Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

Francesco La Trofa

Moderatori
  • Portfolio

    Portfolio
  • Content Count

    6,099
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    158

Francesco La Trofa last won the day on December 2

Francesco La Trofa had the most liked content!

About Francesco La Trofa

  • Rank
    treddizzofrenico

Professional Info

  • Employment
    Libero Professionista (Freelancer)
  • Sito Web
    http://www.treddi.com

Recent Profile Visitors

19,680 profile views
  1. Ultimi preparativi in corso per i Digital Drawing Days 2019, che prenderanno il via venerdi 6 dicembre ad Arezzo. Tre giorni all'insegna del 3D per tutti i professionisti ed appassionati del settore, che potranno assistere ai talk di grandi esperti e provare con mano le più importanti novità hardware e software per il 3D. La partecipazione alla giornate di venerdi e sabato è assolutamente gratuita, previa registrazione obbligatoria al seguente link - http://digitaldd.org/come-partecipare/ Per approfondimenti sui Digital Drawing Days 2019: Digital Drawing Day 1 - venerdi 6 dicembre - https://www.treddi.com/cms/news/ddd-2019-i-grandi-talk-in-3d-venerdi-6-dicembre/4652/ Digital Drawing Day 2 - sabato 7 dicembre - https://www.treddi.com/cms/news/ddd-2019-i-grandi-talk-in-3d-sabato-7-dicembre/4660/ Digital Drawing Day 3 - domenica 8 dicembre - la masterclass di Dionysios Tsagkaropoulos - https://www.treddi.com/cms/news/ddd-2019-3ds-max-e-corona-con-dionyios-tsagkaropoulos/4666/ Chaos Group ai DDD 2019 - V-Ray e Lavina - https://www.treddi.com/cms/news/chaos-group-al-ddd-2019-v-ray-corona-e-lanteprima-lavina/4665/ Anteprima workstation 3DWS BTR R3 - AMD Threadripper 3 - https://www.treddi.com/cms/news/ddd-2019-anteprima-3dws-btr-r3-la-workstation-da-sogno-con-amd-tr3/4664/ A seguire alcuni tra i gadget che verranno consegnati ai partecipanti del DDD al momento del check-in, grazie alla collaborazione degli sponsor 3DWS, Chaos Group e Autodesk. _ I Digital Drawing Days 2019 sono organizzati da 3DWS in collaborazione con Chaos Group e Treddi.
  2. Ai Digital Drawing Days 2019 Al DDD, che si terrà dal 6 al 8 dicembre ad Arezzo, sarà come sempre possibile provare l'intera flotta delle workstation di 3DWS, risultato della ricerca e della progettazione di Dimitar Dinev. Il fiore all'occhiello sarà senza dubbio caratterizzato dall'anteprima assoluta della 3DWS BTR R3, la linea di workstation basata su processori AMD Threadripper di terza generazione. Il catalogo workstation 3DWS offre modelli basati sui processori AMD Ryzen Threadripper e AMD Ryzen 9 pro (credit: 3DWS) L'anteprima che tutti i partecipanti al DDD potranno vedere e toccare con mano è resa possibile grazie alla collaborazione esclusiva con partner del calibro di AMD e ASUS. La 3DWS BTR R3 vedrà in catalogo due differenti modelli, basati sui rispettivi processori a 24 e 32 core (in attesa delle ulteriori evoluzioni, che vedranno rispettivamente ben 48 e 64 core!). I test dettagliati verranno pubblicati dopo i Digital Drawing Days, in quanto non sarà possibile divulgare prima i risultati ottenuti in laboratorio, ma dalle prime anticipazioni la terza generazione di è dimostrata anche il 15% più veloce rispetto a quella che l'ha immediatamente preceduta (a fronte di un maggior consumo energetico). Tra le tante novità previste sulle 3DWS BTR R3 non vi sono soltanto le CPU, ma anche nuove schede madri ed un sistema di raffreddamento interamente rinnovato, per ottimizzare ulteriormente le prestazioni e la stabilità delle workstation, progettate come sempre per durare molti anni in condizioni di utilizzo 24/7. Un altro dettaglio molto importante emerso dai test è la maggior capacità dei nuovi Ryzen TR3 di struttare la GPU, con performance in viewport migliori fino al 30% (prove effettuate su Rhino, Maya, 3ds MAx e Cinema 4D, con confronto TR2 e TR3 con la stessa scheda video, NdR). Oltre alle anteprime delle workstation 2020, al DDD vedremo all'opera le nuove workstation già in produzione, in particolare quelle basate sulla terza generazione AMD Ryzen con 8, 12 e 16 core (Ryzen 9) e le linee high end con single e dual CPU EPYC Rome. In questo caso, si va dal modello di partenza, che prevede una singola CPU 32 core / 64 thread al modello di punta che monta due CPU 64 core / 128 thread, per un totale di 128 core / 256 thread. Cifre assolutamente da capogiro, per ottenere il massimo della performance nel rendering. Al DDD non mancheranno ovviamente tutte le novità anche per quanto concerne il rendering progressivo via GPU, con una serie di test molto interessanti basati su V-Ray, alle prese con le varie modalità di calcolo, che vedono RTX spiccare letteralmente il volo rispetto alla concorrenza. La partecipazione al DDD è come sempre assolutamente gratuita, previa registrazione obbligatoria - per ulteriori informazioni consultare http://digitaldd.org/come-partecipare/ Per ulteriori informazioni sui talk previsti nelle due durate dell'evento, vi rimandiamo agli articoli di presentazione pubblicati su Treddi. DDD 2019 - il programma di venerdi 6 dicembre DDD 2019 - il programma di sabato 7 dicembre
