Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

Pier Cravan

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Content Count

    10
  • Joined

  • Last visited


Reputation Activity

  1. Like
    Pier Cravan reacted to zatta 3d in 3ds Max 2020.1 Update   
    se hai fatto questo sei un grande!!!! ma non dovrebbe succedere a priori un errore così drastico di questo tipo!!!!! sto zitto altrimenti bestemmio, è assurdo!!!! puoi capire bene bene del perchè, ci prendono per coglioni e ce la tirano per 3-6 mesi, poi ci danno il contentino che hanno sitemato unwarp dopo 6 mesi? ma siete scemi? ma come cazzo state?
    sostanzialmente chi lavora nella CG usa e fa uso, anzi direi che è pure dipendente di unwrap e voi avete un bug su questo? si devono solo vergognare!!!!
  2. Like
    Pier Cravan reacted to LucaRosty in Lighting & Design   
    Salve amici, condivido con voi una scena realizzata a scopo didattico.
    3 inquadrature abbinate a diversi set di Lighting e relativi VRayLightSelect, offrono una grande quantità di soluzioni, ne ho selezionate alcune che sono uscite in parte istintivamente e in parte volutamente "spinte" verso concetti di CG e Lighting Design.
     
    Lampada da tavolo Lumina EVA , realizzata in collaborazione con Foster + Partners , altri modelli da libreria (non chiedetemi a quale specie animale o aliena , appartenga il teschio perchè non ne ho la minima idea 🙂 ).
     
    3DsMax - V-Ray Next 1.1 - Affinity Photo
     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     
     
    C&C sempre gradite 😉
  3. Like
    Pier Cravan reacted to LucaRosty in LD - Retail V2   
    Salve amici, appena rientrato dal DDD ho pensato di condividere con voi una versione rivisitata del Retail postato qualche mese fa (non ricordo quando di preciso) dove ho modificato i materiali dominanti (pareti, soffitto e pavimento) e adottato soluzioni di illuminazione diverse pur mantenendo gli stessi corpi illuminanti, ovvero Down Washer, Wall Washer , Spot orientabili, ma rimodulando e rivisitando il concept inserendo anche dei lineari, in pratica modificando il "vestito dell'ambiente ho rivisto il concept del lighting mantenendo quasi gli stessi corpi illuminanti.
    Poi divertendomi in compositing con i light select ho creato 3 versioni, di cui l'ultima un po' forzata (tecnicamente non corretta) ma simpatica.
     
    3dsMax, V-Ray Next, Affinity Photo per il compositing.
     
    C&C sempre gradite 🙂
     

  4. Like
    Pier Cravan reacted to LucaRosty in MOBILISING MODERNITY - from Nulty+   
    Buon giorno a tutti, condivido con voi questo interessante articolo pubblicato sul blog di NULTY+ curato da Seraphina Gogate LIGHTING DESIGNER.
    Il tema e' l'utilizzo del sole   "come  strumento nelle mani di un  moderno lighting designer" 
    Uno spunto di riflessione fondamentale  anche nel nostro settore ovvero ArchViz e fotorealismo.
    Buona lettura.
     
    https://www.nultylighting.co.uk/blog/mobilising-modernity-sun-built-form-lighting-design/
     
     
  5. Like
    Pier Cravan reacted to Shine71 in Natura morta   
    Ciao ragazzi!
    prometto che dopo questa metto la scena in archivio, ma era stimolante fare un'ultima prova.
    anche solo nominare Caravaggio equivale a bestemmiare, ma è probabilmente il modo più veloce per spiegarvi cosa volevo provare.
    Mi auguro vi piaccia. Ciò che personalmente mi ha fatto piacere è stato che cambiando tre tipi diversi di illuminazione non ho dovuto toccare nulla relativamente ai materiali..
    Buonanotte e grazie ancora per la pazienza
     
     

