Vai al contenuto

JDaniele

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Numero messaggi

    59
  • Registrato

  • Ultima Visita

Info su JDaniele

  • Rango
    Matricola

Informazioni professionali

  • Sito Web
    http://www.digitalab.net
  1. JDaniele

    Pixmedia ... Siamo Tornati!

    Ciao Paul, rinnovo anche qui i complimenti a te per l'evento ed ai relatori che ci hanno permesso fruire della loro esperienza e di approfondire tanti aspetti interessanti. Per quanto riguarda le riprese che ho fatto, ieri ho dato una veloce occhiata ai nastri ma come immaginavo ci sarà da lavorare un bel po', non solo sul video ma anche sull'audio che risulta piuttosto basso. Questa sera spero di iniziare a scaricare un po' di materiale sulla mia bestiolina per fare qualche prova, sia sulla qualità video che audio. Ragazzi, è stata una esperienza entusiasmante ed io desidero pubblicare il materiale che ho girato, almeno quanto voi desiderate vederlo. Anche se non mi sono fatto sentire, non vi ho di certo dimenticato, anzi, penso a questa cosa tutti i giorni e cercherò di incastrare questa attività nella miriade di impegni lavorativi e non che ho. Come già anticipato a Paul, preferisco non far "girare" i nastri, ne tantomeno spedirli via posta per non rischiare che vadano persi o rovinati. Vi chiedo solo un po' di pazienza anche perché sono 7.5 ore di riprese e solo per scaricarle sul PC ce ne vorranno almeno 8-9 . Vediamo quanto riesco a fare entro questo WE e poi mi regolerò di conseguenza. A presto. Saluti a tutti, è stato un piacere conoscervi di pesona. JDaniele
  2. JDaniele

    Organizzazione Pixmedia 2008

    Confermo partecipazione evento e cena x 1. Saluti Jdaniele
  3. JDaniele

    Organizzazione Pixmedia 2008

    * nickname: jdaniele * n° di persone presenti al PiXmedia: 1 * n° di persone per prenotazione albergo: nessuna * se venite in macchina (e eventuali posti disponibili): si ( 0 posti) * n° di persone presenti alla cena Treddiana: 1
  4. JDaniele

    Monitor

    Ciao France85, grazie per i complimenti, si fa quel che si può... Ho dato una occhiata al monitor/TV che proponi, sia sul sito Samsung sia leggendo una recensione in francese (per quanto ne possa capire io di francese... ). Sulla carta ho notato che ha un dot pitch di 0.258 mm che sinceramente è un po' troppo basso per i miei gusti, e ripeto, miei. Man mano che scendiamo di dimensioni dei pixel, aumenta la difficoltà di lettura. I caratteri cominciano a diventare troppo piccoli e la vista si affatica, alla lunga. Personalmente non scendo mai sotto i 0.27 mm. Ok, lo ammetto il mio 24" LG ha 0.269 ma siamo al limite. Riassumendo gli aspetti evidenziati nella recensione: POSITIVI - il monitor ha tutti gli input che si potrebbero desiderare - bellissima estetica NEGATIVI - il montor in prova aveva una dominante blu - Pannello TN, di qualità piuttosto bassa! - Il prodotto non ha dei circuiti per il miglioramento dell'immagine (che risulta bruttina, soprattuto scalandone le dimensioni) - in generale qualità dei componenti non è elevata, anzi, bassina - La qualità visibile a 1080 e 720 è identica... (da interpretare) Aggiungo io che essendo un pannello TN ne starei alla larga: se su un monitor è più probabile lavorarci da soli, su una TV è più facile vederla in più persone da angolazioni diverse. Con il rinomato pessimo angolo di visuale dei pannelli TN (dove basta spostarsi un po' dal centro per vedere l'immagine scurirsi fino a diventare nera!), ti SCONSIGLIO vivamente l'acquisto di questo prodotto. Per fugare ogni dubbio, la cosa migliore da fare sarebbe guardarlo di persona, magari in un centro commerciale dove puoi anche paragonarlo ad altri. Saluti a tutti, buone feste e sereno anno nuovo. JDaniele
  5. JDaniele

    Acquisto Nuova Workstation - Consigli?

