Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

Marco Vanetti

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Content Count

    212
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Marco Vanetti

  1. Condivido appieno, e condivido anche i complimenti, dato che ho aperto il topic proprio per la suggestione imposta dall'illuminazione nel suo complesso!
  2. Da niubbo di ZBrush sono seriamente impressionato dal passaggio dal clay al mappato Perdona la domanda probabilmente ingenua, ma hai colorato direttamente sopra il render clay, o hai fatto un lavoro di unwrap pazzesco? O magari questa è una foto del tuo modello poi dipinto a mano?
  3. In ritardo di un mese e mezzo, ma dovevo assolutamente fare una considerazione dall'altissimo contenuto scientifico: figo! Davvero un bel test, che mette in pratica una delle basi dell'illuminazione e con un'immagine parla più di mille slide di qualsiasi dispensa. Bravo as always Luca!
  4. Marco Vanetti

    Texturing fotorealistico in Substance Painter

    Lavoro spettacolare, i graffietti sulle manopole mi fanno impazzire!
  5. Da light designer direi che Real IES è il software di cui ho sempre avuto bisogno e di cui non ho mai sentito parlare Spettacolare, il prossimo mese lo compro sicuramente, bravo! @LucaRosty
  6. La risposta che speravo di avere, nessun magheggio con i materiali ma solo corretto posizionamento delle luci, rinnovo i complimenti e mi unisco allora al tuo invito di sperimentazione con qualche topic dedicato
  7. Spettacolare come sempre Luca, il riflesso viola sull'ultimo dettaglio mi fa impazzire! Curiosità tecnica, senza entrare nei segreti professionali: hai aggiunto uno strato di resina trasparente sulla superficie della chitarra e hai lavorato sui due materiali (resina+fondo chitarra) o sei riuscito a gestire tutto da un unico materiale? (spero di essermi spiegato )
  8. Buonasera a tutti, mi è capitato per le mani un modello 3DS Max 2020 impostato con motore di render Corona (solitamente lavoro con VRay), e per l'occasione ho imparato a usare il famoso LightMix. Eseguendo tutto dal mio PC va tutto a buon fine, ho impostato in render elements i vari LightSelect assegnando i gruppi di luce per creare gli scenari, e ho aggiunto il LightMix. Per la prima volta ho provato una render farm online, in questo caso la famosa Rebus Farm. Impostando come file di uscita il file CXR la rebus farm mi restituisce 7 file CXR (es: Gole_luminose.cxr, Spot_15gradi.cxr). La domanda è: perchè il file CXR con il nome del file, che dovrebbe possedere tutti i livelli, invece possiede al suo interno solo il render composito? Mi sfugge qualcosa nella natura del file cxr o sbaglio qualche passaggio? Qualcuno sa aiutarmi? Magari il caro @LucaRosty?
  9. Marco Vanetti

    3DF Zephyr 4.5

    Ciao Roberto, sono già iscritto al gruppo 3DFlow Academy da tempo, seguo sempre la velocità con cui sviluppate gli aggiornamenti. Per rispondere alla tua suggestione sui test, ne ho fatti davvero tanti in quanto siamo prossimi all'apertura di un corso di fotogrammetria avanzata in cui consiglio uno piuttosto che l'altro software fotogrammetrico a seconda delle casistiche (numero poligoni, difficoltà di ricostruzione, urgenza di calcolo, flattening delle superfici, quantità di tutorial online), e chiaramente 3DF Zephyr è il mio paragone di riferimento vs RC. Io personalmente faccio il lighting designer, quindi devo ricostruire l'esistente, e nel mio campo un fattore fondamentale è l'accuratezza del flat delle superfici, in cui ritengo siate i migliori!
  10. Da possessore di RTX2070 ti dico che se lavori a livello medio fai tutto quello che vuoi... Attualmente mi sto trovando a lavorare ai rendering con luci fotometriche su modello fatto da uno studio specialista in modellazione, e la VGA arranca. Parliamo di modelli da 30 milioni di poligoni, la viewport è difficilmente gestibile, e ho appena comprato ulteriori 32 gb di ram sperando di alleggerire il carico. Ma come dice Zatta tendenzialmente con la RTX fai quello che vuoi, il problema è che sono saliti nuovamente i prezzi....
  11. Marco Vanetti

