Vai al contenuto

Alessandro Cangelosi

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Numero messaggi

    61
  • Registrato

  • Ultima Visita


Attività reputazione

  1. Like
    Alessandro Cangelosi ha ricevuto reputazione da stargatez in Materiali in viewport   
    Ciao, potresti controllare che nel tab "Display" del command panel, (l'iconcina prima del martelletto), nella prima sezione "Display Color" hai i settaggi :
    Wireframe = Object color
    Shaded = Material color
     
    A volte il secondo è settato su "Object color" e quindi non puoi vedere il materiale.
     
    Spero sia di aiuto.
  2. Like
    Alessandro Cangelosi ha ricevuto reputazione da stargatez in Materiali in viewport   
    Di niente, per qualsiasi cosa mi trovi quando vuoi
     
  3. Like
    Alessandro Cangelosi ha ricevuto reputazione da grafico3DStudioMax in Centropolis 20th Anniversary logo   
    Un frame tratto dal nuovo logo della Centropolis Entertainment al quale ho lavorato come CG Supervisor.
  4. Like
    Alessandro Cangelosi ha ricevuto reputazione da andreamf86 in Settaggio per l'animazione   
    Ciao, scusa il ritardo ma ho letto solo ora il tuo post. Vediamo se riesco a darti una mano a chiarire meglio tutto il discorso.
     
    Partiamo dai formati file di salvataggio, ovviamente un formato senza perdita di qualità è la soluzione migliore, quindi un TIF o un EXR (nel caso in cui tu debba fare un bel pò di look development in comp o tu voglia "incapsulare" tutti i passes in un file è la via migliore), sono le scelte da fare. Ovviamente se stai facendo render di prova puoi tranquillamente risparmiare spazio con i vari JPG o PNG.
     
    Veniamo al lato più tecnico.
    Per quanto riguarda l'algoritmo di sampling, adaptive DMC è il migliore, controlli il sampling minimo e massimo e una soglia di gestione della presenza di grana, veloce e facile da ottimizzare.
    Antialiasing filter, qui il discorso diventa molto a gusto, ognuno da la possibilità di ottenere un look leggermente diverso, in generale partendo da quelli base di 3ds max, Area è generico e sicuramente può andare bene in molte condizioni, Catmull-Rom può tornare utile quando cerchi di generare immagini molto molto sharp con dettagli molto definiti, (anche se non lo preferisco per via del poco realismo di questo effetto e comunque è qualcosa che si può trovare in comp evitando possibili artefatti in render), Mitchell-Netravali è un buon compromesso tra dettagli e smoothing, poi passiamo a quelli di VRay e sicuramente il più utilizzato è il VRayLanczos, ottimi dettagli e buon controllo sullo smoothing. Quindi che dire, provali sull'immagine e vedi quello che più si avvicina al look che devi dare al tuo render.
     
    Global illumination. Ti chiedi IM+Light cache o Brute force, beh anche qui dipende. Brute force è qualitativamente il migliore, non ci sono compromessi per la qualità, ma è lento da calcolare, sicuramente se la cava meglio in esterni a livello di prestazioni, mentre in interno devi lavorare di più per via della maggiore grana generata, niente di non gestibile ovviamente, in animazione potrebbe portarti a un pò di grana visibile ma dipende da quanto riesci a pulire con il sampling e quanto in comp, ovviamente hai bisogno di una macchina potente per renderizzare animazioni così. IM+Light cache in interno sono un'ottima scelta per via della maggiore velocità, possibilità di riutilizzo della soluzione di GI calcolata, possibilità di calcolare la GI ogni tot frame per poi usare l'algoritmo di interpolazione per "spalmarla" anche sugli altri frames, quindi potrebbe essere un'ottima soluzione per animazioni in interno.
    Per quanto riguarda il valore di subdivision della LC, dipende, purtroppo so che non ti sto dando risposte certe, ma ogni scena è diversa dalle altre e se ti dessi un valore preciso ti starei prendendo in giro, sicuramente in esterno puoi andare con valori più bassi, in interno un valore tra 2000 e 3000 generalmente va bene.
     