  6. Like
    Pier Cravan got a reaction from LucaRosty in Rappresentare la Luce , ovvero quando la Luce diventa il soggetto da valorizzare .   
    Tema interessantissimo. Per me la luce in un rendering si comporta come le emozioni in un film: qualcosa che non puó essere rappresentato direttamente, ma possiamo vederne gli effetti. Ha bisogno di un medium per esprimersi (materiali nel rendering, attori nel film), ma ha anche bisogno di un'idea forte e qualcuno bravo a dirigerla, rappresentarla, e raccontarla.
  7. Like
    Pier Cravan reacted to LucaRosty in Rappresentare la Luce , ovvero quando la Luce diventa il soggetto da valorizzare .   
    Salve amici, tutti noi o in generale chi si occupa di Fotorealismo in ambito Archviz o design di prodotto , sappiamo il valore e il peso della luce in un render, e tutti bene o male la utilizziamo, seguendo svariate tecniche o metodi di lavoro.
    Ma vi siete mai chiesti o vi siete mai posti l'obbiettivo di "rappresentarla"?
    Ovvero cosa cambia , nell'approccio al render quando è la luce stessa ad essere il soggetto da valorizzare , e soprattutto perché?
     
    Questo è uno dei temi che discutero' alla prossima edizione dei DDD , e se gli impegni di lavoro me lo permetteranno è il tema di un articolo che ho in programma di scrivere e pubblicare qui su Treddi, ma è un tema che potenzialmente può generare una sana ed interessante discussione , quindi senza indugi e senza remore dite la vostra , nessuno , io in primis , può vantare una verità assoluta , ma tutti possono avere una opinione legittima ed interessante.
     
    A voi la parola 
  8. Like
    Pier Cravan reacted to ChaosLele in Ottimizzare scena troppo pesante   
    Una cosa troppo "aperta", per argomenti, credo rischierebbe l'abuso (ie. divento "E-Manual", come mi chiamano oltralpe. La letterina che risponde divento io ^^.), nel senso che poi uno rischierebbe di non fare piu' tutte le fatiche ancillari, e terribilmente personali, nella speranza che l'oracolo risolva.
    So che conoscete il problema.
  9. Haha
    Pier Cravan reacted to kap in Ottimizzare scena troppo pesante   
    Ok, so che vi stupirete tutti, ma ho capito la spiegazione di ChaosLele!!! Festeggio fino a domani!!
    A parte gli scherzi, è uno spettacolo sapere come "ragiona" V-Ray anche senza capire una mazza di codici, se potessi gli farei un monumento,grazie di esserci, questa discussione è da salvare tra i preferiti.
    Riguardo alla scena, una piccola curiosità, ma andando a ridurre la dimensione del bucket, e facendo caricare e scaricare i proxies in continuazione, alleggerisci il carico computazionale e in fondo ci arrivi, ma con le tempistiche come vai a finire? 
  10. Like
    Pier Cravan reacted to LucaRosty in Tipologie n°1 e 2   
    Mai usate a prescindere dalla versione di V-Ray (ho cominciato ad utilizzarlo dalla 3.4 in poi), a maggior ragione con la Next ovviamente.
    Non le ho mai utilizzate perchè per quanto mi riguarda sono del tutto inutili  , se alla base c'è una scelta adeguata del concept (tonalità, incidenza, diffusione) nè come Sky portal o altro.
  11. Like
    Pier Cravan reacted to Michele Faccoli in Ciao a tutti, è possibile trasformare il "fare rendering all'amico e a tizio" in un vero lavoro?   
    Scusa ma non son d'accordo sui titoli.. io ho una laurea in graphic design e multimedia con la quale farei volentieri un aeroplanino di carta.

    Ti faccio un esempio pratico, anche se preferisco Non parlare di me perché come tutti i 3D artist "a me il mio lavoro fa schifo": in questi giorni sto aiutando un'azienda tedesca, delocalizzata in india, che lavora per clienti tedeschi ed inglesi (settore archviz). Preciso, non è Ne la qualità Ne i prezzi indiani, sono lavori tedeschi per clienti tedeschi. Si sta delineando l'occasione di diventare una figura a distanza di Art Direction ed Interior Design dei loro progetti, in quanto quelle mie (poche) capacità a riguardo sono cento volte più avanti di quelle loro. Non ho lauree in interior design, semplicemente gli piace come porto avanti i miei lavori e i loro clienti son contenti. In tutto ciò non mi muovo da casa, faccio una cosa che mi piace (il lavoro da mulo lo fanno altri) e i prezzi sono giusti.

