Jump to content

Pietro Tuscano

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Content Count

    196
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    5

Pietro Tuscano last won the day on February 20

Pietro Tuscano had the most liked content!

About Pietro Tuscano

  • Rank
    Treddista

Professional Info

  • Employment
    Libero Professionista (Freelancer)
  • Sito Web
    http://p-tuscano.wixsite.com/planet3d

Recent Profile Visitors

2,487 profile views
  1. A quella cifra,è ancora un po cara secondo me,magari se non hai fretta,puoi vedere se i prezzi si livellano verso il basso,o se c'è qualche produttore che la vende a meno. Tiene in ogni caso presente che comunque quella scheda è poco sotto ad una 2070 liscia,quindi sotto questo punto di vista il prezzo tutto sommato è giustificato.
  2. Oltretutto non sono nemmeno compatibili con RAYTracing,che viene utilizzatto ad esempio anche in UE4
  3. Non so se volevi scrivere R9 3900 o R5 3600X,in ogni caso tieni presente che attualmente i nuovi ryzen,non tengono assolutamente le massime frequenze di boost dischiarate da AMD,in genere murano sui 4.2-4.3 Ghz
  4. So che ci sono alcuni prroblemi tra le GPU AMD e Marvelouse,quindi ti direi di andare su Nvidia.
  5. Se usi principalmente la suite adobe,è chiaramente ottimizzata per Intel,potresti anche valutare un 9700/9900K. Per quanto riguarda il cooler che AMD"regala" ,fino ai bassi regimi di roazione va anche bene,ma quando la cpu è in utilizzo al 100%,pare di avere un aviogetto dentro il case,quindi vqluterei l'aquisto di un dissipatore anche ad aria(magari un Noctua)piu efficente e silenzioso.
  6. Interessante thread! E sarà interessante vedere il confronto non solo riguardo la controparte Intel,ma anche tra generazioni diverse di Ryzen, in modo da valutare l'incremento di IPC rispetto a Ryzen+. Non solo ma sono curioso di vedere a parità di processore,le eventuali differenze prestazionali tra x470 e x570,visto che AMD ha garantito il SK AM4 fino al 2020 e che tutti i principali produttori di schede madri hanno gia rilasciato aggiornamenti dei loro BIOS,per ospitare i nuovi processori.
  7. Si,effettivamente anche quello andrebbe un'attimo curato meglio.
  8. Immagini molto belle,solo nella seconda avrei applicato una maggiore sovraesposizione all'esterno.
  9. Giusto per non lasciare il post in sospeso,ho scritto sul Forum dedicato a MD,e in sostanza mi hanno detto che il funzionamento è garantito solo sulle cpu testate da loro, che in questo caso è limitato solo a Intel. D'altra parte la pagina dedicata alle specifiche è chiara e indica solo processori Intel,quindi non si può criticare piu di tanto https://marvelousdesigner.com/product/system Magari visto che i processori AMD hanno avuto una maggiore diffusione,potrebbero prendere in considerazione la possibilità di testare e ottimizzare il programma anche per qeste arrchitetture. Oltretutto mi facevano notare che anche in sw tipo Solid Work i prrocessori AMD vanno un 20/30% in meno rispetto alla controparte Intel: https://www.pugetsystems.com/labs/articles/SOLIDWORKS-2017-AMD-Ryzen-7-1700X-1800X-Performance-908/ Anche se in realtà i test sono riferiti ai Ryzen di prima generazione. Sembra che anche nella suite Adobe Intel vada meglio: https://www.pugetsystems.com/labs/articles/Photoshop-CC-2019-CPU-Roundup-Intel-vs-AMD-vs-Mac-1295/ Un 9700K che va meglio di un TR non si può vedere. Penso che i Benk non rispettino il reale valore di questi processori,diciamo che AMD ha fatto un bel balzo in avanti rispetto alla precedente architettura, ma ora anche i produttori di SW devono fare la loro parte,altrimenti queste migliorie vengono vanificate. Speriamo che Intel faccia presto la sua mossa con i nuovi processori a 10 nm, perchè io francamente questo 2700X me lo voglio togliere il più presto possibile.
  10. Grazie Marcello,mi sa che farò così
  11. Salve a tutti, qualche mese fa sono passato dal mio vecchio i5 4670K,al 2700X,ma mi sono reso fin da subito conto di aver avuto nell'uso di Marvelous 8 un calo notevole di prestazioni. Stamattina per fare un ulteriore prova,l'ho installato sul portatile,sul quale è montato un vecchio i7 4720HQ,che ha confermato questa mia sensazione in quanto questa cpu gestisce molto meglio il programma rispetto al Ryzen. In particolare(a parità di scena ovviamente)ho portato il valore del "particle distance" da 20 di default a 5,il processore Intel ovviamente ha accusato il colpo ma in tempi più che ragionevoli ha eseguito il comando,il Ryzen è praticamente collassato,rimanendo bloccato per molto tempo,e poi finalmente anche lui è riuscito a gestire la cosa. Non sò se questo sw è ottimizzato per processori Intel,ma francamente è alquanto imbarazzante la cosa,sembra quasi che non sia in grado di sfruttare tutti i cores,ma nelle preferenze del programma riporta un numero di cores che dovrebbe utilizzare pari a 15. Ho cercato un pò in rete ed anche qui sul Forum,ma non ho trovato niente di specifico in merito,possibile che solo io ho di questi problemi? Avrei fatto meglio a prendermi l'8700K !!!se non fosse stato per i prezzi assurdi(scusate lo sfogo).
  12. Pietro Tuscano

