Vai al contenuto

Maddens23

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Numero messaggi

    5
  • Registrato

  • Ultima Visita

  1. Ciao ragazzi Sto facendo un lavoro dove ricostruisco una stanza Romana che come luci ha dei bracieri, ovviamente è animata e le pareti hanno materiali in Vray, tutto in Vray... Il problema è questo: quando renderizzo e genero file in sequenza poi quando monto i file mi accorgo che il riflesso della luce che emana il fuoco fa una sorta di riflessi strani, come dei piccoli bagliori sui materiali, principalmente sui materiali riflettenti tipo marmi, è una cosa fastidiosa che però non so come sistemare... Ora voi vorrete che vi faccio vedere il lavoro, ma non posso. Devo capire se Phoenix FD ha un sistema che blocca i riflessi in determinati punti o gli stessi materiali evitano di prenderseli... Fatemi sapere pls..
  2. E' la prima cosa che terrò a mente sicuramente la selezione giusta del personale lavorativo, gente che è disposta a lavorare sull'idea ed è convinta che questa idea possa portare frutti nel futuro, puntare sull'affidabilità delle persone al progetto e nn trascurare i tempi di produzione.. Capisco che per molti può determinare un dissenzo logistico pensando subito al fattore economico ($) ma il rischio comporta anche questo, la convinzione nel progetto è fondamentale e viene prima di tutto il resto... Ovviamente nn ho un buget economico altissimo ma penso che di partenza possa bastare per concludere almeno la prima fase lavorativa del progetto per farlo decollare... Facendomi due conti dovrei riuscire ad arrivare ad un compromesso che riesce a far si che la resa finale del prodotto nn sia per niente scadente e che magari nel tempo possa migliorare... Lavoro in questo campo da anni e qui in italia purtroppo questo tipo di lavoro ha troppi problemi legati alla burocrazia e al costo oggettivo di una produzione di fascia alta...diciamo che per ora ad oggi è "inesistente" e le uniche fonti di animazioni 3D da prendere da esempio la maggiorparte sono prodotte amatorialmente, e gestite a tempo libero, e il risultato finale nn è di certo un prodotto elevato o di livello paragonabile alle produzioni estere... Per questo ci devo provare e sono convinto che la pura convinzione e dedizione a tutto ciò determina una riuscita finale di degno valore... Capisco che molti di voi magari nn la pensano come me e credono che un progetto simile sia al di fuori di qualsiasi portata, ma l'idea del progetto è fondamentale e senza quella nn si va da nessuna parte... Spero che nn mi prendiate per visionario ma io forse nn sarò l'unico a voler provare una cosa del genere, molti che lavorano in questo campo so perfettamente che sognano di entrare a far parte di un team lavorativo e molti sarebbero anche disposti a scendere ai compromessi elencati prima sempre che loro stessi credano nel progetto d' insieme... Continuerò a seguire questo forum in futuro per riuscire ad avere maggiori feedback e magari se qualcuno vuole dare info utili al progetto ben venga fatemi sapere terrò aggiornata cmq la situazione...
  3. cit. La serie verra realizzata in questo modo e penso che molti già lo conoscono....es. pixar.
  4. Ciao ragazzi è da un po di tempo che io e dei miei collaboratori stiamo pensando di tirar su questo progetto e sentite sentite in ITALIA (speriamo bene)... Allora partiamo con il dire che avremo una struttura di 120 mq dove svolgere il progetto, è una sede lavorativa che a mio parere va abbastanza bene, all' interno ho pensato di inserire almeno 5/6 postazioni PC da 1k di euro l'una e assemblandole come dio comanda, sicuramente data anche la mia esperienza, ci si possono far uscire delle belle macchinucce... Devo valutare i costi dei SW per la realizzazione del progetto, comprare almeno un apparecchio per il motion capture e ne ho in mente alcuni ovviamente nn sopra i 1000 euro, per il resto volevo appunto capire cosa altro potrebbe servire per realizzare questa serie che adesso vi illustrerò la metodologia... La serie verra realizzata in questo modo e penso che molti già lo conoscono....es. pixar. (1) I disegnatori della Pixar schizzano delle prime idee e le mostrano agli altri membri del team di sviluppo. Lo scopo del “gioco” è quello di catturare l’attenzione, riuscire a coinvolgere gli altri nella convinzione che quell’idea è possibile realizzarla con successo. (2) Viene redatto il “Treatment”, ossia un breve documento in cui si illustra l’idea principale della storia. Alle volte vengono scritti anche più treatment allo scopo di trovare l’equilibrio giusto tra un’idea forte e successivamente ampliabile. In seguito sarà infatti riempita con dettagli in fase di sviluppo e dagli artisti che si occupano dello storyboard. (3) Viene disegnato lo storyboard: Lo storyboard è una specie di fumetto che serve da riferimento per l’azione ed i dialoghi. Ogni artista che si occupa di questa fase di disegno riceve