Jump to content

Andrea Fiorini

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Content Count

    31
  • Joined

  • Last visited

About Andrea Fiorini

  • Rank
    Matricola

Professional Info

  • Sito Web
    https://sites.google.com/site/labarcheoarchibo/home
  1. Ciao, non capisco... io chiedevo informazioni sulle potenzialità di PhotoModeler Scanner (http://www.photomodeler.com/index.html) che alcuni chiamano anche PMS. Voi però mi state parlando di un software differente chiamato PhotoScan (http://www.agisoft.ru/products/photoscan). O sbaglio?
  2. thumb
    Ciao e grazie per aver dedicato il tuo tempo a questo "problemino". Ti chiedo se puoi rilevare una superficie mista: caratterizzata da una porzione liscia e una porzione ruvida (con incisioni molto sottili, max 1 mm). Nel modello, che spero farai, si noterà la differenza oppure sarà caratterizzata da un "rumore" di fondo (introdotto dal programma) che confonderà un po' le cose? ma quale programma hai usato?
  3. sono d'accordo: un macro, molta luce, diaframma molto chiuso (per una maggiore profondità di campo) e treppiede (per ridurre il fenomeno del micromosso). Restano da chiarire le caratteristiche dell'ottica. Cosa consigli come macro? io uso una Nikon D7000.
  4. thumb
    mmm... hai ragione, non mi sembra lo strumento più indicato
  5. Ciao a tutti, secondo la vostra esperienza è possibile utilizzare PhotoModeler Scanner nel campo della micro-fotogrammetria? e nel caso specifico per il rilievo di incisioni lunghe qualche centimetro, larghe e profonde 1-2 millimetri? i dati servirebbero per un'analisi archeologica un po' particolare: lo studio dei segni lasciati dagli strumenti (gradine, subbie, scalpelli ecc.) durante la preparazione di materiale edilizio litico (conci, bozze ecc.). Ciao Andrea
  6. E' ufficiale: ginopino è un mito! sì, era colpa di "automatic unwrap". L'ho settato in "use existing channel" e la texture ora è perfetta! grazie
  7. thumb
    Il mio programma si blocca quando tento di importare un obj associato a una sola texture frantumata dal Render To Texture di MAX. Sotto puoi vedere una delle 3 texture originali (le altre sono simili) e quella che crea il comando Render To Texture. E' evidente come sia complesso... come risolvere? con lo svolgi UVW è un casino... grazie ancora per la tua attenzione
  8. Purtroppo no. L'ho usato è mi spezza la mappa in singoli triangolini. Aprendo l'immagine in PhotoShop non si capisce più nulla. Troppo frammentata. E poi il programma che vorrei usare per leggere il mio OBJ MONO TEXTURE impazzisce dovendo mappare in quel modo. Altre idee?
  9. Ciao, è passato molto tempo da quando hai scritto questo post ma vorrei chiederti ugualmente come hai risolto il problema della frantumazione in tanti poligoni della mappa... io ho questo problema: carico in max un file obj collegato (tramite mtl) a 3 file immagine (le texture in formato tga). Il mio obiettivo è quello di fondere le tre tga in una sola. Ho provato con "render to texture" e ottengo questo risultato. Tuttavia la texture viene spezzata in tantissimi poligoni (infatti la mia mesh è molto complessa). Questo fatto mi crea un problema: fa "impazzire" un secondo software quando cerco di importare il file obj. Soluzioni? grazie
  10. Salve, quando esporto il modello in formato obj si ottengono la geometria (*.obj), il file di collegamento con le texture (*.mtl) e le texture (in alcuni casi 3 file in formato jpg). Devo importare questo modello in un vecchio software che non supporta gli obj con più di 1 file texture (io ne ho 3). In 3DStudio esiste un comando che analizza il modello, si rende conto che la sua texture dipende da 3 file differenti e quindi li combina per ottenere una solo grande immagine? in questo modo quando esporto in formato obj dovrei ottenere un solo file jpg! o sbaglio? In breve, io ho questo: cubo.obj cubo.mtl cubo_tex_0.jpg cubo_tex_1.jpg cubo_tex_2.jpg ma voglio ottenere questo cubo.obj cubo.mtl cubo_tex_0.jpg grazie
  11. Grazie per gli spunti di riflessione. Dunque: 1) vi dico subito che l'elenco delle 3dfacce potrei anche riuscire a ottenerlo utilizzando un software di tipo GIS. Questo legge oltre alle geometrie anche i dati "di servizio" (id, tipo di entità grafica, etc etc.) e li riporta in tabella. Come caricare in AutoCAD questi dati (di tipo testo)? e come associarli alle varie geometrie? forse la versione Map di AutoCad lo permette...; 2) la comparsa dei poligoni "a macchia d'olio" è certamente preferibile rispetto alle altre (es. per ordine di creazione del poligono o random...). Ma, piuttosto che niente, si può anche abbandonare in favore di altri criteri; 3) sarebbe forse più pratico trovare una soluzione in 3dstudio (che attualmente gestisce il modello). Se però non permette di ottenere questo effetto andrà bene qualsiasi altro software. Per esportare tutti quei poligoni quale formato vettoriale utilizzare? so che esiste un limite numerico di geometrie gestibili da alcuni formati. grazie ciao
  12. thumb
    è lui? http://www.treddi.com/forum/user/21238-mastrogp/
  13. thumb
    Mastro Lisp, al secolo GP è stato informato? oppure chiedo io? grazie
×
×
  • Create New...