Jump to content

mtsim

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Content Count

    177
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    4

mtsim last won the day on April 6

mtsim had the most liked content!

About mtsim

  • Rank
    Treddista

Professional Info

  • Employment
    Libero Professionista (Freelancer)

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Bella e utile, grazie! Tornerà utile.
  2. Sono uno di quelli che sta cercando di migrare in Blender, mi dispiace un pochino per Corona ma cercherò di farmene una ragione (al netto della stand alone). Sono d'accordo con quanto dice Marcello Pattarin e infatti mi terrò ben stretti alcuni sw per il fatto dell'interoperabilità. In studio vogliamo implementare un po' di VR e quindi siamo sotto chi con Unity chi con Unreal, per la modellazione 3d e anche per i rendering statici Blender fa proprio al caso nostro mentre per la grafica raster, vettoriale o per il desktop publishing siamo passati alla suite di Affinity che rispetto alla vecchia cattiva A. ha dato una svecchiata all'approccio ed è diventata davvero una suite completa con una politica dei prezzi da far schiattare Adobe. Una volta le alternative non c'erano e l'interoperabilità era un miraggio. Ora invece le librerie di modelli o materiali sono abbastanza facili da convertire e le curve di apprendimento in alcuni casi ripidissime. Trovo piuttosto ottuso fare delle domande del genere, da parte di Autodesk, in quanto davvero i motivi principali sono ormai evidenti.
  3. Bello, proprio bello. All'esterno hai, come dici tu, rimediato ottimamente. Anche se non amo la posa piastrelle con fughe tanto evidenti il risultato è molto realistico. Lo vorrei un bagno così. Mio, personale! PS. Ho editato il post perché mi sono accorto di avere sbagliato a scrivere "fughe": al posto della u ho usato una i.
  4. mtsim

    Blender 2.8

    Ottimo! Al momento scaricato da Steam perché dal sito era quasi impossibile. Ho deciso che dedicherò del tempo al suo apprendimento perché merita anche se mi dispiace dover abbandonare Corona e le sue novità pur essendo Stand alone utilizzabile, voglio dare una possibilità ad Eevee e Cycles, sono certo che ne valga la pena.
  5. mtsim

