Vai al contenuto

che gabbri

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Numero messaggi

    2
  • Registrato

  • Ultima Visita

  1. Progettazione 4

    Cara silvietta Non credo sia molto comunicativa, almeno in pianta, l'immagine della scheda madre, perchè se uno spazio lo vive dall'interno non ha la percezione del suo disegno dall'alto...o almeno le persone normali no, e quindi diventa un po' un esercizio di stile fine a se stesso, un po' come i cerchi nei campi di grano sud americani (che però erano un messaggio per gli dei e io in dio non ci credo). Invece mi piaceva molto l'idea iniziale di portare alle estreme conseguenze il concetto di flessibilità. Quindi vorrei avere la possibilità di gestire 3-4 moduli di dimensioni variabili (anche molto grandi) da montare l'uno sull'altro a seconda delle esigenze. Mvrdv hanno fatto una cosa simile, con delle abitazioni, nel SILODAM, in cui i moduli cambiano forma e colore. Vorrei che si sfruttasse tutto lo spazio a disposizione, come si faceva nel tipico isolato romano lungo tutto il perimetro, con una bella e grande corte in mezzo dove la luce arriva dai vuoti di risulta tra queste scatolette-contenitore laterali. Dall'esterno avrei l'immagine di una bella e articolata figura compatta e solida, sulla cui facciata invece si può riproporre la scheda madre di un computer con aggeggi di ferro acciaio vetro rivestimenti vari che invece azzecca molto con questa città che si autofagocita e si ricostruisce sopra sotto e ai lati. Mi piacerebbe anche che ai primi due piani, più o meno, lo spazio fosse libero del tutto. Li si possono alternare giardini d'inverno, spazi lettura e gioco, oppure avere una megatruttura tipo piazza coperta il più possibile svincolata elementi strutturali fissi. Anche il beaubourg è nato per avere una sala espositiva molto grande e flessibile al piano terra e l'immagine che restituisce è simile a quella che ho in testa...solo che a questo punto (vado a ruota libera), al piano superiore, sempre aperto, ci vorrei un giardino o uno spazio comune da cui arriva la luce attraverso aperture a tutt'altezza dall'alto. O perchè no... potresti interrare un piano che ha solamente dei divisori, come una palestra gigante che con un muro a soffietto che scende dall'alto divide in due , quattro, otto spazi più piccoli la sala e quindi a seconda dell'ora diventa un campo calcio, da pallavolo, basket, o un ring di boxe. Sono un committente molto esigente! Comunque veramente l'idea è bellissima ma devi stare attenta a non perdertela per strada.. ci sarò io qui a ricordartela! Gabbri
  2. Tavole Di Progettazione

    Secondo me c'è poco ordine, in più dovresti distinguere un po' l'arredo interno che si confonde con il colore del pavimento.
×