    Come ho trovato il contatto? Il tizio mi ha scritto per congratularsi personalmente per il progetto della palestra che ho pubblicato anche qua e dopo qualche scambio su skype, siamo andati d'accordo su un paio di cose.

    E' vero che non avere progetti e' un limite e che solo avendoli si sviluppano determinate abilità.. ma nessuno vi vieta di specializzarvi in un settore e preparare materiale per quello. Io configuratori web non ne ho mai fatti prima.. da quest'anno li vogliono tutti.. cosa ha convinto il cliente per cui sto facendo ora tutto il portfolio prodotti in 3D a contattarmi? LinkedIn e le immagini che ho caricato lì.

    Datevi qualche tempo per produrre del materiale e poi martellate ovunque... pian piano qualcosa salterà fuori.
  12. Like
    Pier Cravan reacted to Manu Jaa in WIP Studio soggetto sedia per luci e texture   
    Ciao a tutti.
    Dopo un penoso e lungo periodo d'assenza eccomi con un nuovo progettino.
    Questo è un WIP per cercare di ricreare un set fotografico dove studiare e sperimentare vari tipi di illuminazione e posizionare le luci in maniera creativa.
    Inoltre ne approfitto per giocare un po' con le texture che sono sempre il mio tallone d'achille.
    La sedia l'ho modellata interamente quindi..siate buoni.
    Spero possa stuzzicare curiosità e sempre ben accette critiche e consigli.


  13. Thanks
    Pier Cravan reacted to yogurt in Maxscript per fare ordine in libreria   
    ciao a tutti,
    ovrrei condividere con voi (condividiere nel senso che avrò sicuramente bisogno di una mano) uno script che sto facendo per risolvermi un problema: 
    ho 10 anni di file di modelli scaricati e mai archiviati . per darvi un'idea dell'entità della cosa sono più di 15000 file.. ovvio che non posso farlo a mano e visto che sono cose comprate non posso neanche buttare via tutto.
    Così sto cercando di rendere aturmatico questo processo. 
    in sostanza devo :
    1) arire il file
    2) ragruppare le texture in una cartella _maps
    3) collegare le texture a questa cartella 
    4) fare una preview e salvarla con il nome del file 
    5) salvare il tutto
     
    sto procedendo così, premeotto che non so usare e non capisco maxscript:
     
    --open file max file open --unhie all max unhide all --Select all actionMan.executeAction 0 "40021" --group actionMan.executeAction 0 "40140" -- assegna al gruppo il nome del file a = $Group001 select a oldName = "Group001" newName =maxFileName for o in $ where o.name == oldName do o.name = newName -- posiziona pivot sulla base $.pivot = [($.max.x+$.min.x)/2, ($.max.y+$.min.y)/2, $.min.z] -- posiziona gruppo sullo 000 select a $.pos = [0,0,0] --crea box grande come gruppo --chiama box temp --rendi non renderizzabile il cubo -- crea livello temp --crea camera con nome temp --seleziona camera --posiziona camera su primo vertice del cubo --seleziona target --posiziona target su 000 --seleziona camera --imposta camera (zoom out -0,5 fstop...) --inserisci dome bianca chiamata temp --inserici luce laterale --relink bitmap --collect texture e file max --impostare preset render --render 800x800 --salvare immagine con nome file --cancellare titti i file chiamati temp --salvare file quindi se avete suggerimenti sono molto più che ben accetti
     
