Vai al contenuto

jelly

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Numero messaggi

    35
  • Registrato

  • Ultima Visita

  • Days Won

    1

jelly last won the day on February 27

jelly had the most liked content!

Info su jelly

  • Rango
    Matricola

Informazioni professionali

  • Impiego
    Libero Professionista (Freelancer)
  • Sito Web
    http://www.renderingart.it

Ospiti che hanno visualizzato il profilo

Il blocco recente degli ospiti è disabilitato e non viene visualizzato dagli altri utenti.

  1. Hdr di cg source modificata, una di quelle con sole dietro le nuvole per ombre più morbide. Ho provato anche con il suo cielo fisico e funziona bene ugualmente. sui parametri di octane: 100000 samples diffuse e specular depth ad 8, gi clamp a 1000, coherent ratio a 0.3, adaptive sampling al 3% con esposizione uguale alla camera. nulla di particolare, alla fine sono sempre quelli i parametri. Ho tenuto i campioni alti che avevo delle zone da risolvere e tanto con l'adaptive alla fine diventa veloce, nell'ordine delle centinaia di megasamples al sec.
  2. intendi i parametri di octane?
  3. Concordo per questa scena e non sono riuscito a capirne i motivi. Sugli interni sono tipicamente inferiori. Ho provato a fare elaborare la scena ad alcuni amici che hanno rilevato le stesse mie problematiche. Per velocizzare i confronti li ho fatti solo con pavimento, plafone, muri con aperture (no serramenti, no vetri, solo foro architettonico) e con un materiale standard bianco (un diffuse di default, nulla di esoterico). Ho provato a rimodellare in Cinema muri, pavimenti e plafone, per essere sicuro della bontà delle geometrie (il master è ricavato da Archicad) senza alcun miglioramento. Ne ho dedotto che ci sia qualcosa che rende difficile la risoluzione dei rendering di questo specifico ambiente. Per contro il setup è stato semplice e veloce, senza ammazzarmi di render region. Il lavoro precedente è stato moolto più veloce. Grazie del complimento, mi fa piacere ti sia piaciuto.
  4. thumb
    Ciao a tutti, allego le ultime immagini elaborate per una zona soggiorno di appartamento a Milano. Rendering realizzati in Octane in modalità Path Tracing. Illuminazione mediante HDR, no luci area, no portal. Tempi insolitamente lunghi di cui non ho capito ancora i motivi. Solitamente per scene analoghe mi attesto sulle 3-4 ore che in questo caso specifico sono arrivate a circa 12 per una risoluzione di 3500x2400.
  5. Modellazione con Cinema 4D. Vegetazione, imbottiti, lampada artemide e vasca da bagno acquistati/scaricati, tende modellate con marvelous designer, il resto modellato in Cinema. Rendering con Octane Render. Pochissima post produzione delle immagini, solo una ritoccatina alle curve per i contrasti. Sono passato ad Octane dopo lunga militanza con vray per Cinema, per quanto valido, la versione per cinema non rispondeva più alle mie necessità. Con octane mi trovo bene. Dovessi tornare a rendering cpu, credo sperimenterei in modo approfondito corona. L'alternativa sarebbe studiare 3dmax e pensare ad un cambio di licenza, ma stiamo speculando un po' troppo: lo ritengo inverosimile. Risoluzione originaria 2800x1500 e circa 4 ore ad immagine con 2x1080ti ed elaborazione in path tracing. Ho illuminato con un'unica hdr, c'è una luce nella gola del controsoffitto ma per la scena diurna non mi piaceva accesa.
  6. jelly

    interior rendering

    thumb
    Ciao a tutti, allego qualche vista dell'ultimo lavoro realizzato. Curata progettazione e visualizzazioni. Ringrazio chi vorrà intervenire con eventuali commenti od osservazioni.
  7. Grazie stefano e complimenti per la tua apertura mentale, la volontà e la capacità di volerti rimettere in gioco. Grazie della considerazione e delle parole di incoragamento. Edit: Ho piccole cose da sistemare nelle prime due immagini che provvederò a rielaborare e pubblicare.
  8. Ciao Stefano, veniamo alle tue osservazioni: è una casa in cui si può (e spesso accade) lavorare. Manca il contro campo alla prima vista che inserisco adesso. Il forno è una macchina del caffè ad incasso, ma a questa risoluzione e dimensione può sembrare un forno. Il lavoro è nato per sperimentare e migliorare in genere la resa sia in fase di rendering sia la post senza stravolgere le immagini di partenza. La scena presenta tendaggi, dettagli grossolani e fini, inquadrature controluce, chiari scuri, un'ampia latitudine di posa e luci artificiali tutte spente. Il tappeto è frutto di test con marvelous che ancora devo domare, dovrò fare un corso di tappeti e cuscini Grazie delle osservazioni
  9. jelly

    classic home office

    allego due immagini di interni realizzate con C4D e Vray, sto sperimentando un po' illuminazione e post
  10. jelly

    Mamma mia che tariffe!

    Fondamentalmente non è un mio concorrente. Ma il discorso sul "pricing" di un prodotto (rendering) è una delle tematiche più complesse del marketing e che mi vede sempre interessato. Qui di seguito una utile lettura che condivido: è un suicidio abbassare i prezzi in tempo di crisi. http://www.chefuturo.it/2012/10/il-prezzo-non-e-giusto-quello-che-le-aziende-sbagliano-in-tempo-di-crisi/
  11. jelly

    Mamma mia che tariffe!

    Forse li ho trovati... Ma non hanno un telefono o la partita iva?
  12. Ecco le immagini finali del wip che era in corso.
  13. Piccolo passo avanti, anche se grosso modo non dovrebbe mancare molto alla conclusione: un po' di complementi, oggetti vari nelle vetrine
  14. Grazie piccolo aggiornamento, mancano ancora parecchie cose. Rielaborazione di un progetto di ristrutturazione di un appartamento a Milano, illuminato con phisical sky e luci area di supporto alle aperture, nulla di particolare o di esoterico.
×