Vai al contenuto

Bit79

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Numero messaggi

    8
  • Registrato

  • Ultima Visita

  1. Bit79

    Modellare Carrozzeria

    Piano piano vado avanti. Sono riuscito a abbozzare il corpo centrale. Ho usato la stessa tecnica delle superfici generate per estrusione delle curve di pianta e fianco. Ho provato con il loft, ma non riuscivo a ottenere un buon risultato. Se con i fianchi ho potuto copiare praticamente lòa foto dell'audi R10, con il corpo centrale le dimensioni sono molto più vincolate, dovendo farci entrare tutto quello che in realtà deve stare sul mezzo, a partire dai piedi del pilota... I corpi sono ancora scollegati, per unirli penso di generare una superficie per estrusione di una curva di fianco, che dovrà rispettare gli ingombri interni di certi elementi (attacchi delle ruote, gambe e piedi del copilota, ecc...). Questo è il risultato ottenuto per ora... Come posso rifinirlo? Dovrei come minimo raccordare le varie superfici. Ho provato (rapidamente) il comando raccorda superficie, ma mi dà esito fallito. Come posso fare? Ciao e grazie a tutti!
  2. Bit79

    (rhino) Deformazione Per Gravità

    Come si possa fare con software di simulazione proprio non lo so, e per dirti come disegnarlo non sono proprio il più adatto per dirtelo. Però basta un po' di fisica per risolvere facilmente il tutto. Un corpo con rigidezza trascurabile, e peso uniforme, appeso per 2 punti assumerà sempre un profilo parabolico. Con questa considerazione, conoscendo la lunghezza del corpo e la distanza tra i punti di attacco, non dovrebbe essere difficile disegnarlo correttamente. Ciao!
  3. Bit79

    Modellare Carrozzeria

    Beh, a forza di testate sono riuscito a trimmare le varie superfici. Principalmente ho risolto esplodendo le superfici nelle varie parti, ma spesso non ho capito bene il perchè del fallimento dell'operazione tronca. Tante volte è bastato annullare e ripetere il comando, altre volte ho dovuto rigenerare per estruzione il pezzetto di superficie che non ne voleva sapere di farsi tagliare (o la superficie di taglio). La cosa strana è che comunque ricostruivo la nuova superficie per estrusione della stessa curva... bah! Ora provo a fare il corpo centrale. Per rifinire la gondola laterale che strumenti mi conviene usare?
  4. Bit79

    Modellare Carrozzeria

    Con un po' di difficoltà sono riuscito a combinare qualcosa. Mi sono dovuto districare tra i comandi più basilari, ma è normale amministrazione, e comunque vedo che alla fine battendoci la testa riesco a fare quello che ho in mente. Costruendo la gondola laterale sono appunto riuscito a creare mediante estruzione le superfici costruite sulle curve del fianco e su quelle della pianta, e ho tentato di trimmarle tra loro. Il mio problema è che in alcuni casi il comando trim mi dà esito fallito, in particolare quando le superfici di taglio e le superfici da tagliare hanno dell facce in comune (in particolare la faccia che costituisce il fianco esterno e la faccia posteriore della gondola). Ora posso anche studiare stratagemmi per evitare questa complanarità, ma è normale che il comando trim mi fallisca in questi casi? Come è possibile evitare questo problema? Altro dubbio: lavorando con linee su un piano, ho notato che il comando raccorda mi funziona solo se le estremità delle linee da raccordare non sono distanti più di tanto. Perchè accade questo? Ciao e grazie a tutti!
  5. Bit79