  3. Imparare dai maestri. Un vecchio detto che non perde mai la bontà della sua sostanza, soprattutto quando il maestro in questione è un certo Dionysios Tsagkaropoulos, uno dei più influenti render artist al mondo. Forte di una produzione ultraventennale del rendering per l'architettura e l'interior design, Dionysios, pur senza essersi mai dedicato nello specifico alla formazione, è stato uno dei personaggi più attivi nella divulgazione soprattutto quando le fonti in merito era davvero poche. Memorabili i suoi roadshow con Autodesk negli anni 2000, per chi ha avuto la fortuna di assistervi a suo tempo. Oggi la sua attività lo vede responsabile di immagine del Renzo Piano Building Workshop (Parigi). Ai Digital Drawing Days 2019, nella giornata di domenica 8 dicembre, Dionysios Tsagkaropoulos terrà una masterclass dal titolo "Arredare e Visualizzare con Classe", in cui affronterà in maniera integrale il flusso di lavoro che porta dal concept al rendering di una scena di interni, nel caso realizzata con 3ds Max e Corona Renderer, anche se i concetti ed i principi espressi nella prima parte sono naturalmente applicabili con qualsiasi software 3D e motore di rendering, in quanto verteranno sulla composizione e sulle conoscenze tecnico artistiche necessarie per produrre immagini in grado di emozionare davvero il pubblico cui sono destinate. Il rendering esprime la resa tecnica di un'immagine che nasce dalla sensibilità di chi la compone, quale risultato di molti elementi, necessariamente combinati con armonia: dal setup della scena con modelli molto dettagliati, all' illuminazione generale e di dettaglio, alla definizione di materiali davvero fotorealistici, fino alla ricerca delle inquadrature che più si prestano a comunicare certi aspetti del progetto. Ogni spazio esprime un animo differente. L'artista deve saperlo cogliere e deve saperlo comunicare con l'immagine. Dionysios ci guiderà in questo viaggio di scoperta, mostrandoci la praticità di un metodo super collaudato, che non pone l'enfasi nel virtuosismo tecnico, ma nella capacità di saper leggere l'architettura e di saperla anticipare nella sua controparte digitale. La seconda parte della masterclass, che si terrà nel pomeriggio della stessa giornata, Dionysios entrerà nella fase puramente operativa e tecnica della produzione, guidando i suoi allievi in una serie di procedimenti essenziali: - studio di arredo e design: le regole da seguire;- lighting setup: Corona Renderer Daylight, HDRI e IES;- materiali fotorealistici: come definire ogni dettaglio in ogni essenza;- fotografia: come creare emozioni con i renderingPer conoscere i particolari del suo pensiero vi rimandiamo alla nostra intervista a Dionysios Tsagkaropoulos. Per conoscere i dettagli della masterclass e la le modalità di partecipazione, vi rimandiamo al sito ufficiale dei Digital Drawing Days - http://digitaldd.org/masterclass/ NOTA TECNICA - Per seguire la masterclass è necessario iscriversi ed i posti sono limitati. Per chi volesse seguire operativamente la masterclass è consigliabile dotarsi di un notebook sui cui avere preventivamente installato 3ds Max (2018-2020) e Corona Renderer 5. Sarà ovviamente possibile seguire la masterclass anche come semplici spettatori. La masterclass si terrà in lingua italiana.
  4. Chaos Group è anche quest'anno organizzatore e partner ufficiale dei Digital Drawing Days, in programma dal 6 al 8 dicembre ad Arezzo. La software house bulgara sarà presente per l'intera durata dell'evento con uno stand in area demo, dove poter provare tutte le soluzioni di rendering di V-Ray per 3ds Max, Maya, Cinema 4D, Unreal Engine e molti altri. Chaos Group presenterà novità ed anticipazioni relative a quanto ci aspetta nel 2020. Oltre a V-Ray, sarà infatti la volta dell'attesissimo Project Lavina, la soluzione dedicata al ray tracing real time. Ne sapremo di più rispetto a quanto mostrato da Vlado al SIGGRAPH 2019. Chaos Group sarà attiva anche in due talk, previsti rispettivamente nelle giornate di venerdi e sabato, che saranno tenuti da un artista straordinario come Valentin Yovchev, oltre 15 anni di esperienza nel 3D e nel rendering in vari ambiti dell'industria della computer grafica. A seguire, uno stralcio della sua enciclopedica produzione. Sempre rimanendo in casa Chaos Group, ci sarà spazio anche per Corona Renderer, in alcuni dei talk in programma e nella masterclass "arredare e visualizzare con classe", in programma per domenica 8 dicembre, che sarà tenuta da Dionysios Tsagkaropoulos (RPBW). Le giornate di venerdi 6 e sabato 7 dicembre saranno interamente gratuite, previa registrazione obbligatoria, mentre la masterclass su 3ds Max e Corona prevista per domenica 8 dicembre prevede un'iscrizione dedicata. Per maggiori informazioni - http://digitaldd.org/
  5. Dopo l'attesissimo Corona Renderer 5 per 3ds Max, Chaos Group Czech ha finalmente pubblicato l'omologa versione per Cinema 4D. Il trailer ufficiale mostra sostanziali analogie con la versione dedicata al software 3D di casa Autodesk, su tutti un'ottimizzazione generale delle prestazioni, per ridurre sensibilmente i tempi di calcolo, la nuova modalità displacement 2.5D e un nuovo sistema per il calcolo delle caustiche, decisamente più performante di quello di Corona 4. In sintesi, i principali elementi che rinnovano i contenuti di Corona Renderer 5 per Cinema 4D rispetto alle precedenti versioni del software: 2.5D Displacement offers significant savings to memory usageOptimizations to caustics results in memory savings and faster renderingGreatly improved handling of Corona Proxies, which can now include animation, and have better handling of large numbers of proxies that use the same dataMulti Shader added, to allow randomizing colors or textures between objects or sub-objectsUVWRandomizer updated to include the Mesh Element mode (to allow randomization across sub-objects) and Object buffer ID modeSelect Shader and Select Material added, allowing an object to store multiple shaders or materials (you can think of it as like a self-contained “mini-library” that the object stores with itself)Corona Sky object replaces the Corona Sky tag, allowing multiple environments in LightMix, and use of any shader as environment lightingAnd of course lots of quality of life improvements, bug fixes, and UI improvements!Per la descrizione completa e dettagliata di tutte le feature introdotte da Corona Renderer 5 per Cinema 4D è possibile consultare il link ufficiale della release - https://corona-renderer.com/blog/corona-renderer-5-for-cinema-4d-released, che rimanda anche alla sezione download.
