Jump to content

giobuttu

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Content Count

    11
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

giobuttu last won the day on April 7 2018

giobuttu had the most liked content!

About giobuttu

  • Rank
    Matricola

Professional Info

  • Employment
    Libero Professionista (Freelancer)

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Giulietta, non c’è perché la griglia di calcolo non è una superficie con un coefficiente di riflessione e quindi rimando alla definizione di luminanza. Solo selezionando le superfici del locale o degli oggetti in esso contenuto e abilitandoli come oggetto di calcolo puoi leggere i valori di luminanza.
  2. Premessa: Definizione di Luminanza L [candele / mq]: E' flusso luminoso emesso o riflesso da una superficie in una direzione (angolo solido) per unità di area (superficie apparente) = apparenza luminosa di un oggetto Questo è il motivo per cui non si può avere il dato di luminanza su una superficie/griglia/punto di calcolo (vedere anche dialux 4.13) Se in Dialux selezionate una superficie (parete/soffitto/pavimento e le abilitate come oggetto di calcolo attivo, vi dara come output la griglia di punti di illuminamento che luminanza Ovviamente finito il calcolo è possibile visualizzare l'immagine in falsecolore (tasto F9) e cambiare la visualizzazione da lux a cd/m2 sulle superfici del locale (attenzione al fondo scala che deve essere cambiato pe una miglior lettura) Ciao Giorgio
  3. Alessia, se le frecce di spostamento non rientrano nel volume del locale, il tuo oggetto sarà inserito nel building oppure area esterna. Le frecce indicano il box entro il quale è compreso l’oggetto. Suggerisco la divisione, se possibile, in più pezzi.
  4. Salve Alessia, prima di tutto può tranquillamente esportare il modello di autocad anche in 3ds (no max!) Per quanto concerne la visibilità dell’oggetto dipende dalle dimensioni e dal punto di inserimento (vado a memoria , dialux lo dovrebbe impostare in automatico nel punto mediano del box dell’oggetto). Se il punto si trova fuori dalla stanza, allora Dialux lo inserisce nell’area. Io solitamente, in casi come questi, procedo alla esportazione dell’oggetto suddividendolo in più parti per poi riassemblaelo all’interno della stanza. Mi faccia sapere come va. GB
  5. giobuttu

    Rhinoceros 7

    Aspetto con impazienza questa news!! Sicuramente la possibilità di lavorare con mesh e subD apre nuove possibilità di modellazione.
  6. @ChaosLele In quanto Radiance’s user sono molto interessato al paper. Concordo con il dare continuità con i precedenti software. Mi interessa molto essere aggiornato sul work in progress. Per quanto riguarda i falsecolor il nero lo lascerei esclusivamente per individuare le superfici vetrate (nella verifica illuminamento) sostituendolo con un blu scuro. Potrebbe rendere l’immagine esteticamente migliore. Ovviamente è un gusto personale che sicuramente differisce da altri. @LucaRosty come al solito ottimo lavoro Grazie in anticipo
  7. Per i dati di radiazione solare più aggiornati ti consiglio di acquistare meteonorm che raccogli i dati di molte stazioni meteo ed eventualmente se in quella località non ve ne è una interpola i dati delle stazioni più vicine. Esporta i dati in vari formati tra cui epw che è utilizzato per la generazione del cielo Perez (usato anche con radiance/daysim) Per i laboratori in Italia sono a conoscenza di un istituto che sta preparando una stanza per le misure. Eventualmente posso chiedere se sono interessati.
  8. Grazie per l’esaustiva risposta. Il paper che mi ricordavo era ancora più datato. Concordo sul fatto che non c’ è miglior cosa che creare una scena reale e poi comparare i diversi software (come indicato nel paper del link). Non penso sia un problema trovare chi utilizza radiance. Sarebbe bello trovare un istituto di ricerca con una stanza campione, dotata di strumentazione certificata per misure di illuminamento, Luminanza per certificare le misure. Grazie
  9. @LucaRosty @GiacomoLight Se non ricordo male anni fa era stato pubblicato un documento che comparava i risultati fotometrici di diversi software tra cui Radiance e lightscape. Non sarebbe male pensare di aggiornarlo inserendo anche Vray. @ChaosLele pensate di introdurre il ligtmeter anche negli altri plugging (rhino, sketchup, ecc)? Complimenti per l’ottimo lavoro
  10. Spero di non andare troppo OT!!! Personalmente credo prima di tutto chiedersi quale software è in grado di soddisfare le esigenze del proprio incarico professionale. Utilizzo Radiance, come pure Daysim, principalmente per l'analisi della luce naturale sia in termini Fattore di Luce Diurna (FLD), Annual Sunlight Exposure (ASE) / Spatial Daylight Autonimy (sDA) per la verifica del credito della luce naturale per il protocollo di certificazione LEED V4 (@LucaRosty mi permetto di suggerirti di utilizzare questi due termini ASE e sDA per la certificazione LEED V4 ), e per l'analisi dell'abbagiamento sulle postazioni di lavoro (Daylight Glare Index, Daylight Glare Probability, ecc.). Al momento non credo vi siano software in distribuzione in grado di poter soddisfare queste esigenze sempre più richieste. In aggiunta,si trovano molte pubblicazioni di validazione di Radiance fatte nel corso degli anni parte di molte autorevoli università a livello mondiale. Certo, non è molto user-friendly ma in questi ultimi due anni sono stai sviluppati alcuni plugging su Rhino e Sketchup che aiutano non poco la modellazione 3D. Per la gestione della definizione dei materiali, specialmente se si vuole applicare le texture, diventa un po' più complesso. Diversamente se mi viene richiesto di fare un rendering realistico per una gara o per far capire al committente come sarà l'edificio ritengo migliori in fatto di output finale i software V-Ray, Mental Ray, ecc. di cui io non sono un esperto. Ritengo che, è la mia personale posizione, sarebbe bello e utile avere un metodo di paragone ''scientifico'' sulla % di accuratezza del software di rendering sia in ambito luce naturale che artificiale. Ci sono delle scene di standard di test stabilite dalla CIE (cito la CIE TC 3.33), ma il confronto tra i gli output dei diversi software fatti con il medesimo modello 3D e materiali non sarebbe male. Io sono disponibile se si voule fare un test comparativo... logicamente necessita di pianificazione e tempo.. in linea con quanto scritto da @GiacomoLight
  11. Buongiorno a tutti. Non ero iscritto al gruppo di V-ray ma a seguito di segnalazione (grazie @GiacomoLight) mi sono letto attentamente tutti i post e devo dire che è molto interessante!!
×
×
  • Create New...