Vai al contenuto

frarchdesign88

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Numero messaggi

    20
  • Registrato

  • Ultima Visita

Info su frarchdesign88

  • Rango
    Matricola

Informazioni professionali

  • Impiego
    Studente (Student)

Ospiti che hanno visualizzato il profilo

787 lo hanno visualizzato
  1. frarchdesign88

    Grasshopper Spreading Grid

    ciao a tutti, premetto che non so usare grasshopper (ho solo letto dei concetti base), però ho bisogno di sfruttarlo per poter concretizzare un concept per un progetto di architettura. Ho scaricato un algoritmo che risponde "QUASI" alle mie esigenze. Quello che sto cercando di realizzare è una griglia ortogonale all'interno della quale vengono inseriti dei punti che definiscono i centri di alcune circonferenze. Queste circonferenze poi provocano delle tensioni che deformano la griglia. L'unico problema è che l'algoritmo che ho scaricato definisce lo stesso raggio di circonferenza per ogni punto, o meglio definisce un raggio casuale. Quello che io vorrei fare è definire un raggio differente da me specificato per ogni punto. Qualcuno di voi può aiutarmi? allego immagini e file grasshopper e rhino questi sono i files: Griglia_Ok.gh Griglia_Ok.3dm Griglia_Ok.gh Griglia_Ok.3dm
  2. apposto....ho appena visto il tuo sito internet XD
  3. Grazie per il "sei sveglio" Io penso che nulla sia difficile o impossibile, internet fortunatamente è una risorsa fondamentale per l'istruzione, grazie ai tutorial da sfruttare, ecc. Purtroppo l'unico fattore che si oppone alla vera istruzione è il "Tempo", e ovviamente a questo non c'è rimedio XD. Se l'istruzione e l'organizzazione all'interno delle università fosse più efficiente non sarebbe necessario cercare talenti all'estero. Purtroppo i possibili talenti italiani si trovano a lottare contro all'inefficienza e quindi contro il tempo. Comunque grazie per le info ferruccio . Di cosa ti occupi se posso chiedere?
  4. Nooooooo!!!!! A saperlo prima..... Ho sempre pensato che si dovesse creare un software che raccogliesse tutte le fasi della progettazione e cioè: 1. Studio della forma: il concetto di forma oggi come oggi si sta radicalmente modificando associandosi al concetto di free-form e legavo questa fase all'utilizzo di Rhino+Grasshopper 2. BIM - Parametrizzazione degli elementi:da oggi in poi un'architettura efficiente ed efficace è associata al concetto di Virtual Building. Un muro, una scala ecc devono essere considerati come elementi con le proprie caratteristiche reali parametriche e non come un insieme di linee viste una parallela all'altra senza riscontro fisico reale. 3. Gestione del Layout: gestione del dettaglio, spessori e colori linea ecc 4. Grafica 3D: con questa fase intendo il Rendering, e la associo all'utilizzo di 3ds max (soprattutto per la parte dell'UVW Mapping) e Vray. Da un lato sono trieste però.....xkè ho già iniziato da un bel po ha studiare Archicad . Mi sa che mi toccherà passare a Revit ???!!!!??? Una cosa però a vantaggio di Archicad la si deve ammettere: c'è stata una grande intelligenza nello sviluppo dell'interfaccia che secondo me non è cosa da poco. Ogni parametro modificabile ha un riscontro grafico che spiega cosa si sta andando a cambiare. Anche quando si va a fare qualche modifica dal 3d, le icone che compaiono quando si interviene per esempio su un bordo, rendono immediatamente chiaro ciò che è modificabile. Revit invece mi sembra una serie di tabelle di Excel. Poi non so magari mi sbaglio.
  5. Studio Architettura al Politecnico di Milano, ma nonostante la fama per quanto riguarda la conoscenza dei software di progettazione e grafica il livello generale e molto molto basso, se non quasi nullo. Ho studiato e sto continuando a studiare tutto da Autodidatta (Autocad, Sketchup, 3DS Max, Vray). Anche se c sono alcuni corsi che prevedono l'utilizzo di software, i primi a non saperli usare fino a fondo sono gli stessi professori. Io penso che una cosa fondamentale nell'utilizzo dei software sia prima d tutto la capacità di gestione delle scene, la pulizia ecc.....non basta il risultato finale. Soprattutto per quanto riguarda il BIM dove è fondamentale l'organizzazione del progetto e la sua parametrizzazione.
  6. Grazie Ferruccio. Mi interessa questa parte che hai citato: "Famiglie, vincoli ed altre cosucce che una volta imparate ti permettono di realizzare davvero quello che vuoi parametrizzando elementi e dati." In archicad la creazione di nuovi "oggetti" parametrici personalizzati da quello che ho sentito è molto difficoltosa; da quello che ho capito bisogna conoscere un qualche linguaggio strano, il GDL mi pare. Vorrei capire come funziona in Revit la creazione parametrica per esempio di un una nuova finestra, porta o anche mobili. E' possibile creare delle forme e dargli degli attributi in modo che risultino delle componenti vere e proprie d un oggetto? Per esempio creare le varie componenti di una finestra come il telaio, il pannello ecc, che alla fine però vengano riconosciute come parti dell'elemento finestra e non come forme generiche. Non so se mi sono spiegato bene XD
  7. Ciao a tutti. Non ho trovato un sezione dedicata al BIM. So che i bim non sono veri e propri softwares di "grafica" 3d, però ho preferito iniziare una discussione su Treddi perchè lo ritengo uno dei migliori forum nel web, dove trovo spesso le informazioni che cerco. Come da titolo volevo avere qualche opinione sui due softwares: Archicad e Revit. Revit non lo conosco molto bene. Ho scaricato una versione di prova tempo fa, ma poi ho abbandonato per imparare 3ds max (so che non centra nulla XD ). La prima cosa che ho notato è stata l'interfaccia simile ad Autocad che mi ha urtato alquanto (mi aspettavo qualcosa di più parametrico). Attualmente sto imparando ad usare Archicad, xkè era richiesto per un corso della facoltà di Architettura che frequento. Volevo avere qualche chiarimento sulle differenze che c sono tra i due, nello specifico "cosa può fare uno che l'altro non può". I campi di interesse che volevo mettere in discussione sono: 2D: resa grafica delle viste in pianta, prospetti, e sezione e loro personalizzazione 3D: possibilità di creare oggetti parametrici, ma soprattutto possibilità di modellazione personalizzata (cioè non la solita estrusione, rivoluzione, sweep ecc) Gestione: layer, layout, flessibilità del software in generale
  8. frarchdesign88

