Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

Search the Community

Showing results for tags ' Maya'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Help
    • F.A.Q.
  • Discussioni
    • Presentazioni
    • General
    • (W.I.P.) Work In Progress
    • Hardware
    • Job Offering
    • Mercatino dell'usato
  • 3D and 2D Graphics Programs
    • 3ds Max
    • Blender
    • Maya
    • Cinema 4D
    • SketchUp
    • Rhinoceros
    • Autocad and CAD programs
    • BIM programs
    • Unreal Engine, Unity and realtime engines
    • ZBrush
    • CG Software
  • Render Engines
    • V-Ray
    • Corona Renderer
    • Render Engines
  • Final
    • [FINAL] Architettura e Interior Design
    • [FINAL] Immagini CG/VFX
    • [FINAL] Animazioni CG/VFX
    • [FINAL] Immagini e disegni 2D
  • Old Forum
    • Contest Terminati
    • Tips & Techniques
    • Tutorial Professionali con il supporto del docente
    • Forum Commerciali
  • Lighting Design & Render's Forum
  • Lighting Design & Render's Risorse e Link utili
  • BIM, Revit e dintorni.'s Generale
  • BIM, Revit e dintorni.'s Famiglie e masse
  • BIM, Revit e dintorni.'s Architettura
  • BIM, Revit e dintorni.'s Strutturale
  • BIM, Revit e dintorni.'s MEP
  • BIM, Revit e dintorni.'s Dynamo
  • BIM, Revit e dintorni.'s Risorse
  • finalRender4's Forum
  • Unreal Engine's Forum
  • CORONA RENDERER's Forum
  • V-Ray's Forum
  • Blender's Forum
  • 3ds Max's Forum
  • Rhino & Grasshopper's Forum
  • DDD - Digital Drawing Days's Forum
  • Cinema 4D's Forum
  • Contest Natale 2017's WIP Contest
  • Campus Party 2019's Discussioni
  • IoRestoaCasa - Contest 2020's Discussioni

Categories

  • Tutorial
  • News
  • Hidden
  • Show Room
  • Articoli
  • Interviste
  • Making Of
  • Cinematiche, Corti e Spot

Categories

  • Meshes e Scene
    • Archviz & Interior Design
    • Furniture
    • Lights
    • Lumina Lamps
    • Appliances and Electronics
    • Vegetation
    • Vehicles
    • Organic
    • Misc Objects
  • Textures e immagini HDRI
  • Script e utilities
  • Premium
  • Collezione di Shader
    • 3DSMax - VRay
    • 3DSMax - Mental Ray
  • Misc
  • Treddi Open Contests

Product Groups

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Sito Web

Found 55 results

  1. 3ds Max 2018 riceve il suo quarto update ufficiale, che contiene sostanziali migliori a main feature introdotte nei tre precedenti main pack. Al di là di una lista che prevede oltre 100 punti tra implementazioni e bug fixes, le note di rilievo sono soprattutto tre. 3DS MAX INTERACTIVE 2.0 Max Interactive è una modalità introdotta in 3ds Max 2018.1 che consiste sostanzialmente nell'integrazione di Stingray, game engine acquisito da Autodesk per consentire ai suoi principali software 3D di sviluppare applicazioni interattive a partire dai contenuti 3D creati. Si tratta di uno strumento ben più limitato nelle potenzialità e nella gestione rispetto ai vari e blasonati Unreal Engine o Unity, ma presenta il vantaggio di essere integrato in Max, pur con un'interfaccia dedicata, dunque consente ai max user di non dover per forza utilizzare middleware esterni. Un bel time saver specie per i progetti più semplici. A proposito di middleware, è opportuno ricordare come Stingray sia sostanzialmente l'unico prodotto di questa categoria per cui non è cessato lo sviluppo da parte di Autodesk. Soluzioni come Scaleform, Humanik, Navigation e Beast non sono state altrettanto fortunate ed a luglio è stata decretata la loro end of life. Per quanto riguarda le novità introdotte in Max Interactive 2.0, ritroviamo buona parte di quelle già viste in Stingray 1.9, con il nuovo sistema di luci fisiche in grado di supportare i profili IES. Per il resto, diverse implementazioni minori ed miglioramenti generali nell'interfaccia, come un sistema di gestione degli asset più intuitivo e vicino alla praticità d'uso tipica dei game engine. Max Interactive consente di sviluppare contenuti interattivi e immersivi, con possibilità di output VR. A seguire la lista completa delle novità di Max Interactive 2.0 (fonte Autodesk) What's new in 3ds Max Interactive 2.0: Physically-based lights. Use data from real-world lights to create a realistic distribution of light in your scene.Clear coat is now more energy conserving, which reduces bloom when using a clear coat material.A new shading environment property lets you disable default tone mapping, and extend tone mapping through a custom plugin.Add frequently used assets or folders as favorites in the Asset Browser.The Capture Frames tool now supports PNG format, plus additional codecs.The Deployer supports bundling a project in a self-extracting zip file instead of creating an installer when you use the Deployer panel to create a standalone package of your project for Windows. See the Self Extracting Zip option in Package the project for Windows.Updated Project Manager.Scripters and programmers can now debug a project’s Lua code from the Visual Studio Code editor.Complete 3ds Max Interactive documentation is now available within the 3ds Max Help.Oltre a 3ds Max Interactive 2.0, ricordiamo che è stato rilasciato Revit Live 2.0, il tool scritto per consentire rapidi e semplici output interattivi (a video o in VR) dei progetti sviluppati con celebre software BIM di casa Autodesk. Autodesk ha pubblicato anche una serie di video quickstart relativi a Max Interactive 2.0, molto utili per avere un'idea di massima in relazione al suo funzionamento, soprattutto per chi non avesse ancora provato questo tool, forse ancora un po' acerbo, ma dalle potenzialità certamente interessanti, che ne rendono obbligatorio un attento monitoraggio in merito agli sviluppi. 3DS MAX FLUIDS Introdotto in 3ds Max 2018.3, il nuovo toolset per la simulazione dei fluidi è la naturale trasposizione di quello che per Maya è noto come Bifrost, con cui condivide almeno la tecnologia di base, mentre un discorso a parte andrebbe fatto per quanto concerne l'implementazione, che in 3ds Max pare maggiormente orientata a consentire uno strumento rapido e semplice da usare, per consentire di risolvere almeno le simulazioni più semplici senza dover ricorrere a software ben più blasonati e specifici. In 3ds Max 2018.4 sono state introdotte nuove modalità iterative per le simulazioni e nuovi preset per quanto riguarda le tipologie di liquidi utilizzabili. Tra le nuove feature, la possibilità di utilizzare l'esito di una simulazione come punto di partenza per una nuova simulazione. Introdotta anche la capacità di proiettare le UV direttamente sul volume liquido e di esportare i dati della simulazione nel formato PRT di Krakatoa, direttamente dal menu contestuale del solver. Per avere un'idea circa le caratteristiche di 3ds Max Fluids vi riportiamo i quattro video quickstart pubblicati da Autodesk con 3ds Max 2018.3, in occasione della loro prima implementazione. 3DS MAX BATCH E SCENE CONVERTER Totalmente rinnovato il 3ds Max Batch (introdotto in 3ds Max 2014.2), reso eseguibile stand-alone ed in grado di supportare un sistema di gestione certamente più efficiente, che comprende la reportistica in merito agli errori, al logging oltre ad una serie di strumenti pratici che consentono all'artista di poter utilizzare un'interfaccia a linea di comando. La grande comodità del sistema di batch di 3ds Max è quella di poter definire ed utilizzare degli script in grado di gestire i file delle scene attraverso le operazioni pianificate. Con il Batch è stato rinnovato anche lo Scene Converter di 3ds Max, ora più smart in termini di rilevamento e risoluzione degli asset mancanti o non compatibili dai formati file precedenti. Per approfondimenti vi rimandiamo agli articoli 3ds Max 2018.1 3ds Max 2018.2 3ds Max 2018.3 3ds Max 2018.4 release page ufficiale Autodesk 3ds Max 2018.4 news sul blog ufficiale di 3ds Max _
  2. D@ve