  14. Like
    Pier Cravan reacted to grafico3DStudioMax in ottimizzare materiali vray   
    Ma qualcuno ti ha chiesto qualcosa ? Se ti danno cosi' fastidio i miei post mettimi in ignore list, questa tua member war nei miei confronti ha proprio rotto, a ogni post che apro devi intervenire solo per dar fastidio e creare flames.
    Seganalo.
  15. Like
    Pier Cravan reacted to kap in test/sondaggio/esperimento.... ditemi la vostra   
    D'accordIssimo Luca, s tiamo parlando di una correzione soggettiva, e pienamente d'accordo anche con tutto quello che dice lele. Secondo me ci siamo un po persi nel discorso dei parametri e delle correzioni. Ricomincio. L' unica cosa che volevo far notare, al di là del mio metodo di correzione empirico, è che in una foto per svariati motivi, due colori identici an che a breve distanza tra loro non risultano identici, mentre se replicò la scena con vray nel mio caso, considerando di illuminarlo nello stesso identico modo della realtà, il risultato non è  il medesimo, seppur di pochissimo. Quel pochissimo a volte da una percezione diversa della mia immagine. Tutto qui. La mia curiosità era quella di capire se era una sensazione mia oppure an che voi avevate la stessa sensazione. Non volevo che un piccolo test scatenasse una simile bagarre, quasi quasi mi autobanno 
  16. Thanks
    Pier Cravan reacted to LucaRosty in Non vi avevamo dimenticato: NEXT Beta 3 e l'illuminotecnica.   
    Come promesso @ChaosLele eccomi con i primi test.
    Ho utilizzato una scena  con componente sia naturale che artificiale , complessa quanto basta per mettere alla prova il sistema Lighting Analysis.
     

     
    Per quanto mi riguarda sia i risultati ma soprattutto la gestione del sistema attraverso gli "Element" è perfetta, offre il vantaggio di poter configurare i valori di min e max (su scala Logaritmica, aspetto fondamentale)  già in IPR con un guadagno enorme in termini di tempo di configurazione potendo contare su una risposta quasi immediata, e ovviamente tutti i vantaggi intrinsechi dell'Element inteso come feature.
    Per quanto riguarda il dettaglio della dimensione della scala graduata che avevo accennato in un post precedente, posto due esempi con risoluzioni rispettivamente di 1920px e 1500px sul lato lungo, dove si può notare che al diminuire della risoluzione aumenta la dimensione della scala graduata, rendendola più leggibile e comprensibile.
    Per questo motivo se posso dare un suggerimento, sarebbe buona cosa poter avere un parametro sul quale poter impostare una determinata dimensione, in funzione di esigenze specifiche.
     
    Illuminamento False color , risoluzione 1920X1200
     

     
    Illuminamento False color , risoluzione 1500X938
     

     
    Per quanto riguarda la luminanza vale lo stesso discorso :
    Luminanza False color , risoluzione 1920X1200
     

     
    Luminanza False color , risoluzione 15000X938
     

     
    Per quanto riguarda l'Overlay con valori di illuminamento e luminanza, bene la possibilità di poter  avere valori colorati in base ai valori di min e max della scala , ma la dimensione della griglia l'ha gestita in modo autonomo, malgrado avessi impostato valori ben inferiori, ma sicuramente è solo una questione di sviluppo più che comprensibile in questa fase e sarà sicuramente corretto nella versione definitiva.
     
    In successione , Overlay con valori di Illuminamento e Luminanza
     

     

     
    Per quanto riguarda la possibilità di avere in Overlay i valori del LightMeter su uno o più piani, sono andato a rileggermi con calma il post di Vlado, dove è ben specificato che per ora è possibile ottenerlo solo attraverso maxScript, ma sarà disponibile nella versione definitiva con uno strumento apposito ovviamente, quindi chiedo scusa ma mi ero perso quel passaggio.
    Direi che per ora è tutto, e complimenti per il fantastico lavoro svolto fin ora e che state continuando a fare, davvero un ottimo strumento che farà molto parlare di sè.
    A presto
     
     
     
     
  17. Like
    Pier Cravan reacted to LucaRosty in Retail - Lighting Test   
    Salve a tutti, condivido con voi un test/esercizio di Lighting svolto negli ultimi giorni su una scena realizzata partendo da un reference. per poi aggiungere qualcosa di mio in particolar modo sulla componente luminosa in generale e sui sistemi luminosi utilizzati.
    Questa scena ha diversi scopi, dal semplice ma sempre necessario esercizio su V-Ray e compositing, ma soprattutto  per motivi didattici .
    Posto entrambe i tagli, 4:3 e 16:10.
    3DsMax - Vray 3.6
    Affinity Photo per post produzione e compositing
     