    Sviluppare in 3D

    cmq pure secondo me è come dici tu....in internet vedo pubblicazioni di nuovi progetti di zaha hadid quasi ogni settimana XD...mi sono chiesto anche io come c...o fa a fare tt sti progetti e infatti ho pensato come te che lei non conosce nemmeno l'esistenza di qui progetti...ahaahahha....bella vita !! XD
  9. frarchdesign88

    Sviluppare in 3D

    be se devo studiare la matematica mi posso ritirare allora ahhahahah.....cmq zaha credo che usi un programma sviluppato da frank ghery che inizialmente veniva utillizato per progettare gli arei e adesso mi pare che costa tipo sui 20.000 euro...si chiama "Digital Project" e credo sia il programma giusto per fare tutte ste cose con un software solo..
  10. frarchdesign88

    Sviluppare in 3D

    perfetto intendevo proprio cosi.....ma questi dici che la modellazione è stata fatta in Revit ??? ....secondo me come dicevi te, modellazione in rhino e poi importati in revit...
  11. frarchdesign88

    Sviluppare in 3D

    ah ok...buono a sapersi....Aahhahha cmq sono gusti c'è a chi piace e a chi no... a me piace sia questo stile che uno un po più sobrio e razìonale, dipende dal progetto, per me zaha hadid è il top, poi vabè anche calatrava, un po più terreno di zaha, è un fenomeno, frank gehry invece essendo cmq un genio a me persolamente non piace. Cmq torando al discorso quindi mi consigli di usare rhino per fare questo tipo di progetti e non 3ds max, e poi importare in Revit giusto???
  12. frarchdesign88

    Sviluppare in 3D

    o volendo esagerare roba del genere: http://4.bp.blogspot.com/_svAyYhspKJw/S9q7-K-LNoI/AAAAAAAAF7M/C4kpcQxZviw/s1600/abu-dhabi-performing-arts-centre-by-zaha-hadid.jpg
  13. frarchdesign88

