Vai al contenuto

teokite

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Numero messaggi

    1116
  • Registrato

  • Ultima Visita

Info su teokite

  • Rango
    3ddivoro

Ospiti che hanno visualizzato il profilo

4122 lo hanno visualizzato
  1. teokite

    Workday is Over

    Superlativo....anche il dettaglio della vestaglia è stupendo. Complimenti
  2. teokite

    Loathin' 2006

    Cavoli.... lo ricordo bene questo lavoro, superlativo!!! L'unica cosa che avrei fatto diversamente, ma come gusto personale, sono i tacchi, forse li avrei visti meglio solidi, magari col materiale metallico che hai usato sul retro della zeppa oppure trasparenti effetto plexiglass con la vite in acciaio visibile. Complimenti ancora.
  3. Nella mia azienda che opera nel settore della progettazione, utilizziamo unity da un paio di anni. In realtà il campo di applicazione che ci sembrava più accattivante, se confrontato con altri digital media più tradizionali, era l'utilizzo di Unity unitamente a Oculus rift. Devo dire che raggiungere una buona qualità grafica dell'output richiede molto tempo e talvolta questo diventa un problema. Anche le risorse hardware sono abbastanza onerose, per un progetto abbiamo dovuto realizzare il bake delle texture di tutte le mesh in 3d max, quindi non abbiamo avuto bisogno di attivare il calcolo delle ombre nel motore di unity, risultato più valido rispetto alla controparte in realtime ma tempo dedicato al lavoro di gran lunga superiore a quanto previsto. Per certi tipi di visualizzazioni è stato molto più semplice e veloce realizzare viste a 360 direttamente in 3d max per poi visualizzarle con card board su android. Risultato molto convincente sebbene non sia un 3d vero.
  4. teokite

    Realizzare un piatto di spaghetti in Blender

    ...e pensare che a fine anni 90 avevo letto un'intervista ad un guru della cg (purtroppo non ricordo chi fosse) e alla domanda quale fosse l'obiettivo cui aspirare nella modellazione 3d lui rispose: quando saremo in grado di modellare un piatto di spaghetti avremo raggiunto quell'obiettivo. Forse intendeva col sugo Qualcuno degli anzianotti come me ricorda l'articolo? Se non sbaglio era sulla rivista CG.
  5. potrebbe essere un idea anche quella di variare i massi. Ciao
  6. molto bella l'atmosfera l'unica vera critica è sul ground. Hai usato corona scatter per l'erba e le pietre? Le pietre si ripetono in modo poco naturale, mi riferisco in particolare a quelle in secondo piano sul lato sinistro dell'immagine. Se hai guardato il tutorial sul natural environment di corona (lo trovi nella sezione tutorials sul sito di corona), verso la fine del video utilizza una copia del piano usato per il terreno per simulare una superficie rocciosa, tramite un displace modifier.
  7. teokite

    modellazione

    secondo me, guardando lo schizzo che hai postato, quella forma può essere ricavata tagliando un toro, quindi modellazione solida. devi chiaramente trovare il toro con le dimensioni corrette, dove la circonferenza della sezione corrisponde al collo che si collega al corpo della brocca, mentre la circonferenza minore (il buco del toro o "ciambella") corrisponde alla forma del beccuccio.
  8. teokite

    Transformers 4: L'era dell'estinzione

    io non ho visto transformers 4 ma ho visto i precedenti, e soprattutto il terzo capitolo della serie non mi ha fatto gridare al miracolo, forse sono troppo abituato agli effetti cg nei film che ormai sono diventati una tale consuetudine da non suscitare più lo stupore di una volta. Chi di voi ricorda il mitico terminator 2 con il robot in metallo fluido che quando uscì il film e parlo del '91 fu un cambiamento epocale nell'ambito dell'applicazione della cg nel cinema, ma erano altri tempi. Oggi siamo troppo viziati ed abituati agli effetti digitali e se manca la storia, anche in un film "da pop corn" come transformer e soci preferisco perdere 2 ore a fare altro. Se poi guardiamo più l'aspetto tecnico, di sicuro siamo a livelli altissimi, non oso immaginare lo scripting che c'è dietro alla cinematica dei robot, con mille pezzettini che si muovono e si combinano nelle varie sequenze, ma non credo che questo aggiunga molto ad un film d'azione/fantascienza ai giorni nostri,credo che occorra un nuovo balzo in avanti come fu matrix nel 1999. Voi come la vedete?
  9. teokite

    problemi esportazione mesh da rhino

    riguardando l'immagine che hai postato, non è per caso che ci sono delle facce in overlapp, sembra che i muri abbiano sia le facce con le normali verso l'esterno e sia verso l'interno in posizione complanare (o quasi). prova a fare questo check.
  10. teokite

