Jump to content

Search the Community

Showing results for tags ' nvidia quadro'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Help
    • F.A.Q.
  • Discussioni
    • Presentazioni
    • General
    • (W.I.P.) Work In Progress
    • Hardware
    • Job Offering
    • Mercatino dell'usato
  • 3D and 2D Graphics Programs
    • 3ds Max
    • Blender
    • Maya
    • Cinema 4D
    • SketchUp
    • Rhinoceros
    • Autocad and CAD programs
    • BIM programs
    • Unreal Engine, Unity and realtime engines
    • ZBrush
    • CG Software
  • Render Engines
    • V-Ray
    • Corona Renderer
    • Render Engines
  • Final
    • [FINAL] Architettura e Interior Design
    • [FINAL] Immagini CG/VFX
    • [FINAL] Animazioni CG/VFX
    • [FINAL] Immagini e disegni 2D
  • Old Forum
    • Contest Terminati
    • Tips & Techniques
    • Tutorial Professionali con il supporto del docente
    • Forum Commerciali
  • Lighting Design & Render's Forum
  • Lighting Design & Render's Risorse e Link utili
  • BIM, Revit e dintorni.'s Generale
  • BIM, Revit e dintorni.'s Famiglie e masse
  • BIM, Revit e dintorni.'s Architettura
  • BIM, Revit e dintorni.'s Strutturale
  • BIM, Revit e dintorni.'s MEP
  • BIM, Revit e dintorni.'s Dynamo
  • BIM, Revit e dintorni.'s Risorse
  • finalRender4's Forum
  • Unreal Engine's Forum
  • CORONA RENDERER's Forum
  • V-Ray's Forum
  • Blender's Forum
  • 3ds Max's Forum
  • Rhino & Grasshopper's Forum
  • DDD - Digital Drawing Days's Forum
  • Cinema 4D's Forum
  • Game e dintorni...'s Forum
  • Contest Natale 2017's WIP Contest
  • Campus Party 2019's Discussioni
  • FSTORM RENDER's Forum

Categories

  • Tutorial
  • News
  • Hidden
  • Show Room
  • Articoli
  • Interviste
  • Making Of
  • Cinematiche, Corti e Spot

Categories

  • Meshes e Scene
    • Archviz & Interior Design
    • Furniture
    • Lights
    • Lumina Lamps
    • Appliances and Electronics
    • Vegetation
    • Vehicles
    • Organic
    • Misc Objects
  • Textures e immagini HDRI
  • Script e utilities
  • Premium
  • Collezione di Shader
    • 3DSMax - VRay
    • 3DSMax - Mental Ray
  • Misc
  • Treddi Open Contests

Product Groups

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Sito Web

Found 10 results

  1. NVIDIA ha completato la presentazione dell'intera gamma Quadro basate sulla GPU core Pascal. La nuova famiglia di schede video professionali, oltre alle già note P5000 e P6000, si compone ora di altri sei modelli: La nuova ammiraglia Quadro GP100, cui succede la gamma media P4000 e P2000, oltre alle entry level P1000, P600 e P400. Non è stata ancora resa nota la roadmap in merito all'effettiva disponibilità sul mercato dei vari modelli, che manderanno progressivamente in pensione le gloriose generazioni precedenti, caratterizzate dalle architetture Maxwell e Kepler. Le P4000 e le P2000 rimpiazzeranno rispettivamente la M4000 e la M2000, mentre le sorelline P1000, P600 e P400 prenderanno il posto delle K1200, K620 e K420 tuttora in commercio. Prima di marzo sarà comunque impossibile averle a disposizione, ed al momento è ancora ignoto il prezzo di listino con cui saranno commercializzate. La nuova Quadro P4000, è il punto di riferimento della gamma media della nuova famiglia basata su architettura Pascal. Un particolare che la rende con ogni probabilità la scheda più attesa del lotto. Quanto alle performance, le Quadro Pascal avranno più CUDA core, clock più elevati e stessa quantità di RAM, ad eccezione della P2000, che monterà il quantitativo dispari di 5GB, contro i soli 4GB della M2000. Nessuna sostanziale variazione anche per quanto concerne la connettività, basata sulle Display Port. Un particolare che salta prontamente all'occhio è il fatto che le entry level P1000, P600 e P400 montano più porte mini-DP rispetto ai modelli di generazione precedente. La nuova Quadro P2000. La principale novità, come anticipato, è caratterizzata dalla nuova Quadro GP100, che monta il chip utilizzato dalla gamma Tesla, in particolare dalla P100. Modelli, per intenderci, destinati ai server dei centri di calcolo, dunque privi dell'output visivo su monitor. Foto di gruppo per l'intera lineup NVIDIA Quadro Pascal. In alto sono facilmente riconoscibili le nuove GP100, accoppiate grazie alla tecnologia NVLink, un concetto preso "in prestito" dai bridge che da sempre caratterizzano le schede GeForce, nate nello specifico per il gaming. Sarà curioso vedere all'opera questa scheda, con i primi benchmark che saranno pubblicati. La GP100 è prospettata da NVIDIA come la scheda più performante, ma le specifiche sono curiosamente inferiori rispetto all'attuale top di gamma, la Quadro P6000 con 24GB RAM. La sua potenza di calcolo è infatti di "soli" 10,3 Tflops, un particolare che renderebbe lecito che questa scheda abbia una performance intermedia, tra la P6000 e la P5000, scheda con cui ha oltretutto in comune il quantitativo di RAM, pari a 16GB. La tipologia di RAM montata sulla Quadro GP100 è però una HBM2, dotata di una banda maggiore. Il contro, rispetto alla Quadro P6000, è molto semplice da intuire. Un quantitativo inferiore comporta un limite sul limite massimo della dimensione di una scena renderizzabile via GPU. Come anticipato, senza benchmark concreti, è impossibile fare una previsione attendibile, per cui al momento non ci resta che fidarci delle anticipazioni di NVIDIA. A livello di connettività la GP100 è ospita quattro DisplayPort 1.4 e una DVI-D, esattamente come la P6000. Leggermente inferiore invece il picco dei consumi in full load. La GP100 arriva ad un carico di 235W, contro i 250W della P6000. La Quadro GP100 si avvale della tecnologia NVLink, che consente di utilizzare due schede video in contemporanea. Una feature molto utile, in quanto consente di elevare il picco di RAM disponibile per una sola scena. Nel caso della GP100 si passerebbe a ben 32GB.
  2. Stalio

