Vai al contenuto

beltazor

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Numero messaggi

    19
  • Registrato

  • Ultima Visita

Info su beltazor

  • Rango
    Matricola

Informazioni professionali

  • Sito Web
    http://
  1. beltazor

    Xfx 8800 Gts 320mb Xxx Version

    Grazie dell'informazione! Ma sai per caso quando esce in italia?
  2. beltazor

    Xfx 8800 Gts 320mb Xxx Version

    Ad esempio nello stesso shop online di cui non faccio il nome si trova: XFX GF 8800 GTS 320MB DDR3 XXX Velocità Clock Core 580 MHz Freq. clock RAMDAC 400 MHz Memoria video installata 320 MB Memory Clock Speed 1.8 GHz prezzo 344 euro XFX GF8800 GTS 320MB DDR3 STANDARD Velocità Clock Core 500 MHz Freq. clock RAMDAC 400 MHz Memoria video installata 320 MB Memory Clock Speed 1.6 GHz prezzo 309 euro Gainward Bliss GeForce 8800 GTS 320 mb DDR3 GPU Clockspeed 500 MHz Memory Clockspeed 1.6 MHz Ramdac 400 MHz prezzo 289 euro Che cosa ne pensate? Le differenze della versione xxx quanto incidono sulla grafica e quanto sui giochi?
  3. beltazor

    Xfx 8800 Gts 320mb Xxx Version

    Ho notato che il produttore xfx realizza schede video con chip nvidia già overcloccate e le indica con la sigla xxx o xt a seconda della quantità di overclock. Mi domandavo se valeva la pena acquistare un modello xxx o xt oppure se le differenze prestazionali rispetto ad un modello standard non sono così sostanziali oppure non proporzionate all'incremento di prezzo che si ha passando da una standard ad una xt o xxx. Attendo delicidazioni dagli esperti
  4. beltazor

    Delucidazioni Sul Raid

    per i dischi penso di usare i caviar re se riesco a trovarli
  5. beltazor

    Delucidazioni Sul Raid

    Grazie della risposta La mia intenzione è quella di acquistare una scheda madre gigabyte p35 ds4 rev 2.0, se non sbaglio permette di creare il raid 5 giusto? Quindi se ho capito bene creo il raid 0 sfruttando la parte esterna di tutti e tre i dischi (40gb per disco dovrebbero essere sufficienti) poi creo un raid 5 sullo spazio restante dei tre dischi. Ad esempio se i tre dischi hanno capienza 250gb creo un raid 0 di 120gb più un raid 5 di 420 gb (e non 630gb poichè un disco è impegnato per la parità); è giusto quello che dico?
  6. beltazor

    Delucidazioni Sul Raid

    no so cos'è una partizione, io intendevo proprio il raid ossia l'opposto di una partizione essendo l'unione di più dischi per crearne uno solo... mi interessava solo sapere qual'è la configurazione di raid più adatta, cioè ad esempio un raid 0 per il SO ed un raid 1 oppure un raid 5 per i dati e se con tre dischi di uguale capienza è sensato creare un raid 0 ed un raid 1 o raid 5. comunque grazie della risp.
  7. beltazor

    Delucidazioni Sul Raid

    Ciao a tutti, volevo sapere se qualcuno poteva indicarmi la configurazione raid più performante. Ho letto la guida di papafoxtrot che ha chiarito molti dei dubbi che avevo, ma ancora non riesco a capire alcune cose; ad esempio se acquisto 3 hdd caviar re da 250gb è possibile creare un raid 0 di 120gb (40 gb per ciascun disco nella parte più esterna dove la velocità è maggiore) e lo spazio restante usarlo per creare un raid 1 oppure un raid 5? Se si, è questa la scelta migliore oppure vi sono altre soluzioni più performanti, ad esempio creare un unico raid 5 coi tre dischi. Scusate, ma sono piuttosto confuso
  8. beltazor

    Nuovo Computer

    per quanto riguarda il case puoi consigliarmi qualcosa? Ho letto i requisiti che che un buon case deve avere sulla tua guida, ma come posso sapere se un case ha dei difetti strutturali che vanificano gli altri suoi pregi? Ad esempio i case della silvestone e della lian li sono molto eleganti ed apparentemenete curati, ma hanno un prezzo molto elevato; mi piacerebbe sapere se un prezzo così alto è legato all'estetica o anche alla qualità costruttiva. Grazie per le risp.
  9. beltazor