    Quando utilizzi IM+LC in animazione, sicuramente pre-calcolare la sola GI ogni 3 frames può accelerare il processo, poi userai l'interpolazione con la GI salvata e renderizzerai. Usare uno spazio troppo ampio tra un frame e l'altro di precalcolo può portarti a una soluzione che flickera, quindi te lo sconsiglierei. Un metodo veloce può essere quello del mode settato prima su "prepass" e poi su "rendering", ma è anche una cosa che puoi gestire manualmente, più importante è studiare bene i parametri di IM per poter generare una GI che non flickera, che sia abbastanza soft ma che mantenga un buon livello di dettaglio. Per questi parametri non esiste un setting giusto o sbagliato, anche qui dipende dalla scena, potrei darti dei valori che vanno male per la scena a cui stai lavorando, ci vuole tempo per studiare il comportamento di queste tecniche, sicuramente Brute Force è la soluzione più semplice, devi solo gestire il sampling e una volta capito come funziona in V-Ray stai a cavallo, ma è lento in fase di calcolo, specialmente quando non stai usando una farm esterna, certo l'opzione di renderizzare in progressive forzando il tempo massimo di render potrebbe aiutarti ma potresti sempre trovarti un pò di grana residua da togliere in post, opzione comunque valida.
     
    Per qualsiasi altra domanda sono a disposizione e spero di esserti stato un pò di aiuto.
  5. Like
    Alessandro Cangelosi ha ricevuto reputazione da BeaZtiE in Tutorial Bilanciamento luci   
    Dipende sempre da quello che devi realizzare, sicuramente un approccio Dome(HDRI) per simulare la luce dall'esterno, con VRayLight per le luci interne siano esse IES o area light, può essere la soluzione ottimale. Anche qui però alla fine sono strumenti quindi dipende dal risultato che vuoi ottenere e come vuoi arrivarci, a volte potrebbe tornare utile un ibrido dome(HDRI)+sun light dall'esterno e poi le normali luci area o ies nell'interno, una piccola variazione sul tema in pratica....
    Se hai domande più specifiche scrivi pure e vediamo se posso darti una mano...
     
  6. Like
    Alessandro Cangelosi ha ricevuto reputazione da stargatez in Materiali in viewport   
    Ciao, potresti controllare che nel tab "Display" del command panel, (l'iconcina prima del martelletto), nella prima sezione "Display Color" hai i settaggi :
    Wireframe = Object color
    Shaded = Material color
     
    A volte il secondo è settato su "Object color" e quindi non puoi vedere il materiale.
     
    Spero sia di aiuto.
  7. Like
    Alessandro Cangelosi ha ricevuto reputazione da grafico3DStudioMax in PROBLEMI RENDER 3DS MAX+VRAY   
    Ciao, cerco di risponderti passo passo :
     
    >>1) Ho importato delle finestre da un sito. Quando vado a realizzare il render non riesco a vedere la luce solare all'interno del locale. Per averla devo spegnere dall'oggetto il >>layer dei vetri (Immagine 2 e 3 che trovate in allegato). 
     
    Probabilmente qui il problema è dato dallo shader, vai nel material editor e controlla che nel materiale del vetro, alla sezione "Refract", l'opzione "Affect shadows" sia attiva, tra le altre cose se disattivi il calcolo della GI, dentro la stanza la luce è presente o è tutto buio ?
     
    >>2) Quando carico il file mi esce sempre un messaggio di avviso (immagine 1). Credo sia legato alla realizzazione del tappeto che ho creato che forse è troppo pesante come >>oggetto. Ho infatti problemi ad importare altri oggetti nel file soprattutto quando associo le texture all'oggetto importato (l'oggetto riesco ad importarlo ma al momento di >>caricare le texture sull'oggetto importato mi crasha il programma). Come posso fare per risolvere il problema?? Devo forse creare più oggetti da me ed importare di meno?? >>Per ora il file pesa 170 mb!!
     