    Wacom MobileStudio Pro

    Wacom lancia i MobileStudio Pro, tablet professionali per artisti, da 13.3" e 15.6". Numerose novità concettuali per 6 nuovi modelli, che ampliano il concetto introdotto con la linea Cintiq Companion. L'obiettivo di Wacom è dichiaratamente quello di integrare in un solo prodotto un tablet touchscreen con la più avanzata tecnologia Pro Pen disponibile, il tutto con la potenza di un hardware di fascia Intel i5 e i7, che nulla ha a che vedere con i comuni dispositivi mobile. I Wacom MobileStudio Pro integrano, sui modelli di punta, anche una camera scanner 3D, e schede video NVIDIA Quadro mobile per rendere i dispositivi di Wacom sempre più appetibili anche al mondo 3D. Eccellente la resa nella risoluzione UltraHD 4K, con il touch panel che integra la nuova tecnologia della penna Pro Pen 2, dotata di un numero di livelli di pressione ben quattro volte più alto rispetto alla Companion. Il sistema operativo è Windows 10 Pro, che consente dunque di installare ed utilizzare le principali applicazioni 2d e 3d sul mercato. Wacom MobileStudio Pro è una linea di prodotti destinata a fare categoria a sè, sia per le caratteristiche, che per i prezzi, in grado di arrivare fino a 3.000 euro per il modello di punta. Per ulteriori dettagli, vi rimando al Sito Ufficiale di Wacom.
  3. Allegorithmic annuncia la disponibilità di Substance Designer 5.5, celebre software di material authoring. La nuova versione potenzia gli strumenti a disposizione, con l'introduzione del MDL material authoring (che introduce un nuovo sistema di definizione dei materiali), il supporto per Linux, l'fbx camera import e il supporto per NVIDIA Quadro VCA che diminuirà notevolmente i tempi di rendering dei fortunati possessori di queste soluzioni multi-GPU. L'upgrade alla versione 5.5 di Substance Designer sarà gratuito per coloro che possiedono già una licenza e per i Substance Live subscribers. In alternativa è possibile provare la versione trial per 30 giorni. Per maggiori informazioni: https://www.allegorithmic.com/blog/substance-designer-55-here
  4. Ricordate FireRender? Bene, da oggi non si chiama più così. AMD ha infatti rinominato il progetto, che ora si chiama Radeon ProRender. Perchè questo rebrand? AMD ha deciso di seguire la stessa linea che ha interessato le schede video professionali, per tantissimi anni denominate FirePro, mentre d'ora in poi le vedremo come Radeon Pro series. In linea di ragionamento, riunire sotto un unico brand sia le schede video professionali che le soluzioni software ad essere connesse appare come una scelta del tutto logica, oltretutto capace di svecchiare un po' un marchio che ultimamente, almeno nel caso dei software DCC, non è mai parso realmente all'altezza della controparte NVIDIA Quadro. Radeon ProRender è un render engine gratuito, con un GPU rendering unbiased e fisicamente corretto, disponibile sia per 3ds Max che per Maya. ProRender è basato su OpenCL e pertanto in grado di sfruttare GPU non per forza dotate di CUDA core. Questo all'atto pratico si traduce nel fatto di poter utilizzare una scheda video Radeon Pro, sfruttandola al meglio nelle sue possibilità. Il progetto di sviluppo di Radeon ProRender, disponibile per Windows, Linux e OS X prevede attualmente anche le versioni beta per Rhino 6 e Solidworks. Per provare la beta di Radeon ProRender è sufficiente scaricarlo da GitHub. Inizialmente disponibile per Max 2016, ProRender è stato compilato anche per la versione 2017. La versione per Maya 2017 dovrebbe essere disponibile a breve per il download pubblico.