    V-Ray 3.6 per Maya

    Chaos Group rilascia V-Ray 3.6 per Maya che aggiunge hybrid rendering, compositing output migliorato, e il supporto per Maya 2018. Le novità introdotte sono: HYBRID RENDERINGFULL LIGHT SELECT RENDER ELEMENTCRYPTOMATTENVIDIA NVLINKMDL MATERIALSVIEWPORT 2.0 IMPROVEMENTSPer maggiori informazioni: https://www.chaosgroup.com/vray/maya Per acquistare V-Ray 3.6 per Maya vi rimandiamo al nostro shop su: https://www.treddi.com/shop/7-chaos-group
  3. In arrivo, in esclusiva, nello shop di Treddi.com le nuove promo che comprendono le licenze annue di 3ds Max e Maya, sia singolarmente che in bundle con V-Ray, disponibile sia in versione rental che in versione permanente. Le promozioni, attivate grazie alla partnership esclusiva con 3DWS, in collaborazione con Autodesk e Chaos Group, prevedono attualmente le seguenti combinazioni di sconto: * Autodesk 3ds Max 2018 abbonamento 1 anno in promo a €1320 anziché €1600 * Autodesk Maya 2017 abbonamento 1 anno in promo a €1320 anziché €1600 * Autodesk 3ds Max 2018 + V-Ray 3 abbonamento 1 anno in promo a €1600 anziché €1980 * Autodesk Maya 2017 + V-Ray 3 abbonamento 1 anno in promo a €1600 anziché €1980 * Autodesk 3ds Max 2018 (1 anno) + V-Ray 3 Permanente in promo a €1950 anziché €2350 * Autodesk Maya 2017 (1 anno) + V-Ray 3 Permanente in promo a €1950 anziché €2350 nota - Prezzi iva esclusa. Tutte le offerte sono disponibili al seguente link: https://www.treddi.com/shop/40-autodesk Inoltre, novità assoluta, sempre in esclusiva su Treddi.com, è disponibile il bundle 3ds Max + Corona Renderer, al prezzo complessivo di € 1600 (+ Iva) Per avvalersi di questa promozione è necessario effettuare separatamente l'ordine di 3ds Max e Corona, disponibile al seguente link https://www.treddi.com/shop/software/98-corona-render.html Le promozioni sono disponibili soltanto per gli utenti di Treddi.com, alle condizioni previste dallo shop, per un numero massimo di 10 licenze. Le promozioni sono limitate nel numero di licenze disponibili e possono essere cessate in qualsiasi momento, senza alcun preavviso, non essendo in alcun modo soggette da un periodo temporale di validità.
  4. Sempre più frequenti gli omaggi dei 3d artist ai capolavori dell'arte tradizionale. Che dire di questo splendida ricostruzione 3D del capolavoro del pittore olandese Johannes Vermeer? La ragazza con l'orecchino di perla è stata ricostruita utilizzando Maya e Photoshop e successivamente esportata su Sketchfab. Il tributo in 3D è opera dell'artista californiano E Lynx, il cui portfolio è disponibile su Artstation: https://www.artstation.com/artist/elynx
  5. Axis Animation ha impiegato Fusion Studio per realizzare la cinematica e i filmati cutscene di Warhammer 40,000: Dawn of War III. La Axis Animation ha già lavorato a diversi titoli della AAA SEGA, tra cui Aliens: Colonial Marines e Alien: Isolation, ma per Dawn of War III il suo team ha adottato un approccio tutto nuovo in materia di pipeline VFX, che consente di disegnare e ottimizzare i personaggi 3D nell'ambiente di compositing 2.5D di Fusion Studio. "L'ingrediente del successo del nostro concept proposto alla Relic è stato l’immaginario del pittore surrealista polacco Zdzisław Beksiński. Insieme alla Relic abbiamo tracciato un equilibrio perfetto tra l'estetica eterea in stile Beksiński e il mondo di Warhammer 40K, consolidato dalla Games Workshop” spiega John Barclay, responsabile LRC (luci/rendering/compositing) del progetto. La Axis ha prodotto il trailer di Dawn of War III. Sulla scia del successo del trailer, gli sviluppatori della Relic Entertainment hanno voluto seguire la stessa direzione artistica per le cutscene. Per farlo, il team della Axis ha assemblato le scene all'interno della pipeline standard dello studio, automatizzando però il processo di conversione delle scene 3D in una moltitudine di piani, necessari per il compositing in 2.5D. "Questo metodo ci è stato di grande aiuto, soprattutto per le cutscene, costituiti da movimenti della telecamera limitati", continua Barclay. "Avere la flessibilità di ricorrere a effetti come la nebbia volumetrica, e inserirli nella stessa scena fatta di personaggi e ambienti 2.5D è stato fenomenale. Inoltre i nostri artisti della luce hanno potuto lavorare alla scena come con un qualsiasi set 3D". Importati su Fusion con uno script Python e Lua su misura per assicurare il posizionamento corretto dei dati, i piani hanno fatto sì che ogni artista potesse renderizzare automaticamente il proprio personaggio da Houdini e importarlo come proiezione su Fusion. Con un'esportazione nel formato Alembic si è assimilato il posizionamento della telecamera da Maya. "Lavorare su immagini piane in Fusion ha ridotto significativamente i tempi di rendering, a favore di una maggiore flessibilità e creatività per l'intero prodotto. Questo flusso di lavoro ha permesso ai nostri artisti abituati alla nostra pipeline standard di creare qualcosa dal tocco insolito", conclude Barclay. "Fusion è la chiave del successo nella nostra sfida creativa e logistica. È stato assolutamente indispensabile per Dawn of War III". Per maggiori informazioni: https://www.blackmagicdesign.com/it/media/release/20170508-01_
  6. Oggi vi vogliamo parlare di un programma che sembra quasi "magico". Si tratta di OD_CopyPasteExternal, un programma open source che permette di fare il copia/incolla di geometrie 3D da un programma di grafica all'altro senza la necessità di passare per l'export/import di file. Al momento il programma utilizza una directory temporanea per creare un file intermedio sulla macchina locale ma ovviamente niente vieta di cambiare la directory e metterla per esempio su Dropbox in modo da poter favorire l'interazione anche tra macchine differenti e lavorare con altre persone in remoto. Al momento sono supportate le seguenti applicazioni: Modo : Vertices / Polygons (incl. Subpatch and SubD)/ WeightMaps / UVMaps / MorphMapsLightwave : Vertices / Polygons (incl. Subpatch and SubD)/ WeightMaps / UVMaps / MorphMapsBlender : Vertices / Polygons (incl. Subpatch and SubD)/ WeightMaps / UVMaps / MorphMapsMaya : Vertices / Polygons / Weights (via Vertex Normals) (Implementation by Andre Hotz)Houdini : Vertices / Polygons / Weightmaps, UVMaps (Paste Implementation by Chris Wells)e lo sviluppatore sta cercando il supporto della community di GitHub per ampliarne il supporto ad altri programmi. In questo video è possibile vedere Steve White che mostra l'utilizzo del programma con Modo e Lightwave Per maggiori informazioni, e per scaricare gratuitamente il programma vi rimandiamo alla pagina ufficiale del progetto: https://heimlich1024.github.io/OD_CopyPasteExternal/