  6. Dopo la prima giornata del DDD, il tempo di una cena alla Corte dell'Oca di Subbiano e via a riposare, perché altrettanti grandi contenuti ci attendono sabato 7 dicembre. Non perdiamo tempo e vediamo subito di cosa si tratta. SABATO 7 DICEMBRE 10.10 – V-Ray – a cura di Chaos Group (tech) - Anastasia Zhivaeva, Chaos Group Seconda parte dell'approfondimento dedicato alle novità ed alle anticipazioni dei software di Chaos Group, main partner ufficiale dei Digital Drawing Days 2019 (image credit: double aye) 11.00 – Fotogrammetria 3D e Fotorealismo – (archviz) - Alessandro Cannavà, Ermanno Rizzo e Gabriele Simonetta, Truetopia Truetopia è uno studio di visualizzazione che insegue costantemente la missione del fotorealismo, utilizzando delle pipeline che fanno ampio uso della fotogrammetria 3D, per ottenere asset realistici e soprattutto altamente personalizzati. Il talk dimostrerà come sono stati realizzati alcuni limoni, successivamente inseriti in un'ambientazione per catalogo di prodotto. (image credit: Truetopia e Cristina Lello) 12.10 – Art Direction nella Visualizzazione Architettonica (archviz) - Stefano Mombelli e Samuel Silva Trovato, Level Creative Studio Il terzo intervento della mattinata vedrà come protagonisti due ragazzi all'esordio assoluto al DDD, ma già piuttosto noti nella scena archviz italiana. Stefano e Samuel illustreranno la realizzazione di alcuni progetti noti a livello internazionale, soffermandosi sia sugli aspetti tecnici che sugli elementi compositivi determinanti per la direzione artistica dei progetti. 14.20 – Arturo e il Gabbiano (making of) - Luca di Cecca Presentato alla Blender Conference 2019, il cortometraggio Arturo e il Gabbiano ha visto l'esordio alla regia dell'eclettico CG Artist romano Luca Di Cecca, che ci presenterà al pubblico del DDD un breakdown di questo ambizioso progetto. 15.10 – Hardware e software per il rendering – (tech) - Dimitar Dinev, 3DWS Con il suo inimitabile stile, Dimitar Dinev mostrerà le più importanti novità in ambito hardware e software, a partire dalle nuove workstation, grazie alla partnership tecnica di AMD e ASUS, presenti ufficialmente insieme a 3DWS in area demo, dove. chiunque potrà provare l'intera gamma di workstation 3DWS per tutta la durata dell'evento. 15.50 – Automotive Professional Rendering – (3D art – creative) - Ivan Basso Tra i più celebri artisti in ambito automotive rendering, Ivan Basso torna al DDD per presentarci un dettagliato making of di alcune delle sue ultime realizzazioni, caratterizzate dal suo inconfondibile stile. 17.10 – Il realismo della luce nella visualizzazione architettonica (archviz) - Luca Rostellato, ViFX La percezione della luce può condizionare enormemente la comunicazione di un progetto di interni, variando in modo sostanziale le sensazioni che siamo soliti associare ad uno spazio. Luca Rostellato si soffermerà in primo luogo sugli aspetti tecnici ed emozionali che caratterizzano un progetto di lighting design, spiegandoci al tempo stesso come è possibile simulare questi effetti con i motori di rendering. 17.50 – DDD: 10 anni di passione ed imprecazioni - Dimitar Dinev Al deus ex machina del DDD spetterà il momento più emozionante dei dieci anni che hanno caratterizzato un evento che è stato, sarà e rimarrà per certi versi unico, per la passione ed il coinvolgimento dimostrato da tutti i partecipanti in dieci edizioni indimenticabili. Memorabili come la fatica, le mille peripezie e i milioni di imprecazioni che Dimitar ha dovuto affrontare per portare ogni volta a termine la missione. Sarà il modo più divertente per congedarsi e portare con noi un ricordo indelebile del DDD, giunto alla sua annunciata epifania. ------- Il DDD comunque non finisce qui, ci sarà ancora un'ultima, memorabile cena presso la Corte dell'Oca di Subbiano, prima di una domenica interamente dedicata alla Masterclass di Dionysios Tsagkaropoulos "Arredare e Visualizzare con classe", in cui il leggendario render artist ci guiderà alla realizzazione di un progetto di interior design con 3DS Max e Corona Renderer. La masterclass di domenica 8 dicembre richiede un'iscrizione dedicata. Per informazioni -http://digitaldd.org/masterclass/ _____________ Vi ricordiamo che, per cause indipendenti dalla nostra volontà, il programma potrebbe subire delle variazioni, per cui è sempre bene consultare con regolarità il sito ufficiale all'indirizzo - http://digitaldd.org/programma/ in modo da rimanere aggiornati su eventuali modifiche di orario, sostituzioni e cancellazioni. La partecipazione al DDD è come sempre assolutamente gratuita per quanto riguarda le aree teatro (dove si tengono i talk) e arena (zona demo ed expo), previa registrazione obbligatoria. Per maggiori informazioni, consultare - http://digitaldd.org/come-partecipare/