    Ot: Iva & Inps..aiuto Soffoco

    Senza entrare troppo nei dettagli la cosa è abbastanza semplice. L'IVA è un imposta che lo stato mette sul valore aggiunto del tuo lavoro. Solitamente è un apercentuale fissa (20%, ma esistono anche casi di IVA ridotta). Come azienda la cosa più semplice è fare tutti i conti sempre senza IVA, tanto, nel 99% dei casi il conto della tua IVA andrà sempre a zero a chiusura anno. Mi spiego meglio: tu acquisti dei beni, che ti servono per il tuo lavoro (attrezzature, materie prime, prestazioni di servizi di altri, ecc...). Diciamo che questi beni, in fondo all'anno, ti sono costati 10.000 euro (prezzo iva esclusa). Tu per acquistarli dovrai sborsare 12.000 euro (prezzo + 20% di IVA, che i tuoi fornitori ti faranno pagare). Diciamo che alla fine dell'anno, hai lavorato e venduto beni o servizi per 30.000 euro (ancora prezzo IVA esclusa). Di fatto, in condizioni di normale IVA al 20%, avrai incassato 36.000 euro (i 30.000 + il 20% di IVA che DOVRAI fare pagare ai tuoi clienti). I 6000 euro di iva che hai incassato li vuole interamente lo stato (te li ha fatti aggiungere appositamente). Poichè però con i tuoi acquisti hai già pagato 2000 euro di iva, lo stato ti chiede di pagare solo la differenza, cioè 4000 euro. In altre parole si dice che l'IVA già pagata (quella pagata sugli acquisti) si detrae dall'IVA da pagare (quella incassata dalle vendite). La cifra che resta la devi versare allo stato (trimestralmente o mensilemente, dipende dal tuo regime di contabilità). Di fatto tu avrai incassato 36000 euro, ne avrai spesi 12000, ne dovrai pagare 4000 di IVA. Di fatto il tuo guadagno lordo (imponibile) sarà pari a: 36.000 - 12.000 - 4.000 = 20.000 euro Vedi bene che se facevi i conti senza IVA il risultato era lo stesso: 30.000 - 10.000 = 20.000 euro Però così il conto è più semplice. I soldi che incassi come IVA devi considerare di non averli. In parte li spenderai per pagare l'IVA dei beni che acquisti (ecco perchè devi sempre guardare il prezzo senza IVA), gli altri li darai allo stato. Alcuni casi particolari: -IVA a credito: se con i tuoi acquisti paghi più IVA di quella che incassi con le vendite, la differenza dellIVA da pagare diventa negativa. Questo può accadere se spendi di più di quello che incassi, ad esempio spendi 10.000 euro più IVA (2.000), ma incassi solo 8.000 euro più IVA (1.600) Di fatto avrai diritto a farti rimborsare dallo stato l'IVA in più che hai pagato (nell'esempio 400 euro). Alla fine il conto dell'IVA andrà sempre a zero (quindi tanto vale non contarla). -IVA a regime ridotto: in certi casi la percentuale dell'IVA non è il 20%. E' il caso ad esempio dell'acquisto della prima casa da parte di privati (IVA 4%), o ristrutturazioni sempre della prima casa (10%). Anche la ristorazione ha IVA ridotta (10%). Le vendite e gli acquisti all'estero sono pure senza IVA (0%), come pure il pagamento degli affitti (sempre 0%). Cosa cambia? Nulla, se i conti si fanno senza IVA. Alla fine andrà sempre a zero. Manteniamo il primo esempio, ma ipotizziamo che uno dei tuoi clienti (a cui hai fatto lavori per 5.000 euro IVA esclusa) ti abbia richiesto un regime di IVA ridotto (ipotizziamo 0%). Da quel cliente avrai incassato solo i 5.000 euro del lavoro (l'IVA in questo caso è 0). Dagli altri clienti (per i quali hai fatto i restanti 25.000 euro di lavori) incasserai : 25.000 + 20% = 30.000 euro (5.000 euro di IVA) Di fatto in tutto avrai incassato 35.000 euro anzichè 36.000. Hai guadagnato meno? La risposta è no, perchè quando dovrai pagare l'IVA allo stato dovrai versare solo: 5.000 - 2.000 = 3.000 euro anzichè i 6.000 euro del primo caso. Da fatto avrai guadagnato sempre: 35.000 - 12.000 - 3.000 = 20.000 euro Vedi bene che se facevi i conti senza IVA il risultato era lo stesso (ma con più semplicità): 30.000 - 10.000 = 20.000 euro Stesso discorso per casi particolari di IVA su acquisti. Un prodotto che acquistato in Italia ti costa 100 euro più IVA (quindi 120 euro) è equivalente a uno che acquistato all'estero ti costa 100 euro senza IVA (non risparmi nulla). -IVA non detraibile: sono pochi casi particolari, in cui l'IVA pagata su certi acquisti non si può detrarre, o comunque non la si può detrarre completamente (es le spese telefoniche di cellulare). In questo caso l'IVA che non detrai è per te un costo e va conteggiata nella spesa fatta per l'acquisto. L'INPS invece, come l'IRPEF e L'IRAP (o quello che saranno, a seconda del tipo di società) sono invece calcolati in funzione del tuo reddito imponibile. Il reddito imponibile è quello che risulta dalla differenza tra i tuoi incassi e le tue spese. Ovviamente la cosa è un po' più complessa, dovendo tenere conto di costi non deducibili, beni ammortizzabili ecc.. ma il conto della serva è sempre: guadagno = ricavo - spese Su questi soldi dovrai pagare appunto l'INPS e le altre tasse. L'INPS è circa il 20 % (più alcuni decimali, e varia leggermente da un'attività ad un'altra) ed è calcolata appunto come percentuale dell'imponibile, ma esiste un imponibile minimo di calcolo. Di fatto esiste un valore di imponibile minimo sul quale viene calcolato il valore da pagare, nel caso il tuo guadagno sia appunto inferiore al minimo considerato. Questo serve per garantire comunque un minimo di contributi versati anche in caso di guadagno bassi da parte del contribuente. Le altre tasse (IRPEF, IRAP, o quello che dovete pagare) vengono anch'esse calcolare in base all'imponibile (dedotti i contributi INPS), e la loro percentuale varia in funzione del reddito (aumenta all'aumentare del reddito, partendo mi pare da un 18-20% per i redditi più bassi, fino ad arrivare anche al 46% per l'IRPER dei redditi maggiori). Qui il conto è più complesso, dovendo tenere conto degli scaglioni di reddito. Di fatto conto della serva alla mano, una volta determinato l'imponibile (che è grossomodo quello che vi resta in mano tolte le spese e l'IVA) dovete considerare di doverne dare allo stato una percentuale compresa tra il 45 e il 60 % (tra INPS e altre tasse varie. Questa percentuale può salire anche a oltre il 70 % per redditi molto alti. Della serie: siete stati cos' bravi da guadagnare un milione di euro lordi? Bene, di questi almeno 700.000 li date allo stato. Spero di essere stato abbastanza chiaro! In bocca al lupo! Ciao!
  6. Bit79