    Beh, papafoxtrot, sicuramente il raptor confrontato con qualsiasi altro disco sata (preso singolarmente) è di gran lunga migliore sull'access time ed ha un tranfer rate buono che varia molto poco tra l'inizio e fine disco, se non ricordo male. Certo, unendo 4 dischi in raid0 in effetti mi ritrovo 64 GB (che potevo anche estendere a 74 per eguagliare la capacità di un Raptor) che hanno un access time paragonabile al Raptor ma un transfer rate circa 3.5 volte superiore. Quindi in effetti credo anch'io che il raid possa aiutare a creare un disco virtuale (il volume) con caratteristiche migliori rispetto ai dischi di partenza. Per essere più precisi, se ogni disco preso singolarmente fa 8 ms sui primi 16 GB, posso dire che ho 4 zone da 16GB con accesso di 8ms per un totale di 64 GB sempre con accesso di 8 ms. In pratica con il raid 0 si è riusciti ad estendere il basso access time dei primi 16 GB su una zona di 64 GB. Quindi si è abbassato "virtualmente" l'access time sulla 2°, 3° e 4° sezione da 16 GB di un ipotetico disco da 64 GB (che avrebbe avuto ad esemprio rispettivamente per le singole zone 9 ms, 10 ms ed 11 ms). Papafox, pensa 4 Raptor in raid cosa potrebbero fare.... Saluti JDaniele
  6. JDaniele

    Acquisto Nuova Workstation - Consigli?

    Giusta osservazione la tua. Però penso che possa essere compatibile con il ragionamento che facevo, anche se ne riduce l'impatto. Cioè: fermo restando la validità della tua osservazione, ottenere i dati dai soli primi 16 GB di ogni disco è diverso che ottenere i dati da 64GB su un unico disco, in quanto quest'ultimo dovrebbe spostare le testine in una zona a velocità di accesso più bassa. Giusto? Beh, anche grazie a TE! Il tuo case assomiglia forse a questo: ? Si, infatti, sono anch'io per i grandi spazi, non solo per il case, ma anche per la casa, ed in generale per la vita. Per me Spazio = Libertà. Saluti JDaniele
  7. JDaniele

    Acquisto Nuova Workstation - Consigli?

    Lo so, il prezzo in assoluto è elevato ma rapportato alla qualità direi che è buono. In fondo il mio precedente PC l'ho comprato nel 2000, quindi per fortuna non spendo così tanto e spesso. Dopo 6 anni e 1/2 mi sono fatto un bel regalino... Si, l'access time ha stupito anche me. Però, a pensarci bene forse è logico che sia così. Considera che il volume da 64 GB è formato da quattro zone (sezioni, partizioni ecc ) di 16 GB ciascuna. Lo spazio che devono percorrere le testine di un singolo disco per coprire i 16 GB è, con molta approssimazione, circa 1/4 di quello necessario per coprire 64 GB su un singolo disco. In realtà bisognerebbe considerare la densità per pollice per fare un calcolo più preciso. 1/4 di spazio non significa ovviamente 1/4 del tempo in quanto dobbiamo considerare l'accelerazione e la decelerazione del braccio, più il tempo necessario ad allinearsi perfettamente alla traccia cercata (che su un disco di alta densità è una operazione più costosa rispetto ad una a densità minore). Tant'è vero che il tempo di seek traccia-traccia (quindi sul minimo spazio percorribile) è di 2ms che è alto rispetto ad un full-stroke di 21 ms per l'intero disco. Ora, se il software di benchmark fa richieste di seek + read spaziando randomicamente sui 64 GB, in realtà non si muove più di 16 GB su ogni disco (nel caso peggiore). Meno spazio = tempi più brevi. Che dici, fila il ragionamento? Saluti JD
  8. JDaniele

    Acquisto Nuova Workstation - Consigli?

