Vai al contenuto

Minimo

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Numero messaggi

    573
  • Registrato

  • Ultima Visita

Info su Minimo

  • Rango
    Treddiano

Informazioni professionali

  • Sito Web
    http://
  1. Immagine pregevole... mi piace il test; oltre al movimento di camera ci dovrebbero essere anche animazioni minime degli elementi... scorrimento dei frammenti volanti, un leggero zoom dell'erba con relativo slittamento... cose semplicissime, ma che si prestano a valorizzare al massimo il tuo lavoro... mi pare che il cielo si muova insieme ai palazzi di sfondo; svincolarlo è la prima cosa da fare...
  2. In realtà io intendevo dire proprio che puoi fare tutto col tuo notebook [anche più volte all'anno ] e che premiere alla fine non è poi chissà cosa: non c'è assolutamente bisogno di workstation per 3 min di divertimento... Siccome alla fine conta il risultato, buon lavoro...
  3. Credo che Premiere abbia raggiunto il miglior compromesso nella versione 2 pro; inutile la cs3, opinabile la cs4... detto questo possiamo aggiungere che lascia abbastanza a desiderare nell'esportazione di molti formati, al punto che spesso conviene affidarsi a programmi piùeconomici, ma decisamente più affidabili. il problema dei tagli a tempo richiede spesso un lavoro certosino, insomma molta dedizione e pazienza. Per quanto riguarda la macchina mi sembra [per esperienza, senza polemizzare] che Pr possa girare senza problemi su un portatile di ultima [penultima] generazione; discorso diverso per Avid che rasenta il masochismo, a volte. Un'alternativa può essere Sony Vegas che, sinceramente, mi pare meno valido. Meglio Finalcut, ma stiamo entrando nel mac... Se esci da 3Ds puoi farlo in sequenza d'immagini [targa, per esempio] e poi uscire in AVI da Premiere. Poi puoi scegliere per esempio di esportare un mpeg2 per un dvd da AVS [che è un convertitore video molto economico, ma validissimo] o in H264 da Quicktime Pro [altrettanto economico e valido]. Visto che vuoi uploadare su youtube puoi andare in risoluzione dimezzata [se non ricordo male ci sono istruzioni per l'uso nel sito]; non è male l'esportazione wmv 512 K di Premiere a memoria; ho provato l'esportazione nominata "youtube", ma mi pare una schifezza... Sperando che la [mia] modesta conoscenza di Premiere ti sia utile, e senza far polemica, spero che il tuo notebook possa esportare un video di tre minuti. che a ben vedere non è un colossal di Hollywood e forse potrà girare su Youtube senza problemi. E senza far polemica...
  4. Minimo

    Animazione Cartoon.

    La puntualità non è il mio forte ... adoro il capovolgimento delle situazioni; il topo merita qualche particolare in più [le zampe, anche solo accennate, e un paio di dentoni]. Quando il formaggio apre la bocca dovresti esagerare la deformazione della stessa... tanto per rendere la ferocia della "belva". Mica conta finirle le cose, l'importante è andare avanti! Mi è venuta voglia di Animationish...
  5. Minimo

    Siena Neve 4-01-2010

    Matteo, forse dovresti rileggere il libro...
  6. Minimo

    Legno Con Vray-sketchup

    non ricordo se c'era altro materiale a riguardo, ma ci sono comunque diversi articoli nel sito.
  7. Minimo

    Legno Con Vray-sketchup

    personalizzare i materiali
  8. Minimo

    Maxmad

    L'avevo capito ... e ci stavo scherzando su [vista l'entrata da terzino]... del resto, io dove [soprav]vivo? questo giustifica quello che ho detto... :lol: :lol: Ah! usa modo... Dipartimento di disegno, area rilievo!
  9. Minimo

    Sketchup: Conviene Perderci Il Tempo?

    ... sono sempre stato un appassionato di cinema... chissà...
  10. Minimo

    Sketchup: Conviene Perderci Il Tempo?

