Jump to content
bn-top

FraNa

Members
  • Content Count

    18
  • Joined

  • Last visited

About FraNa

  • Rank
    Matricola

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Il comando Divide suddivide ogni singola faccia della mesh in 4 parti e lo fa ogni volta che usi il comando, creando diversi livelli di suddivisione su cui puoi tornare ogni volta che vuoi utilizzando il cursore SDiv posto un po' più sopra. Serve ad avere più definizione mantenendo la topologia originaria. Il comando Dynamesh è di tipo "distruttivo", diciamo: riorganizza la topologia di una mesh in base alla risoluzione scelta e fonde eventuali oggetti presenti nello stesso subtool. All' inizio i 2 comandi sembrano fare la stessa cosa (non capivo bene nemmeno io la differenza), ma ha
  2. Ciao Roberto, non sono un esperto, ma con Zbrush ci smanetto da un po. Per iniziare ti consiglierei di prendere molta confidenza con l'uso dell' interfaccia, come muoverti sul canvas e l'uso della tastiera (shortcuts). Poi cercati dei tutorial da seguire: su youtube ce ne sono moltissimi se capisci l'inglese (Michael Pavlovich per esempio), molti meno in italiano. Non avere fretta, seguili passo passo... Le zspheres non è che sia meglio utilizzarle o no... sono uno dei tanti strumenti che offre zbrush e con il tempo capirai tu se e quando utilizzarle.
  3. Ciao ilacandy, meglio se alleghi un'immagine (screenshot) per farci capire meglio la tua richiesta.
  4. Concordo con Doryan che certe differenze le si capiscono meglio provando. Aggiungo che la differenza principale è che la suddivisione fatta con Dynamesh è, diciamo, di tipo distruttivo e riorganizza i poligoni a seconda della risoluzione impostata e le geometrie meno dense vengono perse. Nel caso si usi Subdivide Mesh si riescono a conservare le geometrie iniziali (di solito si parte con un basso numero di poligoni), riuscendo a passare tra i vari livelli di suddivisione e rendendo molto più semplici certe modifiche anche con modelli dettagliati. Servono tutte e due le tipologie
  5. Per ottenere più definizione (credo tu intenda questo) potresti provare ad ingrandire l'oggetto con il Gizmo e fare la Dynamesh con l'oggetto così scalato. Attenzione che così aumenta il numero di vertici e poligoni.
  6. E' una cosa molto strana. Non so darti una mano, mi dispiace. Ti dico solo che se faccio questa operazione la finestra appare proprio sopra il poligono selezionato, mentre a te appare fuori dal canvas e lascia vedere il poligono su cui lavori. Sembra un bug del software o, ma non credo, un problema di risoluzione dello schermo. Tra l'altro ti dovrebbe esserci un'altra finestra "Target" sotto a quella che appare...
  7. Ciao, per quel che riguarda la simmetria, attiva il pulsante L.Sym (local symmetry), lo trovi sul bordo destro: dovrebbe risolvere il problema. Per la visualizzazione dell'image plane, non so come aiutarti, mi dispiace.
  8. FraNa

    ventola pc

    Forse stai lavorando con un oggetto con troppi punti e che quindi diventa troppo "pesante" . Puoi scrivere quanti punti/vertici ha il modello?
  9. Non mi è mai capitato di fare un'operazione del genere. Finché qualcuno di più esperto di me non ti da la soluzione, ti dico come farei io per ottenere una sfera allineata con il cilindro. Seleziono il cilindro e inserisco una nuova sfera con un IMM brush (sequenza tasti B-I-T). Seleziono la sfera tra le varie mesh che mi propone il pennello e la inserisco sul lato piano superiore del cilindro. Dovrebbe risultare la sfera con il cilindro mascherato: modifico la sfera con il gizmo (che dovrebbe essere allineato con l'asse del cilindro) per metterla nella posizione mi serve.
  10. Ciao Laura. Non sono il più esperto in Zbrush quì, comunque può essere che tu abbia inserito, per errore, una sfera in più nel punto dove ti fa difetto e che non è visibile perché nascosta da quelle più grandi. Può succedere facendo click con la penna per errore. Prova a controllare...
  11. Ciao, vedo solo ora il tuo post. Zbrush non credo abbia uno strumento del genere. Quello che si avvicina di più potrebbe essere il CurveQuadFill Brush.
  12. Grazie Bruno. E' un esercizio che ho voluto fare per prendere mano con Rhino, che però ora ho lasciato da parte per dedicarmi alla scultura digitale (ZBrush) e Blender. Ho cambiato il link e dovrebbe funzionare. Spero ti possa essere utile e, se vuoi, dimmi che ne pensi.
  13. Grazie per la risposta Bruno E. In effetti sono partito con l'intenzione di fare un lavoro quasi certosino, poi mi sono anche stancato e ora manca qualche dettaglio molto più importante delle filettature delle viti in effetti, come i numeri sulle manopole tono/volume. Penso che appena ho tempo ne farò una versione "alleggerita". Hai ragione ... Sistemato
  14. thumb
    Ciao! Volevo condividere un lavoro che ho fatto con Rhino, con cui smanetto da qualche mese. Ho riprodotto una chitarra, una Fender Stratocaster per fare un po' di esercizio e anche perché avevo l'oggetto in casa e per provare a gestire oggetti complessi con un buon numero di elementi Mi interessavano i vostri pareri sull' impostazione del lavoro, il risultato finale, su cosa avreste fatto meglio o cosa ho fatto bene. I maggiori problemi li ho avuti con il fillet del corpo della chitarra (body), sulle patch che ho usato per fare il manico (analizzando le superfici
  15. Ciao. Anch'io avrei fatto con il metodo di cjmorice. Comunque ci sono sempre molti modi per ottenere lo stesso risultato. Piuttosto potrebbe essere un problema delle normali?
×
×
  • Create New...