  7. Disponibile online il webinar di lancio ufficiale di V-Ray 3.5 per Maya, utile per chiunque non avesse avuto modo di assistere all'evento in diretta web. Tantissime le novità presentate, con esempi pratici e di semplice comprensione anche per coloro che non hanno ancora utilizzato la versione per Maya del celebre motore di rendering di Chaos Group. Vi ricordiamo che V-Ray per Maya è disponibile nello shop ufficiale di Treddi.com
  8. Dopo alcuni rumors, Autodesk ha ufficializzato che Redshift sarà presto disponibile per Maya anche su Mac, oltre che per Windows e Linux. Reshift è un motore di rendering GPU CUDA-based, e la decisione di implementarlo per OS X risulta piuttosto curiosa, dato che l'attuale line-up commerciale di Apple presenta solo GPU targate AMD, dunque sprovviste della tecnologia proprietaria CUDA di NVIDIA. Una spiegazione a questo fatto potrebbe essere data dalla possibilità di disporre eventualmente di una omogeneità nel rendering distribuito, a prescindere dalla sua effettiva portata in termini commerciali. Tale ipotesi potrebbe trovare conferma nelle indiscrezioni del CTO Panos Zomalos, che sul forum di supporto ha persino rivelato come: "Il port è stato sviluppato da me soprattutto durante il mio tempo libero, oppure nelle pause tra i task programmati per le versioni già esistenti". Come vi abbiamo rivelato nell'articolo sui nuovi Mac Pro, Apple sta riprogettando da zero una nuova famiglia di Mac Pro, che potrebbe arrivare sul mercato già l'anno prossimo. Non è pertanto da escludere che le nuove line-up tornino a installare anche GPU di casa NVIDIA. Ad oggi, Redshift dovrebbe arrivare sul mercato compatibile con le vecchie versioni di GPU dotate di CUDA core, dato il quasi certo supporto per le serie Kepler e Fermi, sia GTX che Quadro. La versione Mac di Redshift supporterà Maya 2014 su Mac OS X 10.11 o versioni successive. Dopo la versione per Maya, dovrebbe far seguito anche quella per C4D ed Houdini, anche se al momento risultano ignote le date di effettivo rilascio.
  9. No, non si tratta di un pesce d'Aprile tardivo, ma di un'offerta senza precedenti. In esclusiva assoluta su Treddi.com, soltanto per dieci giorni, è possibile effettuare il "Trade in" di una licenza Autodesk ricevendo in regalo una licenza completa di V-Ray. Grazie ad un accordo con 3DWS, Chaos Group e Autodesk, si può scegliere di "rinunciare" ad una licenza permanente Autodesk in favore di una formula di abbonamento triennale, godendo sia dello sconto previsto da Autodesk (fino al 30%), che di ricevere gratuitamente una licenza permanente di V-Ray Advanced per 3ds Max o Maya, il cui valore (in offerta sullo shop) è di 715 euro + iva. Per godere dell'offerta, è indispensabile disporre di una licenza commerciale permanente di un software Autodesk. La promozione comprensiva di V-Ray non è valida per le licenze LT, per cui è comunque possibile godere di tutte le agevolazioni offerte dalla promozione ufficiale di Autodesk, con il passaggio alle versioni rental LT. La promozione "Trade in + V-Ray gratis" di Treddi.com è valida soltanto fino al 21 aprile. Il consiglio, per chi fosse interessato ad avvalersi di questa promozione senza precedente, è di attivarsi con sufficiente anticipo, in quanto l'offerta è soggetta ad approvazione da parte dei partner coinvolti, previa verifica del seriale e di tutte le condizioni necessarie per poter completare il trade in. Per i dettagli dell'offerta è possibile consultare direttamente lo shop di Treddi.com al seguente link per 3DS Max / per Maya
  10. Ephere ha pubblicato la showreel ufficiale per il 2017 di Ornatrix, il suo celebre plugin per la generazione di capelli, peli e piume. Si tratta di un software ormai storico nell'ambito della produzione di sistemi hair and fur, con 13 anni di attività, da protagonista in produzioni di alto livello sia in 3ds Max che in Maya. Lo showreel, al di là della qualità intrinseca delle clip selezionate, offre un ottimo spaccato delle potenzialità creative che questo software è in grado di soddisfare. Per ulteriori informazioni su questo eccellente plugin vi rimandiamo al contenuto pubblicato su Treddi in occasione dell'uscita di Ornatrix 5 per 3ds Max.
  11. Dopo le versioni per Max e Nuke, Chaos Group ha ufficialmente rilasciato V-Ray 3.5 per Maya. La release per Maya, in analogia con quanto accaduto per i software che l'hanno preceduto, porta notevoli miglioramenti in termini di performance, oltre ad introdurre le seguenti nuove funzioni. ADAPTIVE LIGHTS - il nuovo algoritmo nato per ottimizzare drasticamente le scene che contengono molte luci.V-RAY IPR - già presente in Maya, nella versione 3.5 si avvia in modo immediato, oltre ad essere più veloce e meno esoso in termini di memoria.V-RAY FRAME BUFFER TOOLS - capacità di selezionare un singolo oggetto con una nuova render mask.ALSURFACE MATERIALS - supporto allo shader sviluppato da Anders Langlands, particolarmente noto per le pelli, grazie al layered SSS e alle riflessioni fresnel glossy.GPU RENDER - miglioramenti generali grazie al nuovo On-demand Mip-mapping che consente di risparmiare moltissima memoria e di conseguenza gestire progetti con scene molto più grandi, senza incorrere nel rischio di memory out della scheda video.RESUMABLE RENDERING - ora è possibile interrompere il rendering in qualsiasi momento e riprenderlo in qualsiasi momento.ONLINE LICENSING - per le nuove licenze non sarà più necessario dotarsi del famigerato USB Dongle Wibu-Key, potendo verificare l'autenticazione grazie alla semplice disponibilità di una connessione ad internet.Le funzioni chiave di V-Ray 3.5 per Maya sono sintetizzate nel seguente trailer di lancio. Per presentare tutte le funzioni di V-Ray 3.5 per Maya, Chaos Group ha predisposto un webinar online, cui è necessario registrarsi per poter avere la garanzia di avere l'accesso il giorno 11 aprile. I posti sono limitati, per cui conviene non aspettare l'ultimo momento, rischiando di ritrovarsi esclusi. L'iniziativa del webinar ha riscosso un notevole successo nelle versioni per Max e Sketchup, che ha richiesto addirittura una seconda data per poter accontentare tutti gli utenti esclusi il primo giorno. Il link alla registrazione è disponibile direttamente cliccando sull'immagine sottostante. V-Ray per Maya è disponibile nello shop ufficiale di Treddi.com, dove a breve potrete trovare tutti i prezzi aggiornati e le nuove promozioni per chi desidera effettuare l'upgrade dalle versioni precedenti. Notevoli riduzioni di prezzo anche per i nuovi piani di licenze rental.