  5. Forse potranno sembrare poche, ma certamente sono di grandissimo impatto le novità presentate da NVIDIA al SIGGRAPH. A cominciare dalle prime Quadro con GPU Pascal: la Quadro P6000 e la Quadro P5000, con novità nel supporto alle tecnologie VR, possibilità di essere configurate in SLI e molte altre feature in grado di mettere a disposizione anche in ambito professionale le architetture già disponibili nelle GeForce GTX 10x0 e nella ventura GTX Titan X. La Quadro P6000 avrà 3860 CUDA core, in grado da soli di sfoderare ben 12 TFlops, con ben 24 GB di ram GDDR5X. Valori naturalmente finora mai avvicinati da una singola scheda video. A livello di connettori, il primo modello commerciale, naturalmente PCI-E 3.0 x16, dovrebbe essere dotato di 4 porte DisplayPort e una DVI-D, con un form factor dual slot. La sorellina minore, vale a dire la Quadro P5000 ha la stessa dotazione in termini di connettività ma è, per così dire, limitata a 2560 CUDA core (8,9 TFlops), 16 GB di Ram GDDR5X. Sensibilmente inferiore il TDP, con una soglia massima di 180W contro i 250W della P6000. Le due schede dovrebbero essere distribuite a partire dall'autunno, più verosimilmente verso fine anno. Nessuna indicazione sui prezzi di lancio. Per il resto, NVIDIA ha annunciato altre novità molto interessanti. a partire dall'accelerazione GPU per Mental Ray e soprattutto il nuovissimo NVIDIA Optix 4, che rinnova totalmente i parametri del GPU ray tracing engine, lo stesso framework su cui per intenderci si basano IRay, Furry Ball, Octane Render ed altre celebri soluzioni per il GPU rendering. Alcuni test realizzati dalla Pixar su un sistema NVIDIA DGX-1 hanno dimostrato come con Optix 4 sia possibile realizzare rendering interattivi di scene grandi fino a 64GB. Sopra una Iray VR Stereo realizzata utilizzando lenti realmente esistenti in commercio. Sotto la stessa scena renderizzata in modo "tradizionale" con Iray (credits NVIDIA) Rilasciate nuove informazioni relative a Iray VR, l'attesa versione dedicata alla VR precalcolata, con una tecnologia proprietaria di light caching, definita light field technology. L'obiettivo è di rendere disponibile l'esperienza VR sui device attuali con una qualità realmente fotorealistica e fisicamente corretta. Un'ulteriore novità relativa alle tecnologie di realtà virtuale su cui sta lavorando NVIDIA è il nuovo VRWorks 360 Video SDK, che permetterà agli sviluppatori video di creare applicazioni 4K da rig multi camera, con una vera esperienza 360 in real time. Sarà dunque un autunno molto caldo in casa NVIDIA, dove il lavoro per mantenere tutte le promesse fatte non mancherà di certo.
  6. NVIDIA Iray è senza dubbio uno dei motori di rendering unbiased gpu based più interessanti sul mercato. La crescente diffusione anche presso software concorrenti non ha fatto perdere di mira la versione per 3ds Max, quella che finora ha riscosso il maggior successo. Iray è arrivato in max affiancandosi allo storico Mental Ray, motore di rendering "tradizionale" e cpu based con cui condivide una serie di risorse, tra cui i materiali. Ricordiamo che dalla versione max 2017, Iray è disponibile sia in bundle come estensione di Mental Ray, sia come plugin commerciale esterno. Il nuovo plugin Iray+, come è stata rinominata la versione commerciale del renderer di NVIDIA, è sviluppato esternamente dalla Lightworks. Si tratta pertanto di due soluzioni Iray totalmente differenti. Iray+, disponibile soltanto commercialmente e come plugin esterno di 3ds Max, è infatti basato su un core nuovo, sicuramente più veloce e performante rispetto alla soluzione in bundle. Jason Lewis ha pubblicato per CGChannel (portale di informazione di Gnomon, NdR), una recensione di Iray per 3ds Max. L'articolo, di facile lettura, si rivela tra le altre cose utile per valutare una serie di benchmark eseguiti con una serie di scene piuttosto variegata: esterni, interni, design, ecc. I test sono stati eseguiti utilizzando le principali schede video professionali NVIDIA Quadro attualmente disponibili. Uno dei benchmark eseguiti da Jason Lewis nel contesto della recensione di Iray per 3ds Max. In particolare, il confronto tra una Quadro M6000 e un sistema Quadro VCA (composto da 8 schede Quadro). Oltre alla versione per 3ds Max sono disponibili, con differenti stati di avanzamento nello sviluppo, i plugin per Maya, Cinema 4D e Rhino oltre alla soluzione NVIDIA Iray Server, specifica per il rendering distribuito. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito ufficiale di Iray sul portale di NVIDIA.