    C&C sempre gradite 
     

     
     

     

     

  18. Like
    Pier Cravan reacted to LucaRosty in Allineare hdri e daylight   
    Partiamo da qui : tu dici niente da dire e invece da dire ce nè , eccome, perchè nella migliore delle ipotesi, ovvero utilizzando una HDRI certificata e creata con sistemi perfettamente calibrati , o un qualsiasi modello di Sun/Sky fisicamente corretto , in ogni caso il risultato , se di Render parliamo, è comunque una interpretazione della realtà, dunque in termini assoluti potremmo comunque considerarlo un fake o un risultato comunque subordinato alla natura stessa del mezzo, ovvero il Render.
    In termini relativi si cerca il miglior compromesso possibile e la vera sfida è cercare di  gestire tutte le variabili in gioco, con i migliori strumenti a disposizione , in base alle proprie conoscenze e competenze.
    Se parliamo non di Render ma di dati rilevati, con gli strumenti che il sw permette (Mental Ray e il proprio Light meter o V-Ray con il proprio VRayLightMeter)  in ogni caso bisogna fare i conti con una elaborazione che non può mai essere considerata del tutto attendibile ma subordinata a numerose variabili .
    Dunque tutto è discutibile e potremmo stare qui ore ed ore a parlarne e ancora non arriveremo ad una conclusione definitiva : lavoro da anni su questo aspetto e più approfondisco più mi rendo conto che ho appena sfiorato le basi , è stimolante ovviamente ma soprattutto è un toccasana per tenere i piedi ben saldi per terra e non farsi troppe illusioni
     
    Per quanto riguarda il confronto con il cliente, io non consiglierei mai e poi mai di perseguire un certo tipo di approccio come descritto sopra, se non è essenzialmente richiesto, neanche sotto tortura, per esperienza personale ma soprattutto per una questione di opportunità
    Non serve certo Andrew Kramer per capirlo (sebbene lo stimi sia ben chiaro) , basta avere ben chiaro quale sia il risultato che il committente si aspetta e quali sono le esigenze specifiche: solo nel caso in cui sia espressamente richiesta una analisi luminosa , con relativi report, elaborati con dati di diversa natura dal FLD all'illuminamento ecc ecc ecc ha senso avere un approccio di tipo analitico, che comunque in ogni caso implica l'utilizzo di altri SW che possano lavorare in sinergia con il motore di render, sempre che sia possibile, e spesso non lo è (dovrei andare avanti con il concetto ma mi dilungherei troppo e il tempo è tiranno, credo si sia capito il senso).
     
    Proprio perchè in questo caso, come nella maggior parte dei casi , "è più importante la credibilità piuttosto che l'esattezza" ti ho suggerito non un metodo analitico, ma un compromesso , che genera un fake credibile, perchè utilizzando il sistema CIE (se lo si conosce bene e lo si sa utilizzare come si deve), hai la possibilità di creare una condizione luminosa molto vicina  al tuo scatto, ovviamente più dati di riferimento hai e più facile e veloce risulta ottenerla.
    Io di solito in questi casi lavoro proprio in questo modo, ovvero V-Ray sun (se c'è il contributo del sole) + Dome Light con mappa dello sky impostata su CIE Clear o Overcast e in questo modo gestisco l'illuminazione, e l'immagine di sfondo che puoi gestire con i vari modi che permette V-Ray per gestire ombre proiettate e posizione del sole.
    L'HDRI la utilizzo solo nel caso in cui siano presenti, oltre che la luce naturale, anche delle componenti del contesto, solo se impresindibili al progetto, e in quel caso la creo sul posto se è possibile.
     
