Vai al contenuto

gioggig

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Numero messaggi

    7
  • Registrato

  • Ultima Visita

Info su gioggig

  • Rango
    Matricola

Informazioni personali

  • Sesso
    M
  1. Non voglio la solita Reflex

    Lo stabilizzatore nel corpo macchina ha i suoi vantaggi pratici visto che non dovrai esporti alla spesa di ottiche stabilizzate e avrai il vantaggio sull'intero parco ottiche. Comunque quello che credo fermamente è che se il mezzo non piace a livello emozionale non si continua. La prima reflex la scelsi per come si impugnava, era un piacere usarla ed essere liberi di non pensare troppo alle caratteristiche (che non vennero sfruttate appieno per almeno 2 anni). Finchè si fa per pura passione è un discorso che può reggere. Opinione personale anche questa
  2. Non voglio la solita Reflex

    Ciao, per imparare una qualsiasi reflex è adatta allo scopo. Prendine una qualsiasi. Evita come la peste qualsiasi compatta, bridge o ottiche intercambiabili che abbiano la dimensione del sensore inferiore a un DX: questo perchè la piccola dimensione del sensore non ti farebbe apprezzare la "magia" della profondità di campo (un sensore piccolo infatti tende ad avere caratteristiche diverse da una 35mm come la intendono i fotografi...) e generalmente tende a produrre più rumore. Non badare ai megapixel che non contano veramente niente ai fini della qualità: infatti, per l'80% dei casi, la qualità è tirata fuori da algoritmi della macchina stessa più che dal superamento fisico dei limiti di un sensore. Le differenze migliorative nelle nuove generazioni di macchine fotografiche, oltre che nelle funzioni (che con un po' di pazienza puoi controllare ma che al 90% non servono a nulla) sono nella gestione del rumore ad alti iso e nelle migliorie dell'elettronica. La cosa più saggia che puoi fare è orientarti su un marchio "big", questo perchè c'è ancora un certo orientamento di ogni marchio nella strategia della propria "piattaforma". Nikon ad esempio ha mantenuto lo stesso attacco della baionetta dagli albori e quindi puoi trovare buone occasioni su vecchie ottiche perdendo qualche automatismo, è un marchio piuttosto conservatore che rinnova poco frequentemente le proprie macchine e quando lo fa in genere lo fa con criterio. Mantiene un buon valore sull'usato. Canon è potente sull'elettronica (non per niente viene utilizzata spesso nella fotografia sportiva) e sui tele, gran marchio. Sony ha rilevato da tempo la vecchia Minolta e ci sta costruendo sopra un sistema ottimo (uno dei primi con pulizia sensore a ultrasuoni e stabilizzatore integrato nel corpo macchina). Questi sono i tre marchi su cui punterei, che hanno un bacino di utenza molto vasto. Il corpo macchina agli inizi non è un buon investimento quindi spendici il meno possibile. Se la cosa poi ti garba provvederai prima a comprare delle ottiche decenti, poi il corpo macchina. A mio avviso quando imparerai a sfruttare i limiti di un corpo macchina entry level puoi decidere se è il caso di fare un investimento migliore. Non è il caso di discutere sulla resa delle ottiche top dei tre sistemi, ognuna ha dei punti di forza ma sono differenze che lasciano il tempo che trovano se non hai alte ambizioni. Un buon modo per scegliere è prendere in mano macchine di questi 3 marchi: giocaci un po' e vedi quella che ti "casca" meglio in mano perchè il feeling che avrai con la tua macchina è la cosa più importante. Unica cosa assicurati che siano presenti le funzioni manuali e semi manuali (Manuale, Priorità diaframmi, Priorità Velocità) ma quelle una reflex anche entry level dovrebbe averle di sicuro. Un occhio di riguardo poi alle funzioni video, possono essere importanti se vuoi utilizzare la tua macchina anche per la ripresa video. Insomma: prendi "la solita reflex" p.s. per la foto di architettura fatta in maniera professionale ti avviso che dovrai fare degli investimenti in ottiche abbastanza ingenti (decentrabili) e anche banchi di illuminazione o flash in caso di interni. Non che non si possa fare in altri modi ma se dovessi avere ambizioni supreme considera anche questa cosa. Come dice algo i migliori in questo senso sono Canon e Nikon, con le mie nozioni rimaste a circa un paio di anni fa ti suggerirei Nikon per il comodo sistema flash e per le ottiche eccellenti su tutta la gamma pro (Canon aveva un "buchetto" sui grandagolari, ma niente che i comuni mortali possano apprezzare).
  3. imac obbligato - affiancarci programma

    sto vedendo la 601 di modo... ho visto che hanno aggiunto un sacco di roba... che c'è il manuale incluso... che esiste un forum italiano e che qualche appassionato in italia c'è... soprattutto costa meno e per un ambiente di agenzia, con progetti di durata massima di 5 giorni, forse è quello che ci vuole. facciamo questa prova. cinema 4d lo considererò quando e se Modo comincerà ad andarmi stretto. Grazie a tutti per il supporto nella scelta, ora vediamo se il manico supporta la causa (che mi sembra sia la cosa più importante eheh)
  4. imac obbligato - affiancarci programma