    Questo messaggio è legato all'utilizzo di meshes con Hair per il tappeto, che genera un alto numero di poligoni e quindi può provocare problemi nella gestione della memoria. In V-Ray, potresti optare per l'utilizzo di VRayFur che utilizzando il sistema di istancing nativo supera il problema gestione memoria. Il peso della scena, (170mb), non è legato con quanto la scena occuperà in memoria una volta caricata e poi una volta avviato il render, quindi devi prestare attenzione alla gestione delle meshes, potresti convertire a VRayProxies dove possibile, utilizzare l'istancing come nel caso del tappeto, utilizzare textures a più bassa risoluzione o passare dove possibile a textures procedurali e nel caso possa tornare utile passare a textures multi-risoluzione, (tiled EXR da caricare con VRayHDRI). Queste potrebbero essere alcune soluzioni...
     
    >>3) Ho creato le tende con le pieghe seguendo un tutorial su internet. Quando riapro il file le trovo sempre spostate e devo rimetterle a posto...perchè? il video che ho seguito >>per crearle è questo: https://www.youtube.com/watch?v=vKDYW6pYGYg&t=10s
     
    Nel tutorial hai utilizzato Cloth per creare le tende, mi servirebbe di capire come le trovi spostate, comunque avendo utilizzato un sistema di dinamica per crearle, se hai una posizione e un frame per le quali queste sono perfette, potresti selezionarle e utilizzare il tool "Snapshot" di 3ds max per crearne una copia che non è più legata alla dinamica di Cloth e che quindi puoi gestire come vuoi e che sicuramente non può cambiare posizione e/o forma.
     
    >>Ho windows 10 installato con 8 GB di ram, ho letto che ci sono problemi di compatibilità con 3dsmax.
     
    Alcune persone hanno riscontrato alcuni problemi con Windows 10 e 3ds max, ma posso assicurarti che non ci sono grossi problemi di fondo, sono tra i beta tester di 3ds max da moltissimi anni e puoi stare tranquillo, anch'io in produzione ho macchine miste, alcune con Windows 7 altre con Windows 10, e 3ds max, nelle versioni 2016, 2017 e successive, ci gira senza problemi di rilievo. Per quanto riguarda la memoria, quella è il problema più grosso, 8gb di ram per lavorarci con 3ds max sono veramente poche, è li che dovresti intervenire per risolvere parte dei tuoi problemi.
    Per qualsiasi altra domanda sono a tua disposizione.
     
     
  8. Like
    Alessandro Cangelosi ha ricevuto reputazione da Dea Lux in Scuole per modellazione e animazione 3d   
    Ok, capito. Beh questa è una situazione tipica, ovviamente si hanno tante passioni, tante cose che piacciono, non si hanno ancora le idee chiarissime ed è normale. Purtroppo questo può portare a seguire percorsi sbagliati o che poi si scopre non portano da nessuna parte oppure portano a una professione che forse in realtà non ci piace o non ha sbocchi, rischi della vita, ma in questo caso i corsi e i master si pagano profumatamente, magari vado contro corrente, ma penso che parlare di questi problemi con chi vuole iscriversi ad un corso sia giusto e vada fatto per il rispetto verso di lui che investirà tempo e soldi in qualcosa che deve essere di reale utilità, anche se poi è un discorso anti-economico per me visto che lo faccio a tutti quelli che mi contattano per iscriversi alla mia scuola.
     
    Io ti posso dare alcuni consigli, che non riguardano il dove iscriverti, ma sul come muoverti. Devi cercare di focalizzare e iniziare a cercare di capire cosa realmente vorresti fare domani, videogames ? cinema ? animazione ? In quale mercato ti vedi ? Alcuni di questi hanno molte cose in comune quindi la formazione che va bene per uno può andare bene per l'altro, ma ti consiglio di non sommare troppe cose e/o di non fare troppi corsi o seguire corsi dove si fa un pò di tutto, perchè in realtà dopo aver speso soldi e tempo ti troverai con quasi niente in mano.
     
