Vai al contenuto

dPix

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Numero messaggi

    27
  • Registrato

  • Ultima Visita

Info su dPix

  • Rango
    Matricola

Informazioni professionali

  • Impiego
    Studente (Student)
  1. dPix

    Aumento ram Dell t3610

    Intanto scusa per il ritardo, per la compatibilità in linea di massima, che ci sia scritto dell o pincopallino, la ram è quella, le specifiche sono quelle e deve rispettare uno standard, quindi di funionare deve funzionare, è anche vero che comunque con le ram ogni tanto possono capitare delle sorprese e a volte anche se la ram è esatta la scheda madre (o il bios) non la accetta, solitamente i produttori fanno un elenco delle ram che sono sicuramente compatibili. Nel tuo caso non ho trovato questo elenco (ma non ho fatto una ricerca approfondita). In linea di massima se non compri ram scadenti dovrebbe andare, io nella mia workstation dell (anzianotta, una t7500), ho anche mischiato due marche di ram diverse. Teoricamente parlando la ram dell dovrebbe essere ultratestata con i propri sistemi e offrirti sicuramente stabilità massime, tecnicamente parlando, purtroppo in passato mi è capitato anche il contrario, ovvero che ram di altre marche, addirittura manco dichiarate in elenco, sono risultate anche più affidabili. Nella maggiorparte dei casi problemi non ce ne sono, tuttavia mi sembra giusto dire che i problemi possono esserci. Mettere ram dell dovrebbe quindi darti maffiore affidabilità, cosa che comuqnue potrebbe darti anche un'altra ram, puoi chiedere a chi ti cambia la ram se è disposto a provare della ram di altra marca e se non compatibile acquistare quella dell ritornando indietro la precedente, teoricamente dovrebbe potersi fare.. ma dipende molto da chi te la installa. In qualsiasi caso ti sconsiglio sempre di comrpare ram scadenti, cerca di evitare marche sconosciute, è un componente che garantisce la stabilità e l'affidabilità di un sistema.
  2. dPix

    Ho un brutto presentimento... HELP!

    Anche io mi metto in coda per dar colpa all'alimentatore. Solitamente quando un computer riscontra i sintomi da te descritti la colpa in realtà è da dare al 98% ai condensatori elettrolitici in perdita o comunque con capacità ridotta (posso dare una mano ad individurarli se serve). Buona parte delle votle se il pc stenta a partire è proprio l'alimentatore, in una parte più rara è la scheda madre, sempre per colpa dei condensatori. Solitamente, ma non sempre, se sono guasti è possibile vederlo ad occhio, in quanto sono gonfi, e probabilmente hanno anche perso un po' del proprio liquido, tuttavia c'è una buona percentuale dei casi in cui questi componenti risultano ad occhio in condizioni perfette, ma in realtà la loro funzionalità si è ridotta, addirittura in altri casi anche misurandoli con un apposito attrezzo sembrano godere di ottima salute, ma in realtà non lo sono. A volte sembra che il difetto si sia risolto quando invece il problema ancora c'è, questi componenti variano le loro caratteristiche in base alla temperatura, a volte spostare qualche cavo o togliere un po' di polvere magari li fa funzionare in modo corretto per un altro po', ma non significa che si è risolto il problema, insomma sono dei componenti che danno difetti ranrom e poco prevedibili. Dopo questa breve spiegazione il mio cosiglio finale è, avendone la possibilità, di provare un alimentatore diverso, possibilimente di buona qualità, magari preso in prestito da un altro pc, o preso in prestito da qualcuno. dPix
  3. dPix