     
    Assolutamente d'accordo , e non vado oltre perchè vale quanto detto sopra, ovvero si dà al cliente quel che chiede e quel che vuole, e si deve cercare il miglior compromesso
    Come dici tu la tencnica che hai individuato sarà anche un "tarocco", ma se è efficace ben venga, certo che capisco bene l'esigenza di ottimizzare i tempi e perfezionarla , se trovo qualcosa nei meandri degli appunti la condivido volentieri 
  19. Like
    Pier Cravan reacted to gianlu64 in Allineare hdri e daylight   
    Molto e ti ringrazio.
    Però vorrei suggerire di rimando uno spunto di riflessione (gioco di parole, scusa ) in più. Tu giustamente parli di fake e hai ragione, perché se la mappa hdri non viene propriamente dal luogo in cui desidero effettuare il fotoinserimento, quello che ottengo non è un modello fisico esatto. Niente da dire, quoto al 100 per 100.
    Vorrei però sottolineare una circostanza che si verifica diverse volte nell'affrontare il giudizio di un cliente e cioè che a volte si fornisce un risultato scientificamente corretto che però non ce n'è.... non piace. Hai voglia a dire "guarda nella realtà come succede con questo fenomeno, è proprio così" e ti rispondono "sì è vero ma... mh... non mi piace".
    Cosa ci dice questo? Ci fa forse tornare in mente le parole del "guru" di videocopilot.net, Andrew Kramer, che dice in pratica che è più importante la credibilità piuttosto che l'esattezza e, spesso, si tende a giudicare più credibile quello che è solo più allettante. Mi sembra umano.
     Noi ci affanniamo a riprodurre una condizione di shading fisicamente corretta ma il risultato non è comunque soddisfacente agli occhi del cliente che spessissimo non è né un grafico né uno scienziato né altro e che semplicemente vuole e pretende (e paga per farlo) che la sua idea una volta realizzata sia di grande impatto (e a volte tocca rendere oro quel che oro non è...).
    Ecco perché dopo tanti tentativi e dopo tante prove ho constatato che se pure la hdri applicata non sia propria di quel luogo dove è stata scattata la foto... in qualche modo diventa più facile credere che invece lo sia.
    Se vogliamo,  poi, nemmeno i modelli fisici che citi restituiscono una situazione di shading esatta, perché mancano tutti gli "oggetti", il contorno urbano, che con la loro componente cromatica e la loro finitura contibuiscono spesso in maniera non indifferente allo shading di un render di un edificio. Quindi se io recupero una mappatura di un contesto urbano grossomodo simile (sì lo so che a fronte dei tuoi ragionamenti questo "grossomodo" ti fa rizzare i peli sulla schiena ) e lo utilizzo per dare "una certa atmosfera" (altri brividi, perdonami) alla mia visualizzazione... magari non posso usarlo per un film di fantascienza ma un committente del mio cliente o alla peggio una commissione paesistica, può guardarlo stampato su un A3 e dire "mh... ma sì dai...". Questo è esattamente il mio intento: arricchire un risultato che è già di per sé buono e, se vogliamo, anche competitivo, ma a cui manca quel tanto in più che sto cercando io.
    E questo intento, comincio a temere che tu abbia ragione, mi sa che si può ottenere solo attraverso la strada che ho trovato e che forse va perfezionata.
    Comunque le tue parole mi fanno capire il motivo per cui una simile tecnica, a quanto dicono le mie ricerche, non è stata ancora implementata:  trattasi di un "tarocco" e chi affronta lo shading in maniera scientifica lo aborrisce.
    Ma a pensarci.... non è un fake anche la postproduzione coi render elements?
  20. Like
    Pier Cravan reacted to pietro909 in Object Material Tool   
    Ciao!

    Finalmente ho trovato il tempo di raccogliere una serie di mini macro che uso con 3dstudio max in un'unica pulsantiera: ne è nato questo "object material tool" che uso principalmente in fase di shading/texturing.

    http://www.scriptspot.com/3ds-max/scripts/p909-object-material-tool

    Sono proprio funzioni basilari ma mi rendono più veloci determinati compiti. Lavora con UN oggetto selezionato.
    Nel dettaglio:
    - "select by instance" seleziona le istanze dell'oggetto selezionato
    - "select by material" una shortcut per la funzione già presente ma lentissima
    - "select by modifier" seleziona tutti gli oggetti a cui è applicata l'istanza del modificatore selezionato
    - "copy modifier" copia un'istanza del modificatore selezionato a tutti gli oggetti con lo stesso materiale
    - "rmmod by material" elimina le istanze del modificatore selezionato da tutti gli oggetti con lo stesso materiale
    - "rmmod (all instances)" elimina le istanze del modificatore selezionato da tutti gli oggetti in scena
    - "rmmod all" elimina il modificatore (anche non istanziato) selezionato da tutti gli oggetti in scena

    Spero che torni utile a qualcuno come lo è per me... rimango a disposizione per domande e risposte.

