Vai al contenuto

TheQ

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Numero messaggi

    7
  • Registrato

  • Ultima Visita

  1. TheQ

    Stampa 3d: un mercato futuro?

    certo un ottimo controbilanciatore del 25% di produzione industriale persa dall'Italia in 10 anni.
  2. TheQ

    Stampa 3d: un mercato futuro?

    In realtà il problema che sollevo per logica e per evidenze (ti basti vedere come hanno distrutto il settore del tessile in Italia con la delocalizzazione) va affrontato e normato. Le stampanti 3D sono un mezzo. Se non vuoi vedere distruggere un altro settore dopo aver visto fotografi e venditori di cd-dvd sparire, block-buster, ecc... si impongono scelte coscienziose su larga scala. Agli USA frega poco dato che costruiscono a basso costo in Cina, vendono in Italia ed ora pagano il 19% di tasse non dove vendono, ma per i servizi agli americani. Intanto i mercati distrutti sono quelli esteri. Le prossime società che rischiano sono le televisioni, cinema, minate da netflix, youtube e simili servizi di streaming. Artigiani, industrie che formano metalli e plastiche si salvano per gli alti costi e limitazioni dimensionali delle stampe 3D, mentre il passaggio ad un sistema più efficiente e meccanizzato corrispone ad una diminuzione di lavoratori stipendiati a parità di fatturato o produzione. Quanto all'andare in un paese estero per soddisfare il proprio ego narcisista nel rappresentarsi su una statuetta mignon, val sempre questo esempio: turismo dentale, italiani fanno gruppi organizzati in croazia e slovenia per risparmiare la visita dal dentista.
  3. Provato con Lumion? un esempio: (by: http://ing-gg.blogspot.it)
  4. TheQ

    Scandaloso

    su cinquee.it c'è chi offriva 1 vista a 5 euro...perchè non aveva lavoro
  5. TheQ

    Ciao a tutti

    Ciao a tutti, seguo da tempo le vostre guide anche se con discontinuità. Sono un internauta di lungo corso (appaio e scompaio come i Q di Star Trek) che naviga da oltre 10 anni Mi interesso di rendering, architettura, e forse arte
  6. TheQ

    Stampa 3d: un mercato futuro?

    io ho il forte timore che un mercato della stampa 3D vada a svantaggio nostro, per il semplice fatto che vi sono milioni di persone che vivono in paesi ove il costo della vita è nettamente inferiore al nostro, per cui se noi chiediamo 800 euro per n modelli a loro bastano 80 euro. D'altra parte è la delocalizzazione vista per l'industria tradizionale, con la differenza che via internet tutto è più veloce ed immediato, e soprattutto le fondi permangono in eterno. Quindi quando vi sarà 1 migliaio di acquirenti e 1 milione di prodotti che permangono in eterno, ogni designer guadagnerà il minimo e non riuscirà di certo a sostentarsi se non divenendo pubblicizzatore delle proprie opere (la pubblicità nell'artigianato è a carico del venditore, in questo caso invece a carico del designer, che prende % di ciò che disegna). Salva l'artigianato italiano il fatto che le stampanti 3D a parità di volume o peso hanno costi superiori. Nel caso contrario sarebbe più facile stampare 3D piuttosto che produrre con pressoflessione e stampi... le fabbriche chiuderebbero, gli operai licenziati e i designer sarebbero in competizione con il resto del mondo. Non credo di essere pessimista, ma lagico visto quanto successo per altri settori italiani: tessile in testa.
×