  7. Ai Digital Drawing Days 2019 ci aspetta una serie di grandissimi talk dedicati ai vari aspetti della computer grafica: hardware, software e, soprattutto, casi studio di successo presentati da artisti e professionisti italiani tra i più apprezzati anche a livello internazionale. Diamo dunque un'occhiata a cosa ci aspetta venerdi 6 e sabato 7 dicembre, ad Arezzo, per la decima ed ultima edizione del DDD. VENERDI 6 DICEMBRE 10.10 V-Ray – a cura di Chaos Group (tech / EN) - Anastasia Zhivaeva, Chaos Group Talk ufficiale sulle ultime novità e alle anteprime sui prossimi rilasci relativi a V-Ray e agli altri software sviluppati e distribuiti da Chaos Group, che sarà ufficialmente presente come main partner per tutta la durata dell'evento con un'area demo. 10.50 Treddi.com (tech) - Fabio Allamandri – Treddi.com Un altro anno per la community di Treddi.com, occasione per fare il punto della situazione sui servizi e offerti e sulle novità attese per il 2020. 11.10 Alla ricerca della bellezza – (archviz) - Vittorio Bonapace – Cityscape Digital Tante esperienze, prima di approdare a Londra, presso Cityscape Digital. Sulla base del suo personale percorso, Vittorio Bonapace illustrerà quali sono le doti e le esperienze necessarie per diventare un direttore artistico nell'ambito della visualizzazione architettonica. Oggi un semplice renderista non é più in grado di soddisfare tutte le esigenze richieste dall'industria dell'immagine. Occorre ampliare il proprio bagaglio di competenze senza mai perdere di vista gli obiettivi delle commesse. 12.10 Photorealistic Skin and Eyes (3D art – creative) - Andrea Bertaccini, Tredistudio Tre lavori straordinari che vedono ritratta Charlize Theron. Difficile riconoscere quale sia quella vera, data la qualità delle immagini di Andrea Bertaccini, che ci spiegherà quali sono gli aspetti da tenere in considerazione per ottenere il maggior realismo possibile nei particolari più complessi del personaggio: la pelle e gli occhi. Il risultato è un lavoro ai limiti dell'ossessione, dal modello clay in zbrush alla definizione degli shader in 3ds max (con v-ray, arnold e corona renderer), per spingere il livello di qualità sempre più al limite. In attesa della prossima Charlize... 14.20 – VFX pipeline of the future: a procedural approach – (VFX) - Alessandro Cangelosi, Proteus VFX Dopo il workshop su Clarisse dello scorso anno, Alessandro Cangelosi torna al DDD con uno speciale interamente dedicato alle pipeline procedurali, che stanno diventando sempre più determinanti nelle produzioni VFX. Un intervento assolutamente da non perdere per gli appassionati e i professionisti degli effetti visivi nel campo del gaming e del cinema. Alessandro vanta infatti solide esperienze in produzioni come Dead Rising 3, Prince of Persia: The Forgotten Sands, 2012, Independence Day 2 e molti altri. 15.10 – Rhinoceros, Grasshopper e Paneling Tools – (tech) - Giuseppe Massoni, McNeel Nel talk ufficiale di McNeel Europa, Giuseppe Massoni terrà un workshop sui Paneling Tools di Grasshopper, spiegando come generare e popolare le griglie, utilizzando dunque le superfici di riferimento e le forme custom. Una preziosa occasione per avvicinarsi ad un workflow estremamente utile per generare parametricamente dei rivestimenti complessi in architettura e design. 15.50 – The EPYC Power of Zen The Ripper (tech) - a cura di 3DWS e AMD 3DWS e AMD dimostreranno tutta la potenza delle workstation basate sui processori TR3, che chiunque potrà provare nell'area demo del DDD per tutta la durata dell'evento. Sulla base della sua enorme banca dati di ricerca e sviluppo, Dimitar mostrerà il percorso evolutivo dei processori AMD, dai primi 64bit fino agli attuali TR3, oltre 140 volte più veloci. Un appuntamento imperdibile per i veri appassionati di hardware e di workstation. 16.30 – Riqualificazione del complesso balneare di Larvotto – Principato di Monaco – (archviz) - Dionysios Tsagkaropoulos, RPBW Direttamente dal Renzo Piano Building Workshop, il making of del progetto di Larvotto (Monaco) in cui il 3D ha assunto un ruolo determinante in tutte le fasi dello sviluppo. Dionysios si soffermerà sia sugli aspetti tecnici che sugli aspetti di workflow, per dare una percezione integrale dello sviluppo di un progetto nel workshop di architettura più famoso al mondo. 17.30 – Innovazione e Tradizione: dal modello 3D al monumento in bronzo – (3D art – creative) - Rodolfo De Bernardi e Fabio Dal Molin, Studio DAN Rodolfo e Fabio sono due autentici decani del DDD, nonché straordinari artisti tradizionali che hanno saputo integrare al meglio gli strumenti digitali per rendere ancora più efficienti le loro creazioni. I soci fondatori di Studio Dan ci presenteranno il making of di un progetto davvero unico nel suo genere: il monumento bronzeo dedicato ad Emanuela Setti Carraro e al Generale Carlo Alberto dalla Chiesa, inaugurato il 7 settembre 2019 a Borgosesia (VC). Dalle forme in Zbrush, il monumento è stato costruito grazie all'ibridazione di tecnologie tradizionali e in stampa 3D. Studio DAN esporrà inoltre i modelli preparatori e le miniature del progetto nell'area expo del DDD. 18.20 – Fotografare un’idea – (archviz) - Lorenzo Romano, Studio Tetris Esordienti al DDD, ma professionisti di grande esperienza. Studio Tetris presenterà una serie di progetti effettivamente realizzati nell'ambito dell'architettura e del prodotto. _____________ Vi ricordiamo che, per cause indipendenti dalla nostra volontà, il programma potrebbe subire delle variazioni, per cui è sempre bene consultare con regolarità il sito ufficiale all'indirizzo - http://digitaldd.org/programma/ in modo da rimanere aggiornati su eventuali modifiche di orario, sostituzioni e cancellazioni. La partecipazione al DDD è come sempre assolutamente gratuita per quanto riguarda le aree teatro (dove si tengono i talk) e arena (zona demo ed expo), previa registrazione obbligatoria. Per maggiori informazioni, consultare - http://digitaldd.org/come-partecipare/