    settare correttamente la scena con mental ray

    puoi fare la vista in ao e comporla in ps. il materiale rosso dovrebbe simulare una vernice? mi sembra che rifletta troppo, io proverei ad aumentare il glossy (reflection 0,8/0,6 , glossy 0,6 e glossy samples almeno a 16). mi sembra che l'immagine sia un pò troppo esposta, ma credo che con le poche modifiche che ti sono state consigliate tu possa raggiungere il risultato ottimale.
  11. teokite

    problemi esportazione mesh da rhino

    non credo centri Ccleaner. hai provato a controllare le coordinate globali della scena? se sono lontane dall'origine (0,0,0) possono creare problemi di esportazione. I modelli in rhino sono polymesh o superfici? Nel caso prova a convertirli in polymesh direttamente in rhino prima di esportarli. Ultimo consiglio, se hai esportato in formato ".3ds", prova ad usare un formato di esportazione diverso che sia compatibile con Artlantis, ad esempio ".obj", oppure "dwg/dxf" (non so se siano compatibili, non uso questo software).
  12. teokite

    Steel Kitchen

    bellissimi i close-up.
  13. teokite

    Nord America: architetto o renderista?

    Il discorso si fa interessante ma la vedo dura che arriveremo mai a quagliare Quoto in pieno quello che dici Krone, dato che lavoriamo in realtà molto simili. Per anni fai esperienza in settori specifici della progettazione che solo società di un certo livello si possono permettere di affrontare (consideriamo inoltre che per partecipare all'incarico di alcune commesse, che so aeroporti, stadi...ecc. il professionista/società deve mostrare un curriculum con progetti analoghi, oppure avere un capitale annuo che supera i 10 milioni di euro, eheh); e poi arrivi al punto che vuoi metterti in proprio e che fai? vai dalla sura Mariuccia e le chiedi se le serve un ponte strallato o un aeroporto nel giardino? Il discorso sul ruolo di "project manager" è un pò più delicato, diciamoci le cose come stanno, chi segue "treddi" e io sono 10 anni che sono iscritto, ha una forte passione per il mondo della cg, nelle sue varie sfaccettature, dal rendering architettonico, a quello figurativo, dalla modellazione organica al fotoritocco etc...e devo dire che ho visto davvero dei mostri di bravura qua dentro. Chi ha una propensione per il ruolo di project manager puro, sa a mala pena cos'è power point, e manco lo sa usare, e difficilmente si sposa con un background da "treddiano". Credo che sia più realistico ( e parlo soprattutto per esperienza personale) allargare i propri orizzonti rimanendo nell'ambito della progettazione, l'esempio dell'esperto in parcheggi calza a pennello....magari parti col fare i rendering degli sprinkler in funzione e poi diventi esperto in normativa antincendio. Che poi il mercato attuale cerchi figure con competenze più manageriali è solo un segno dei nostri tempi, ovvero: si progetta e si costruisce meno ma si scartabellano di più le carte, che tristezza
  14. teokite

    Nord America: architetto o renderista?

    dando per scontato che condivido a pieno quanto fino ad ora scritto, posso dare il mio modesto contributo, in quanto lavoro da più di 10 anni per una firma internazionale (di cui non faccio il nome) che si occupa di progettazione sia in ambito architettonico che ingegneristico, e diciamo che è una realtà che si avvicina molto a quanto raccontato da Skypperman. Diciamo che la specializzazione è data per scontata nel mio settore, tanto che si parla di specialismi. Questo termine però racchiude una serie di capacità e conoscenze maturate negli anni di esperienza lavorativa le quali inglobano a loro volta le "skills" ovvero le attitudini individuali a determinate mansioni operative: sketches a mano libera, rendering, modellazione architettonica, modellazione parametrica, scripting, ( e mi riferisco, semplificando molto, a competenze che possono far parte delle competenze di un professionista che parte da una formazione diciamo da "architetto"). Ora tornando al tema principale del topic di Skypperman, quello che penso possa essere problematico e non di facile soluzione è proprio la confusione tra quello che è la specialità e quelle che sono le proprie skills, mi spiego: puoi lavorare per anni in un ambito specifico a fare modellazione diventando bravo, magari molto bravo, e difficilmente sostituibile, e finirai per fare sempre quello, col rischio di finire in un loop.... In che modo evitare di entrare in un loop è un pò oltre le mie capacità dialettiche e predittive , però di sicuro la strada dovrebbe essere quella di diversificare al massimo le proprie attitudini lavorative, e questo non significa sapere fare un pò di tutto (ovvero niente), ma di aprire più strade di crescita; magari strade molto diverse fra loro, che sò...modellazione e rendering da una parte e gestione finanziaria del progetto dall'altra, giusto per fare un esempio estremo ma potenzialmente realistico. ...e alla fine di tutto sto pappocchio ci terrei a marcare il fatto che non ho preso minimamente in considerazione la situazione attuale del mercato italiano e più in generale europeo, perchè altrimenti ci sarebbe solo da ringraziare di avere un lavoro qualunque che minimamente si avvicina a quello che è il concetto vago di "fare l'architetto".
  15. teokite

    DA BITMAP A SOLIDO

    buon lavoro allora
×