    Salve a tutti, dopo lunghe ed attente valutazioni ho finalmente terminato gli acquisti per i componenti mancanti. Monitor: ho optato per un 24" wide LG L245WP-BN che, su numerose recensioni, pur non essendo perfetto, risulta essere veramente molto buono. In particolare ha una ottima resa dei colori (pur non avendo un wide gamut, cioè, una riproduzione cromatica estesa). Anche le zone scure vengono rese con notevole dettaglio (dove spesso gli lcd perdono un po'). Avendo come tipo di pannello un MVA si comporta bene nella maggior parte delle situazioni. Ultima nota sul monitor: 699 euro + spese di spedizione mi è sembrato un buon compromesso qualità/prezzo. Dovrebbe partire oggi dal fornitore (pix) e vi saprò dire di più quando lo monterò. Incrocio le dita per i pixel rovinati. Al massimo lo rimando indietro così com'è (diritto di recesso)! Masterizzatore: ho preso un Pioneer 112D 18x (che sembra andare molto bene) e un Lite-On 20A3P 20x (che devo ancora montare) per eseguire le scansioni sui DVD. Casse acustiche: ho comprato e montato le Logitech X-540. Devo dire che hanno un suono pulito ed una buona resa dei bassi (con sub). Hard Disk: Forse non ci crederete ma, dopo nottate passate a cercare info e confrontare prove, ho deciso anche quali HD comprare! Si, avete letto bene: ho deciso e gli ho acquistati e montati. Gli Hitachi (HDT725050VLA360), nonostante siano buoni HD, leggermente migliori su alcuni fronti rispetto ai Samsung HD501J, non mi convincevano totalmente quando dovevano gestire il multithreading (più accessi contemporanei), calando in prestazioni non quanto i Seagate ma alla fine non riuscendo ad operare neanche troppo bene (da 78 MB con un thread a 34 MB/s con due accessi fino a 14 MB/s con 4 thread). Quindi eliminati Hitachi, Samsung (peché non ho trovato prove sul campo sul multithread e non volevo rischiare) e Seagate (per le pessime prestazioni con più accessi contemporanei 7 MB/s) sono rimasti solo i WD... I WD5000YS con 4 threads non scendevano sotto i 40 MB/s. Stavo per comprare i WD5000YS RE2 (raid edition) quando c'era ancora qualcosa che non mi convinceva pienamente: la densità dei piattelli, 125 GB l'uno x 4, il che si traduce in un transfer rate interno di circa 70 MB/s. Non male ma neanche troppo bene considerato il costo (elevato) e che gli Hitachi arrivano a 78 mentre i samsung HD501J arrivano ad 86. Ho quindi cercato sempre sui WD se esistesse qualcosa di meglio.....trovati! WD5000ABYS RE Sono i successori del WD5000YS. Sono sempre per il raid ma hanno 3 piattelli da 166 GB (alta densità) ed un tranfer rate interno massimo di 85 MB/s! Finalmente ci siamo! Potrei esclamare "Il RE2 è morto. Viva il RE!" Costano un bel po' (153 euro l'uno ) ma per il raid e per non avere problemi in multitasking penso sia la scelta migliore, senza considerare la garanzia di 5 anni. Li ho configurati in questo modo in matrix raid: Volume Raid 0 da 64 GB (16 x 4). Stripe size 128Kb. Volume Raid 5 da 1452 GB (484 x (4-1)). Stripe size 128Kb. Qui di seguito qualche benchmark. HD singolo Hitachi HDS725050KLA360 (che uso come dispositivo di storage, backup temporaneo e forse nella prima zona del disco, anche come temp/scratch disk per audiovideo. Vedremo.) Il HDT725050VLA360 si sarebbe certo comportato meglio in quanto ha piattelli ad alta densità. RAID 0 (con i sistemi operativi, temp e swap) RAID 5 (dati progetti e di lavoro, acquisizione video, storage di dati ancora non finalizzati) I risultati mi sembrano ottimi per il raid 0 e molto buoni per il raid 5. Il raid 0 mantiene costante il transfer rate per tutti i 64 Gb come c'era da aspettarsi, con un tempo di accesso medio tra 7.9 ed 8.2 ms (neanche fosse un RAPTOR!!!) Il raid 5 tiene bene fino al 50-60% del volume, poi comincia a scendere più vistosamente, come c'era da aspettarsi. Appena capirò come utilizzare Intel IOMeter cercherò di fare un test in multithread per vedere come si comportano di dischi sotto pressione. Vorrei effettuare anche dei test in scrittura sul raid 5 per capire che impatti ha sulla CPU, prima di utilizzarlo per i progetti. I bench della scheda grafica li metterò nella sezione apposita. Mi sembra che ce ne sia una sul forum, giusto? Dimenticavo: il totalone finale è di 3200 euro. Commenti, critiche? Fatevi sotto! Per il momento vi saluto. A presto. JDaniele PS: papafoxtrot, scusa il ritardo, ma ho dovuto sbrigarmi a finire gli acquisti prima che alcuni rivenditori chiudessero. Ora posso dedicarmi al resto...
  9. JDaniele