    Ciao!!!
    pietro

    ps
    naturalmente tutto il codice è riutilizzabile in tutte le salse :-)
  21. Like
    Pier Cravan reacted to pietro909 in Object Material Tool   
    Ho aggiornato lo script con delle funzioni nuove, delle icone bruttissime ma funziona bene :-)

    http://www.scriptspot.com/3ds-max/scripts/p909-object-material-tool

    Ecco uno screeshot con una breve descrizione delle funzioni:

  22. Thanks
    Pier Cravan got a reaction from LucaRosty in VrayLightSelect   
    Giá, tutta questa componente soggettiva aggiunge difficoltá e decisioni da prendere nel tentativo di rappresentare nella maniera piú obiettiva la realtá.
    Per esempio ricordo di aver letto recentemente un articolo che spiegava come la percezione della temperatura colore di un apparecchio luminoso sia fortemente influenzata non solo dalla temperatura colore del contesto precedente ma anche dalla quantitá di luce a cui il tuo occhio si é abituato poco prima.
     
    Insomma fra i fattori che rendono relativa la percezione di una temperatura colore c'é anche la dilatazione della pupilla, o piú precisamente, il recente adattamento che ha compiuto la pupilla.
     
    Per chi é incuriosito l'articolo é qui
     
     
  23. Like
    Pier Cravan reacted to LucaRosty in VrayLightSelect   
    Dunque Pier, l'argomento è ampio e per certi versi controverso, non è facile sintetizzare una risposta su questo argomento , ricorderai quanto ne abbiamo discusso al workshop.
    V-Ray (a differenza di Mr) tende a restituire un risultato un po' più "carico" nelle tonalità estreme, almeno è l'impressione che ho avuto fin ora, ma a prescindere da questo è un discorso che vale ben poco , in quanto sei tu che determini un certo tipo di risposta in base a come gestisci il bilanciamento del bianco, ovvero se segui un approccio più rivolto alla simulazione piuttosto che artistico-fotografico.
    Nel primo caso , dovrai cercare di ottenere un risultato più vicino alla realtà basandoti anche e soprattutto sulla tua esperienza visiva perchè il punto focale da tenere sempre in considerazione è che il risultato ottenuto da qualunque motore di render è uno scatto fotografico e non la risposta dell'occhio umano , che come ben sai sebbene abbia in comune ad una reflex diversi concetti, è regolato da variabili molto diverse , in primis la componente soggettiva, che ci permette di percepire le cose in modo diverso ad ognuno di noi.
     
    L'aspetto più importante e determinante a mio avviso è che se tu imposti un punto del bianco ad esempio a 3000 K ed hai una fonte luminosa con 3000 K , il risultato del render DEVE essere neutro, perchè il whitepoint di fatto azzera la componente della fonte luminosa, a quel punto sarai tu a decidere quale tipo di risposta vorrai avere, tenendo oltretutto presente il supporto con cui stai lavorando (monitor tarato o meno) e non ultimo il supporto con cui verranno visualizzate le immagini che stai elaborando, monitor, stampa, proiettore ecc ecc ecc.
    Come vedi sono concetti che vanno al di là del motore di render, in ogni caso da quanto ho potuto constatare fin ora posso dire che se utilizzato con coscienza e consapevolezza V-Ray può offrire un risultato  coerente e corretto ma soprattutto grazie ai LightSelect offre una enorme flessibilità proprio su questo aspetto , ed è per questo motivo che ho pensato di postare questo test.
     