    Affinity Publisher e StudioLink

    Anche io sono stato beta tester da parecchio e l'ho utilizzato in diversi progetti. Le capacità erano intuibili già all'inizio e ora hanno trovato espressione in modo piuttosto maturo. E' evidente che sia un software nuovo, trovo sia un punto a favore perché il concorrente diretto si porta dietro un bagaglio di vecchie e farraginose abitudini. Tra l'altro ieri ho visto il keynote e mi sembra che in un passaggio sottolineassero proprio questa "freschezza". Non sono un professionista dell'editoria ma noi abbiamo sempre impaginato tavole, relazioni, presentazioni, CV e altri documenti con software specifici di desktop publishing e ne abbiamo sempre tratto benefici in termini di produttività e qualità del risultato finale, per me Serif ha fatto un lavoro eccellente anche in questo caso e StudioLink è la ciliegina. Peccato la mancata apertura dei file indesign ma tanto, come già detto da Francesco, non sono file che condividiamo in formato nativo ma solo come risultato finale.
  6. OH caspita. Mi hai fregato: avevo pensato fossi ironico e stessi in realtà dicendo il contrario cioè che non avevi modellato quasi nulla invece sei uno di quelli che ancora si divertono a sperimentare, tra l'altro riuscendo anche molto bene. Grandissimo!
  7. Beh non sentiamo in colpa se usiamo qualche modello commerciale. Anche la scelta dei modelli giusti per la composizione non è mica scontata. La cosa più figa è proprio la composizione nel suo insieme.
  8. Bellissimo! Modelli, materiali, luce e composizione veramente splendidi. Fstorm?
  9. Penso che il loro lavoro lo facciano, mai provate ma ho visto molte recensioni, ma la Wacom è secondo le stesse recensioni a un altro livello. Una tastiera bluetooth ci può stare, è il resto della cavetteria che sarebbe di intralcio.
  10. Bellissimo modello e grande stima per Dell'Otto e per il tuo lavoro.
  11. Forse non ho capito cosa intendi fare ma non credo che le porte usb della tavoletta si prestino a collegare altre periferiche. Colleghi la cintiq 16 al computer con i cavi secondo quanto qui di seguito cito dal sito: [...] Puoi usare soltanto il cavo USB tipo C oppure Mini DisplayPort insieme a USB-A. In alternativa, esegui il collegamento alle tue porte HDMI e USB-A con un cavo HDMI ad alta velocità. Infine, connetti direttamente il cavo di alimentazione della Cintiq Pro al'adattatore Wacom Link Plus, così da ottenere una soluzione con unico cavo per il tuo display Cintiq Pro 13 o 16. E la tastiera la colleghi al pc magari in bluetooth ma vedi che i cavi in dotazione sono lunghi ma non chilometrici.
  12. Concordo con Diego su tutta la linea. E' vero che la cintiq 16 è inferiore per risoluzione (full hd vs 4k ma su un 16"....ummm), tipo di schermo (forse sarà un po' più evidente l'effetto parallasse), gestione colore. La pro per avere il 4k certamente è schizzinosa in merito ai collegamenti come già ti dicevo per i modelli pro più grandi (dipslay port e/o usb-c). I pulsanti anche nel mio caso sono poco utili e la tastiera la fa da padrona, il telecomando opzionale costa comunque 100€, l'ho provato perchè di serie nel modello del mio amico e lui lo usa molto ma la sua è un 24" ed è ingombrante sulla sua postazione poco comodo avere anche la tastiera. Comunque in rete qualche confronto diretto tra le due c'è, secondo me la cintiq 16 (liscia) per zbrush è perfetta.
  13. Domanda banale ma giusto per capire meglio. Il ritardo lo noti solo adoperando la wacom come credo o anche con il mouse? Personalmente con un hw discreto ma non recentissimo non ho notato lag. Potrebbe essere qualche settaggio delle impostazioni Wacom da correggere, con un'opportuna ricerca ho trovato altri che proprio con zbrush e wacom notano questo difetto e hanno risolto con tecniche più o meno scientifiche.
  14. Molto bello: luci, modelli e anche materiali, perfetto il DOF. Due considerazioni molto personali: forse il parquet è un po' troppo opaco, anche se trattato a cera. Il lampadario si ispira a quelli di Verner Panton in madreperla? In caso affermativo forse avresti dovuto curare di più questo materiale, così sembrano più ostie che ostriche, comunque l'effetto è molto bello anche così.