    Aumento ram Dell t3610

    Consultando il manuale della tua workstation dovresti avere in totale 8 slot e, sempre in totale, dovresti poter supportare come massimo 128GB di ram. Quindi l'aggioramento è possibile. Se vuoi qualcosa di più performante devi cambiare tutti i banchi ram, poichè anche se installi delle ram di frequenza maggiore il computer lavorerà alla frequenza di quelle minori (sempre se gradisce il fatto che le hai mischiate). Per prima cosa bisognerebbe capire come sono attualmente montati questi 8GB di ram (ipotizzo o un solo banco da 8GB o due banchi da 4GB, la tua workstation è abbastanza recente e dubito che ci siano configurazioni con banchi da 2GB, ma sarebbe comunque meglio verificare). Ammettendo che hai fisicamente spazio libero, sempre da manuale Dell, riporto testualmente che sono supportate ram "1600 and 1866 DDR3 RDIMM ECC/Non-ECC" Bisognerebbe vedere a che frequenza lavora la ram attualmente installata e anche se è di tipo ECC o meno. Sono un utente linux e come metodo per essere sicuro che ram è installata su una mia macchina ho semrpe optato per rimuovere il coperchio e vedere cosa c'è installato. Non so se su windows ci sono delle utility in grado di dirti esattamente che ram ci sono installate. Per ultimo in linea di massima non dovrebbero esserci problemi se le installi di marca differente. (questo dal punto di vista tecnico, poi dal punto di vista della garanzia e supporto tecnico bisognerebbe informarsi meglio). A causa di problemi personali sono rimasto un po' indietro nel mondo dell'informatica, queste che ti ho detto sono informazioni abbastanza generiche che dovrebbero andare bene, se comunque c'è qualcun altro che ne sa di più sarò lieto di essere smentito. dPix
  4. dPix

    confronto tra mac e windows

    Sicuramente sei tu che fai la maggiore differenza, e specialmente con quale sistema ti trovi meglio. Ricorda tuttavia quello che ti ha anche detto enri2, su mac la gestione dei profili potrebbe essere più avanzata, o più semplice da gestire (non ho esperienze su windows quindi sto parlando solo per ipotesi), e in generale su mac potrebbero essereci procedure più "sofisticate" rispetto a windows. Sono magari piccole differenze che durante la scelta iniziale magari non si contano, ma poi nel tempo potrebbero far cambiare idea su quello che si è scelto (questo vale in generale), visto che credo che la spesa non sia indifferente, se hai tempo, pensaci un po'. Su mac ad esempio, c'è un buon tool che permette di calibrare lo schermo "ad occhio", ovviamente non è il massimo, ma a me spesso ha aiutato parecchio. Che io sappia su windows non esiste una cosa del genere (anche se probabilmente esiste un software di terzi che lo faccia, ma non sono a conoscienza manco di questo). Insomma con questo post (so che ho già scritto abbastanza), volevo dirti di stare attento anche a piccole differenze, che magari nel tempo possono dioventare grandi, magari aspettiamo qualcuno che ha esperienze nella gestione dei profili su windows nelle versioni recenti, e che magari ci lavora.
  5. dPix

    confronto tra mac e windows

    In realtà anche io sapevo come te, per avere colori feledi bisogna acquistare un buon monitor, e specialmente un buon colorimetro, i monitor a correddo degli imac sono buoni (anche se in passato ho letto che comunque hanno bisogno di una calibrata, il che mi ha fatto un po' pensare sul comportamento in casa Apple), tuttavia rimanento a qualche hanno fa (non sono aggiornato, ma dubito che sia cambiato molto), comprando un buon monitor e un buon colorimetro, si può superare la quialità del monitor degli iMac. Non ho mai ricercato la fedelà dei colori in ambiente windows, ma ipotizzo, che sia la stessa cosa, un profilo colore è sempre quello. Riguardo la qualità costruttiva sui mac, beh che dire, personalmente ho avuto parecchie delusioni. Ho smontato parecchi computer, e mettendo a confronto vari mac, ho notato spesso che nei mac recenti la qualità costruttiva non era all'altezza di una volta, e ho notato che due stessi modelli potevano avere qualità costruttive diverse (il che mi ha fatto pensare che venivano prodotti in posti diversi). Poi ci sarebbero anche delle politiche applicate da Apple, che non condivido, come ad esempio la ram saldata, oppure, peggio ancora, l'ssd saldato sulla scheda madre, il che mette una data di scadenza al computer, in quanto gli ssd, seppur in maniera molto lontana, hanno un numero limitato di scritture, e io vorrei proprio poterli sostituire alla fine della loro vita (ora mi sembra abbiano adottato degli ssd su slot pciexpress). Diciamo che ci sono parecchie cose che Apple ha fatto, magari per design, magari per renderli più sottili, che però hanno anche i loro lati negativi (posa espandibità, invecchiamento e rottura precoce) Purtroppo anche io, come enri2 non sono aggiornato moltissimo sulla gestione colore da parte di windows nelle ultime versioni, ma da sentito dire, come dicevo prima, non dovrebbero esserci grosse differenze, tuttavia sempre come detto prima, non ho avuto esperienze personali. Spero di non aver infastidito nessuno vcon ciò che ho detto, sono tutte personali opinioni, espresse allo scopo di poter atiuare un utente nella propria scelta, influenzandolo il meno possibile.
  6. dPix