     
    Quanto detto sopra dovrebbe darti già una idea di risposta a questa domanda , e se noti è proprio il test che ho fatto e condiviso.
    L'obbiettivo del test era gestire una scena di interno, con una componente naturale tendenzialmente "fredda" e una serie di gruppi di corpi illuminanti con temperature colore  diverse, anche estremamente diverse.
    Normalmente questa condizione è un caso molto complicato da gestire per chi deve restituire un risultato il più possibile vicino alla realtà (sempre tenendo conto quanto detto sopra) seguendo un approccio "simulativo" piuttosto che "artistico" , perchè la gestione del witepoint è molto complicata e se sbagliata può fuorviare in un senso piuttosto che un altro.
    Con il metodo "normale" sono necessari un numero imprecisato di test, in base alla propria preparazione/esperienza , senza contare che poi il cliente potrebbe richiedere delle variazioni per una ulteriore valutazione costringendoti a ricalcolare l'immagine.
    Con i lightselect (ma concettualmente vale anche ovviamente per iRay o i vari light mix di Corona o Maxwell anche se non li ho mai provati personalmente) puoi gestire tutto questo aspetto in post o compositing, bilanciando le varie componenti a patto di averle create del tutto neutre, in modo tale da poter avere un controllo selettivo.
    In sostanza, ho impostato il whitepoint  e tutte le fonti luminose artificiali a 5000 K , in modo tale da poter avere un risultato neutro su di esse e un risultato "freddo" sulla componente naturale (HDRI), creandomi le condizioni per poter lavorare in modo autonomo in post, applicando filtri con tonalità corrette per i vari 2000 K, 3000 K , 4000 K ecc ecc ecc fino a 14000 K.
    La componente naturale idem può essere gestita sia in termini di quantità che di tonalità in base alle esigenze ma sempre in modo indipendente.
     
    Non so se sono riuscito a spiegarmi bene, come ho già detto l'argomento è molto delicato e sicuramente ho trascurato senza volerlo alcuni aspetti (potremmo discuterne per giorni) l'importante è che sia chiaro il fatto ch TUTTO dipende da come utilizzi gli strumenti che hai a disposizione , devi essere tu a sapere quale risultato devi ottenere e non essere in balia dello strumento 
  24. Like
    Pier Cravan reacted to LucaRosty in Illuminazione artificiale Modelli e IES FREE   
    Bravo Kap, a questo punto dato il titolo, potremmo proseguire con altre segnalazioni, magari dove abbiamo avuto buone esperienze e dove , come hai fatto già bene tu , è possibile sfruttare oltre che il download di fotometrie IES anche altre risorse oltre che guide per poter facilitare la scelta di un determinato corpo illuminante.
     
    Ad esempio  Erco , uno fra i marchi leaders a livello mondiale, da sempre propone molte guide e risorse varie per poter approfondire molti vari aspetti legati al fenomeno luminoso.
    Quindi non solo fotometrie IES e un facile e molto intuitivo sistema di scelta offerto dal sito web, ma anche una inesauribile fonte di informazioni per chi ha voglia e curiosità per studiare ed approfondire 
    iGuzzini , non può essere dimenticata , come anche Vibia che offre una serie di modelli 3D tutto sommato abbastanza decenti, oppure LucePlan anche se in formato eulumdat file da convertire in IES, senza dimenticare ovviamente Lumina che permette di scaricare non solo le fotometrie dal sito ma anche qui da treddi.com i migliori modelli 3d credo in circolazione, almeno per quanto mi riguarda.
     
    Seguiranno altri link, , ovvio ognuno deve sentirsi libero di condividere e se possibile allegare brevi descrizioni dove serve 
  25. Like
    Pier Cravan reacted to LucaRosty in VrayLightSelect   
    Ed ora i falsi colori ,  di seguito per primo il pass VRayIlluinance con le relative limitazioni già descritte :
     

     
     
     
     
×
×
  • Create New...
Aspetta! x

Ti piacerebbe rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità nel campo della computer grafica?

Iscrivendoti alla Newsletter riceverai subito una mail con le indicazioni per scaricare gratuitamente:

  1. Le immagini HDRI presenti su HDRI pro
  2. Una sequenza di 300 immagini HDRI generata da Luca Deriu tramite il programma Real HDR