Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

mtsim

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Content Count

    191
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    5

mtsim last won the day on August 24

mtsim had the most liked content!

About mtsim

  • Rank
    Treddista

Professional Info

  • Employment
    Libero Professionista (Freelancer)

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Io lo uso per diletto ma soprattutto stiamo cercando di implementarlo nel workflow del nostro studio. Compatibilmente con gli impegni della quotidianità di uno studio di progettazione per adesso, parlando solo di VR, come risorsa per la visualizzazione con i clienti, è per questo che abbiamo cercato di inserirlo organicamente in un flusso di lavoro più "tradizionale". Se modello per la stampa non devo rimodellare per la VR, sono ammissibili solo correzioni ma ovviamente è un bene che il modello nasca già VR orientato. Magari rinunciamo a un po' di dettaglio per le immagini statiche o di verosimiglianza ma il cliente finale, francamente, il più delle volte non ha la sensibilità per accorgersene e ci troviamo con un modello già adeguato. Poi se sei un manico il livello può già raggiungere vette inusitate, seriamente. Noi abbiamo affrontato il percorso un po' alla volta, avevamo da poco implementato Corona che è fantastico, poi per le cose "veloci veloci", tappandoci un po' il naso abbiamo provato Lumion e da lì il passo a Twinmotion è stato obbligato quando EPIC lo ha reso gratuito, bisogna fare i conti con la realtà, e abbiamo visto che era già predisposto per la VR. Ai tempi già avevamo un RIFT in studio, che mi ero comprato più che altro per gioco, e abbiamo provato. Su Youtube trovi specifici tutorial per interfacciare i due. Questa è la via più veloce, noi siamo dei giocherelloni e nel mezzo ci abbiamo buttato anche Blender che si sta rivelando con la 2.8 una piacevole sorpresa. Se vuoi raggiungere livelli certamente superiori potresti buttarti su Unreal sempre di EPIC. Una volta che ti registri con loro troverai che sono già messi a disposizione materiali di apprendimento molto validi in inglese. Io ho fatto un piccolo corso on line esterno giusto per avere delle basi da cui partire con Unreal. Altro percorso è quello della AR che con i SW BIM potrebbe essere interessante ma credo soprattutto in ambito edilizio e impiantistico per lavori di entità medio grande a salire, ne parlavo con un amico che ha recentemente ultimato un master in BIM management. Di più non saprei che dirti. Dipende anche da dove vieni e dove vuoi arrivare. Spero di esserti stato d'aiuto. Adesso vado a fare l'albero di Natale!
  2. Io possiedo un Rift e mi trovo molto bene, la sua ultima versione ha un ottimo prezzo ed è sensibilmente migliore, non mi è capitato di lavorare con vive ma è certamente alla pari se non superiore, certamente lo era nel prezzo. Per fare visualizzazione con scene appositamente create le possibilità sono molte. Nel caso tu non voglia approfondire aspetti relativi alla programmazione comunque hai l'imbarazzo della scelta. Rimanendo in ambito totalmente free o quasi potresti rivolgere la tua attenzione verso Unreal e/o Twinmotion di Epic oppure verso Unity, in rete si trovano molte risorse gratuite e non. Per la modellazione il buon Blender è fantastico ma se vieni da altri SW esistono anche soluzioni per un'ottima conversione dei file per la migrazione degli stessi su Unreal (ad es. Datasmith) che richiedono un po' di lavoro ma comunque aiutano molto. Adesso la palla a te.
  3. Very beautiful. I love the composition, the light and the materials.
  4. Indirettamente hai dato anche risposta a una cosa che sapevo ma che francamente ero troppo pigro per cercare di verificare. La maggiore sensibilità alla luce verde, rispetto a quella blu e rossa.
  5. Ah che bello! Ottima luce e bellissimo l'effetto della parete di fondo. Bello il passaggio tra le luci con diversa temperatura di colore, molto confortevole e piuttosto naturale nella sua apparente casualità. Un solo appunto sulle frange del tappeto dal lato osservatore, sembrano troppo staccate da terra, è un problema evidente ovunque si vedano in questa immagine ma in modo particolare emerge dove sono illuminate dalla luce esterna, proiettano un ombra troppo lunga, così sembrano i denti di un rastrello.
