Jump to content

Daniele Marelli

Members
  • Content Count

    17
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Daniele Marelli last won the day on June 10 2018

Daniele Marelli had the most liked content!

About Daniele Marelli

  • Rank
    Matricola

Professional Info

  • Employment
    Impiegato (Employee)

Recent Profile Visitors

1,315 profile views
  1. Ciao, per impostare il font di un tipo di testo basta andare su modifica tipo, duplicare un tipo esistente e personalizzarlo in base alle tue esigenze. Dal campo "Tipo del carattere del testo" puoi modificare il font. Revit non supporta i font in formato OTF, quindi se è questo il tuo caso dovrai cercare un'alternativa in TTF, o un programma che ti permetta di convertirlo. Per le quote il procedimento è simile, una volta creato un tipo di quota puoi usarlo per creare più quote senza dover riselezionare il font gusto.
  2. thumb
    È difficile stabilire quando un modello di Revit diventa troppo pesante. Ci sono file perfettamente modellati che per via del loro contenuto non possono che avere dimensioni notevoli. Ciò che è certo è che molti file modellati senza seguire i giusti accorgimenti finiscono con il pesare più del dovuto. Stabilire la dimensione ideale di un modello è impossibile oltre che per la dipendenza dal contenuto dello stesso anche per la mutabilità dell'utente che ci sta lavorando e del suo computer. C'è chi non ha problemi a lavorare su file da più di un gigabyte ed altri che operando sullo stesso file
  3. Ho provato a dare un'occhiata alla famiglia. Il file .rfa è effettivamente un'unica piastrella come modello generico, nella quale è presente sia una geometria nativa di revit (un semplice parallelepipedo) che altra geometria importata che va ad appesantire il file. L'altro file è un template, .rte, e sinceramente non capisco perchè il produttore lo fornisca. Se provi a creare un pavimento nel file .rte uno dei due tipi disponibili è "Ferrari BK - Sasslong® - paving system", formato da un solo strato con il giusto materiale associato (le texture del materiale vengono fornite a parte, che appari
  4. Ciao, i pavimenti non sono famiglie caricabili di per se, sarebbe utile sapere qualche informazione in più sulla famiglia che hai scaricato. Si tratta di un file .rfa o .rvt? Puoi mettere qualche immagine o caricare direttamente il file?
  5. thumb
    Un rendering fatto nel tempo libero, volevo provare a realizzare una scena di interni notturna e con un'illuminazione artificiale scarsa (spero non sia uscita troppo scura ). Software: Blender 2.9 e Cycles (circa 1:30 h a 450 samples, con denoising), Photoshop per qualche modifica leggera finale.
  6. Per le famiglie di sistema (muri ecc.) o gruppi di famiglie può essere utile fare un semplice copia/incolla tra il file rvt che hai scaricato e quello del tuo progetto.
  7. thumb
    Quello che proveremo a fare oggi è creare delle masse in Revit corrispondenti a edifici reali presi da una mappa, il tutto come sempre attraverso Dynamo e alcuni suoi pacchetti aggiuntivi. Lo script in questione è un po' lungo quindi eviterò di ricrearlo passo a passo in questa guida e mi limiterò a commentarne i punti salienti. All'interno dello script troverete comunque ulteriori commenti e una divisione in gruppi per facilitarne la lettura. Download: https://drive.google.com/open?id=1jLOqyhaB8mFNp3N_qgLL6GM8uenkeKsH È necessario Dynamo 2.0 o versione superiore.
  8. thumb
    Una delle grandi differenze tra il BIM e la semplice modellazione 3D è la I di informazioni, molto spesso sottovalutata. Iniziamo subito con una distinzione, come ci ricorda la PAS-1192-2:2013: Dati: informazioni conservate ma non ancora interpretate o analizzate. Informazioni: rappresentazione dei dati in una maniera formale adatta alla comunicazione, interpretazione o alla lavorazione da parte di esseri umani o computer. Revit, per sua natura, è ottimo nella gestione dei dati e delle informazioni che ne derivano ma lascia a desiderare quando si tratta di rappresentarli, soprattutto nei gra
  9. thumb