    LINK Esistono versioni free e senza limiti di scadenza, ma limitate nella dimensione finale [intorno ai 600 px]. IRender nXt offre una versione entry level a 35 $ [licenza educational, senza limiti commerciale... mi pare]; la versione full costa intorno a 100 $; lo stesso per IDx Renditioner. Qui si sale intorno ai 4000 px. Non sono poi così male e hanno pochi settaggi. Ovviamente stiamo parlando di applicativi votati a risultati medi, ottenuti con facilità. Il classico render per vendere [un vender, insomma! ]. Per saperne di più consulta la lista.
  11. Minimo

    Maxmad

    Dipende, Firenze è la patria del dilettantismo ... il character design è un ambito particolare, in Italia molto sottovalutato e si vedono i risultati, soprattutto nell'animazione 3D... tempo fa sono stato contattato da un produttore americano per studiare i personaggi di un video [poi saltato, non per colpa mia ], noi si raffazzona: paghiamo uno e vogliamo che faccia per dieci... Ho lavorato per aziende che volevano un testimonial, per manifestazioni di discreto calibro, per copertine di dischi e video... ho illustrato qualche volume per il Careggi e il comune di Firenze ... e il mio compenso non è stato poi male... La lavorazione è abbastanza lunga [ed è la stessa post che si usa per i rendering], dal disegno a mano fino alla preparazione per la stampa [la settimana prossima ti faccio appendere le prove di stampa all'AZ, per capirci meglio... ]. certo ora il mercato è quello che è... faccio pure la grafica; che comunque è qualcosa di più di comprare un libro Logos o Taschen alla Edison e scopiazzare qua e là! Ultimamente mi sono cimentato [e mi è venuto bene] in insegne fantasy, provando un po' di painting... Come dice Gurugugnola dipende dall'autore; non solo dall'essere un "nome", ma aggiungo dall'avere consapevolezza del valore del proprio lavoro. Considera inoltre che si va a momenti, a mode... ora è 3D a ogni costo [a parte Taxfree, Mozart, qualche altra agenzia e alcuni validi freelance, il resto fa quello che può ], grafica tipo videogame, regia tipo videoclip... ma si sente a mio avviso il livellamento, il bisogno di qualcosa di diverso... magari tornerà il 2D... magari si tornerà al graphos... stiamo a vedere... @ Guru, in genere io disegno su carta e ripasso con pennarelli di vario tipo... Ho un tratto abbastanza pulito e non necessariamente devo vettorializzare le immagini. Comunque ormai la considero una parte integrante [quest'estate - in Umbria - ho stampato dei disegni di 6 x 6 m... arrivando anche a 12,5...] e mi affido a Vector Magic, molto gestibile. Per la creazione dei palazzi e di eventuali oggetti uso Sketchup, che postproduco in Ps e Ae. Per i testi tridimensionali non disdegno Xara, per le texture passo sempre in Ps. Per un po' mi sono divertito a realizzare loghi, ma anche immagini con CAD. Insomma la grafica è come il maiale: non si butta via niente! tutto sta alla propria sensibilità. Ultimamente mi sono intrippato con gli opensource... Inkscape, validissimo, e Gimpshop. Quest'ultimo ha il "pregio" di essere digeribile per chi viene da Ps, ma è meno stabile e sviluppato di Gimp. Altro difetto degli opensource [ma di qualsiasi software rispetto ad Adobe] è, a mio avviso, la gestione non ottima del colore. Ora sto pensando di creare animazioni in Animationish per poi compositarle in Ae, creando qualche strano mix... come dico sempre ai miei amici, io sono un falegname del Photoshop!
  12. Minimo

    Sketchup: Conviene Perderci Il Tempo?

    ... parole, parole, parole... soltanto parole... parole tra noi... é ormai prassi che a una domanda semplice corrisponda una quasi infinita catena santantoniana di risposte "alternative". Sketchup è un programma molto semplice che fa il suo dovere. Altri programmi hanno potenzialità maggiori, ma sono anche più complessi. Visto che è un programma gratuito scaricalo e provalo... esistono plugin, oltre a Vray, per rendering fotorealistico che alla fine non sono male e spesso vengono forniti con licenza educational [quindi a prezzi vantaggiosi, peraltro in dollari] e allo stesso tempo hanno valenza commerciale. Non tutti sognano di lavorare alla Pixar; di quelli che lo fanno molti restano dove sono a sfogare le loro tecniche frustrazioni...
  13. Minimo

    Maxmad

    ... sono le prove che faccio per testare la stampa, le combinazioni di correzione colore, le "addizioni speciali"... e allo stesso tempo per provare alcuni software, spesso considerati di scarso interesse e poco onerosi. Il tutto poi si riversa nelle occasioni di lavoro. La difficoltà reale sta nel riuscire a raggiungere un budget adeguato. Un committente poco preparato fatica a capire quanta lavorazione c'è dietro e quanto questa incida. Oltre alla fase di disegno c'è la fase di "ammorbidimento" e di correzione colore. E relative prove di stampa. A tal fine penso che sia utile dar sfogo a progetti personali, che non impongono limiti: è un modo per mettere a punto le potenzialità e affinare la tempistica. Una palestra grafica insomma...
×