  6. Molto bello. Gli animali e la loro "fluidificazione" sono davvero interessanti.
  7. Complimenti è molto bello. Non mi convince molto il tappeto, che trovo splendido come idea: con quelle zone di pelo più lungo, però proprio il tipo di pelo lo fa sembrare un prato ghiacciato con i fili larghi alla base e stretti in sommità inoltre quei ciuffi alti hanno peli troppo indipendenti, va bene per l'erba perché ha una sua rigidezza ma un tappeto così è poco convincente. Bei materiali, luci, modelli, composizione, la saturazione è molto equilibrata.
  8. Grazie mille, bellissima! Sei stato gentilissimo condividendola.
  9. Fantastiche! Hai scelto un gran soggetto, ma lo saprai, forme e materiali sono caratterizzate da una grande varietà e il test su di loro permette valutazione approfondite soprattutto da uno che come te conosce il mestiere.
  10. Emilierollandin, perdonami se ti sembro troppo polemico, non voglio assolutamente difendere il lavoro in nero che ritengo deprecabile per tutti: scorretto nei confronti del lavoratore a cui viene proposto che magari non ha la forza di rifiutare, problematico per chi invece emette regolare fattura con tutto ciò che ne consegue, pericolosissimo per la società civile che lo tollera. Semplicemente volevo rimarcare la mia totale estraneità all'idea di lavoro in nero con cui invece tu mi ha troppo facilmente associato. Tu non mi conosci ma sentirmi giudicato per una cosa che non ho detto e a cui, sinceramente, neanche ho pensato perché mi è totalmente estranea nei fatti oltre che nelle idee mi è dispiaciuto molto.
  11. La tua polemica sebbene condivisibile mi sembra pretestuosa. Prima di tutto parti dal presupposto che nelle facoltà di ingegneria girino solo studenti? I ricercatori, gli assitenti e anche i professori a contratto lavorano gratuitamente o quasi ma questo è un altro problema e sono alla ricerca di occasioni di lavoro, magari anche stimolanti. In ogni caso da studente io facevo per lavori di ridotta entità delle specie di prestazioni occasionali e poi consegnavo la ricevuta a mio padre che la sottoponeva al suo commercialista. Penso che esista ancora adesso qualcosa di analogo. Sempre da studente ho lavorato in uno studio di ingegneria per alcune ore alla settima con regolare emissione di pagamenti e ricevute. Sempre da studente nei due anni da fuoricorso ho fatto lo studente lavoratore con regolare contratto e 8 ore lavorative giornaliere. Da studente ho disegnato i costruttivi di una vetrata particolare per un padiglione delle olimpiadi di Torino 2006, 30gg di lavoro pagati adeguatamente e con ricevuta. Sono poi diventati i miei primi datori di lavoro. Queste occasioni di lavoro nel mio caso furono oltre che regolari da un punto di vista fiscale, eticamente corrette e estremamente formative. In tutta la mia vita da studente e non mai e dico mai fatto del nero! Me lo sono invece sentito chiede da professionisti (amministratori di condominio) in qualità di professionista ma mai praticato, per attitudine mi vanto di trovare moralmente deprecabile il lavoro in nero e a dirla tutta non vi trovai neanche la convenienza in quanto l'amministratore mi chiese, cito testualmente, "il 20% all black!". Non fu difficile dire di no. Ribadisco che non conosco il lisp a sufficienza, ma da 300 a 500€ per 3 spirali uguali i cui assi giacciono su un unico piano e che dividono lo stesso in spicchi i cui lati formano angoli di 60° di cui si richiede di poter controllare il moto non mi sembra così "pisciato fuori dal vaso" tenendo conto dei prezzi che si sentono in giro per lavori ben più lunghi e articolati. Da laureato ho tenuto un corso annuale di 120 ore all'Università come Professore a contratto in un corso di studi triennale. Pagato 1000€ con ricevuta per 120 ore di lezione, almeno altrettante in preparazione delle lezioni e del materiale didattico e circa 60 ore tra esami e revisioni a fine corso; in sostanza 3,33€/ora lordi dallo Stato. Anche in questo caso ho