    Anni fa quando collaboravo con Gnomon School, loro seguivano un metodo molto interessante di pianificazione del percorso di studio insieme allo studente e basato sulle caratteristiche dello studente, quindi venivi seguito anche nello scegliere cosa studiare e come, ottimo approccio, purtroppo una cosa che non vedo mai o quasi qui in Italia.
    Quindi tornando alle tue domande, cerca più di capire cosa studiare e come, e poi quando avrai delle risposte più chiare in testa, potrai sondare il terreno per capire come studiare, in che scuola o con che modalità. So che non è facile fare chiarezza, e se vuoi se ne può continuare a parlare qui, magari approfondendo il discorso possiamo aiutarti anche a capire meglio come muoverti.
     
  9. Like
    Alessandro Cangelosi ha ricevuto reputazione da SusannaM in Sistemi particellari e dinamiche - Rainbow Academy   
    E' stato già detto molto, ma cerco di darti qualche informazione anch'io visto che particles FX e fluidi sono alcune delle cose a cui lavoro principalmente.
    Gli effetti che possono essere gestiti con particles e la fluidodinamica sono innumerevoli, un campo così ampio ovviamente necessita di molto impegno e studio per poter padroneggiare le varie tecniche, uno studio che non si ferma mai, ogni giorno anche dopo anni di lavoro, in produzione dovrai affrontare un qualche task diverso, con nuovi problemi da affrontare e risolvere, e dovrai trovare o inventare un modo per farlo con gli strumenti che hai. E' chiaro quindi che la molta pratica sarà quella che ti permette di usare la teoria che hai studiato per risolvere queste situazioni.
    Fare tutto da soli, usando magari i tutorial online, è possibile, lo dico perchè è giusto dirlo, cosa che faccio anche con i miei studenti, anche perchè se non fosse possibile io non sarei qui oggi, quando ho iniziato io non c'era nemmeno internet quindi o facevi da solo o non facevi. Il duro lavoro e lo studio continuo da solo davanti al pc mi hanno permesso di fare il persorso professionale fatto sino ad ora senza scuole senza corsi, quindi si può fare.
    Quello che un corso, una scuola, devono fare, è dare gli strumenti per poter accelerare il percorso e far calare lo studente in un modo il più vicino possibile alla produzione reale, studiare come utilizzare le particles, o i fluidi, vedere i comandi, fare alcune scene pratiche di esempio, questo può dare le basi, e sicuramente non chiarisce come dovrai comportarti domani quando dovrai affrontare il tuo primo lavoro. Quindi una cosa per me importante è quella di calare in "produzione" lo studente, affrontare task man mano più complessi insieme, non su scene asettiche ma scene complete che simulano la produzione e il lavoro in team, perchè domani quelle tecniche che vengono spiegate in un corso potrebbero non essere abbastanza, o magari potrebbe servire di inventarsi un setup "folle" che potrebbe farti apparire pazzo ma che risolve alla perfezione il problema, quindi è il modo di pensare e operare che va insegnato, come poter pensare anche fuori dagli schemi e come realmente muoversi quando hai di fronte un nuovo task da affrontare.
    Ci sono scuole online e non, non fa molta differenza, l'importante è quello che insegnano, la qualità e la modalità con cui vengono insegnate le varie tematiche, il tema "costi" ha un suo fondamento, fare formazione seria ha un costo sia essa online o meno, e lo puoi vedere dai costi delle migliori scuole in giro per il mondo, quindi se i prezzi della scuola sono stracciati qualcosa di "strano" dietro c'è. Alcuni corsi online come quelli di Allan McKay hanno costi più contenuti perchè può contare su un alto numero di studenti quindi i costi possono essere spalmati, ma resta il fatto che è un ottimo FX TD e quindi il contenuto sarà di ottimo livello.
    Devi sicuramente cercare di capire bene cosa cerchi dal percorso di formazione che vuoi intraprendere, entra in contatto con le varie scuole, parlaci, chiedi informazioni, cerca di entrare in contatto anche dal punto di vista tecnico con loro e usa tutte queste informazioni e le sensazioni che ti trasmettono per scegliere, mi rendo conto che non è semplice, ho insegnato in diverse strutture prima di aprire una mia scuola e ogni volta mi rendevo conto del peso che ogni studente portava, aveva investito diverse migliaia di euro basandosi sulle informazioni date da quella scuola, qualche consiglio dato da qualcuno che aveva studiato li o qualcosa letto online, ma solo dopo aver seguito il corso si rendeva conto di come le cose erano realmente sulla sua pelle, e spesso con risultati non troppo positivi, quindi so che il discorso è complesso ma spero tu possa trovare la via migliore per il tuo percorso formativo.