    3DF Zephyr 4.5

    Sono davvero molto contento di come la 3DFlow stia migliorando Zephyr, sono sicuramente l'azienda che fornisce la miglior assistenza al mondo, tra tutti i produttori di software fotogrammetrici! Dal momento che sul fronte tool sono nettamente i migliori, mi piacerebbe tanto si dedicassero ad evolvere l'algoritmo di calcolo...Purtroppo trovo che sia molto più lento della concorrenza, se arrivassero ad avere una velocità di calcolo anche solo di 2/3 o 1/2 rispetto a RC non avrebbero rivali
  12. Un grande giorno per te @LucaRosty e un grande giorno per il lighting design, sono commosso! Oggi sono passato davanti allo stand ma non mi è parso di vederti, domani passo, ci conosciamo e ti offro qualcosa!
  13. Diva per mia fortuna è più improntato alle analisi energetiche e quantitative della luce, io invece non essendo ancora passato a VRay Next sto faticando un sacco a passare dalla nuvola di punti fotogrammetrica al modello low poly per Dialux/Relux, e alla fine della fiera spesso il modello lo devo rifare da capo (comunque sfruttando il tempo che ho risparmiato nel fare il rilievo col drone!). Dopo tutte le tue prove sto solo aspettando di buttarmi sul Next per poter fare tutto da 3DS e faticare un pelo di più nell'estrapolazione dei dati! Grazie come al solito del contributo
  14. Marco Vanetti

    Making of Shaman "HighPoly"

    Tra piume e coprispalle non so da cosa rimanere più impressionato!
  15. Personalmente, data l'attendibilità dei calcoli che già ci hai dimostrato nei mesi passati, la svolta è anche quella di avere la possibilità di gestire modelli con milioni di poligoni, dato che Dialux e Relux impazziscono molto facilmente!
  16. Marco Vanetti