poi desistito cercando altre opportunità. Tutto questo non per vantarmi ma solo per farti capire che di strade ne ho percorse e credo sempre guidato da una coscienza. Se ignatius ha chiesto qui aiuto suppongo non abbia a portata altri canali in cui trovare adeguati prestatori di servizi, dove dovrebbe andare secondo te in un'agenzia di lavoro interinale, in uno studio di architettura (dove nel 90% dei casi non capirebbero neanche la formulazione del problema) o in uno studio di ingegneria? L'Architetto (e io rientro in questa categoria) è una persona che possiede alcune nozioni su un gran numero di argomenti e che a poco a poco possiede sempre meno nozioni su un numero sempre maggiore di argomenti fino a quando NON SA PRATICAMENTE PIU' NIENTE A PROPOSITO DI TUTTO! L'Ingegnere è una persona che possiede molte nozioni su un numero limitato di argomenti e che a poco a poco possiede sempre più nozioni su un numero sempre minore di argomenti fino a quando SA PRATICAMENTE TUTTO A PROPOSITO DI NIENTE. Il costruttore sa tutto su tutti gli argomenti ma a lungo andare non sa più niente stando sempre a contatto con gli Architetti e gli Ingegneri. Per fortuna ci sono i Geometri che, non sapendo niente fin dall'inizio, non si sono mai preoccupati di avere alcuna nozione su qualcosa. Per questo tipo di lavori devi trovare un "entusiasta" capace e allora credo lo risolverebbe in poche ore e forse anche meno. Chiedere qui è stato come andare da un bravo dentista per chiedere l'asportazione dell'appendice. Magari trovi anche il chirurgo maxillo facciale capace di farla ma sarebbe fortuna. Avrà anche sbagliato ma credo più per eccesso di ingenuità come evidenzia il suo sottolineare la consegna brevi manu.
  12. Caro ignatius, rispondo perché il suo quesito mi ha riportato alla mente gli scritti di geometria analitica nello spazio che ormai fanno parte di memorie risalenti a oltre un ventennio fa e che richiedevano una minima focalizzazione iniziale, ho capito di cosa ha bisogno ma non sono in grado di programmarla in LISP e come lei non ho intenzione di dedicare tempo a studiare un metodo. Il problema da lei sottoposto mi sembra off-topic rispetto a questo forum che è focalizzato su temi più pratici che teorici, in ambito prettamente grafico, non analitico, comprenda quindi il perché di risposte e suggerimenti di xforte che invece non mi è sembrato offeso. Questo non esclude che lei possa fortuitamente trovare qui chi risolverà il suo problema. Credo avrebbe più possibilità mettendo un annuncio in bacheca in una facoltà di ingegneria, se ancora si usa, e proponendo un'offerta base più alta, 200€, solo a primo contatto avvenuto. Non escludo contatti con perditempo purtroppo. Il confronto è stato piuttosto spassoso ma la dignità degli oppositori ha impedito che degenerasse. Concordo con emilierollandin sul fatto che il generico cliente sprovveduto possa rivelarsi una peste, in ambito edilizio le probabilità che questa situazione si verifichi crescono in modo inversamente proporzionale all'importo della parcella; in questo caso, però, il quesito iniziale dava tutte le informazioni necessarie alla comprensione del problema e alla conseguente relativa formulazione di un preventivo, le informazioni successive sulle misure sarebbero non necessarie fino a quando si richieda una soluzione generica.
  13. mtsim

    Making of: "Caja Granada di Alberto Campo Baeza"

    Bellissimo lavoro complimenti. Forse avrei cercato di ridurre la profondità con cui la luce penetra nell'ambiente per ridurre l'illuminamento del soffitto ma solo perché sono condizionato dalla foto che ci hai mostrato. In realtà il tuo lavoro è molto suggestivo e impeccabile. Semplicemente fantastico l'ordine con cui hai esposto il materiale e con cui posizioni i diversi nodi. Intendiamoci: non è tanto normale mettere i nodi in modo così regolare ma ti capisco, lo faccio sempre anche io, anche con strutture dei nodi molto semplici; i motivi sono due: la struttura è più chiara e gestibile, ho una maggiore affinità con le geometrie rigorose. Grazie per aver realizzato questo making of.
  14. Bella e utile, grazie! Tornerà utile.
×
×
  • Create New...