  12. Dopo le anticipazioni di NVIDIA circa l'addio di Mental Ray e Iray quali rendering di sistema, Autodesk conferma e rilancia, ufficializzando il rumor che voleva Arnold quale nuovo motore di render di riferimento di 3ds Max 2018. Sostanzialmente, l'integrazione seguirà per molti versi quella già effettuata lo scorso anno per Maya 2017. Arnold sarà infatti gratuito quando utilizzato direttamente tramite l'interfaccia di 3ds Max su una singola workstation, mentre sono previste soluzioni a pagamento per l'esecuzione da linea di comando e i rendering di rete (compreso ovviamente l'utilizzo di una renderfarm, NdR). I prezzi in questo caso partono da 1.220 dollari per la licenza singola, con una serie di sconti previsti per i bundle. Se il sistema non trova licenze valide, esegue comunque il rendering, applicando dei watermark. L'integrazione di Arnold avverrà grazie al plugin MAXtoA, compreso gratuitamente in 3ds Max 2018. Dovrebbe trattarsi della prima versione full di un tool finora disponibile in versioni alpha e beta. Da valutare dunque la stabilità a pieno titolo per il render engine di SolidAngle, società acquisita da Autodesk nel corso del 2016. In rete si riscontra una notevole curiosità in merito alle potenzialità di Arnold su Max, anche considerando che si tratta di uno dei più diffusi motori di rendering nella CG Industry, dove spesso e volentieri ha costituito una valida e più semplice alternativa al più blasonato Renderman. Per quanto riguarda Mental Ray, come avvenuto anche in questo caso per Maya, NVIDIA verrà reso disponibile gratuitamente per l'utilizzo su una singola macchina, con le stesse limitazioni previste per Arnold. Andrà però scaricato direttamente dal sito ufficiale, non sarà più compreso negli installer di Autodesk. Anche Iray sarà disponibile, come plugin, con la formula commerciale rental only. Garantita la retrocompatibilità con i progetti realizzati con Mental Ray e Iray fino alle versioni incluse in 3ds Max 2017. Oltre ad Arnold, che costituirà senz'altro la novità più interessante sul fronte rendering, sono confermati l'antico Scanline, Quicksilver e il nuovo ART Renderer, atteso a significativi progressi dopo un avvio che ha generato notevoli perplessità in merito al suo utilizzo in produzione. In caso contrario, potrebbe essere ben presto destinato alla strada dell'oblio. 3ds Max 2018 arriverà sul mercato il 12 aprile 2017, quando saranno contestualmente introdotte per questo software le modifiche di prezzo annunciate per i vari piani maintenance. Ancora nessuna news ufficiale in merito a Maya 2018, il cui arrivo è atteso più avanti nel corso del 2017.
  13. L'Autodesk Official Show Reel 2017 non è il classico "best of" che seleziona i migliori lavori prodotti nell'ultimo anno. Si pone piuttosto quale suggestione emozionale in funzione di tutte quelle tecnologie 3D che rappresentano il presente, ma soprattutto il futuro nei vari ambiti produttivi. Si spazia infatti dal manufacturing all'arch & design (AEC), fino ad esplorare i giochi e le applicazioni media & entertainment basate sulla realtà virtuale ed aumentata. A livello tecnologico la rassegna mostra interessanti scorci di generative design, stampa 3d e robotica, capisaldi di quel Future of Making Things che rappresenta uno dei principali claim di Autodesk. Per informazioni riguardanti i software Autodesk è possibile far riferimento allo shop di Treddi.com
  14. Articolo inviato originariamente il 17/nov/2016. Vedere in basso per gli aggiormanenti. NVidia ha annunciato che Mental Ray per Maya sarà gratuito se utilizzato per la realizzazione di immagini statiche. Per la produzione di animazioni occorrerà invece utilizzare la versione FULL PRODUCTION che permetterà il network render o il batch render su ogni macchina. Il software sarà offerto con una licenza di noleggio al costo di $295 all'anno per macchina. Un prezzo speciale verrà invece applicato per coloro che possiedono una macchina con una NVIDIA Professional GPU (Quadro o Tesla). UPDATE: Nvidia ha annunciato che mental ray renderer a breve sarà disponibile gratuitamente direttamente da NVIDIA con interactive viewport rendering e una global illumination più facile da utilizzare e con una consistente accelerazione GPU. Per maggiori informazioni: http://www.nvidia.com/object/nvidia-mental-ray-products.html
  15. Ultimi giorni per iscriversi al corso "Maya for Commercial and Post Production", organizzato da ViFX. School of Visual Effects, una delle realtà più innovative sul piano della formazione sui vfx e l'animazione in Italia. Per approfondire gli aspetti e le opportunità professionali che una solida formazione su Maya oggi consente, vi segnaliamo la recente intervista realizzata con Cristian Spagnuolo, attualmente in forza presso i Mokko Studio di Montreal, nonché docente del corso in partenza il prossimo 09 Gennaio. Per informazioni sul corso Maya for Commercial and Post Production è possibile consultare la pagina dedicata sul sito di ViFX. School of Visual Effects. I posti disponibili sono limitati.
  16. VUE 2016 è un software per la produzione di environment naturali estremamente realistici, in grado di trovare applicazioni in vari ambiti, dall'archviz alle grandi produzioni cinematografiche. In Vue Infinite e Vue xStream 2016 sono state introdotte alcune feature che giustificano pienamente il senso dell'upgrade ad una nuova major release: Integration: Export almost any assets, including full scenes and EcoSystem populations(1)xStream Convert tool: render your scenes with any renderer such as RenderMan, Arnold, Octane, VRayRT, etc.(1)Hybrid GPU/CPU Interactive Path Tracer enabling GPU renderingHeightfield Terrains: New Terrain Modeling technology, more flexible and a lot more Powerful!Multiple Global EcoSystem Layers, that can be saved as EcoPainter BrushesPlantFactory Variations: Easily and quickly add more realism to your scenes and improve productivity at the same time!Fully customizable workspace and HiDPI display support In continuità con quanto avveniva in precedenza, anche nell'edizione 2016 Vue viene commercializzato nelle versioni Vue Infinite, applicazione standalone e Vue xStream, con i plugin di connessione a software come 3ds Max, Maya, Softimage, Lightwave e Cinema 4D. Per maggiori informazioni: www.e-onsoftware.com .