  7. Vi ricordiamo che il 28 luglio scadranno le incredibili promozioni attualmente in corso nello shop ufficiale di Treddi.com, in particolare la promozione relativa alla nuovissima NVIDIA Quadro 2000, i bundle software e i bundle workstation + software, che prevedono le ultime versioni di V-Ray disponibili per MODO, Rhinoceros e Sketchup. Grazie alle condizioni stabilite in esclusiva per l'Italia con i partner ufficiali 3DWS, The Foundry, McNeel, Trimble e Chaos Group, siamo in grado offrire sconti che, per le soluzioni in bundle con le workstation, arrivano a superare addirittura i 2000 euro! Oltre il 28 luglio non sarà in alcun modo possibile estendere questa promozione, a causa della scadenza degli accordi previsti, dunque se siete interessati alle soluzioni prospettate, vi conviene valutare al più presto l'acquisto a condizioni di fatto irripetibili. Le promozioni del Treddi shop comunque continueranno, riguandando altri prodotti. Per l'autunno sono infatti previste altre soluzioni, che coinvolgeranno tra gli altri anche 3ds Max e Maya. Al momento non ci è possibile rilasciare altre anticipazioni, in quanto gli accordi sono ancora in fase di definizione. Per rimanere costantemente aggiornati su tutte le promozioni in corso di svolgimento, potete fare direttamente riferimento alla sezione dedicata del Treddi shop. Vi ricordiamo che al di là di quello che può apparire un semplice aspetto commerciale, queste promozioni sono il risultato di un grande sforzo da parte di Treddi per garantire ai propri utenti le migliori condizioni possibili in Italia per assicurarsi le più qualificate soluzioni hardware e i software di riferimento nella grafica 3D.
  8. Nello shop di Treddi.com è arrivata una promozione esclusiva per dare il benvenuto alla nuovissima PNY Quadro M2000. Fino al 28 luglio sarà possibile acquistare una workstation della linea 3DWS R4 con una Quadro M2000 godendo di uno sconto di ben 250 euro, grazie alla promozione in atto con PNY Europa, 3DWS e Treddi.com. Un particolare interessante è dato oltretutto dal fatto che la presente promozione è da considerarsi cumulativa al forte sconto già previsto da 3DWS in esclusiva per il nostro shop online. Per fare un esempio pratico, è possibile assicurarsi la nuova AX R4 M2000 a soli 1.850 euro (+ iva). La nuova Quadro M2000 migliora del 25% le performance rispetto alla precedente K2200, grazie alla medesima percentuale aggiuntiva di CUDA Core in dotazione. Un'occasione per provare con mano anche la potenza delle nuova linea R4 di workstation 3DWS. Rispetto alla gamma R3, che abbiamo ospitato nello shop ufficiale dal settembre 2014 al aprile di quest'anno, le nuove workstation progettate da Dimitar Dinev riportano incrementi prestazionali che vanno dal 15% al 25% a seconda del modello opzionato. Un boost notevole in termini di tempi di rendering, anche considerando il calo generale dei prezzi di listino alle condizioni esclusive in cui le workstation sono proposte sullo shop ufficiale di Treddi.com. L'offerta è limitata ad una workstation per ogni persona / azienda, dimostrabile con una registrazione sul portale di PNY* La promozione è disponibile in esclusiva solo accedendovi tramite lo shop ufficiale di Treddi.com. * L'operazione verrà gestita successivamente all'ordine effettuato nello shop. Le workstation equipaggiate con la nuova Quadro M2000 vengono mediamente consegnate tra i 5 e i 10 giorni successivi all'ordine.