    confronto tra mac e windows

    Ho fatto una piccola ricertuca e se noti su Wikipedia, le primissime versioni di photoshop erano sviluppate solo per mac. Tuttavia l'esempio si può fare anche al contrario, Logic, che è un programma di produzione musicale, inizialmente sviluppato da eMagic, era disponibile per entrambe le piattaforme; successivamente è diventato di proprietà Apple e ora è disponibile solo per mac. Ci sono programmi disponibili solo per mac, e altri disponibili solo per windows, come anche alcuniu disponibili per entrambi, principalmente diciamo che è qui la maggiore differenza. Bisogna vedere che programmi desideri utilizzare. Buona parte dei programmi a livello professionale (i più famosi) sono disponibili per entrambe le piattaforme, ma alcuni programmi di alto livello potrebbero essere disponibili per una sola delle deue piattaforme, o addirittura nessuna, alcuni programmi potrebbero essere disponibili per linux (a volte aziende che sviluppano programmi proprietari utilizzano piattaforme unix, quindi linux, solaris, bsd etc.. anche se a dire il vero anche mac os è unix, ma evido di allungare il discorso). L'altra grande differenza è come hai notato tu il prezzo, e qui pure ci sarebbe da discutere parecchio. Personalmente, e ripeto, personalmente, reputo più affidabili/stabili, le piattaforme unix, con windows mi sono ritrovato spesso davanti ad errori inspiegabili, o a chiusure di programmi senza apparente motivo, cosa che con gli altri sistemi mi è successa in maniera minore e solitamente con una spiegazione del problema, ripeto che è un'opinione personale. Comprando un pc devi essere sicuro che oltre al sistema operativo, sia anche lui stesso, in senso hardware, abbastanza stabile, comprando un mac diciamo che questo lavoro dovrebbe farlo Apple, e diciamo che dovrebbe garantirti che quel sistema sia correttamente funzionante e darti l'affidabilità che magari un professionista cerca, ma ultimamente non mi sono piaciute tante mosse di Apple, che a parere mio da alcuni punti di vista non sono proprio eccellenti (anche qui è un discorso abbastanza lungo). Se non hai fretta fai la tua scelta con calma, e visto che hai già un mac, prova a vedere come si può comportare un computer simile al tuo, magari lavorando sul pc di un tuo amico. Io tendo a stressare parecchio i pc, e spesso ho notato "differenze". Non mi dilungo per evitare polemiche.
  7. dPix

    confronto tra mac e windows

    Risponderti diciamo che non è molto semplice, specialmente evitando di scatenare qualche guerra mondiale. La storia dei mac che sono più adatti alla grafica, nasca parecchio tempo fa, quando i mac erano davvero superiori dal punto di vista grafico rispetto ad un comune pc. (sto un po' generalizzando e mi scuso in anticipo). Questo perchè tempo fa i mac avevano dei processori diversi, nominati PowerPC, e con essi ad un certo punto si sviluppò la tecnologia AltiVec, che permetteva al processore di lavorare meglio su calcoli vettoriali. In più se non vado errato le primissime versioni di photoshop erano disponibili solo per mac (non vorrei sbagliarmi però). Diciamo tanti piccoli dettagli hanno fatto in modo che in passato il mac aveva una spinta in più per la grafica, e in alcuni casi, una spinta abbastanza notevole, tanto da preferirlo. Tuttavia oggi le cose si sono abbastanza "unificate" nel senso che photoshop è lo stesso programma sia per mac che per windows, è un programma sviluppato da Adobe, e si presume che sia stato scritto in maniera stabile per entrambe le piattaforme. Oggi non c'è più un grosso abisso di differenza in grafica per mac o pc. Le grosse differenze le vedi quando un programma non è supportato da una piattaforma, e quindi sei costretto ad usare l'altra. Dal punto di vista di stabilità, qui preferisco parlare il meno possibile, poichè poitrei scatenare l'ira di qualcuno, tuttavia io preferisco le piattaforme mac e linux, rispetto a windows, per la loro stabilità, anche se devo dire che con alcune versioni di windows mi sono trovato diciamo bene (il caro vecchio windows 2000, e il non troppo vecchio windows 7). ps: ho fatto l'esempio di photoshop, per nominare un programma ma il discorso di prima è applicabile anche ad altre applicazioni. Se hai qualche dubbio più specifico scrivi pure, è un discorso abbastanza ampio e si potrebbe scrivere di più.
  8. dPix