  17. I V-Ray Days sono finalmente arrivati in Italia. Il roadshow ufficiale di Chaos Group, per la prima volta in assoluto in Italia, ha visto le prime 4 straordinarie tappe a Roma. In attesa di ripartire da Firenze, per poi toccare Milano, Verona e Venezia, vediamo, attraverso una sequenza di immagini tratte dall'evento, alcuni tra i momenti che hanno caratterizzato la prima settimana dei V-Ray Days 2016 Italia. Pronti, via! I V-Ray Days prendono il via con la V-Ray Open Masterclass dedicata all'architettura. La masterclass su V-Ray per l'architettura si è svolta martedi 25 ottobre presso Quasar Design University. Yana Andreeva ha svolto una lezione su un progetto complesso realizzato all'interno degli studi di Chaos Group a Sofia (Bulgaria). Oltre a presentare il workflow e il making of del progetto, Yana ha avuto modo di approfondire molti dettagli che potremmo definire trucchi del mestiere. Quei tip & tricks che non ti insegna nessuno se non l'esperienza e la conoscenza esclusiva di un software a livelli molto approfonditi, che superano di gran lunga quelli descritti nei molti tutorial realizzati da artisti di terze parti presenti in rete. Dopo l'architettura, siamo passati alla V-Ray Animation Masterclass, un evento focalizzato alla produzione per il settore Media and Entertainment. Tutti da Rainbow CGI per la seconda masterclass, svoltasi mercoledi 26 ottobre di fronte ad un pubblico davvero numerosissimo, che aveva purtroppo costretto a chiudere in anticipo le registrazioni sul sito ufficiale dei V-Ray Days. Yana Andreeva si è focalizzata sulla presentazione di V-Ray per Maya, tenendo una dettagliata lezione relativa a molti aspetti legati all'animazione e ai vfx. Presso Rainbow CGI, vi ricordiamo che trova la propria sede anche Rainbow Academy, una delle più importanti scuole dedicate all'animazione e agli effetti visivi in Italia, il cui fiore all'occhiello è il Master in 3D Digital Production. Ed ecco al VFX Day, tenutosi giovedi 28 ottobre al VIGAMUS, il museo del videogioco di Roma. In basso vediamo Franco Tassi impegnato durante la presentazione dei lavori realizzati da Tax Free Film per molti tra i più celebri commercial-adv che abbiamo passare sui nostri schermi negli ultimi anni. Franco Tassi, CEO e Art Director della società parmense, sarà nuovamente con noi a Milano il 2 novembre. La prima data dei V-Ray Days integrali, con due sessioni al mattino ed al pomeriggio, si è disputata venerdi 28 ottobre presso l'Università La Sapienza di Roma. Le immagini in alto ritraggono la presentazione di V-Ray per Revit, attualmente in versione beta avanzata. Oltre alle celebri versioni per 3ds Max e Maya, i V-Ray Days offrono particolare attenzione anche alle versioni di V-Ray 3 in arrivo per altri software. Oltre al già citato Revit, che ad oggi è uno dei punti di riferimento per il mercato BIM nel settore AEC, è il caso di Rhino e SketchUp, due tra i software più utilizzati nell'ambito dell'architettura e del design. A destra vediamo Emanuele Lecchi impegnato nella descrizione dei dettagli di VRscans, l'ultimo progetto di Chaos Group dedicato ai materiali avanzati, ottenuti mediante un avanzatissimo procedimento di scansione 3D. In basso vediamo Alessandro Cangelosi (Why Worry Productions) durante la sua presentazione del lavoro effettuato per gli effetti visivi di Independence Day: Resurgence. La storia di V-Ray, dagli albori alla versione 3.4... e oltre. I partecipanti ai V-Ray Days possono conoscere in anteprima alcuni dettagli approfonditi sulle novità che verranno introdotte nelle prossime versioni del software. Il team di Chaos Group alle prese con una rigenerante giornata di sole sulle splendide colline toscane. Siamo a Poppi, nell'alto aretino, nei pressi del monumento commemorativo a Dante Alighieri, che qui soggiornò a lungo durante il suo esilio da Firenze, scrivendo l'Inferno, il primo libro della Divina Commedia. Il merchandising ufficiale Chaos Group. Per avere V-Ray sempre con voi. I V-Ray Days 2016 sono soltanto alla metà del loro percorso. Lunedi 31 ottobre saremo a Firenze, mercoledi 2 novembre a Milano, giovedi 3 a Verona per chiudere il roadshow venerdi 4 novembre a Venezia. Avremo con noi tantissimi ospiti, casi studio, tutorial, making of ed anticipazioni sulle prossime versioni di V-Ray e Phoenix FD. Per conoscere i dettagli, i programmi e registrarvi alle tappe rimaste potete non dovete che far riferimento al sito ufficiale dei V-Ray Days 2016. I V-Ray Days 2016 sono un evento assolutamente gratuito per tutti i partecipanti, cui è richiesta esclusivamente la registrazione. Per poter assistere dal vivo alla rivelazione dei segreti, delle anticipazioni su V-Ray e sul mondo Chaos Group non vi rimane che essere dei nostri anche nel corso della seconda settimana. Vi aspettano tantissime novità, oltre agli esclusivi gadget che Chaos Group ha messo a disposizone dei partecipanti. Vi ricordiamo inoltre che i V-Ray Days 2016 hanno dato il via ad una promozione esclusiva che vede lo sconto del 15% sull'intero catalogo di prodotti Chaos Group, grazie alla partnership con 3DWS, in esclusiva assoluta per gli utenti di Treddi.com. L'offerta è valida soltanto per gli acquisti effettuati sullo shop ufficiale di Treddi.com