    Photoscan 1.5 diventa Metashape

    Proverò la trial a breve, spero che cominci a reggere il confronto con l'algoritmo dei software concorrenti, perchè è da un po' di anni che non riesce a tenere il passo di RC e 3DF...
  17. Io dopo anni di onorata carriera ho rimpiazzato da un mese la ATI7870 con la RTX 2070 e chiaramente è un'altro pianeta... In 3DS Max comincia a arrancare un po' sui modelli dai 20 milioni di poligoni in su, su ZBrush e 3DCoat invece lagga dai 50 milioni in su. Con i videogame ovviamente è una macchina a 1080p, mentre in 4k non ho avuto modo di provarla...
  18. Splendido, proprio quello che mi serviva, spero mantenga l'UV Map che i software fotogrammetrici generano senza rimetterci mano, ci avrei perso settimane ad arrivarci da solo, ti ringrazio Philix!
  19. Buongiorno a tutti, chiedo perdono ai moderatori se la discussione dovesse esistere ma non sono riuscito a trovarla. Vengo al dunque: lavoro in 3DS Max + Vray e faccio il light designer. Da quando mi sono specializzato in fotogrammetria ho effettuato l'iscrizione a SketchFab, per presentare al cliente i modelli su cui lavoro e che realizzo. Dato che per quanto sia bello e accattivamente da mostrare, del modello non illuminato non me ne faccio niente, mi chiedevo se ci fosse un modo per rieffettuare l'UV Map ma con l'output uscente dal progetto illuminotecnico. Ovvero vorrei caricare in SketchFab un OBJ modello illuminato, non il modello semplicemente texturizzato. Qualche consiglio? Grazie in anticipo e buone feste!
  20. Con quella mobo hai il socket 1150, quindi di meglio come CPU attualmente hai solo la 4790k, ma il vantaggio non sarebbe un gran che... Dovresti passare alla 1151 e la scelta si allarga a tutti gli i7 di nuova generazione, tipo 7700k che ti straconsiglio. Il salto più grosso lo vedi sicuramente con la 1070, se vuoi spendere qualcosa in più attualmente le 2070 hanno performance equiparabili o superiori alle 1080. Senza cambiare la mobo però diventa tutto molto più vincolante, ma secondo me per Revit e 3DS a usi non mastodontici ti tieni ancora qualche anno la CPU, la overcloccki un minimo e spendi 100 euro per una delle VGA della serie RTX.
  21. Articolo molto sfizioso, un paragrafo a Jean Nouvel e Kersalè sarebbe stata d'obbligo!
  22. Ti ringrazio, se vuoi allora puoi chiudere il thread, attendo con ansia una bella discussione costruttiva! Di recensioni ne ho lette, principalmente in ambito gaming o hardware, ma per il nostro settore ho poche opinioni in merito...
  23. Buongiorno a tutti, ormai è da parecchio che ho upgradato il pc con un i7-6700k, 32gb di ram DDR5 a 2400mhz, ma continuo ad avere il collo di bottiglia della vga, una Ati 7870. Nell'ultimo periodo uso un sacco i software per la fotogrammetria per ricavare i 3d dalle foto, che utilizzano principalmente la GPU per l'elaborazione, alcuni di questi sw mi vincola al Cuda. Quindi è ora di cambiare sta scheda video, e dato che ci gioco pure con il pc sono combattuto tra l'acquistare una vecchia 1080 oppure salire un pelo con la spesa e prendere la 2080 RTX. Mi sembra strano tuttavia non trovare nessun feedback qui sul forum. Qualcuno ha qualche opinione in merito, se il gioco valga la candela, se le prospettive per il futuro mi rendono l'acquisto d'obbligo rispetto alla generazione 10.x0 che ormai è obsoleta e via dicendo?
  24. Perdonatemi Luca e Giacomo ma mi vedo costretto a riuppare il thread solamente per difendere il mio approccio al rendering tramite i file ies in Vray. Non potete dirmi che il mio approccio è non corretto o poco professionale fintanto che le condizioni di contorno non sono chiare. Dal momento in cui ( vuoi la gamma del mio monitor, del software di base, di qualsiasi altro parametro che posso avere ) io ho un output che a mio parere è troppo scuro rispetto al risultato che SO dovrei avere, dato che so bene come si comporta la luce e dato che ne ho calcolato gli output illuminotecnici in Dialux, non mi faccio alcuno scrupolo a gestirmi come voglio le intensità, a patto che io applichi lo stesso 30% a tutti i solidi fotometrici ies importati. Per cui mi si può opinare il mio approccio a 3DS + Vray ( potrei ovviare il problema gestendo meglio la Phisical Cam, aumentando gli iso, diminuendo lo shutter speed, chi più ne ha più ne metta ), ma non la poca professionalità dell'approccio illuminotecnico. Se stiamo parlando del progettare direttamente tramite Vray è tutto un altro par di maniche, perchè abbiamo discusso in lungo e in largo e ho seguito con vivo interesse i test fatti da Luca, ma continuo comunque a progettare prima con la testa, poi con Dialux/Relux, e poi a sviluppare l'output visivo con Vray. Sto cominciando proprio in questo periodo a fare delle prove di massima con il Light Meter in vray data la complessità di 3d che utilizzo, dato che non riesco a importarli in DiaLux. Per cui va presa con le pinze anche questa frase, che anche a me fa storcere un sacco il naso da buon light designer, ma che ha comunque un fondo di verità, se l'approccio a 3DS è puramente grafico. Del resto ci sono dei casi reali in cui i solidi fotometrici forniti da certe aziende sono più attendibili di altri. Se prendiamo come legge che iES = verità, allora stacchiamo il cervello e diventiamo solo degli operai. Personalmente una certa marca di corpi illuminanti ho scoperto ( luxmetro alla mano ) che al 90% delle volte fornisce file fotometrici sovrastimati in potenza del 15-20%, per cui per ottenere un risultato ottenibile grazie all'esperienza so che ogni volta che importo quegli iES devo sottostimare quanto mi è fornito. Non per questo ritengo che sia un approccio sbagliato, semmai è il contrario. Scusate il papiro ma professionalmente dovevo difendere la posizione, dato che non ho nulla da nascondere.
  25. Finalmente un lavoro semplice e forte in cui con poco si plasma un carattere definito a un luogo! Secondo me sto tipo di location è l'ideale per giocare liberamente coi contrasti, perchè finchè uno non ci sbatte la testa personalmente fatica a rendersi conto di come con "due luci" un lighting designer possa stravolgere uno spazio...Grazie per la condivisione!
×
×
  • Create New...
Aspetta! x

Ti piacerebbe rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità nel campo della computer grafica?

Iscrivendoti alla Newsletter riceverai subito una mail con le indicazioni per scaricare gratuitamente:

  1. Le immagini HDRI presenti su HDRI pro
  2. Una sequenza di 300 immagini HDRI generata da Luca Deriu tramite il programma Real HDR