    Making of - "Old kitchen"

    Grazie Luca,mi fa piacere sentire il tuo parere in merito all'illuminazione....ma non solo, e che soprattutto hai condiviso le scelte che ho fatto. Devo dire che l'idea sull'illuminazione era chiara fin dall'inizio e questo mi ha aiutato molto. Infine,sono io che ringrazio voi per averlo pubblicato.
  13. Salve, mi chiamo Pietro e mi occupo di grafica 3d attraverso collaborazioni di tipo freelance. Nel realizzare la scena “Old Kitchen” mi interessava puntare di più sull’aspetto….potremmo dire emotivo che non su quello meramente tecnico del render. L’idea era quella di ottenere, attraverso anche un’adeguata illuminazione, qualcosa di evocativo in grado di suscitare una qualche forma di emozione nell’osservatore, e vedendo alcuni commenti sul Forum mi sembra che in qualche modo sia riuscito nel difficile compito. Sono partito con una piccola raccolta di immagini, ma che comunque mi davano materiale sufficiente per comporre l’ambiente: L’intenzione era comunque quella di inserire diversi oggetti nella scena, quasi da essere esplorata, ma sempre assecondando la necessità di ottenere un buon compromesso con la pesantezza della scena stessa. Perciò ho anche ottimizzato alcuni materiali di oggetti importati che erano inutilmente complessi, e che anche in virtù della distanza della camera, non avrebbero perso più di tanto in termini di qualità. Inizialmente ho modellato le pareti e le principali strutture della scena, come ad esempio i piani di appoggio(che hanno avuto anche un piccolo passaggio in Zbrush al fine di aggiungere le sbeccature) il lavandino, le mensole ed alcuni oggetti di arredo come il grande tagliere al centro della scena. Le tendine nella parte bassa sono state realizzate in Marvelous. Subito dopo ho iniziato a inserire i vari oggetti, alcuni sono modelli a pagamento di 3dSky, altri invece sono modelli gratuiti, ma comunque di buona fattura. Per quanto riguarda i materiali, non ho realizzato niente di complesso, mi sono divertito più che altro ad inserire delle buone mappe Dirt nei vari canali, a costo anche di sacrificare una parte di realismo in virtù della sperimentazione. Ma come già detto non ricercavo il realismo estremo. Ecco ad esempio il materiale del muro e dei listelli: Terminata questa fase sono passato all’illuminazione. Come già detto questa doveva giocare un ruolo fondamentale per dare l’atmosfera giusta che avevo in mente. Già sapevo che la luce non doveva essere forte, ultimamente non mi piace molto inondare di luce la scena. Piuttosto doveva essere qualcosa di molto tenue che generasse dei chiaroscuri anche piuttosto accentuati, anche ai limiti della leggibilità della scena in alcuni punti. A questo ha contribuito anche il colore delle pareti che limitano parecchio la riflessione della luce e quindi riducendo la luminosità generale. Per aumentare i contrasti ho poi inserito un piano quasi completamente nero nella parte destra della scena, opposto all'apertura dalla quale entra la luce. Per quanto riguarda i corpi illuminanti, ho semplicemente utilizzato una Plane alla finestra ed una dome+HDRI con una condizione di luce mattutina, quindi già di per sé abbastanza tenue. Una volta fatte le adeguate regolazioni ho provveduto ad impostare i parametri di render, in realta molto pochi ossia IM+LC, intervenendo sul Burn value e alzando il valore della LC a 2000. Ho poi abbassato il valore del noise da 0.005 a 0.05, in quanto il Denoiser di Vray svolge un egregio lavoro, consentendo di abbassare i tempi di render. Cosa importante è aggiungere i giusti Render Element, che ho utilizzato poi nella postproduzione in Photoshop. Per quanto riguarda appunto la PP, questa ha consistito soprattutto nel fondere correttamente i vari render element al render principale, dando ad ogni layer la giusta trasparenza, limitandomi ad aggiungere un leggero effetto di sovraesposizione (potrei dire impropriamente luce volumetrica) in corrispondenza della apertura sulla sinistra. Queste sono le mappe utilizzate: Devo sottolineare inoltre l’importanza di lavorare con file .EXR a 32 bit,infatti come si puo notare nel render originale avevo quasi completamente perso l’oggetto in alto nella mensola centrale, che appariva molto scuro. Grazie a questi tipi di file, è stato possibile recuperare tutte le informazioni grafiche che si celavano “nel buio”. Bene, spero che questa mia piccola descrizione possa essere utile a qualcuno ed inoltre ho voluto ,nel mio piccolo, dare un contributo al Forum, dal quale in questi anni ho avuto molto. Grazie dell’attenzione Un saluto a tutti.
  14. NElla maggior parte dei casi ho usato quelli di default,al massimo sono andato a disattivare il displace,per renderli meno pesanti,e la perdita di qualità non è stata rilevante.
×
×
  • Create New...