  18. Tra le grandi novità dell'autunno di casa Chaos Group arriva la VRscans Library, una collezione di materiali ottenuti con l'innovativa tecnologia proprietaria implementata nei laboratori di Sofia (Bulgaria). La libreria conterrà inizialmente circa 400 materiali pronti all'uso, ma è destinata ad essere progressivamente ampliata, in modo da garantire a tutti gli utenti di VRscans di poter godere di un grande numero di reference per i loro progetti. I materiali sono sostanzialmente dei file con estensione .vrscans, che possono essere caricate grazie al plugin VRscans, che si interfaccia direttamente con V-Ray per 3ds Max. Le novità, che potrete scoprire nel dettaglio grazie alla presentazione che Emanuele Lecchi (Chaos Group) terrà ai V-Ray Days 2016, sono molto interessanti in quanto riguardano un'implementazione che potrebbe arrivare a diventare un vero standard per le produzioni di alto livello, con particolare riferimento a quelle richieste dall'industria in ambiti che spaziano dall'automotive, all'aerospaziale, interior e product design, fashion design, arredamento e qualsiasi settore industriale che necessiti di shader fisicamente corretti dal realismo estremo, ottenibile soltanto per mezzo di un sistema di scansione 3d avanzato. I materiali VRscans sono ottenuti mediante un processing sulla base di ben 5600 immagini (contro le circa 100 utilizzate in media da altre soluzioni presenti sul mercato, NdR), dunque garantiscono una fedeltà estrema rispetto al campione originale. Le principali feature della nuova VRscans library, secondo la classificazione proposta da Chaos Group, è la seguente: Fotorealismo - Materiali ottenuti da un processo che prevede la scansione di 5600 immagini.Fisicamente corretto - I VRscans sono creati a partire da dati fisici, con l'acquisizione di un BTF (bidirectional texture function) del materiale. Si tratta di una funzione molto più avanzata tecnicamente rispetto al singolo BDRF. Ciò garantisce non soltanto il realismo a livello di superficie, ma soprattutto una corretta reazione alla luce.Facile da usare - grazie alla tecnologia drag and drop all'interno di 3ds MaxRipetibile, senza interruzioni - Ogni texture presente nei materiali è ottimizzata per essere mappata e scalata senza alcun problema di tiling.Personalizzabile - i materiali VRScans non sono "blindati". Attraverso i parametri presenti è possibile personalizzare alcuni aspetti, garantendo la massima flessibilità in funzione di progetti differenti.Costruito per V-Ray - i materiali VRScans si integrano alla perfezione con V-Ray, che li renderizza come qualsiasi altro materiale presente nella scena.Libreria di materiali tutti fisicamente corretti - La nuova VRScans library comprende una collezione categorizzata con materiali di utilizzo comune, come plastiche, pelli, pietre, metalli, legni, tessuti e materiali speciali.Materiali car paint - I materiali coat dispongono di proprietà speciali per ottimizzare il loro impiego.Reflective & holographic - Incredibili effetti per questo genere di materiali, dato dall'estremo realismo della fase di acquisizione e dalle proprietà avanzate dello shader.Materiali traslucidi - la tecnologia VRScans è la prima (almeno tra i progetti pubblici, disponibili sul mercato, NdR) in grado di godere di materiali traslucidi scannerizzati dal vero. Attualmente VRscans è disponibile per 3ds Max, a breve verrà rilasciata una versione per Maya, mentre sarebbero in fase di sviluppo i plugin anche per le altre versioni di V-Ray: Rhino, Revit e SketchUp. Per ora la produzione dei materiali VRscans avviene soltanto nei laboratori di Chaos Group, in quanto si basa su un sistema hardware le cui caratteristiche non sono ancora state rese pubbliche. Per chi volesse saperne di più su VRscans e su tutti gli aspetti relativi a V-Ray, il consiglio è di registrarsi gratuitamente ai V-Ray Days, presso una delle date disponibili dal 27 ottobre al 4 novembre a Roma, Firenze, Milano, Verona e Venezia. Registrarsi è assolutamente gratuito, così come la partecipazione all'evento: registrazione ai V-Ray Days 2016 VRscans, oltre alla versione commerciale, prevede una versione di prova dalla durata di 30 giorni, che offre la possibilità di valutare anche la nuova VRscans library. Oltre al plugin sono disponibili tre scene complete con materiali VRscans da utilizzare per i primi test. Per qualsiasi informazione di carattere commerciale è possibile consultare lo shop di Treddi scrivendo a: 3dws_shop@treddi.com Vi ricordiamo che i V-Ray Days offrono per V-Ray e Phoenix FD una promozione esclusiva per gli utenti di Treddi.com, che consentirà l'acquisto con il 15% di sconto fino al 30 dicembre 2016.
  19. Chaos Group, grazie alla collaborazione di 3DWS, Treddi.com e Digital Drawing Days, arriva in Italia con una serie di incredibili e suggestivi eventi: i V-Ray Days. Come vi abbiamo anticipato, i leggendari V-Ray Days di Chaos Group faranno infatti per la prima volta tappa in Italia. Dal 25 ottobre al 5 novembre saremo a Roma, Firenze, Milano, Verona e Venezia per svelare agli utenti di V-Ray tutte le ultime novità nell’ambito dell’architettura, del design, dei VFX, dell’animazione e dei games. I V-Ray Days consistono i due differenti tipologie di eventi: le Masterclass, lezioni frontali in cui si affronta un caso studio ben preciso, e i veri e propri Days, che concentrano una pluralità di contenuti focalizzata sull'esperienza di V-Ray, grazie all'esperienza dei professionisti di Chaos Group e di alcuni testimonial d'eccezione: lezioni, anticipazioni, casi studio, making of e tanti altri contenuti in esclusiva. Le Masterclass costituiscono il fiore all'occhiello dell'esperienza formativa, in quanto sono organizzate per spiegare come trarre il massimo da V-Ray, scoprendo i dettagli di tutte le versioni prodotte da Chaos Group per i principali software 3D. V-RAY OPEN INTERIOR DESIGN MASTERCLASS - QUASAR DESIGN UNIVERSITY - martedì 25 ottobre 2016 Si parte il 25 ottobre, con la Masterclass sull’Architettura per Interni con V-Ray, aperta a tutti presso la Quasar Design University. Questo evento mostrerà tutti i dettagli necessari per creare una scena VR di livello professionale utilizzando V-Ray 3.4 per 3ds Max. V-RAY OPEN ANIMATION MASTERCLASS - RAINBOW ACADEMY - mercoledì 26 ottobre 2016 Il 26 ottobre procederemo il tour romano, stavolta presso Rainbow Academy, per la VFX Masterclass, in cui vedremo all’opera tutti i metodi più avanzati per creare personaggi e scene complesse. V-RAY VFX DAY - VIGAMUS - giovedì 27 ottobre 2016 Tenete pronti i vostri joystick per il 27 ottobre, quando saremo ospiti da VIGAMUS, l’esclusivo Museo del Videogame di Roma, per sfoderare tutta la potenza di V-Ray nell’ambito dei VFX, soffermandoci sulle qualità del nuovissimo denoiser di V-Ray 3.4 per Maya. Vedremo inoltre all’opera Phoenix FD 3 per 3ds Max e Maya e vi sveleremo anteprime assolute sul futuro dei prodotti di