  8. Giunto alla sua nona edizione, torna uno degli appuntamenti di riferimento per il 3D e la computer grafica: Udine 3D Forum. Treddi.com sarà presente all'evento quale partner del workshop From Rendering 360 to 360 for Rendering, realizzato da Francesco La Trofa e Gabriele Simonetta, con il supporto tecnico ufficiale di Truetopia e eyecad VR. Il workshop proporrà una rassegna della produzione rendering nell'industria della visualizzazione architettonica, suggerendo spunti di innovazione derivanti dalla costante sperimentazione di nuove soluzioni, spesso derivate da altri contesti produttivi. E' il caso della fotografia 360 e della fotogrammetria 3D. Il workshop mostrerà due casi studio professionali caratterizzati da obiettivi molto differenti tra loro, come il rendering fotorealistico (VR 360) di un progetto di interior design e la digitalizzazione con tempistiche proibitive di una location per eventi con successiva esperienza di esplorazione interattiva in real time (display e VR). Rendering 360 di un progetto di interior design. Particolare del terrazzo. Tutti i contenuti della scena sono realizzati in 3D, grazie all'utilizzo di tecniche ibride, tra cui la fotogrammetria 3D sulla base di un rilievo del contesto effettuato con fotografie 360. Durante il workshop "From rendering 360 to 360 for rendering" verranno illustrati i passaggi che hanno portato alla realizzazione dell'intero progetto, compresi gli spazi interni. (credit: La Trofa - Simonetta, 2019) Il workshop "From rendering 360 to 360 for rendering" è in programma venerdi 15 novembre alle ore 16:30, ed il consiglio che ci sentiamo di darvi è quello di prendersi tutto il tempo necessario per seguire i workshop e le masterclass in programma nel prossimo weekend, in quanto sarà possibile assistere all'assoluta eccellenza del 3D made in italy. Tantissimi gli appuntamenti con il 3D e la computer grafica, con una qualità garantita da nomi che non hanno bisogno di presentazioni, come Danko Angelozzi, Martin Benes, Emiliano Colantoni (The Shift), Pier Mattia Avesani (Uqido), Roberto De Rose (State of Art), Andrea Bertaccini (Tredistudio), Ivan Paduano, Vittorio Bonapace (Cityscape Digital), Paolo Lamanna, Alessandro Bragalini (Forge Reply), Valerio Fissolo (Protocube Reply), Riccardo Gatti, Marco Mazzaglia (Mixed Bag), Ferruccio Della Schiava, Yoseph Bausola Pagliero, Alessandro Michelazzi, Matteo Lana (Tiny Bull Studios), Mirko Vescio (Oneiros VR), Luca Roncella (Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci), Guido Vrola, Mario Manganelli e tanti altri. Tutti i loro contenuti (ad eccezione di tre masterclass) saranno accessibili in maniera assolutamente gratuita, costituendo dunque occasione più unica che rara per accedere a contenuti di tale livello in Italia. I progetti cinematici e vr real time realizzati con Unity da Oneiros VR saranno una delle principali novità dell'edizione 2019 di Udine 3D Forum. I game engine stanno esercitando un ruolo sempre più rilevante nella visualizzazione architettonica, avendo in buona parte colmato il gap qualitativo con i cinematics tradizionali, oltre alla possibilità di creare applicazioni interattive come i configuratori 3D. Dopo averci stupito più volte con Eevee, il mitico Emiliano Colantoni torna a Udine 3D Forum con un workshop sulla modellazione procedurale avanzata con Blender 2.8. Assolutamente da non perdere. Roberto De Rose (State of Art) esordirà ad Udine 3D Forum 2019 con un workshop interamente dedicato alla creazione di materiali fotorealistici con Substance Designer. Udine 3D Forum è in programma dal 14 al 17 novembre, presso la sede dell'Università di Udine a Palazzo di Toppo Wasserman. La partecipazione è da quest'anno assolutamente gratuita, previa iscrizione obbligatoria sul sito ufficiale dell'evento. Per conoscere i dettagli di Udine 3D Forum 2019 è possibile consultare i seguenti link: I contenuti di Udine 3D Forum 2019 Approfondimento sui workshop di Udine 3D Forum 2019 Approfondimento sulle masterclass di Udine 3D Forum 2019
