho difficoltà enormi a gestire scene non troppo complesse con artlantis e 3ds max, ma anche con altri programmi e giochi in generale.... persino su internet ho difficoltà ad aprire le pagine! Ormai è ora di cambiare e da tempo sto cercando nelle varie discussioni una configurazione adatta alle mie esigenze ma il budget di max 1000€ mi crea qualche difficoltà (il monitor ci penserò più avanti). I programmi che utilizzo sono 3ds Max, Artlantis, Unreal Engine e qualche volta Cinema 4D....motori di render Vray e soprattutto Corona Render. Del vecchio pc terrò l'alimentatore (Corsair TX 650W) e un HD da 1TB Barracuda della Seagate per i dati, inoltre ho acquistato un ssd da 250gb Samsung 850 EVO per i programmi mentre ne vorrei prendere uno più piccolo per il sistema operativo. Principalmente uso 3ds max e Corona e da questo parto per chiedervi se scegliere Intel o Amd? Per il resto della configurazione potete consigliarmi una soluzione adeguata? Grazie a tutti per la disponiblità
  25. Cancellare Oggetti...

    Ho provato a cercare, ma non ho trovato risposta... però mi sembra strano ciò che mi capita... In pratica, in Max D. 2010, non riesco a cancellare degli oggetti da una scena. In questo caso si tratta dei muri di un piccolo edificio creati importando con il DWGLink le spline della pianta. Posso selezionarli, spostarli, modificarli, ma non riesco in nessun modo a cancellarli (nè da tasto, nè da menu). Tutti i layer sono sbloccati, non ci sono oggetti freezzati o altro (perlomeno così pare), eppure... Dove sbaglio? Possibile che ci sia un settaggio da sbloccare?