    Monitor

    Scusa, faccio una precisazione : quando ho detto "spazio colore" in realtà intendevo il numero di colori. Lo spazio colore (chiamato tecnicamente gamut) è il sottoinsieme delle sfumature di colore rappresentabili da un dispositivo, che sia un monitor o una stampante. Il sottoinsieme è riferito alla totalità di colori percepibili dall'occhio umano. Sono quindi due cose ben diverse. Un monitor con 6 bit per colore primario potrebbe rappresentare come ampiezza l'intero spazio colore sRGB ma, avendo a disposizione un numero di colori limitato, approssimerà la visualizzazione di alcuni non rappresentabili ad altri rappresentabili con i 18 bit totali, utilizzando anche una tecnica di dithering. Qui c'è un articolo che approfondisce la attuale situazione dei pannelli per LCD (6 ed 8 bit). A quanto pare, alcuni pannelli TN hanno scelto la strada degli 8 bit (quindi migliorando) mentre alcuni pannelli MVA, PVA hanno usato la tecnologia a 6 bit + dithering o 6 bit + dithering + FRC (peggiorando, in teoria). La complicazione nello scegliere l'LCD giusto è che spesso e volentieri (per non dire quasi sempre) i produttori, anzi le case che commercializzano i monitor non inseriscono nelle specifiche il tipo di pannello ne la tecnologia usata per il colore. Se vedi come numero di colori 16.2 Milioni (ATTENZIONE non 16.7) allora con tutta probabilità il monitor usa una tecnologia a 6 bit. Se vedi 16.7 però non hai la garanzia che siano 8 bit reali fino a che qualcuno non va ad investigare sul pannello, scopre la tecnologia utilizzata e fa una recensione. Insomma è una situazione piuttosto ingarbugliata. Quest'altro articolo tratta in dettaglio le varie tecnologie per migliorare l'RT (Response Time) dei monitor con tutti i pregi ed i difetti di ogni metodo. Veramente molto interessante. Credo di aver finito, per il momento... Saluti JDaniele
  10. JDaniele

    Monitor

    Quoto in pieno quanto detto da Morgul! Li13, questo è il significato di VGA. Se hai un po' di dimestichezza con l'inglese leggi questo: LCD Panel Technology Explained. Te lo riassumo: I pannelli degli LCD non sono tutti uguali. Ci sono 3 tecnologie (+ sottovarianti): S-IPS, VA e TN. S-IPS: è la migliore sotto quasi tutti i punti di vista: angoli di visione migliori, fedeltà colore, buona risposta (intorno ai 5-8 ms) ma è anche la più costosa e si trova solitamente sui modelli dai 20" in su. VA (S-PVA, MVA): rispetto alla prima, hanno tempi di risposta più lunghi, una fedeltà colore inferiore ma pur sempre buona, un angolo di visualizzazione simile (circa 178° orizzontale e verticale) ma tendono a shiftare (trasporre) i colori delle immagini cambiando angolo di visuale ed a perdere un po' di dettaglio nelle zone scure. TN: Sono i più veloci in assoluto tant'è vero che vegnono preferiti dai videogiocatori incalliti per la bassa latenza (anche di 2 ms). Sono anche i più economici. Per contro hanno una resa colore scarsa in quanto utilizzano solitamente 6 bit per colore invece di 8. Questo in soldoni si traduce in uno spazio colore di 2^6^3 = 64^3 = 262,144 colori contro 2^8^3 = 16,777,216 (16.7 Milioni). Diciamo che poi cercano di interpolare questi 262K colori per tirare fuori gli altri ma come capirai non è proprio la stessa cosa. Inoltre, hanno un angolo di visuale mooolto limitato (non guardare quanto scrivono le case produttrici in quanto sono valori spesso gonfiati). Basta spostare un po' la testa che lo schermo comincia a diventare nero. Qui puoi vedere un confronto tra un pannello MVA (a sinistra) ed un TN (a destra) e ti puoi divertire a confrontare altri modelli. Come vedi effettivamente i TN diventano proprio neri!!! BLEAH! Detto questo per fare una panoramica, i pannelli montati dagli LCD economici sono appunto i TN. Ora, se sei un videogiocatore e non ti interessa affatto la resa del colore potrebbe anche andare per la modica spesa ma te li sconsiglio vivamente per lavori di grafica (e se sei su questo sito forse ne fai, o no? ) Se vuoi capire ancora meglio la tecnologia che c'è dietro (sempre se mastichi l'inglese) leggiti questi UTILISSIMI e quanto mai completi documenti: X-bit’s Guide: Contemporary LCD Monitor Parameters and Characteristics Contemporary LCD Monitor Parameters: Objective and Subjective Analysis Xbit Labs Presents: LCD Monitors Testing Methodology Indepth Qui per capirne di più sulla calibrazione colore. Qui e qui ci sono dei test comparativi di alcuni LCD 19". Il consiglio che ti do è di valutare attentamente l'utilizzo che ne dovrai fare per evitare di buttare soldi. Se ti fidi delle impressioni degli altri utenti qui puoi cercare un prodotto e leggerne le recensioni degli stessi utilizzatori (basta cliccare sui pallini col voto). Buona lettura ed in bocca al lupo! Saluti JDaniele PS: poi ci fai sapere che hai scelto?
  11. JDaniele