    Modellare Carrozzeria

    Bene, le idee sono già più chiare! Anche io avevo tentato di partire dalle gondole laterali, ma mi incasinavo con le sezioni e non sapevo come sfruttarle per generare le superfici. Per quanto riguarda la forma, è bene che risulti semplice e grezza. A me non serve un disegno dettagliato (tantomeno un rendering), ma una forma sulal quale verrà poi costruito il modello della carenatura (e successivamente lo stampo e la carenatura stessa. I fianchi sono diritti, almeno tra ruota e ruota (posso rastremarli leggermente fuori dalle ruote, ma qui basta un trim con un piano inclinato (fino a qui ci arrivo, eheh...). I passaruota posso anche solo disegnarli con una riga, tanto per vedere l'effetto. Nel modello e nello stampo è conveniente che non vi siano i tagli per le ruote, verranno ricavati in seguito direttamente sulla carenatura. Questo per semplificare le forme e rendere modello e stampo più rigidi. Provo subito! Grazie a tutti!
  7. Bit79

    Modellare Carrozzeria

    Salve a tutti. Sto cercando di imparare a fare qualche semplice lavoretto con rhinoceros. Fino a disegnare qualche pezzettino geometrico ci sono arrivato, e ho fatto i vari esercizietti dei tutorial per la creazione di superfici e solidi. Poichè per divertimento faccio corse di speed-down, e vorrei rifarmi la carenatura del mio bob-car, mi piacerebbe utilizzare un metodo di costruzione un po' più metodico del solito sistema manuale, e vorrei partire creando un disegno 3d della carrozzeria che andrei poi a realizzare in vetroresina. La forma da cui vorrei prendere ispirazione è quella dell'audi R10 tdi. Ovviamente dovrò adattare la forma alle dimensioni e altre esigenze del mio mezzo, secondo gli ingombri del telaio esistente, delle ruote, della pedaliera, e dello spazio per pilota e copilota. Vorrei ridisegnare tutto con rhinoceros, ma trovo ancora molte difficoltà, specialmente per quanto riguarda l'individuazione del metodo di lavoro più corretto. Ho esperienza di disegno 2d (autocad), ma ovviamente con il 3d le cose cambiano. Non ho bisogno di fare un disegno dettagliato, in pratica ho solo bisogno di definire la superficie esterna della carrozzeria, senza dettagli troppo minuti (il sistema di costruzione della carrozzeria non me li copierebbe comunque). In pratica dovrei disegnare qualcosa di molto simile a quelle carrozzerie in plastica stampata dei modellini radiocomandati. Ho cominciato disegnando il profilo laterale della carrozzeria, e le sezioni frontali e superiori (per adesso del solo fianco), ma non ho ben inquadrato il procedimento giusto per ottenere un buon risultato. C'è qualcuno che, anche a grandi linee, sappia indicarmi il modo di procedere? Non chiedo i singoli comandi, quelli più o meno le conosco, e poi è giusto che ci sbatta il naso, mi bastano alcuni suggerimenti per andare avanti con il lavoro... Allego alcune foto dell'auto che vorrei copiare. Se servono ne ho altre, con le viste laterali, frontali, posteriore e superiore. Ciao e grazie a tutti!
  8. Bit79

    Salve A Tutti!

    Salve a tutti! Ho trovato questo forum su segnalazione di un amico. Sto cercando di imparare a fare qualcosina in 3d con rhinoceros e leggendo tra i vari post ho visto molti bei lavori e molte spiegazioni. Il tempo a disposizione è sempre poco, gli impegni tanti, mi occupo già di elettronica (per lavoro e per hobby) e di meccanica (solo per hobby), ma spero ugualmente di imparare almeno a scarabocchiare qualcosa! A presto!
×