    Scelta alimentatore

    Ok, facci sapere. Una piccola domanda stupida, le tensioni principali, 3,3V, 5V, e 12V rimangono stabili? se quelle variano di molto è più facile incolpare l'alimentatore, mentre per le altre, che vengono generate dalla scheda madre, è meno facile incolparlo.
  9. dPix

    Scelta alimentatore

    Prima di effettuare acquisti, tu avresti la possibilità di provare un alimentatore di un tuo amico? (non voglio farti spendere soldi inutilmente), hai provato a staccare tutte le periferiche interne ed esterne? (eccetto le essenziali, se hai una scheda video dedicata lasciala, che se non erro windows non gradisce molto il cambio di schede video, anche se volendo effettivamente potrebbe anche essere lei), un caso raro che ho avuto era un controller USB su PCI che faceva impazzire windows, una volta rimosso sono finire tutte le BSOD, ma non ricordo che tipo di errore segnalava (il pc manco era mio). In alternativa, ma qui ci perdi tempo, se hai un hard disk messo di lato che non usi, potresti provare ad installare una copia pulita di windows e stressare un po' il pc, sempre con il minimo delle periferiche installate. Che versione di windows usi? (domanda che credo possa essere più utile a qualcun'altro che a me)
  10. dPix

    Cameretta

    Ora vedo l'immagine, effettivamente il rumore è minore, tuttavia dal mio essere principiante non credo serva un così alto numero di samples, spero che con le varie prove riesci a risolvere, io purtroppo non sono molto esperto, probabilmente può anche essere una sciocchezza. Se in futuro mi capita di incontrare un problema simile ti farò sapere come risolvo, se ci riesco ovviamente. Per ora credo che sia meglio che non continuo qui il discorso visto che sono andato largamente offtopic e non credo che sia molto gradito ai moderatori. Ti rinnovo i miei complimenti, nonostante il rumore, e ti auguro buona fortuna nel trovare la soluzione, che un pizzico di fortuna non guasta mai.
  11. dPix

    Scelta alimentatore

    Nei test effettuati hai visto se le tensioni scendevano? Se le tensioni rimanevano stabili l'alimentatore, potrebbe, e sottolineo, protrebbe, essere funzionante e il problema trovarsi da qualche altra parte. Il test della ram è stato effettuato? se si, è andato a buon fine? edit: se a frequenza standard non ha alcun problema di sorta probabilmente c'è qualche componente che regge male l'overclock, io non faccio più overclock dai tempi dei Pentium 3 e sono molto ma molto arruginito.
  12. dPix

    Cameretta

    Hai provato a fare il rendering con il processore invece che con la scheda grafica? A me in rari casi (devo ammettere che mi è capitato solo con versioni molto vecchie di blender, come la 2.67 se non erro) renderizzare con la GPU e renderizzare con la CPU comportava un diverso tipo di rumore, ora ho notato che nelle ultime versioni questo problema sembra non esserci, tuttavia la mia scheda video fa abbastanza pena, ed è molto più lenta del processore quindi non ho più fatto prove con render GPU, quindi non so confermarti se anche oggi con le nuove versioni Cycles fa la stessa cosa. Sinceramente mi sembra un po' strano che faccia questo tipo di rumore così omogeneo su tutti i materiali e in tutto il frame, io purtroppo sono abbastanza principiante e sinceramente non saprei molto cosa dirti (un piccolo consiglio: vai a vedere un po' i nodes, magari c'è qualcosa che ti è sfuggito che crea tutto questo disturbo, oppure prova a copiare il file, e cancellare un po' di cose e renderizza parti per parti). Per problemi con la scheda video credo proprio che non ne hai, non è un problema hardware, su questo penso di poterti rassicurare abbastanza. ps: non vedo l'immagine di prova, e non escludo che sia un problema del mio browser, in tal caso mi scuso in anticipo.
  13. dPix