    Trojan Ricorrenti

    Ciao isobitis, confermo quanto qualcuno ti ha detto: - con un pc così infettato io non starei affatto tranquillo: è una buona occasione per riformattare e fare una bella pulizia. Anche la velocità ne gioverà. Spesso infatti rimangono componenti e dll caricate che non servono più. La garanzia assoluta di aver rimosso tutto ce l'hai solo così. Questa operazione va fatta TASSATIVAMENTE a rete scollegata e da CD originali. Il motivo di ciò è che se sei in rete mentre installi ed il sistema non è ancora protetto adeguatamente, rischi di farti bucare ancora prima di aver concluso l'installazione , soprattutto se il Pc si trova in una rete aziendale. Dammi retta, con un PC così compromesso perdi più tempo a cercare di eliminare i virus che a riformattare. Inoltre considera che l'eliminazione dei virus non è affatto indolore. Anche se riuscissi ad eliminarli tutti potrebbero aver "smangiucchiato" qualche DLL e qualche altro file di sistema per potersi installare. Quindi un sistema apparentemente pulito potrebbe continuare a funzionare male a causa di file di sistema ed applicazioni mozzati sparsi qua e la. - Una volta fatto ciò, la prima cosa da fare dopo l'installazione del s.o. è installare firewall, antivirus ed antispyware (che avrai preparato da un PC sicuro su un CD/chiavetta). - A questo punto, attaccare il cavo di rete ed aggiornare da internet tutti i sistemi di difesa ed eventuali patch del sistema operativo e fare una scansione completa della macchina per essere sicuri di poter proseguire senza portarsi dietro un ospite indesiderato. - Successivamente si può procedere all'installazione del resto delle applicazioni. Personalmente uso Seagate Personal Firewall (ottimo, ma non è gratuito), Antivir come antivirus (ottimo in quanto ha un potente motore euristico che riesce a trovare anche virus ancora non censiti), SpyBot 1.4 (ottimo sia per la ricerca di programmi indesiderati nel sistema, sia per l'utilissimo "resident" TeaTimer da attivare, che trova al volo processi indesiderati in memoria e li ammazza) ed infine SpywareBlaster (sempre gratuito che impedisce di navigare su siti potenzialmente pericolosi, fonti di trojan e quant'altro). Con questa configurazione che uso da qualche anno e che tengo aggiornata costantemente, i pochissimi (3-4) virus/trojan che sono riusciti arrivare sul mio HD non hanno avuto modo di attivarsi e sono stati cestinati prima che facessero danni. Diciamo anche che la sicurezza del PC dipende pesantemente dalla testa dell'utente. Non è sicuramente il tuo caso, parlo in generale, ma ad esempio si va su siti warez, si scarica col il p2p qualsiasi cosa (anche keygen), si va su siti porno, di giochi online o di suonerie gratis, c'è una altissima probabilità di beccarsi tanta mondezza. Anche quando faccio le ricerche con google, leggo molto bene i link che trova prima di cliccarci su. Se vedo che il testo di anteprima contiene keyword sospette (tipo "suonerie", "tutto gratis", "serialz", "warez", "appz", "gioca e vinci" ecc) lascio perdere e passo al link successivo. Verifica anche che il link html che è stato trovato non sia in realtà un link ad una altro motore di ricerca con le parole che volevi trovare. Con un po' di allenamento, vedrai che svilupperai un "sesto senso" che ti aiuterà parecchio. Se poi il PC sta al lavoro occorre una attenzione doppia, anzi, quadrupla! Prima di tutto: cambiare almeno una volta ogni 1-2 mesi password. Scegli delle password che contengano maiuscole, minuscole, numeri e punteggiatura per un totale di 7 (SETTE) caratteri. Il motivo di 7 caratteri è presto detto: l'autenticazione Lan-Manager che windows XP ha (per compatibiità verso il passato) utilizza blocchi di 7 caratteri per la criptazione/decriptazione di password. Se utilizzi una password ad esempio di 10 caratteri sarà divisa in 7 + 3. Trovare la chiave per quei 3 caratteri (con appositi strumenti di forza bruta/dictionary) sarà abbastanza semplice e darà "l'imbeccata" per trovare gli altri sette. Esempio: Password: pippo12345 = "pippo12" + "345". Se riesco a trovare l'ultima parte "345" con il brute force, posso immaginare che prima di "345" ci sia anche "12" che farà parte della prima sezione della password. In questo modo, posso tentare di trovare solo gli altri 5 caratteri mancanti ed il gioco è fatto.... E' una delle tante tecniche di Hacking. Se invece utilizzi