Jump to content
bn-top

Francesco La Trofa

Moderatori
  • Content Count

    6,145
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    165

Francesco La Trofa last won the day on February 15

Francesco La Trofa had the most liked content!

5 Followers

About Francesco La Trofa

  • Rank
    treddizzofrenico

Professional Info

  • Employment
    Libero Professionista (Freelancer)
  • Sito Web
    http://www.treddi.com

Recent Profile Visitors

26,773 profile views
  1. Per chi vuole specializzarsi nella visualizzazione architettonica, il Master Archviz di BraveArt Academy costituisce oggi una delle migliori opportunità formative nel panorama italiano. Un percorso completo, che vanta ormai oltre dieci edizioni, in cui molte decine di ragazzi hanno avuto modo di acquisire solide basi su cui fondare il proprio percorso professionale, a cominciare dalla creazione di un portfolio qualificante con cui presentarsi ai principali studi a livello internazionale o acquisire i primi clienti per la propria iniziativa imprenditoriale. Per essere dei veri professionisti de
  2. Francesco La Trofa

    Studio 2 - a LEGO building

    ottima segnalazione michele. grazie!
  3. Ciao, il dettaglio della tua descrizione è molto circostanziato e pare credibile, a maggior ragione se tu fossi in grado di confermare altre opinioni analoghe, es. quelle sparite su facebook. Il fatto di iscriversi apposta per rilasciare un'opinione di proposito in forma "anonima" non è invece il massimo dal punto di vista della credibilità. Un forum come il nostro non ha problemi a mettere a confronto più versioni, ma dal momento che fai riferimento ad una situazione personale, essendo tu stesso iscritto al corso, dovresti confortarla con la tua identità, altrimenti rischi di passa
  4. Un altro terribile lutto ha colpito la CG community internazionale. Nella giornata di ieri si è purtroppo diffusa la notizia della scomparsa di Michael Andrew Nash,, uno dei più grandi creature designer in attività. Caratterizzato da uno stile inconfondibile, capace di ispirare migliaia di artisti, Mike Nash è stato un vero maestro dell'hard surface, con una tecnica eccezionale nell'utilizzo di ZBrush e nella gestione delle Sub-D. Tra i suoi ultimi straordinari lavori, ricordiamo il suo solido contributo alle creature meccaniche di Horizon Zero Dawn. Dopo quella che verrà per sempre ricordata
  5. Dopo aver rivelato la metamorfosi di BraveArt e la prestigiosa sede dell’accademia diretta da Cristian Sella e Riccardo Morici, procediamo il nostro viaggio di scoperta per conoscere cosa accade all’interno delle aule fisiche e virtuali, dove si formano i professionisti del 3D. La nuova offerta formativa di BraveArt consiste in un catalogo corsi per la computer grafica orientata agli effetti visivi (vfx) che vede importanti arrivi a partire dal 2021, a partirare da una formula didattica totalmente rinnovata. Per conoscere i contenuti e le modalità di erogazione dei corsi abbiamo coinvolto i di
  6. Bravo Fabio, chissà che in futuro non si possa fare qualche iniziativa insieme, sempre per ricordare Filippo.
  7. Quando pensi alle scuole riferimento per la grafica 3D in Italia, uno dei primi nomi che ti viene in mente è sicuramente ViFX. Parliamo di una realtà che in otto anni di storia ha formato oltre 500 professionisti della computer grafica, nell'ambito di oltre 40 tra corsi e master, variando l'offerta ed aggiornandosi continuamente per garantire ai propri allievi una base ottimale per poter entrare con successo nella professione. Insomma, che l'obiettivo sia imparare i fondamenti della visualizzazione architettonica, piuttosto che nello specifico il lighting, la post produzione o variare ambito e
  8. Si è un passaggio necessario anche perché appena il BIM entra a sistema anche su soglie più basse, diventando di fatto obbligatorio per tutti i lavori pubblici, dovrà esserci una maggior omogeneità. Altrimenti sarà di fatto impossibile la validazione. Se per le commesse importanti gli enti possono come sempre avvalersi di validatori esterni, supporto al RUP e tanto quanto, sarà di fatto impossibile pensare di farlo per tutti i lavori. Le competenze dovranno essere internalizzate negli uffici. Questa a mio avviso è la principale barriera. Per quanto riguarda la base di utilizzo, a livello
  9. Sulle connessioni specialistiche ci siamo su strutture e impianti, con tutte le complessità del caso, figuriamoci su aspetti anche numericamente di nicchia come il lighting design. Devi pregare che esca qualche buon plugin, nativamente è dura che certe funzioni siano integrate. Tornando all'interoperabilità, diciamo che a livello informatico per avere un BIM capace di integrarsi con formati non parametrici o con criteri differenti da quelli AEC, sarebbe necessario un software di nuova concezione, scritto da zero. Tutti i principali software BIM attualmente in commercio (ai due che hai cit
  10. Purtroppo vale anche il contrario, nel senso che perché un grosso studio dovrebbe pagare più di un piccolo studio? Che "colpa" ne ha se è grosso. Il software di fatto, nella medesima configurazione, è sempre quello, perché dovrebbe pagarlo di più? E' sempre complesso definire un prezzo. Io credo che ogni software house, ovviamente, agisca in funzione del suo interesse principale. Se sa che un grosso studio ha bisogno di 100 licenze, fissa un prezzo. Il grosso studio è anche il più semplice da controllare, rispetto ad una miriade di piccoli professionisti. Le alternative ci sono, come
  11. Anziché continuare su questa falsariga ironica, alla lunga stucchevole, sarebbe più interessante se avessi condiviso con il forum le ragioni pratiche per cui hai preferito il software BIM di ACCA alla concorrenza, con particolare riferimento a Revit. In cosa sarebbe migliore? e perché? preso atto del fatto che un paragone non è affatto necessario, soprattutto se l'esito è soltanto quello di scatenare una puerile guerra tra software. ma quel paragone, dal momento che l'abbiamo tirato fuori, cerchiamo almeno di renderlo costruttivo. cosi magari facciamo anche capire che sappiamo di c
  12. Consiglio spassionato, senza assolutamente nulla togliere a Lumion, prendete in considerazione software 3D real time. Hanno potenzialità maggiori nell'interazione e negli output immersivi, che saranno sempre più richiesti dal mercato. Lumion dovrebbe fare uno sforzo in quella direzione per rimanere competitivo a medio termine.
  13. Dopo una lunga lista di eventi cancellati a causa del lockdown, si riaffaccia la Torino Maker Faire, leggermente rinviata rispetto alla tradizionale calendarizzazione nel mese di maggio, ma assolutamente in presenza nel rispetto di tutte le misure di sicurezza previste dai disposti normativi. Treddi sarà ospite alla Torino Maker Faire per condurre il talk "A day at the sleepy village. Ritratto in 3D di un borgo italiano", di cui abbiamo pubblicato sul portale un approfondito making of nei mesi scorsi. Il talk verrà condotto da Francesco La Trofa e Gabriele Simonetta, autore delle suggestive im
×
×
  • Create New...

Important Information

Per garantire la migliore esperienza di navigazione possibile questo sito utilizza cookie tecnici, statistici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy - Cookie Policy