  9. Tra le novità annunciate da NVIDIA al recente GTC 2016 di San Jose (California) non ha mancato di catturare l'attenzione la soluzione per il rendering dedicata alla Realtà Virtuale: Iray VR. L'obiettivo di Nvidia è garantire un risultato quanto più prossimo al fotorealismo per le applicazioni VR, come ha dimostrato il CEO Jen-Hsun Huang. Il GTC è stata l'occasione che ha visto confermare il grande interesse dimostrato da NVIDIA per un mercato dirompente come quello della realtà virtuale. Partita un po' in sordina rispetto alla concorrente AMD, NVIDIA sta recuperando prepotentemente terreno anche avendo annunciato la nuovissima serie di schede video GeForce basate sulle GPU core Pascal. Iray VR è concepito per proporre anche per la VR le proprie caratteristiche essenziali, basate sulla simulazione di un comportamento fisicamente corretto di luci e materiali. Il rendering fotorealistico non è ancora una feature implementabile in tempo reale sulle attuali tecnologie desktop, se non a risoluzioni molto limitate rispetto a quelle che sarebbero necessarie per un'esperienza davvero immersiva. Come farà dunque Iray VR a funzionare in real time? Dalla demo e dalle prime specs rilasciate al GTC 2016, Iray VR crea delle light probe attorno alla scena che consentono di renderizzare delle luci area volumetriche, in grado di contenere tutte le informazioni relative al lighting dell'intero spazio da visualizzare. Basandosi sui dati contenuti nella light probe, l'applicazione può renderizzare la scena in funzione della posizione dell'osservatore. Questo "stratagemma" in sostanza consente di sfruttare in tempo reale la cache precalcolata della probe, garantendo una qualità dell'immagine altrimenti impossibile con altre soluzioni. Difficile valutare le potenzialità di una simile tecnologia soltanto basandosi su alcune demo. Non è ad esempio chiaro se il sistema può supportare il tracking dinamico dell'osservatore, così come altre feature standard su cui sono basate le attuali applicazioni VR. Per poter vedere con i nostri occhi la potenza Iray VR e del suo fratellino minore Iray VR Lite (plugin per sviluppare in 3ds max output VR per dispositivi mobile, NdR) sarà necessario aspettare il mese di giugno.
  10. 3DWS si conferma il primo brand in Europa ad implementare le workstation basate sulle più recenti evoluzioni dei processori Intel Xeon v4. E' il caso della nuovissima 3DWS AX R4, che fa il proprio esordio assoluto nello shop di Treddi.com, In attesa di entrare ufficialmente in listino entro la fine del mese di aprile, quando verrà raggiunta dalle sorelle maggiori CX R4 e DX R4 L'eccezionale successo della promozione dedicata a freelance e studenti che vi abbiamo proposto nelle scorse settimane, ha convinto 3DWS ha replicare questa formula di lancio anche per la 3DWS AX R4. L'anteprima sullo shop di Treddi.com prevede uno sconto esclusivo, limitato a soli tre pezzi, di cui si potrà usufrire per un periodo di circa due settimane. La 3DWS AX R4 è una soluzione basata su Intel Xeon v4 a singolo processore, configurabile con le seguenti combinazioni: - CPU - Intel Xeon E5 V4 – 8 - 10 - 12 - 16 core CPU LGA2011-3 Con Hyperthreading - Intel® X99 Express Chipset- RAM 4 slot DIMM QUAD CHANNEL - max 64 GB DDR4 ECC o Non-ECC (supporto fino a 2400+ MHz OC)- Scheda video - Nvidia Quadro K420 - K620 – K2200 - Hard disk / SSD - fino a 6 unità SATA3- USB - Back panel 6x USB 3.0 + 2x USB 2.0- USB - Front panel 2x USB 2.0, 1x USB 3.0- LAN – 2x 1GBPS RJ45- Audio - 7.1 CH HD Audio- Alimentatore 550 Watt 80+ BRONZE EPS12V APFC - Cabinet Mini Tower L210 x A395 x P490 mm - Chassis con sistema fonoisolante integratoIn occasione del DDD 2016, che si terrà ad Arezzo il prossimo 20-21 maggio, verranno ufficialmente presentate anche le 3DWS BX R4, CXm R4 ed RS1 e RS2 R4, oltre ad una serie di modelli speciali al momento non divulgabili.
×
×
  • Create New...