una password minore di 7 caratteri non sfrutti appieno le potenzialità date dal sistema. Tutto questo è inutile se mentre digiti la password c'è il cuoriosone di turno alle spalle che fa finta di leggere qualcosa o si finge distratto. Personalmente, chiedo SEMPRE esplicitamente alla persona che si trova dietro o accanto a me di girarsi mentre digito la password. Non è maleducazione se chiesto con gentilezza, è solo un tuo legittimo diritto di privacy. Per quanto riguarda gli utenti, verifica quanti utenti sono stati creati sul PC La norma è che ci sia UN utente (il tuo) ed un amministratore (sulla macchina o sul dominio). Se ci sono altri utenti non ben identificati, potrebbero essere punti di ingresso dalla rete potenzialmente pericolosi (anche per WORM presenti sulla rete aziendale). Ti consiglio di contattare l'amministratore dei sistemi per verificare insieme a lui quali utenti sono leggitimi e quali no. Se possibile, non utilizzare un utente con privilegi amministrativi per il lavoro quotidiano. Se concedi l'utilizzo del tuo PC anche ad altre persone, ciò è un potenziale rischio perché non tutti saranno cauti come te (escludendo il malintenzionato... ...o il bastardo/cretino di turno che vuole farti uno "scherzetto"). Comunque, come regola generale: MAI dare il proprio account (soprattutto se ha privilegi amministrativi) neanche all'amministratore dei sistemi (per non far scoprire il tuo schema di password) ed evitare di tenere condivisioni di directory o dischi sulla macchina. Se proprio necessarie, creare un utente apposito che abbia accesso SOLO ad una sottodictory condivisa appositamente per scambio di files e comunicare solo quell'utente. Disabilitare poi l'utente a scambio di file avvenuto. Ogni utente in più non necessario è un potenziale rischio. Nelle politiche di sicurezza di win xp abilitare l'audit (cioè il logging) degli eventi logon ed accessi alle risorse (success e failure). In questo modo puoi verificare nell'Event Viewer se qualche malintenzionato ha cercato o sta cercando di entrare nel sistema. Disabilita l'utilizzo del Remote Desktop per tutti gli utenti sul tuo PC e sul firewall. Altra regola importante: NON aprire MAI allegati contenenti eseguibili e/o screensaver. Nel caso, salva SEMPRE prima il file su disco così da verificarlo con calma. Nel corso degli anni ho rinunciato a tanti "giochini fighissimi" che poi si sono rivelati sui PC dei miei colleghi, dei veri e propri trojan. Okkio anche ai link che ti mandano sulla posta aziendale che ti portano a siti non ben identificati. Spesso dietro al nome del link si nasconde un indirizzo di qualche sito balordo! Se ti capita qualcosa di simile, apri la mail in formato testuale/originale così da vedere esplicitamente l'indirizzo a cui ti avrebbe portato il link. Accedi alla posta web sempre e soltanto col protocollo HTTPS. Basta una sola volta con accesso HTTP e ti sniffano la password. Tieni sempre aggiornato il S.O. con le patch e service pack. Aumenta le protezioni dei cookies sui browser, abilitando solo quelli di sessione e bloccando di default quelli di terze parti. Per quelli provenienti dal sito, configura il browser affinchè ti chieda se accettare il cookie o meno. In questo modo puoi flaggare la richiesta come accetta sempre da questo indirizzo (se ritieni che sia affidabile ma attento che a quelli che cominciano con "ad." o "adv.") o non accettare mai da questo indirizzo e toglierti il pensiero, un sito alla volta ma una volta per tutte. Attento anche all'uso di chiavette USB. Se non hanno la protezione HW in scrittura, se inserisci la tua chiavetta in un PC infetto per copiarti un file e poi la porti sul tuo PC, il pc infetto potrebbe aver infettato qualche file sulla chiavetta. Quantomeno pretendi, prima di inserire la chiavetta USB, di sapere se il sistema ospite ha un antivirus aggiornato e fai una scansione una volta che riporti la chiavetta sul tuo PC. Lo so che ciò rasenta la paranoia ma a me non interessa: preferisco prevenire che curare! Un buon amministratore di sistemi sta attento a queste cose e fa anche di più (backup e quant'altro necessari al ripristino del sistema nel più breve tempo possibile). Riassumendo, la difesa è duplice e parte dalla testa dell'utente. Poi le difese sul pc ti aiutano a fermare ciò la tua attenzione non è riuscita a bloccare. Spero di esserti stato utile. Saluti JDaniele
  12. JDaniele