Chaos Group. Oltre agli interventi dello staff di Chaos Group avremo una presentazione tenuta da Giacomo Dalle Vaglie di 3DWS. V-RAY DAY ROME - UNIVERSITA' LA SAPIENZA - venerdi 28 ottobre 2016 Il 28 ottobre andremo in scena con il primo V-Ray Day articolato su tutta la giornata, con due distinte sessioni previste al mattino ed al pomeriggio. Saremo ospiti della prestigiosa Università La Sapienza di Roma per l’ultima tappa nella capitale. In mattinata vi guideremo attraverso le esperienze di V-Ray per l’architettura e il design, mentre nel pomeriggio ci concentreremo su temi quali i VFX, l’animazione e l’advertising. Avremo con noi in qualità di ospiti Alessandro Cangelosi (Games of Thrones, Independence Day: Resurgence) e Dimitar Dinev (3DWS). V-RAY DAY FIRENZE - Facoltà di Architettura dell'Università degli Studi di Firenze - lunedi 31 ottobre 2016 e V-RAY DAY MILANO - Scuola Politecnica di Design - mercoledi 2 novembre 2016 Il 31 ottobre i V-Ray Days inizieranno la risalita dell’Italia, con una tappa presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Firenze, mentre il 2 novembre saremo ospiti della Scuola Politecnica di Design di Milano. Questi V-Ray Day seguiranno lo stesso percorso di quello romano, ma avremo il piacere di avere con noi ospiti differenti. A Firenze ci accompagnerà Fabio Allamandri, noto ai più come d@ve, fondatore e CEO del portale Treddi.com, mentre a Milano condivideremo le esperienze di Ivan Basso (Maserati, Fiat, Alfa Romeo) e Franco Tassi (direttore e art director di Tax Free Film). V-RAY DAY VERONA - SIDE ACADEMY - giovedi 3 novembre 2016 La penultima tappa dei V-Ray Days ci porterà nella città di Giulietta e Romeo, presso la Side Academy di Verona, dove il 3 novembre presenteremo tutte le soluzioni di V-Ray per Vfx, animazione, advertising e game cinematics. Tra gli ospiti avremo con noi Stefano Siganakis, 3D artist di Bisazza Spa. V-RAY DAY VENEZIA - IUAV - venerdi 4 novembre 2016 Ed eccoci pronti per il gran ballo finale, con il V-Ray Day dello IUAV di Venezia, con il programma articolato sull’intera giornata del 4 novembre, che vedrà al mattino il programma per l’architettura e il design, mentre al pomeriggio verranno approfonditi gli aspetti e le esperienze dei prodotti Chaos Group per VFX, animazione e advertising. Gli ospiti previsti per il round finale allo IUAV sono Alessandro Cannavà (Venini Spa), Dimitar Dinev (3DWS) e Giacomo Dalle Vaglie (3DWS). Il giorno successivo, sempre presso l'ateneo veneziano, è prevista una Masterclass esclusiva per gli studenti dello IUAV, che concluderà "a porte chiuse" il programma dei V-Ray Days IT. Ecco il sito ufficiale di V-Ray Days @ ITALY 2016, dove è possibile registrarsi ai Days prescelti, oltre a disporre di tutte le informazioni ufficiali relative all'evento. Nota - le immagine contenute nella presente news fanno riferimento al progetto "Lake Lugano" di James Pickford, e sono tratte dalla gallery ufficiale del nuovo sito ufficiale www.chaosgroup.com
  20. Dopo aver annunciato l'introduzione dei prodotti Autodesk nello shop di Treddi.com, arriva la prima offerta esclusiva, con due bundle proposti a condizioni esclusive La collaborazione tra Treddi.com e 3DWS, grazie all'iniziativa dei partner Autodesk e Chaos Group, consente di monitorare e offrire di volta in volta in esclusiva le condizioni di acquisto migliori ai nostri utenti registrati. E' la missione di un'iniziativa congiunta che Treddi e 3DWS intendono portare avanti con grande determinazione e che riguarderà una notevole varietà di soluzioni commerciali. Quella in arrivo sul treddi shop è la prima iniziativa promozionale in grado di associare direttamente Max 2017 o Maya 2017 con la corrispettiva versione di V-Ray 3.x. A condizioni estremamente vantaggiose. I bundle vengono con la possibilità di combinare uno dei software Autodesk con una rental da uno a tre anni, con V-Ray in licenza permanente, con soluzioni che prevedono inoltre opzioni per 5 o 10 licenze rendernode. Il risparmio che deriva dall'acquisto dei bundle è davvero considerevole e varia da 300 a 900 euro rispetto alle condizioni ordinarie previste dai listini ufficiali. Per avere un quadro complessivo delle due offerte è possibile consultare direttamente i link contenuti nelle rispettive sezioni dello shop. Bundle 3ds Max + V-Ray Bundle Maya + V-Ray NOVITA' SULL'UTILIZZO DELLE LICENZE AUTODESK Un aspetto molto interessante introdotto dal nuovo sistema di licensing di Autodesk è quello di garantire una gestione flessibile, che consente agevolmente di aumentare o ridurre il numero delle licenze attive sulla base delle effettive esigenze che si hanno in un determinato periodo. Ogni licenza può essere installata su più computer e utilizzato su 3 dispositivi. Non è inoltre necessario avere una connessione permanente, in quanto tutte le installazioni sono attivate in locale. Con la cessazione delle licenze permanenti e l'introduzione del sistema rental, Autodesk ha quindi configurato delle opzioni ragionate sulla base delle effettive esigenze dei professionisti e delle aziende. Rimane oltretutto la comodità di poter utilizzare qualsiasi versione del software, in maniera retroattiva, a condizione di disporre di una soluzione di abbonamento annuale al rispettivo prodotto Autodesk. Es. se si acquista un abbonamento annuale a 3ds Max 2017, lo stesso consente di utilizzare anche tutte le versioni dalla 2016 a ritroso. IL SUPPORTO TECNICO Per qualsiasi informazione di carattere tecnico e commerciale è come sempre possibile rivolgersi in maniera specifica a 3DWS e al team di Dimitar Dinev attraverso il seguente contatto: 3dws_shop@treddi.com
  21. Sarà un autunno caldissimo su Treddi.com, con tantissime novità che non vediamo l'ora di condividere con voi. Da oggi nello shop ufficiale di Treddi.com potete trovare anche i prodotti Autodesk, a cominciare da 3ds Max 2017 e Maya 2017, due tra i più importanti e diffusi software di produzione di contenuti Media and Entertainment. Grazie alla consueta e rinnovata collaborazione con il partner Autodesk 3DWS, lo shop di Treddi.com diventa un sicuro e comodo punto di riferimento per quanto riguarda tutto il settore Media & Entertainment del colosso californiano. Per ulteriori approfondimenti, è possibile consultare la sezione software Autodesk nello shop di Treddi.com.
  22. D@ve