    Scelta alimentatore

    Ciao, premetto che è qualche anno che non mi aggiorno sui computer, e non so bene cosa offre il mercato oggi, premetto anche che con windows ho davvero poco a che fare, tuttavia una mano certo di dartela lo stesso: come detto, non sono molto bravo con windows, e non so bene interpetrare i suoi messaggi di errore, quello che ti consiglio, prima di fare acquisti, è di almeno fare alcuni test, per esempio potresti fare un test alla ram (anch'essa può essere causa di BSOD) ("memtest86" è un ottimo software per fare questo ed è gratuito) riguardo le tensioni invece, potresti scaricare un programma tipo "speedfan" (su di questo però non posso dirti che è altrettanto ottimo, ma conosco pochi programmi per windows, ci potrebbe essere "everest" come buon programma, ma non ricordo se cita le tensioni da te indicate). Una volta scaricato il programma confronta le tensioni che vedi con quelle che hai impostato da bios (hai parlato di overclock, presumo che hai idea di come si faccia ad entrar enel bios e controllare le tensioni impostate, se invece non lo sai, chiedi pure senza problemi). Durante quest'ultimo test, prova anche a vedere le tensioni sotto stress, quindi prova a caricare il processore di lavoro e/o anche la scheda video. Un buon alimentatore diciamo che dovrebbe mantenere stabili le tensioni. Tuttavia sarebbe meglio aspettare altre risposte in merito, poichè non so se speedfan o everest abbiano qualche difetto nel riportare le tensioni, sicuramente c'è qualcuno che può avere avuto qualche esperienza. Fare qualche test non fa male a nessuno, spero che possano aiutare ad individuare meglio il problema. ps: sto escludendo problemi software a priori, e anche problemi hardware di altro tipo. dPix.
  14. Se ho ben capito hai intenzione di organizzare foto già stampate giusto? Di conseguenza ti dovrebbe servire più un database che un software di archiviazione immagini digitali. Excel è un foglio di calcolo, volendo lo puoi diciamo usare come piccolo database, ma la sua natura non è questa. Filemaker è un ottimo database, ma ha anche i suoi costi, se hai office installato sul tuo pc potresti anche avere Access, che potrebbe servire al tuo scopo, oppure se preferisci un programma gratuito in OpenOffice (o LibreOffice, i due programmi sono quasi praticamente uguali, cambia la licenza), trovi oltre a i classici programmi da ufficio anche un database, non è di molte pretese ma qualcosa di semplice si ricava. Su internet dovresti anche trovare qualche guida per capire come funziona e costruirti il tuo database personale. Non so se esistono già programmi belli e pronti e fanno da database dove poter già catalogare le foto, non escludo che possano esistere. dPix
  15. dPix

    Guida per scattare foto panoramiche

    Ho dato un'occhiata veloce alla giuda, e mi sembra una buona guida, da parte mia è molto oggettiva, nel senso che è essenziale, non si basa sull'utilizzo di un solo programma, o di una sola macchina fotografica ed è largamente adattabile, tuttavia porta l'utente a dover effettuare nuove ricerche (magari per capire come funziona il programma da te citato). Tutto sommato è buona per non far confondere chi è alle prime armi. Io ho iniziato da parecchio tempo a fare foto paronamiche, sono anni che mi piace scattarne, ma il fatto che esco poco fuori casa e che solitamente i panorami non sono chissà cosa, mi hanno portato a scattarne pochissime, tuttavia, se lo accetti mi sento di darti un consiglio: quando si scattano foto panoramiche e interessa prendere una maggior porzione, al posto di effettuare scatti in orizzontale, è possibile anche effettuare scatti in verticale, e successivamente unirli, così facendo è vero che bisogna effettuare un maggior numero di scatti per ottenere lo stesso panorama, ma hai una discreta porzione superiore e inferiore in più da poter sfruttare (questa tecnica è per esempio utile anche nel caso che in quel momento non si ha a disposizione un grand'angolo). Io da parecchio tempo uso fare i panorami in questo modo, e personalmente gradisco quella porzione in più di cielo o di terreno presa. Inoltre nel caso che si scatta a mano libera e non su treppiedi, facendo in questo modo si ha un margine di errore maggiore, e di conseguenza si ha più speranza di portare a casa un panorama intero senza ritagliare troppo. dPix.
×