  15. Ciao, cerchiamo di circoscrivere il tuo caso. Hai bisogno di un dispositivo di input autonomo o integrato in un pc che ti permetta di adoperare zbrush. Ho dato un'occhiata ai requisiti di quest'ultimo e sono raccomandati i5 e 8GB di ram oltre che parecchio spazio su HD (quest'ultimo mi sembra il requisito meno determinante). Quando parli di ritardo ti riferisci ad uno sfasamento temporale o a uno scostamento fisico e persistente tra la punta della penna e il tratto sull'immagine? Come te la cavi con il disegno a mano? Il Surface di cui hai postato l'immagine è il Go che dell'ultima generazione è il piccolino di casa e non rispetta tali requisiti: sebbene l'input non cambi per quanto riguarda processore, ram e hd è decisamente sottodimensionato. Sull'usato troverai certamente di meglio per le generazioni precedenti (3, 4 o 5), anche per la 2 ma nel passaggio tra la II e la III generazione ci sono stati importanti cambiamenti non trascurabili: lo schermo era un 10.6" e dopo 12"; la tecnologia della penna è cambiata e non c'è compatibilità, è cambiato l'attacco dell'alimentatore che è rimasto strano ma non sono compatibili. Inoltre il Pro 2 risale al 2013-2014 e quindi ha i suoi anni, intendiamoci io possiedo anche un pro 2 che è perfettamente funzionante e con il suo i5 e 4GB devo dire che è eccezionale, ci lavoro con programmi CAD, Affinity photo, Affinity designer e Affinity Publisher in modo eccellente ma il monitor è proprio piccolo. Attenzione con gli i5 sono molto diffusi i modelli di 4GB di ram mentre ribadisco sarebbe di gran lunga preferibile stare al di sopra dei requisiti minimi, certamente lo saprai ma in un surface non puoi mettere mano pensando di integrare la componentistica. Mi sembra che solo dalla pro 4 possa utilizzare il surface DIAL in accoppiata su schermo (ma sul 12" è comunque un po' ingombrante), non so se esista una qualche implementazione su zbrush, certamente c'è con la suite adobe. PRO: hai un pc completo dal peso ridotto; componenti di alta qualità; sistema di input superiore a quello di analoghi laptop o simili dotati di stilo. CON: il dispositivo di input è legato indissolubilmente al tuo computer che comunque non è aggiornabile dal lato hw, se implementano una nuova tecnologia che un hw del 2014 non supporta, magari anche nuove istruzioni, tu ne resteresti fuori; lo scostamento tra punta della penna e cursore è più sensibile; non amo la superficie touch in combinazione con la penna perché a volte la mano, se non indossi il guantino apposito, disturba. Per quanto riguarda la WACOM, io sono partito con una intuos senza schermo e parlando di abitudine mi sono abituato subito a disegnare sulla tavoletta senza che questa coincidesse con la superficie dell'immagine che vedevo a monitor diversamente da come avveniva con le, allora, molto più costose cintiq, anzi aveva i suoi vantaggi perché la visione non era disturbata dalla mano e della penna. Inoltre grazie all'elevata precisione anche una superficie utile ridotta della tavoletta poteva coincidere con una immagine molto più grande e dettagliata, per il dettaglio è sufficiente zoomare. La penna, anche se più grande, per me è più comoda; la superficie risponde meglio e anche dal punto di vista delle sensazioni, dovute all'attrito sulla superficie trovo più naturale il gesto. La puoi collegare a qualsiasi computer godendo quindi dell'hw più adeguato per le tue esigenze. Nelle versioni da 16" hai comunque un'area attiva, sebbene vincolata alla risoluzione fullHD, maggiore di quella dello schermo del Surface. Il sistema di input è ancora molto superiore. Attenzione alle specifiche per quanto riguarda i collegamenti i modelli al top per dimensioni e tecnologia sono esosi (HDMI, DP, USB 3.0, ecc.). PRO: sistema interpiattaforma (lo userai su qualsiasi portatile o fisso compatibile con le richieste hw); prodotto di elevatissima qualità molto stabile; sistema di input superiore a qualsiasi altro (surface incluso); potenzialmente attraverserà diverse generazioni hw e sw senza sentire la vecchiaia. CON: se ti serve in mobilità ti devi portare dietro due apparecchi. PRO e CON (dipende da te): la visione delle immagini sullo schermo è diversa rispetto a quella dei monitor tradizionali ma per me è un dettaglio trascurabile che invece ha i suoi motivi. Nota: La Wacom produce la linea Wacom MobileStudio Pro che non diversamente dal Surface implementa le tecnologie Wacom su un portatile con i modelli da 13" e 16" e anche Wacom Cintiq Pro Studio che invece ti permette, per i modelli di cintiq pro da 24" e 32", di integrare la tavoletta con CPU, scheda video Quadro, hd, ecc. In entrambi i casi l'hw sarebbe di tutto rispetto ma comunque più oneroso in confronto ad un Surface, non trovo vantaggi nell'implementare su un bestione da 24" o peggio 32" l'hw di un pc a meno che tu non sia un creatore che va in giro per fiere o conferenze. In sintesi: SURFACE PRO (almeno 3) se hai esigenze di mobilità e non ti interessa il top per i dispositivi di input e magari vuoi anche un portatile veramente portatile. WACOM se vuoi il top sotto il profilo input, se vuoi un investimento potenzialmente più duraturo, se vuoi anche occasionalmente portartela appresso è comunque una scelta fattibile dal 16" a scendere. L'aspetto economico sai solo tu quanto sia determinante ma rimanendo in questi due ambiti hai l'imbarazzo della scelta se consideri anche l'usato. Anche se sono migliorate rispetto al passato ti sconsiglio tavolette non Wacom. Non esitare a chiedere se vuoi approfondire o hai ancora qualche dubbio.
×
×
  • Create New...