    Marvelous Designer 6.0

    Dopo l'annuncio della beta pubblica di Marvelous Designer 6.0, avvenuto lo scorso 20 Agosto, finalmente CLO Virtual Fashion ha rilasciato la versione definitiva del suo celebre software, che permette di creare in maniera semplice ed intuitiva indumenti e tessuti. Dopo la simulazione e la creazione delle mesh, Marvelous Designer esporta correttamente verso tutti i principali software di computer grafica. come Maya, Max, Mudbox o Zbrush, in cui è possibile definire ulteriormente il progetto. Marvelous Designer 6.0 è disponibile sul sito ufficiale come abbonamento, a 59,99$ al mese, o acquistando una licenza permanente al costo di 550.00 $. Marvelous Designer 6.0 conferma le feature che vi avevamo presentato all'annuncio della beta, su Treddi.com.
  23. Dopo un periodo di beta testing durato oltre sei mesi, NVIDIA ha rilasciato Iray per Cinema 4D, la versione commerciale del suo motore di rendering GPU based per il celebre software targato Maxon. A livello commerciale, Iray per Cinema 4D succede alle versioni per 3ds Max, Maya e Rhino. Uno strumento che può rendere Iray un motore di rendering realmente utile agli utilizzato di Cinema 4D è la sua modalità di preview interattiva, una live render window di cui il software di Maxon non dispone nativamente. Iray è un renderer fisicamente corretto perfettamente compatibile con i materiali MDL (material definition language) di Nvidia. Iray per Cinema 4D gode dei principali tool già disponibili per le precedenti versioni rilasciate, tra cui la physical camera, il depth of field, il motion blur, l'image based lighting e il sistema physical sun and sky. Iray per Cinema 4D supporta anche le Light Path Expressions di Nvidia, progettate nello specifico per i processi di compositing. Iray è compatibile dalla versione Cinema 4D R16, sia su Windows che per Mac OS X.
  24. Rilasciato contemporaneamente alla versione per 3ds Max, V-Ray 3.4 introduce in Maya una serie di feature di notevole importanza. Nuovo V-Ray Denoiser La principale novità di V-Ray 3.4, il V-Ray denoiser è naturalmente disponibile anche nella versione per Autodesk Maya. Il denoiser proprietario di V-Ray è stato sviluppato per rimuovere automaticamente il noise delle immagini, consentendo di risparmiare fino al 50% in termini di tempi di rendering, potendo sfruttare anche il calcolo GPU. Come anticipato nell'articolo di anteprima di V-Ray 3.4, il V-Ray denoiser non è distruttivo, in quanto consente di avere a disposizione sia il rendering originale che la versione denoised per disporre della massima flessibilità possibile in post produzione. Il denoise può essere utilizzato sia durante che dopo il rendering, con un tool stand-alone utilizzabile a prescindere dal fatto che l'immagine provenga da V-Ray o meno. Il V-Ray denoiser mostra tutta la sua potenza in animazione, con risultati nel blending tra i frame davvero eccellenti. A seguire riportiamo il trailer sul V-Ray Denoiser, anche se si riferisce alla versione per 3ds Max. Supporto a Autodesk Maya 2016 Extension 2 V-Ray 3.4 supporta naturalmente l'ultima versione di Maya e le sue feature, a partire dai nuovi render layer e i nuovi tool per la motion graphics. Global Illumination L'ottimizzazione del motore di rendering consente di avere un risparmio nel calcolo della Light Cache fino al 15%. Un particolare che conferma i costanti sforzi dei programmatori per rifinire al meglio ogni riga contenuta nel codice di V-Ray. Miglioramenti nel GPU Rendering e di V-Ray RT Le texture procedurali supportate da V-Ray RT GPU ora possono essere utilizzate come bump maps. Sempre utilizzando V-Ray RT è inoltre possibile aggiornare dinamicamente i render region, senza dover riavviare il render. Un notevole time saver per chi lo utilizza soprattutto in produzione. Tool per prospettive aeree Introdotto un nuovo parametro di controllo per l'atmospheric haze, che consente di regolarne con accuratezza il colore. Textures Introdotto il supporto al VRayMultiSubtex. Tutte le novità e i download sono disponibili sul sito ufficiale di Chaos Group. V.Ray 3.4 per 3ds Max è disponibile gratuitamente per i possessori di una licenza V-Ray 3.x Potete trovare tutte le informazioni relative all'acquisto di V-Ray nello shop ufficiale di Treddi.com
  25. Oltre a Finding Dory, il divertentissimo spinoff del celebre Nemo, l'estate 2016 ci regala anche l'autore dei suoi favolosi rendering: Pixar's Renderman 21. La nuova major release porta con se alcune importanti novità. A cominciare da una serie di risorse finora disponibili soltanto nelle produzioni ufficiali Pixar. In Renderman 21 tutti potranno ritrovare gli stessi shader e le stesse luci utilizzate in produzione, con accesso completo al lighting e al lookdev utilizzato in "Finding Dory" e nel favoloso cortometraggio che lo introduce: "Piper". Ma i Pixar Production Shader e i Pixar Production Lights non sono affatto le uniche novità della nuova versione di Renderman. Un fotogramma tratto da Piper, il corto proiettato prima dell'inizio di Finding Dory (credits Disney Pixar) Renderman 21 include una serie di features anch'esse provenienti da produzioni major come Star Wars: Il Risveglio della Forza e Il Libro della Giungla. Il breve VFX breakdown pubblicato in occasione dell'uscita di Piper e Finding Dory (credits Variety - Disney Pixar) Tra le novità figura anche la Pixar Surface Collection, una libreria molto corposa di materiali PBR (phisically based rendering) e di luci pronte per essere inserite direttamente nelle scene di progetto, grazie a preset molto immediati da gestire e configurare. Per non parlare del denoiser GPU based, che promette risultati eccellenti in tempi davvero ridotti. I più attenti di voi avranno certamente notato come il rilascio di Renderman 21 coincida alla perfezione con il SIGGRAPH 2016, dove ovviamente Pixar sarà presente anche con il proprio team R&D, avendo annunciato una corposa serie di demo e talk relativi a ricerche e anticipazioni sulle tecnologie che vedremo nei prossimi anni, sia nelle produzioni proprietarie che nelle venture release commerciali. A seguire lo showreel ufficiale 2016 di Renderman. Anche se non è specifico per la nuova versione, le produzioni citate hanno fatto largo impiego delle feature successivamente rese disponibili nella release commerciale più recente. I film citati nello showreel non hanno ovviamente bisogno di presentazioni. Pixar's Renderman 21 è attualmente disponibile per Maya, Houdini, Katana e Blender. Tuttora in fase di implementazione il bridge di connessione per Cinema 4D. Riguardo a 3ds Max, Rhino, MODO e Lightwave non si hanno ancora informazioni certe, anche se la stessa Pixar Research ha confermato che sono in fase di sviluppo i rispettivi bridge. Renderman 21 conferma la politica decisamente democratica intrapresa di Pixar per cercare di diffondere il proprio renderer anche presso gli utenti freelance e i piccoli studi, naturalmente trascurati durante la prima fase della storia del più glorioso motore di rendering, quello che ci ha regalato le emozioni visive di tantissimi straordinari capolavori della storia del cinema, di animazione e non solo. Per ogni informazione commerciale potete far riferimento alla sezione Pixar dello shop di Treddi.com. Per approfondimenti su tecniche e specifiche, è possibile consultare il sito ufficiale di Renderman e nello specifico la pagina dedicata al rilascio di Renderman 21. nota - l'immagine di copertina è tratta da Finding Dory (credits Disney Pixar)
×
×
  • Create New...
Aspetta! x

Ti piacerebbe rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità nel campo della computer grafica?

Iscrivendoti alla Newsletter riceverai subito una mail con le indicazioni per scaricare gratuitamente:

  1. Le immagini HDRI presenti su HDRI pro
  2. Una sequenza di 300 immagini HDRI generata da Luca Deriu tramite il programma Real HDR