  9. eyecad VR vede avvicinarsi l'arrivo di una nuova major release. eyecad VR 2020 capitalizzerà gli sforzi dei primi tre anni di produzione del giovane team di sviluppo italiano, con alcune importanti novità che iniziano a trasparire dal teaser pubblicato in occasione dell'annuncio, su tutte la possibilità di avvalersi di una modalità di rendering in real time ray-tracing. IL NUOVO SITO INTERNET - eyecadvr.com eyecad VR ha di recente pubblicato la nuova versione del suo sito internet. Oltre a contenere le informazioni relative al software, il nuovo eyecadvr.com rinnova integralmente la propria sezione di supporto, con manuali e i tutorial in continuo aggiornamento. Ulteriore novità è costituita dal rapporto tra il team di eyecad VR e la propria community. Grazie all'apertura del nuovo forum, che a breve vedrà la partecipazione degli artisti coinvolti nel progetto e del team ufficiale di eyecad VR, tutti gli utenti potranno chiedere e dare informazioni relative ai loro lavori con eyecad VR, per condividere insieme momenti di lavoro e sperimentazione. EYECAD VR 2020 - APERTO IL PRE-ORDINE Chi volesse effettuare il pre-order di eyecad VR 2020 potrà farlo acquistando, entro il 30 novembre, la versione corrente di eyecad VR. Così facendo, oltre alla versione attuale, si riceverà la versione ad accesso anticipato di eyecad VR 2020, che verrà rilasciata in esclusiva ad inizio dicembre. Nel momento in cui scriviamo, non è stata ancora ufficializzata una data di rilascio della versione finale di eyecad VR 2020, ma le previsioni ne indicano l'uscita per il primo trimestre del 2020. Per tutte le informazioni relative al pre-order di eyecad VR 2020 - https://eyecadvr.com/try-or-buy/
  10. Dopo la pubblicazione delle versioni release candidate, Corona Renderer 5 per 3ds Max è arrivato tra noi nella sua forma definitiva. A scanso di qualsiasi possibile equivoco. Corona Renderer 5 non ci pone al cospetto di una versione rivoluzionaria. In estrema sintesi, riprende Corona Renderer 4, migliorandolo praticamente in tutti gli aspetti, avendo quale obiettivo primario l'incremento della produttività. In primo luogo, si notano miglioramenti significativi per quanto concerne le scene con presenza di molto displacement e caustiche, soprattutto in merito all'utilizzo di memoria occupata e potenza di calcolo. Con il medesimo hardware, con Corona 5 è possibile renderizzare le stesse scene in tempi mediamente inferiori rispetto a quanto avveniva con Corona Renderer 4. Questo è possibile grazie a varie ottimizzazioni, tra cui l'introduzione di una nuova feature, definita 2.5 Displacement, che consente a Corona 5 di processare le geometrie fino a 20 volte più rapidamente rispetto a Corona 4, senza variare nulla a livello di workflow per l'utente finale. Peter Guthrie (Boundary), dopo aver provato una delle recenti daily build ha affermato di essere: "molto impressionato, ho lanciato un render 5k complesso con il vecchio displacement e con il nuovo 2.5D. Prima mi servivano 130GB di RAM, ora sono sufficienti 60GB. Corona Renderer 5 sembra possa essere un vero game changer". Adam Hotovy, co-fondatore ed attuale vice-presidente di Chaos Czech, entra nel merito di quanto ottenuto con la pubblicazione di Corona Renderer 5 per 3ds Max: "Da sviluppatori, è facile perdersi dietro alla sfida di spingere al limite la tecnologia di rendering. Ma questo non sempre coincide con i benefici derivanti all'utente finale, che utilizza il software a scopo professionale. Per questo, lo sviluppo di Corona Renderer 5 si è focalizzato sul migliorare il più possibile quanto già esisteva, piuttosto che introdurre nuove feature. In questo modo, i designer potranno lavorare meglio, senza essere costretti ad un upgrade della loro memoria RAM o delle loro CPU". Come anticipato, al pari del displacement, sono state migliorate in maniera sensibile le caustiche, ora calcolate con un risparmio di tempo fino al 20% rispetto a quanto avveniva con Corona 4. I miglioramenti dei workflow legati alle caustiche consentono notevoli vantaggi prestazioni in tutte quelle scene architettoniche che comprendono piscine, diamanti, vetri ed altri materiali dotati di una rifrazione complessa da simulare in computer grafica. Se Displacement e Caustiche vedono miglioramenti drastici in termini di performance, il lavoro di ottimizzazione svolto per Corona Renderer 5 si estende a moltissime altre feature del software, nella sua versione per 3ds Max. Troviamo infatti progressi significativi nella gestione e nel calcolo della geometria, del Bloom & Glare e delle scene in cui sono presenti molte istanze. Più performante anche il rendering delle mappe CoronaColorCorrect e CoronaDistance. Corona Renderer 5 è compatibile per tutte le versioni di 3ds Max, dalla 2013 alla 2020. Come sempre potete acquistare il software su: https://www.treddi.com/shop/software/98-corona-render.html