    Nuovo Computer

    Ho indicato quella scheda madre perchè ha un FSB di 1066mhz così come il processore Q6600. Pensavo che una scheda con FSB di 1333mhz fosse inutile con un proc a 1066. Se magari potessi chiarirmi le idee a riguardo... Per quanto concerne la questione dischi, ho letto nella tua guida che tu consigli di acquistare 3 dischi WD CAVIAR RE da 250gb per creare un raid 1 da 100gb circa ed un raid 5 con il rimanente spazio. Il problema è che io non ho mai creato un raid, quindi se tu potessi indicarmi come si fa... Per l'accoppiata case+alimentatore puoi darmi qualche indicazione? Io inizialmente ero attatto dall'ANTEC P182 ma in una recensione di hardware upgrade c'è scritto che ha qualche difetto sostanziale. Infine, puoi consigliarmi degli shop online in cui acquistare. Grazie per le risposte
  10. beltazor

    Nuovo Computer

    Ciao a tutti, è da un po' di tempo che mi sto documentando per l'acquisto di un nuovo pc. Ho contattato anche beaztie che è stato gentilissimo e mi ha dato importanti informazioni. Mi sarebbe piaciuto acquistare un pc configurato da lui ma la soluzione che si adatta alle mie esigenze non ha subito una tale riduzione di prezzo (alla luce degli aggiornamenti estivi) come da me auspicato, di conseguenza penso di tentare di assemblare il pc da me. I componenti che ho scelto (ma non ancora acquistato) sono i seguenti: CASE: chieftec lbx-01b-b-b PSU: seasonic s12 600w MB: asus p5b deluxe CPU: intel core duo q6600 + zalman 7500 cnps al-cu RAM: 2gb(2*1gb) corsair twinx pc2 6400 cl5 GPU: nvidia quadro fx 1500 HDD1: wd raptor 150gb HDD2: seagate barracuda 7200.10 500gb DVD/RW: samsung 18x Monitor: samsung sm206bw Ho provato a definire questa configurazione in alcuni shop online ed il prezzo totale si aggira sui 2000 euro iva compresa. Vorrei un parere da voi perchè ho ancora molti dubbi in particolare per quanto concerne il case e l'alimentatore. Grazie in anticipo
  11. complimenti, la scena é molto interessante, ma quoto c dere per quanto riguarda il fatto che l'immagine vista nel complesso è molto curata ma osservando singolarmente le varie parti alcune convincono di più altre di meno. Comunque ottimo lavoro
  12. beltazor

    La Corretta Via Da Seguire Per..

    io in genere modello con autocad soltanto gli elementi in 2d per poi importarli in 3ds max e generare gli elementi solidi; dopodiché continuo con 3ds max e vRay per l'applicazione di materiali la composizione delle scene ed il rendering. Infine ritocco ed impagino con photoshop.
  13. quindi con la procedura linear workflow il colour mapping è lineare ed i moltiplicatori valgono 1, mentre lavorando in campo non lineare i moltiplicatori devono essere fissati in maniera iterativa osservando di volta in volta quello che si ottiene con render di prova. La differenza, dimmi se sbaglio, sta nel fatto che nel primo caso ha un controllo più limitato sul risultato finale . Ti posso chiedere che strategia usi per gli interni e gli esterni (tipo di colour mapping ed eventuale correzione gamma)? Ovviamente se usi vray. grazie.
  14. sul forum della chaosgroup è proposta la procedura linear workflow (reperibile a questo indirizzo) per ottenere un giusto bilanciamento tra le zone in luce e quelle in ombre in un render. Usando questa procedura sembra non sia necessario agire sui valori dei moltiplicatori dark e bright, ma sosltanto sull'intensità delle fonti luminose all'interno della scena. Lavorando nello spazio non lineare invece occorre usare un altro tipo di color mapping (ad es. exponential o hsv exponential...) ed in genere valori dei moltiplicatori diversi dall'unità (almeno uno dei due) Quello che mi sono sempre chiesto è se esiste un modo per scegliere correttamente i valori dei moltiplicatori oppure la scelta è comunque empirica; in quest'ultimo caso sarebe più corretto usare sempre la pricedura linear workflow per avere un esatta corrispondenza cromatica. Sarei veramente lieto se qualcuno di voi potesse chiarirmi le idee.
  15. la seconda e la terza immagine sono state renderizzate usando la procedura "linear workflow" indicata sul forum della chaogroup. Con questa procedura le immagini di esterni risultano troppo poco contrastate (come qualcuno faceva notare sul forum della chaosgroup)...comunque penso tu intendessi che devo ridurre il moltiplicatore alla luce ambientale ed aumentare quello della luce diretta per bilanciare la carenza di contrasto.
×