    Configurazione Pc Nuovo

    Ciao papafox, purtroppo sono dovuto andare in vacanza per una settimana in Corsica e non ho potuto proseguire i test sulla WS. Sono arrivato proprio questa mattina alle 9:00 a casa e liberatomi della girl solo mezz'ora fa, mi accingo a breve ad installare il S.O. per fare qualche test. Sto ancora dando le craniate al muro per l'acquisto dei rimanti HD ma prima o poi ne verrò a capo. A prestissimo! JD
  13. JDaniele

    Configurazione Pc Nuovo

    Ciao Montanam, premetto che non sono un esperto ma avendo di recente configurato una nuova workstation ho le idee un po' più chiare. Si, farei qualche cambiamento ma dipende anche dalla spesa che ti sei prefissato di fare. Le USB frontali sono comode ma punterei sicuramente sullo spazio per l'areazione interna. Più il case è spazioso, più il flusso d'aria circolerà liberamente tra schede, processore ed HD, raffreddando meglio il tutto ed aumentando la durata dei componenti. Che marca avresti scelto per il case? Che prezzo? Ha un alimentatore già compreso? Di solito è conveniente comprarlo separatamente e di qualità (Enermax o Corsair) da 500-600W. La P5B è (stata) una ottima scheda. Ho usato appositamente il passato in quanto ha un chipset un po' datato (Intel 965). Il nuovo chipset è il P35, che supporta anche i nuovi processori intel che saranno introdotti prossimamente. Il buon papafoxtrot mi ha consigliato una ottima scheda GIGABYTE GA-P35-DS4 (che ho acquistato) mentre mi ha sconsigliato le nuove asus con il P35. Con una trentina di euro in più potresti arrivare a 2.4ghz (E6600) ma sta a te capire se l'investimento li vale. Avresti un 12% in più di velocità (sul clock) ma in fondo gli intel si overcloccano bene e quindi potresti rimanere con quello che hai scelto. Se fai pochi rendering credo andrà bene quello che hai scelto. Se al contrario carichi spesso e parecchio la cpu allora il risparmio di tempo nel rendering vale l'investimento in più. Ok, tanto fai sempre a tempo ad aggiungere altri due banchi se necessario. La Maxtor è stata acquisita dalla Seagate e da quanto ho letto in giro i maxtor non brillano per affidabilità. Al di la della marca (WD, Seagate, Hitachi, Samsung sono tutte più o meno buone), ti consiglierei di prendere almeno 2 HD, uno per il sistema operativo ed uno per dati e progetti. Considera che il primo può essere anche piccolo (40-80 gb). Ciò andrà a beneficio della velocità di caricamento del S.O. e del funzionamento generale del sistema. Il S.O. accede continuamente ai file (DLL, SWAP, logs, temp ecc) e se usi contemporanamente applicazioni che accedono al disco, ciò potrebbe appesantire un po' l'unico disco a disposizione con conseguente rallentamento generale della macchina. Inoltre, con due HD, puoi eseguire backup incrociati: Backup del S.O. sul secondo HD e Backup dei dati sul primo HD. In questo modo, se si rompe uno dei due HD, ha sempre un backup dell'altro a disposizione. E' ovvio che sull'HD più piccolo non entrerà il backup completo di quello dei dati, ma solo una parte dei progetti più importanti