Jump to content
bn-top

LucaRosty

Moderatori
  • Posts

    2960
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    38

LucaRosty last won the day on September 21 2020

LucaRosty had the most liked content!

7 Followers

Professional Info

  • Employment
    Libero Professionista (Freelancer)
  • Sito Web
    http://www.lucarostellato.it

Recent Profile Visitors

38541 profile views

LucaRosty's Achievements

  1. Se la vedi bianca è solo una questione di regolazione dell'esposizione, è corretto sia così, dipende dalla condizione luminosa che hai scelto di utilizzare. Inseriscila come fai di solito e poi regola l'esposizione della camera.
  2. Ciao, se il tuo dubbio è relativo al fatto che il file scaricato ha estensione .EXR piuttosto che .hdr , non ti devi preoccupare in quanto un file .EXR è comunque un file a 32 bit utilizzabile al pari di un .hdr, quindi utilizzalo allo stesso modo come hai sempre utilizzato i file .hdr.
  3. Complimenti Andrea , lavoro pazzesco come sempre !!!
  4. Se ti va' potresti descrivere cosa ci cela dietro a questa immagine, a livello comunicativo o altro, perchè ho l'impressione che ci sia qualcosa di interessante
  5. Davvero bella quest'immagine, semplice ma efficace complimenti.
  6. Ciao Giusc, ci sono alcuni aspetti che vale la pena chiarire prima di darti una risposta, perchè dalla domanda si deduce un po' di confusione. Prima di tutto 3dsMax non è un motore di render ma un sw di modellazione tanto quanto Rhino, il motore di render è V-Ray, che stai utilizzando in Rhino e probabilmente anche in 3dsMax , oppure Arnaold. Il tuo sembra proprio un problema di gamma, dato che in 3dsmax è impostato di defoult (Customize --> Preferences --> Gamma And LUT) a 2,2 , e se tu non hai apportato modifiche hai una coerenza fra ciò che "crei" e ciò che ti trovi in uscita . Non sono un utilizzatore di Rhino quindi non ho idea di come venga gestito il LWF (Linear Work Flow) , ma probabilmente ti basta impostare il corretto valore in uscita per avere una coerenza . Fai una ricerca sull'argomento e verifica come gestire il LWF in Rhino con V-Ray, io nell'Help di V-Ray For Rhino ho trovato questo : Color Correction e V-Ray Frame Buffer Per quanto riguarda la gestione del render time, è vero che V-Ray è stato ampiamente ottimizzato sulla gestione delle grosse quantità di luci in scena, ma è ovvio che più fonti luminose sono presenti e più in ogni caso si allungano i tempi, ma 2 ore siamo ampiamente entro un tempo più che ragionevole, anche se ovviamente senza alcun parametro sull'HW (Processore e Ram se calcolo in CPU o Scheda Grafica se calcolo in GPU) che stai utilizzando è inutile valutare questo aspetto perchè 2 ore possono essere molte come nulla.
  7. LucaRosty

    CG to Real - il nuovo corso professionale di BraveArt

    Un lavoro impressionante, complimenti @crispa !!!
  8. LucaRosty

    tyFlow 1.0: particelle per 3ds Max

    Ottima notizia !!! P.S. Se è a pagamento e il costo è ben giustificato dal suo valore, è solo una ottima notizia per chi lo utilizza per professione
  9. Urka me lo ero perso, complimenti Roberto, lavori eccellenti e in bocca al lupo per la nuova esperienza !!!
  10. LucaRosty

    Treddi.com: 21 anni online!

    Auguriiiiii a Treddi e al Grande Boss !!!
  11. Si Kap concordo, per questo ho parlato di bilanciamento, per restituire più "credibilità " sulla percezione delle fonti nel suo insieme. Poi è chiaro che ognuno di noi la può vedere in modi diversi in funzione di come interpreta l'immagine. Nella fruizione del contenuto la componente soggettiva è quasi sempre dominante e spesso incontrollabile.
  12. LucaRosty

    Ecco i vincitori del contest Render o Foto?

    Al di là della classifica, da parte mia complimenti a tutti i partecipanti perché avete dimostrato capacità e impegno ma soprattutto ampi margini di miglioramento, quindi bravi e continuate su questa strada
  13. Purtroppo non conosco @Daniela Russodi persona ma solo virtualmente , e so' per certo che il lighting è una sua passione ed è molto preparata. Per quanto riguarda questa scena, e mi riferisco alla prima immagine, forse manca solo un po' di bilanciamento fra le fonti e ho l'impressione che l'occhio (in realtà la mente) venga ingannato dal fuoco ... se solo fosse più intenso il bagliore all'interno del camino già la percezione di tutta l'illuminazione della scena cambierebbe. @kap l'immagine che hai postato gioca sulla luminanza e sull'adattamento dell'occhio in una situazione di buio interno e alta luminanza all'esterno, in realtà se noti di luce all'interno della stanza le vecchiette ne hanno ben poca, e non molto lontana da quanta ne ha portato Daniela in scena. Forse a mio avviso, è la terza componente (data da una o più fonti) a destabilizzare l'osservatore e omogeneizzare troppo l'illuminazione della scena, , proverei a diminuirla di molto se non addirittura a spegnerla ed aumentare la componente del fuoco, un po' più di contrasto in poche parole. Sui materiali a me non dispiacciono per nulla anzi
×
×
  • Create New...