  11. Il 2019 verrà certamente ricordato per la forte presa mediatica del dibattito sulle tematiche legate all’ambiente e al futuro del pianeta. Lungi dal sensazionalismo di massa e dalle tendenze radical, le tecnologie 3D esercitano un ruolo fondamentale nel supporto dei processi di design ricostituente. Si tratta di un ampio range di attività progettuali mirate a ricomporre quei legami che oggi parrebbero irrimediabilmente recisi nel rapporto speculativo tra uomo e natura. In ambiti che vanno dal product design, all'analisi forense, alla medicina, piuttosto che allo studio dei grandi eventi climatici che stanno condizionando il presente ed il futuro del pianeta. Questi temi, attraverso una selezione di casi studio in diversi ambiti applicativi, sono approfonditi nell'articolo - Broken Nature. 3D e Design Ricostituente, online su 3D STORIES. _____________ note - 3D STORIES è una collaborazione editoriale volontaria tra Treddi.com e Protocube Reply, finalizzata ad divulgare l'utilizzo delle tecnologie 3D in ambito enterprise. _____________ Le precedenti uscite della rubrica sono disponibili al seguente link - 3D STORIES su TREDDI
  12. Fervono i preparativi per la decima ed ultima edizione dei Digital Drawing Days, che si terranno ad Arezzo dal 6 al 8 dicembre. Anche quest'anno l'ingresso al DDD sarà assolutamente gratuito. Il programma si articolerà su tre giorni capaci di concentrare il meglio di quanto le tecnologie hardware e software per la computer grafica siano attualmente in grado di offrire a professionisti ed aziende del settore. Presso la sezione ARENA del DDD sarà infatti possibile provare nel dettaglio un ampio range di tecnologie con l'assistenza dei tecnici di 3DWS e dei partner dell'evento, tra cui spicca la presenza di ASUS e AMD. Nel frattempo, sul palco del TEATRO vedremo invece due giorni di presentazioni in cui molti tra i più importanti professionisti italiani mostreranno ad una platea di addetti ai lavori le più recenti evoluzioni dell'industria della visualizzazione: architettura, design, automotive, concept art, VFX sono soltanto alcuni degli ambiti che verranno toccati nei talk di venerdi e sabato. Nelle prossime settimane vi illustreremo tutti i dettagli relativi agli speaker attesi sul palco. Il DDD 2019 non mancherà di offrire le sue tradizionali esclusive. Evento ufficiale Chaos Group e McNeel. insieme a 3DWS e Treddi, Chaos Group sarà anche quest'anno partner organizzatore dell'evento e parteciperà con due talk ufficiali su V-Ray, tenuti da Anastasia Zhivaeva. Ufficiale anche la presenza di McNeel, che terrà peraltro un talk su Rhinoceros, tenuto dal official trainer per l'Italia, Giuseppe Massoni. La Masterclass archviz di Dionysios Tsagkaropoulos Anche quest'anno tornerà a trovarci Dionysios Tsagkaropoulos. Sarà proprio lo straordinario talento del decano degli archviz artist a chiudere in grande stile i Digital Drawing Days, con una masterclass che sia annuncia davvero imperdibile: "Arredare e visualizzare con classe - 3ds max e Corona Renderer". L'evento prevede un numero di posti limitato. per cui il consiglio è di premere costantemente F5 sulla pagina di iscrizione al DDD, per vedere quando sarà possibile sottoscrivere la propria partecipazione. Dionysios Tsagkaropoulos terrà anche un talk relativo ad un caso studio sviluppato presso RPBW di Parigi, dove è da alcuni anni il responsabile di immagine: "Riqualificazione del complesso balneare di Larvotto - Principato di Monaco". Si tratta anche in questo caso di una delle pochissime occasioni per assistere al making of di un lavoro archviz di quello che molti considerano il più importante studio di architettura al mondo. Le cene alla Corte dell'Oca di Subbiano Come ogni anno, le serate di venerdi 6 e sabato 7 saranno allietate dalle straordinarie cene da Franco e dall'inarrivabile staff della Corte dell'Oca di Subbiano, dove in una cornice anni '50 è possibile apprezzare alcune delle più note specialità tipiche aretine. "Ma è davvero l'ultima edizione? Ma perché?" E' la domanda che ci siamo sentiti decine di volte quest'anno, da parte di tanti degli amici che vengono a trovarci ogni anno. La risposta è sempre stata: si, è davvero l'ultima edizione. Sono stati dieci anni indimenticabili, che siamo certi siano destinati a concludersi nel migliore dei modi. Come per tutte le belle storie, è giusto saper dire basta al momento giusto. Affinché rimanga la miglior esperienza possibile. Vi promettiamo che daremo il 110% per fare dell'ultimo DDD il miglior DDD possibile. E per essere il miglior DDD possibile ci sarà bisogno soprattutto di voi. Non mancate dal 6 al 8 dicembre, nella consueta cornice del Etrusco Hotel di Arezzo, già teatro ed arena in passato di mille battaglie in 3D. Info e iscrizioni Nel frattempo, potete consultare i seguenti link di approfondimento, in costante aggiornamento, con tutte le informazioni relative all'evento. Sito ufficiale DDD 2019 - http://digitaldd.org/ Programma DDD 2019 - in costante aggiornamento - coming soon Per iscrizioni - http://digitaldd.org/come-partecipare/ Indicazioni e note generali E' già possibile iscriversi per le giornate del 6 e del 7 dicembre, mentre per la masterclass della giornata conclusiva, 8 dicembre vi chiediamo ancora un po' di pazienza. L'accesso al DDD sarà interamente gratuito. L'unico evento a pagamento è la Masterclass di domenica 8 dicembre, che prevede un numero di posti limitato. Le cene alla Corte dell'Oca di Subbiano prevedono un'iscrizione specifica ed andranno confermate durante il check-in ai rispettivi giorni dell'evento.