che non hai ancora salvato su DVD. Appena puoi, esegui un backup su DVD così da avere sempre almeno due copie (su DVD e HD) dei dati. Se proprio vuoi "strafare", potresti comprare due piccoli HD da dedicare al S.O., da mettere in RAID 0 per avere un caricamento delle applicazioni mooolto più veloce. Quindi la configurazione finale potrebbe essere (40+40 in raid per S.O., 250 GB per dati). Oggi i masterizzatori si equivalgono. La vera differenza la fa la qualità dei supporti di memorizzazione (DVD+/-R). Se sei un utente esigente e vuoi fare anche scansioni (verifiche) delle masterizzazioni che fai, allora l'unica strada affidabile (che da risultati attendibili) è l'acquisto di un masterizzatore liteon. I plextor costano a mio avviso ancora troppo per quanto danno. Un ultimo appunto: ho sentito dire che non tutte le schede madri supportano alla perfezione i nuovi masterizzatori con interfaccia SATA. Quindi se non hai particolari necessità potresti optare anche per un P-ATA. Qui lascio la parola ai veri esperti. Figurati, è stato un piacere. Ciao JDaniele
  14. JDaniele

    Scelta Tavoletta Grafica

    Ops! Scusa volevo dire Wacom.... Nella mia testa si devono essere fusi Wacom ed Aiptec ed è uscito Waitec.... Si vede che sono stanco, eh? Grazie per la correzione! Notte JD
  15. JDaniele

    Scelta Tavoletta Grafica

    Bene, sono contento che tu sia soddisfatto del buono di acquisto. Si, in effetti è vero, la Bamboo sembra superiore alla graphire4 in termini di risoluzione. Però tieni presente che la graphire4 è più che collaudata ed è disponibile anche in versione XL (A5). Della Bamboo non so che dirti, è un prodotto piuttosto nuovo ma come vedi da questo link si va un po' alla cieca. Un mio amico che fa di professione il Digital Matte Painter (dipinge sfondi digitali per i film) mi ha consigliato per iniziare con una tavoletta in formato A5. La A6 potrebbe essere un po' piccolina se ci si prende la mano. La graphire4 XL l'ho trovata a 181 euro online. La versione normale si trova tra 90 e 100 euro. Purtroppo la mia "esperienza" si ferma qui in quanto come ti dicevo devo aprire ancora la scatola ed utilizzarla (mi è arrivata oggi la XL ). Per la Bamboo quindi è un terreno inesplorato e Wacom non la presenta come una tavoletta per il disegno. A proposito, non ci hai detto ancora che utilizzo ne farai! Disegno, ricalco, fotoritocco, texturing...? Magari se compri la Bamboo ci fai sapere come va! Un ultimo appunto, ti sconsiglio altre marche (trust e aiptec) perché a quanto ho letto non sono proprio il massimo, anzi, Waitec è un altro mondo. Inoltre la Waitec è l'unica tavoletta che ha una penna funzionante senza batteria. Personalmente, quando sto per fare un acquisto, leggo parecchie centinaia di opinioni sui forum per farmi una idea di quello che sto per comprare. Se poi sono ancora indeciso tra due prodotti, li metto insieme in google e solitamente esce qualche prova comparativa o quell'informazione che mi mancava per scegliere. Putroppo sulla Bamboo non ho trovato molto. Buona ricerca! Saluti JDaniele
×