    Dynamo è una piattaforma di programmazione visuale open source per progettisti. Prima di iniziare a dare definizioni e spiegazioni vorrei soffermarmi su una caratteristica di Dynamo, l'essere open source. Questo non vuol dire solo gratuito, ma anche la possibilità di studiare, sviluppare e creare versioni alternative a quella ufficiale. Continuando a parlare di software libero, anche la sua guida ufficiale, il Dynamo Primer, è open source e da la possibilità di creare le proprie versioni o collaborare a quella ufficiale. Citando il sito di Dynamo, il Primer è "una risorsa introduttiva
  10. Certo, appena posso creo un post con un po' di spiegazioni. Comunque non credo che creerò altre discussioni così tecniche, visto che non anche io ne capisco fino ad un certo punto e rischierei di commettere errori. Preferisco restare più sul lato utente che su quello sviluppatore.
  11. thumb
    Qualche mese fa parlando con un altro appossinato di Dynamo era sorta una discussiane sul fatto se fosse possibile o meno convertire un workspace di Dynamo (programmazione visuale) a un codice in Python (programmazione "classica"). Sono arrivato a delle conclusioni un po' tecniche ma comunque interessanti per capire come funziona Dynamo. L'unico comando che ho trovato è "nodo da aggiungere al codice" (NodetoCode) che converte i nodi selezionati in una porzione di codice in DesignScript, quindi neanche Python. Inoltre non converte i nodi creati in Python (pacchetti aggiuntivi, nodi Python
  12. Grazie per il chiarimento. Ho provato a creare la stessa scena in Blender e in Revit e a sovrapporre il risultato per vedere se combaciassero. Per impostare la camera in Blender mi sono basato sul Field of View, su cui non ci dovrebbero essere dubbi che sia 50°. Impostando un sensore 4:3 la lunghezza focale risultante è 18,5 mm. Utilizzando un full frame la lunghezza è 38,6 mm. In entrambi i casi il risultato è il medesimo, essendo fisso il Field of View. Nell'immagine sotto, in rosso è segnato l'oggetto di Revit. Ora rimane da capire perchè gli sviluppatori abbia
  13. thumb
    Volevo segnalarvi un corso gratuito di più di 4 ore sulla creazione di una colonna corinzia in Revit. Seppur non sia una famiglia che capita di creare tutti i giorni, è interessate vedere come possano essere gestite forme così complesse. Qui trovate il link. Il corso è in inglese, con la possibilità di attivare i sottotitoli e di avere una trascrizione del testo. Se qualcuno fosse interessato all'argomento vi segnalo che l'autore del video ha scritto anche un libro, Renaissance Revit. Se non ricordo male il pdf era stato caricato sul gruppo A360 del Project Soane dall'a
  14. Lo trovo un argomento veramente interessante. Non sono un grande esperto di fotografia, ma dopo aver fatto delle ricerche mi sono sorti dei dubbi. Quanto influisce il fatto che Revit utilizzi un sistema Four Thirds nel caso in cui dovessimo imitare le impostazioni di una camera Full Frame o APS-C? Fino ad adesso quando ho letto come calcolare la lunghezza focale standard di Revit ho sempre visto utilizzare la formula L = (36 mm/2)/(tan(50°/2)) = 38,6 mm Utilizzando per l'appunto 36 mm come larghezza e non i 17.5 mm del Four Thirds (che risulterebbe quindi la metà). In altre parole, se n
  15. Se stai utilizzando lo strumento Muro: estrusione (quello dalla tendina sotto al comando muro, per intenderci) puoi provare ad utilizzare invece Modifica struttura verticale dal pannello Gestisci stratigrafia del tipo di muro che vuoi modificare. Con il comando estrusione puoi aggiungere tutti i profili che vuoi solo al tipo di muro che ti interessa, avendo anche la possibilità di gestirli più facilmente. Se invece volessi utilizzare lo strumento Muro: estrusione, oltre a creare un nuovo profilo, dovresti creare un nuovo tipo di estrusione (duplicandone uno già esistente) e caricar
×
×
  • Create New...

Important Information

Per garantire la migliore esperienza di navigazione possibile questo sito utilizza cookie tecnici, statistici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy - Cookie Policy