    Ok, ravanando informazioni sui due software mi sembra che Modo sia quello che calza meglio alle mie esigenze attuali. Dalla sua però, C4D mi sembra più completo il che potrebbe essere utile alla lunga se volessi approfondire. Sbaglio?
  5. imac obbligato - affiancarci programma

    Grazie di cuore Di blender mi dicono che sia valido ma un po' difficile, quindi per ora lo lascio in stand by. Indagherò su Modo che non ne ho sentito parlare molto. Grazie ancora per le risposte! Gio
  6. imac obbligato - affiancarci programma

    Ciao, dovrei acquistare un nuovo mac, scelta obbligata per vari motivi che non vi sto a spiegare. Per lavoro uso in dosi massicce Illustrator e Photoshop, è estremamente necessario per me lavorare principalmente con questi su file enormi e con molti livelli annidati, effetti, con più file aperti contemporaneamente ecc ecc. Vorrei iniziare (è da un po' che ci provo ma vari eventi mi hanno fatto rimandare la cosa) a utilizzare un programma di grafica 3d con il duplice scopo di passione e riuscendo ,anche alla lunga, inserire tale programma nel flusso di lavoro attuale consentendomi strade alternative su alcune attività senza per forza padroneggiare tale software al 100%. Spero che lo scopo sia abbastanza chiaro, non ho molte pretese di riuscita ma ci dedicherò un po' di tempo e risorse. Qualche idea di tipologia di output che ho in mente: 1. http://dribbble.com/shots/783939-Level-001b?list=25438-Low-Poly-Isometrics oppure http://dribbble.com/shots/684294-House-2 oppure http://dribbble.com/shots/6512-Infographic (ad esempio per previsualizzare degli stand fieristici e fare infografiche) 2. http://dribbble.com/shots/174445-Living-Cube-1-0 oppure http://dribbble.com/shots/125524-Water-Tile oppure http://dribbble.com/shots/618296-Isometric-Ghetto (ad esempio per dei web games) 3. approfondire rendering fotorealistico alla lunga distanza I dubbi che ho sono principalemente riguardo il connubio software - macchina, vorrei lavorare il più agevolmente possibile per almeno 3 anni con questo connubio. Scegliendo un iMac sono costretto alle possibilità che offre tuttora il mercato: http://store.apple.com/it/configure/MD096T/A? ad esempio una domanda è se mi conviene spendere qualche euro di più per l'i7 o per la scheda NVIDIA GeForce GTX 680MX 2GB (già così sono proprio al limite col budget quindi sarebbe un grande sforzo) o se riesco a risparmiare qualcosa con uno dei 21". A questo punto dovrei associare un software che si sposi bene con questo hardware (in ambiente OS preferibilmente ma anche Win se vale la pena). Tempo fa mi orientai su Cinema 4d, lo provai ma non ebbi tempo di approfondire. Come pregresso (ma parliamo di 12 anni fa) imparai un po' di Lightwave ma lo trovai macchinoso e privo di risorse ma dicono che oggi la situazione sia cambiata. Maya invece sul mio Mac attuale girava lentissimo in viewport e lo abbandonai istantaneamente. Quello che cerco da questo software, oltre agli scopi che mi sono prefisso sopra, è che giri agevolmente sulla macchina che acquisterò e che non sia troppo macchinoso nel flusso di lavoro così che un autodidatta possa fare al meglio. Magari con molte risorse disponibili. Rieccomi qui quindi per chiedervi: Cinema? Maya? Lightwave? Blender? Altro? Con quale inizio il nuovo anno in compagnia del mac? Scusatemi se mi sono dilungato così tanto e auguri!
  7. nuovo adepto

    Ciao a tutti, da oggi sarò con voi per carpire qualche informazione sul 3d :-) sperando un giorno di poter dare un contributo. Da neofita sono stato messo in crisi persino dalla scelta del software: alla fine ho ripiegato su Cinema 4D che a quanto leggo è uno dei meno impegnativi a livello hardware e utilizzabile anche da utenti mac quale sono. Ciao! Gio
×