    Sviluppare in 3D

    via faccio degli esempi:http://4.bp.blogspot.com/_kYRqgne66jw/TUgvzDtp2OI/AAAAAAAAAik/8GWeLq4bxVU/s400/Milwaukee%2BArt%2Bmuseum%2B-%2BSantiago%2BCalatrava.jpg http://images.travelpod.com/tripwow/photos/ta-00bc-d42a-1153/cac-hemisferic-is-the-work-of-santiago-calatrava-madrid-spain+1152_12921564265-tpfil02aw-7271.jpg http://www.newtech-enews.com/images/Five%20Architecture%20Projects%20for%20China%20by%20Zaha%20Hadid%20Architects_3.jpg riprodurre questi progetti per esempio si riuscirebbe con Revit ???
  14. frarchdesign88

    Sviluppare in 3D

    Ma revit permette anche una progettazione ornganica??? o è più per uno stile diciamo essenzialmente razionalista??
  15. frarchdesign88

    Sviluppare in 3D

    Ciao a tutti, cercavo da giorni una discussione esistente inerente alle mie domande per non crearne una nuova e finalmente l'ho trovata. Io avevo gli stessi identici dubbi che aveva "treddista", dico avevo xkè la maggior parte di questi sono stati chiariti dai vostri post precedenti; vale a dire sulla mancanza di precisione progettuale di 3ds max, che poi facendo varie considerazioni non è del tutto corretta questa valutazione.... Inizialmente anche io avevo dei dubbi su quale software di modellazione 3d utilizzare, e precisamente appunto tra 3ds max e Rhinoceros. Alla fine, dopo pochissime valutazioni XD, ho deciso di buttarmi verso 3ds max; non so il xkè però principalmente mi ispirava di più XD, e xkè secondo me è più famoso dato che c sono anche molti più manuali cartacei e modelli e materiali da reperire anche in internet (almeno credo), ed è (per quello che ne so) più versatile con altri software dell'autodesk, E' da qualche settimana che sto iniziando a studiare 3ds Studio max, utilizzando come base questa guida "http://www.am4.it/news/articolo.php?title=libro_3ds_max_2012_architettura_progettazione_design", più improntata verso l'architettura e il design (meglio per me visto che studio architettura), e mi manca non moltissimo dato che sono arrivato a pag 700 circa su 1000. Le spiegazioni all'interno del libro devo dire che sono molto chiare, però ho notato che la parte riguardante la modellazione 3d è veramente concisa e poco esauriente. Ora mi viene un dubbio: non è che questa povertà di argomentazioni riguardante la modellazione 3d stia ad indicare proprio che 3ds max non sia propriamente adatto per eseguire una modellazione avanzata nel campo dell'archittettura ??????(e a me interessa soprattutto l'aspetto esteriore, l'apetto, non so come dire, artistico, concettuale, che può essere anche free-form ecc, ma anche tecnico ovviamente ...trascurando un po di più la parte di arredo di interni). Alcuni di voi sostengono nelle varie discussioni che la precisione al mm in un immagine finale rappresentativa ottenuta con il rendering non conta, e su questo sono daccordo. Ma sulla modellazione 3d ???? Anche se il modello 3d e strettamente correlato all'immagine finale,io credo che sulla modellazione sia molto importate la precisione, e non solo per una questione di progettazione ma anche di versatilità di misurazione con il 2d. Mi spiego meglio: basta pensare ai molti progetti del famoso arch, Frank O. Gehry. Una volta ho visto uno spezzone di un documentario su di lui e facevano vedere come la sua progettazione e molto basata sullo studio della volumetria e quindi del 3d, addirittua nel suo studio possiede degli scanner 3d per poter ottenere il modello digitalizzato e partire poi con i vari studi e ottenere i vari piani di sezione. O la stessa Zaha Hadid che ha studiato matematica prima di studiare architettura, e che i suoi progetti sembrano quasi impossibili da realizzare per le complesse forme. Inizialmente io usavo autocad per il 3d, ma solo xkè ai tempi conoscevo solo quello; partivo con le piante 2d ma poi mentre estrudevo, sottraevo ecc, mi capitava spesso di ampliare lo studio del mio progetto nel 3d e apportare modifiche anche più complesse e infine eseguire, attraverso dei piani di sezione, le varie piante e prospetti ecc... Quindi vorrei un software che adotti una precisione e una versatilità sia nel 3d che nel 2d, ma che permetta anche un modellazione avanzata, un cambio di modellazione in tutti i piani infiniti possibili XD (quindi non come revit che 2d equivale a 3d). In conclusione (scusate se mi sono dilungato troppo XD) dopo queste considerazioni, non è che ho sbagliato ad intraprendere la strada con 3ds Max per la modellazione 3d?? XD. Dopo questo lungo post quale software secondo voi è più adatto alla mia concezione di forma e di architettura??? Grazie
×