anche delle note (script) che indicano dei riferimnenti necessari come l’emozione, lo stato d’animo, affinché il disegna possa rifletterli. (4) Quando i dialoghi sono pronti è il momento degli attori professionisti. Attori conosciuti e di talento prestano le loro voci a futuri eroi della storia, recitando alle volte più versioni. Tra queste saranno scelte le traccie più adatte. Quindi, in versione originale, la voce calza in modo assolutamente perfetto sul personaggio in quanto il personaggio stesso “nasce” sulla voce dell’attore originale. (5) La fase successiva è dedicata ai Reel. Si tratta di squenze video montate allo scopo di verificare la forza della storia e la successione degli eventi. Il Reel permette inoltre di comprendere la tempistica delle scene (timing) in modo da dividere tutto il racconto in sequenze ben precise. (6) Creazione del look. Basandosi sul treatment, sui dialoghi, sulle voci e sulla propria creatività.. il team di esperti dedicato alla creazione visuale si mette all’opera. Creano i primi colori, le superfici, la luce, il look dei personaggi e del mondo in cui vivono. Si tratta dei primi passi “visuali” e tutto ha un’aspetto molto pastelloso allo scopo di enfatizzare l’idea che si vuole rendere. (7) Modelli 3D e struttura. Ecco quello che tanto aspettavamo!! Con tutte le informazioni acquisite gli artisti 3d posso rimboccarsi maniche e mouse e darci dentro!! Si tratta di modellare i personaggi precedentemente disegnati, arricchendoli con ulteriori dettagli. A loro spetta anche il compito di creare la struttura ossea che ne permetterà il movimento e l’articolazione. (8) Il set cinematografico in 3D. Arredo, vestiti, strade… tutto il mondo in cui vivono i nostri eroi necessitano di modelli 3D creati ad hoc per la storia. Questo per rendere il tutto più credibile. Gli artisti 3d che si occupano di quest’aspetto lavorano gomito a gomito con di regista, per far sì che quanto viene creato sia il più aderente possible alla visone che il regista ha di tutta l’opera. (9) Layout. Quanto tutta a storia è definitivamente trasferita nell’ambiente 3D è il momento di fare degli “scatti” prima di passare all’animazione. Si tratta delle immagini fondamentali di ogni sequenza, quelle intorno alle quali ruotano i vari momenti del racconto. Solo alcuni di questi shot vengono approvati e passati agli animatori. (10) Animazione! Gli animatori non disegnano, non dipingono né non modellano nulla. Loro si occupano della “classica” animazione. Loro sono come attori o burattinai: devono muovere e dare vita attraverso le espressioni facciali ai vari personaggi, con la differenza che utilizzano come strumento un software di modellazione. La Pixar in particolare ha dei software speciali che vengono utilizzati solo all’interno dell’azienda. (11) Creazione di Shader. Dopo aver creato la forma fisica del modello è il momento di assegnare le propripietà visive a tali superfici: i cosiddetti shader. Si tratta in pratica delle texure, colori, le proprietà di riflessione e trasparenza degli oggetti. (12) Con l’aggiunta della luce la scena prende vita! Luce primaria, di riempimento e di rimabalzo completano l’atmosfera e l’emozionalità della scena. Gli artisti hanno come riferimento degli script preparati da un team predisposto proprio a questo. La luce è gestita anch’essa con un software di render interno (Renderman). (13) Clic… Render. E’ la potente renderfarm interna della Pixar a gestire tutti queste informazioni che adesso devono essere renderizzate! Pensate che in 1secondo ci sono 24 fotogrammi (frame) e renderizzare un singolo fotogramma necessita in media 6 ore di calcolo. In casi strardinari si sono raggiunte anche le 90ore!! (14) Ritocchi finali. Lavorando a stretto contatto con il supervisore vengono aggiunti suoni, effetti sonori e visuali. Infine viene tutto registrato su supporto digitale o pellicola per una perfetta visione in sala. Questo è il percorso in linea di massima che vorrei rispettare con i limiti ovviamente di una produzione low cost... Per motivi di privacy nn vi posso illustrare di cosa si tratta la serie, ma in linea di massima la realizzazione deve avere un aspetto cartoonesco molto stilizzato, ve la butto un po la, stile TeamFortnes ma in Computer Grafica...questo diciamo è il risultato che vorrei raggiungere... Volevo sapere se qualcuno magari già si era fatto due conti per un progetto simile o magari ha qualche info in più appunto per informazioni sul un costo reale di questo determinato progetto... Accetto consigli grazie...
  5. test - V-Ray RT OpenCL (GPU)

    Scusate, sono un po indietro...però devo capire bene questa cosa e se nn la chiedo qua veramente nn saprei dove chiederla... Allora io ho una GTX570 e uso Vray con 3ds max2010, è possibile far fare i Render alla GPU? se si come e in che modo si attiva? Ho anche installato CuDA Toolkit nn so se serva a qualcosa... fatemi sapere tnks sempre se possibile...
×