    Ora smetto di scrivere altrimenti vi addormentate...
  10. Like
    Alessandro Cangelosi ha ricevuto reputazione da edg76 in VRscans - opinioni   
    Ciao,
    sto testando VRscans da un pochino, ho una licenza per alcuni eventi a cui ho partecipato insieme alla Chaos, quello che posso dirti è che sicuramente sono validi, nel senso che il materiale è fisicamente accurato e render in modo perfetto quel tipo di superficie, come potrebbe non essere così, e quindi sicuramente ci sono una serie di mercati e progetti che possono trarne benefici, dal punto di vista "artistico" ovviamente lasciano meno spazio, ma non sono stati pensati per quello, quindi direi che dipende da cosa devi realizzare. Puoi sicuramente simulare quel tipo di superfici con gli shaders standard, anche se non saranno accurati al 100%, quindi dipende molto dal tuo workflow e dal campo in cui lavori.
    Sul sito puoi anche richiedere la trial per 30 giorni così da poter testare il loro utilizzo.
  11. Like
    Alessandro Cangelosi ha ricevuto reputazione da zatta 3d in Schede video diverse per rendering RT   
    Ciao, io ti posso dire che su una delle mie workstation ho installato una Titan e due GTX 1080 e vanno senza problemi sia con V-Ray RT, Redshift e FStorm. Per l'alimentazione su quella postazione ho un 1000W e non ho problemi, per i driver stessa cosa, non ci sono problemi.
    Spero di esserti stato utile.
     
  12. Like
    Alessandro Cangelosi ha ricevuto reputazione da D@ve in Lamborghini Update   
    Una nuova serie di render estratti dal corso Look development con V-Ray a cui sto lavorando. Le nuove immagini sono una versione aggiornata rispetto alle precedenti che erano estratti dalla lezione di introduzione al car rendering. Rendering effettuato con V-Ray in 3ds max 2016, compositing effettuato con Fusion 7.
  13. Like
    Alessandro Cangelosi ha dato la reputazione a D@ve in Lamborghini Update   
    Fantastica!
  14. Like
    Alessandro Cangelosi ha ricevuto reputazione da D@ve in Lamborghini Update   
    Una nuova serie di render estratti dal corso Look development con V-Ray a cui sto lavorando. Le nuove immagini sono una versione aggiornata rispetto alle precedenti che erano estratti dalla lezione di introduzione al car rendering. Rendering effettuato con V-Ray in 3ds max 2016, compositing effettuato con Fusion 7.
  15. Like
    Alessandro Cangelosi ha ricevuto reputazione da D@ve in Lamborghini Update   
    Una nuova serie di render estratti dal corso Look development con V-Ray a cui sto lavorando. Le nuove immagini sono una versione aggiornata rispetto alle precedenti che erano estratti dalla lezione di introduzione al car rendering. Rendering effettuato con V-Ray in 3ds max 2016, compositing effettuato con Fusion 7.
  16. Like
    Alessandro Cangelosi ha ricevuto reputazione da grafico3DStudioMax in Lamborghini   
    Altro render di prova estratto da una lezione del corso Look development con V-Ray.
×