Vai al contenuto

GRV

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Numero messaggi

    14
  • Registrato

  • Ultima Visita

Info su GRV

  • Rango
    Matricola

Informazioni professionali

  • Sito Web
    http://www.sodastudio.it
  1. Complimentissimi. Un reel davvero notevole. Continua così, che spacchi. GRV
  2. Per gli stroke abbiamo usato il plugin trapcode horizon e trapcode particular, modificando il file di esempio disponibile sul sito di trapcode, e ovviamente modificando i parametri e background. GRV
  3. beh, ascoltando parecchie volte il pezzo ci si è resi conto che l'artista fa a qualcuno, o all'ascoltatore stesso, una richiesta. Forse è in uno spazio "vuoto" dove aleggiano degli elementi astratti. E vuole andare da un'altra parte, in altri posti. Una sorta di "Flatlandia". Triangoli, cubi ed altre forme geometriche sono di per sè, simboli alchemici. Riconducono nella loro struttura a principi "alti". Ma in questo caso potrebbero essere semplici interazioni. Forse sarebbe stato troppo didascalico fare un video dove il nostro saltava da una situazione ad un altra, semplicemente interagendo con suoi simili. E quindi, ci è parso giusto il contrario, che cercasse di interagire con forme piatte, che non riconoscesse completamente. Ciò rende il tutto - forse - più strano e/o ironico. Spero di aver risposto alla tua curiosità. GRV
  4. In effetti, le riprese sono state fatte in un giorno in sala posa. Animazione e post produzione in meno di 10 giorni. Un poco di tempo in più fra brainstorming e storyboard. I software usati sono after effect per le animazioni 2d, Combustion per le chiavi, Maya e blender ( che sto iniziando da breve, l'ho usato per i rendering WIREFRAME ) per le animazioni 3d. Considerando un concept che volutamente si ispirava a musica, luci, colori ed estetiche degli anni 80. Abbiamo optato sia volutamente che per necessità ad un aspetto low-fi, il che non vuole essere una scusa. Effettivamente il croma key è glabro e approssimativo, un pò come tutti gli elementi grafici presenti. Lui stesso, è low-fi, sia per il pezzo che per la sua presenza scenica. Per forza, sta chiedendo ad un "cursore" di entrare "nel giro giusto". In ogni caso (e come al solito) con poco tempo in più avremmo fatto meglio, e di ciò in effetti non sono contento. :-/ Un saluto. GRV
  5. GRV

    Bugo_nel Giro Giusto

    Ciao. Ogni tanto passo di qui, a spiare le vostre discussioni ed a imparare qualcosa in più Questo è il mio ultimo lavoro, insieme con i ragazzi di SODA (www.sodastudio.it) eseguito davvero in poco tempo a disposizione. Un saluto a tutti. GRV http://www.sodastudio.it/bugo.mov
  6. GRV

    Powerstock

    La musica è un brano di Petter. Border community. :-)
  7. GRV

    Powerstock

    per il composting afx e combustion. :-)
  8. GRV

    Powerstock

    Ciao a tutti... ogni tanto passo di qui... volevo segnalarvi un ultimo lavoro che ho fatto. Graditi i vostri commenti. Ciao a tutti. GRV http://www.powerstock.org/promo/Powerstock...oPromo_High.wmv
  9. GRV

    Grv Here!

    eddai... non è il caso.. Ciao.
  10. Scusami, ovvio che ho capito male. Direi che elementi come i nastri che scorrono li puoi fare sia con max, che con Cinema4d che con qualsiasi altro programma 3d. Per integrazione di C4D con AFX che intendi? Giusto per avere delucidazioni in merito. Ho solo giocherellato un pò con cinema 4d, ma immagino che nel momento che hai fatto un'animazione, ne fai una sequenza di immagini da importare e trattare con AFX. Oltre allo z-depth e i vari fog, luci da gestire in post... ma queste sono cose che con qualsiasi software 3d professionale riesci ad avere. Ciao!
  11. GRV

    Grv Here!

    grazie! Uso il 3d per il motion design. Spero di essere utile al contempo di apprendere dalle vostre discussioni. Qui sembra esserci un bel gruppo di utenti. Piacere di conoscervi, tutti quanti.
  12. Ciao! Per fare un prodotto come quello che hai linkato, hai bisogno di un software 3d e un programma di compositing. Ma prima di metterti ad usarli si tratta di progettare nei minimi dettagli ogni singola transizione passaggio e movimento. E' infatti perfettamente inutile smanettare e provare a farlo se prima non si ha un'idea precisa del percorso narrativo. Si creano dei frame, anche disegnandoli a matita o in photoshop. Si decide un'estetica di base e dei frame che vengono presentato al cliente, spiegando le motivazioni delle scelte stilistiche. Si presenta uno storybord che và di pari passo con la parte del copy ( il quale detta tempistiche e scandisce le "battute") A quel punto si progettano le transizioni e i passaggi che già di per sè erano pensate, ma che in fase di produzione vengono vagliate da un approccio più pratico, nel quale potrebbero esserci modifiche sostanziali ma comunque attinenti e perfettamente allineate/motivate alla progettazione iniziale. Prodotti di questo tipo ve ne sono tantissimi, e fondamentalmente non è il software che usi, ma la progettazione che fai. Ciao. GRV
  13. GRV

    Grv Here!

    Ciao a tutti. GRV here. Piacere di leggervi e di imparare da voi. :-)
×