  13. Su Location Textures è disponibile per il download gratuito una collezione di 50 panorama HDRI 4K, curata da Jacek Pilarski, matte painter in forza a Framestore. Le immagini comprendono una varietà di situazioni che vanno da cieli ad interi environment, in varie condizioni meteo. Le immagini HDRI hanno indicativamente dai 24 ai 36 valori di esposizione (EV) e sono disponibili in formato EXR. Si tratta in sostanza di una versione in bassa risoluzione degli stessi pack che, per un utilizzo professionale sono ovviamente disponibili a risoluzioni ben superiori (dai 15K ai 30K). L'intera collezione è, come preannunciato, libera al download, per il solo utilizzo non commerciale, al momento superabile con un pagamento di 15 dollari. Per scaricare le 50 hdri free di Location Textures - https://locationtextures.com/panoramas
  14. Inizio davvero convincente per la View Conference 2019, al secondo anno consecutivo presso la rinnovata sede delle OGR di Torino. Le prime due giornate, dedicate alle masterclass hanno riscosso un'ottima partecipazione a livello generale, grazie soprattutto all'elevata qualità in termini di relatori e contenuti, capaci di garantire un'offerta estremamente ampia: dagli aspetti tecnici, allo storytelling, piuttosto che alle dinamiche legate alle produzioni per tutta l'industria creativa. Il momento eccezionale dell'avvio della View Conference è stato il concerto di Michael Giacchino, fuori programma nel serale del palinsesto delle OGR. Il compositore premio Oscar ha inscenato uno spettacolo a tutto sesto, che ha evidenziato ancora una volta la sua ottima confidenza con il palcoscenico, a metà tra il concerto classico e il talk show, allietato dalla presenza eccezionale del regista Brad Bird, di cui il compositore italo-americano ha musicato alcune produzioni Pixar (Ratatouille e i due Incredibili) oltre a Mission Impossible: Protocollo Fantasma. La serata ha visto una rassegna, introdotta e commentata dallo stesso Giacchino, di una serie di indiscussi capolavori, magistralmente interpretati dalla locale orchestra filarmonica Felettese. Oltre ai già citati lavori di Bird, vanno segnalati anche Medal of Honor, Rogue One: a Star Wars Story, Jurassic World ed i più recenti Star Trek diretti da Abrams. Soltanto alcuni tra gli oltre 130 lavori realizzati nel corso di una carriera incredibile. Giacchino ha di recente annunciato che comporrà la colonna sonora del nuovo Batman, diretto da Matt Reeves, altro regista con cui vanta un solido storico collaborativo. Tornando al programma tradizionale della View Conference, martedi 22 iniziano i talk, che oltre a Bird e Giacchino vedranno impegnati moltissimi altri mostri sacri dell'industria entertainment, dal cinema al gaming, con un occhio di riguardo per la ricerca e le nuove applicazioni: dalla realtà virtuale alle più recenti evoluzioni nei VFX. Lo stesso Michael Giacchino sarà parte attiva del programma tradizionale, con il "keynote" Music for Story, previsto per giovedi 24 alle ore 12. Per il programma dettagliato - https://www.viewconference.it/pages/program/ Per info e iscrizioni - https://www.viewconference.it/pages/registration
  15. Tutto pronto per la View Conference 2019, ventesima edizione per l'evento internazionale sulla computer grafica che si svolge anche quest'anno alle OGR di Torino. Un'occasione davvero unica per assistere a talk e masterclass di decine tra i principali protagonisti dell'industria della CG entertainment, tra cui spiccano autentici mostri sacri come Rob Bredow (Head of Industrial Light and Magic), Rob Legato (3 premi Oscar, VFX Supervisor di The Lion King), il compositore Micheal Giacchino (premio Oscar per Up) e il ricercatore Paul Devebec (Google's Virtual Reality), tra i massimi esperti nell'ambito del rendering, del HDRI e delle tecnologie Light Field. Si parte con le masterclass previste per domenica 20 ottobre, con un ricchissimo programma che si articolerà fino a venerdi 25 ottobre. Oltre al programma saranno presenti installazioni, stand di scuole internazionali, demo tecnologiche e sessioni di recruiting con alcuni tra i più importanti vfx studio al mondo. Un'occasione da non perdere, per tutti gli studenti, professionisti ed appassionati di computer grafica. La View Conference sarà tradizionalmente anticipata dal View Fest, Festival sul cinema digitale che si svolge da venerdi 18 a domenica 20 ottobre, presso il Cinema Massimo - Museo Nazionale del Cinema di Torino. Per il programma dettagliato: https://www.viewconference.it/pages/program/ Per info e iscrizioni: https://www.viewconference.it/pages/registration Treddi è partner ufficiale di View Conference 2019 _________________ cover image - OGR di Torino, straordinaria location post industriale sede della View Conference 2019 (credit: Piero Ottaviano)
×
×
  • Create New...