Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

Sooken

Members
  • Portfolio

    Portfolio
  • Content Count

    212
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    9

Sooken last won the day on December 8

Sooken had the most liked content!

4 Followers

About Sooken

  • Rank
    Treddista

Professional Info

  • Employment
    Libero Professionista (Freelancer)
  • Sito Web
    https://www.facebook.com/Alessandrodepaoli3d

Recent Profile Visitors

2,401 profile views
  1. In effetti è strano, anche perchè risultano due indirizzi uno in torino e uno in chivasso, magari banalmente non hanno aggiornato il sito. Comunque se in google cerchi "DIGITAL ART STUDIO Via Induno" ti appare a destra l'azienda con relativo recapito telefonico(cell) o anche qui https://www.houzz.it/professionisti/progettazione-digitale-e-rendering/digital-art-studio-pfvwit-pf~505914204 Diciamo che se non ti risponde nemmeno al cellulare...beh è sempre più strano. ah, e per assurdo qui è segnato un ulteriore terzo indirizzo....quando si dice lavorare in mobilità XD
  2. ehehe io sono la prova che non esistono step. Sono un ragioniere, che ha lavorato per 18 anni circa come fonico in uno studio di registrazione(ho studiato al conservatorio chitarra...ma mi sono innamorato della parte tecnica relativa alla ripresa e missaggio) A 36(oggi ne ho 42)anni non avevo più stimoli in quell'ambito(complice un rapporto un po' conflittuale sul posto di lavoro).....mi sono licenziato e ho scoperto la pallina di creta digitale. Fino a quel momento per me il 3d era quello che vedevo nei videogame e al cinema....e basta. Ho sempre amato disegnare, ma non ho mai potuto seguire alcuno studio accademico. A quel punto ho seguito un corso di Max per disoccupati....che inizialmente ho odiato, non capivo il concetto di modellazione poligonale....a me non fregava nulla degli edge e dei vertici...io volevo stiracchiare la roba e fare le forme che volevo io. Però mi è servito tanto. Ho poi frequentato diversi corsi di zbrush, ma soprattutto ho studiato per conto mio. Anatomia, libri, manuali, tutorial....ed è vero quel che dicevo, io sto studiando. Il boost più grosso per me è stata la necessità...come le lingue, 8 ore al giorno tutti i giorni...perchè in poco dovevo riuscire a portare a casa la pagnotta. e non diciamo eresie....l'interfaccia di zbrush è eleganterrima!!!! XD
  3. in effetti....pure peggio, non ho mai imparato a scolpire...punto. sono fermo allo step 1 da anni....ma che vuoi farci sono pigro XD
  4. chiaramente stavo giocando(ma nemmeno troppo). Il percorso di crescita artistica(e non) di qualunque individuo non può essere schematizzato in passaggi che presuppongo: A- che debba seguire un percorso B-che debba seguire quel percorso Non esiste il diagramma di flusso per essere un persona migliore(in qualunque ambito). Anche perchè il concetto più sbagliato degli "step" è che ci sia prima o poi un ultimo step....ma non è vero, la crescita di una persona(se veramente ricerca una propria crescita) finisce il giorno che si crepa. Quello che si può fare è darsi degli obiettivi, a breve e lunga scadenza: -Voglio imparare a scolpire -Voglio lavorare alla Blizzard e poi fare del proprio meglio per perseguirli, con costanza, umiltà e ambizione....porgendo nel mentre l'altra guancia a tutte le sfighe della vita, che si metteranno sempre di traverso, ma serviranno anche a farti capire quanto sia radicata la tua voglia di migliorare.
  5. 1 step: studiare 2 step: scolpire e bullarsi su FB 3 step: deprimersi perchè hai visto l'ultima immagine di tizio su artstation 4 step: ripetere ad libitum i primi 3 step dopo x numero di cicli di step, dove x è relativo a quanto culo hai, quanto sei simpatico, quanto ti sai vendere, quanto sei social.....forse qualcuno ti paga pure
  6. grazie mille, contento vi piaccia
  7. thumb
    Ciao a tutti. Oggi vi mostro un modello realizzato per puro divertimenti negli ultimi due giorni. In realtà a livello di modellazione manca ancora un po' di lavoro, ma oggi mi sono voluto divertire un po' ad usare i filtri per il render di zbrush. spero vi piaccia
  8. ahaha ma no dai sono due cavolate, solo che è una roba interessante per contestualizzare alcune scelte. Macchè figurati, quella sotto è semplicemente l'illustrazione che mi è stata fornita per scolpire i tre personaggi. Io non so unwrappare manco un cubo
  9. no, l'illustrazione è di Igor Krstic, un illustratore fenomenale che fa tutto a mano e usa sovente questo stile. Il gioco vuole essere storicamente corretto e i ragazzi che ci sono dietro hanno fatto un gran lavoro di ricerca. Dunque, per la parte di lore, si sono affidati allo stile pittorico che richiama proprio la produzione artistica di quel periodo. Tu dici Rembrandt, difatti il gioco è ambientato nella germania del 17 secolo, durante la guerra dei trent'anni. In realtà l'espressione e il viso della suora del dipinto sono molto più interessanti. Un misto di pazzia e ingenuità, estremizzato dallo sguardo strabico. Connotato poi dal piccolo particolare della croce al contrario che "casualmente" è finita in quella posizione mentre gioca col rosario. Sono piccole sfumature....purtroppo impossibili da trasferire su una miniatura alta circa 33mm. Se avessi cercato quelle sfumature, sarebbe venuta fuori una monaca e basta....ho quindi dovuto esagerare molto quelle caratteristiche. La piccola croce è diventata enorme, sia per i limiti della dimensione/produzione, sia perchè mi serviva come elemento di disturbo. Uno deve prenderla in mano e rendersi immediatamente conto che qualcosa non torna. Stesso discorso per l'espressione....è una monaca che è finita a cacciare le streghe...insomma tutta sana non deve essere rimasta.
  10. grazie. Si l'illustrazione è molto bella, si tratta di uno degli artwork del boardgame che ospiterà queste miniature. Si, quando si lavora su miniature da gioco(quindi circa 30/35mm) ci sono dei vincoli. In primis per via delle dimensioni, bisogna avere cura che ogni elemento rimanga leggibile...anche perchè, il target primario, è che poi la gente possa dipingerle. Se gli elementi non sono sufficientemente grandi e divisi...che si dipinge? In seconda battuta c'è poi la produzione. In questo caso pvc. Una plastica che tende a ritirare a rimanere sempre un po'..mmmm squagliata...come effetto. Quindi bisogna esagerare molto spigoli e engrave. Ma non solo questo, quando si rimane su certe dimensioni anche le banali proporzioni anatomiche cambiano. Dimentichiamo 7 teste per definire l'altezza....qui le capocce sono grosse(circa 6 teste, alle volte pure meno), le mani sono enormi e pure i piedi....però in effetti poi quando si stampa, funziona. La cosa intrigante, in termini professionali, è riuscire a mantenere un certo carattere e una certa omogeneità nonostante tutti questi vincoli. Salendo di scala(1/35,1/10,1/6...fino alle statue stile sideshow) ci sono sempre meno vincoli, ma vengono richieste maggiori skill tecniche proprio a livello di scultura. ...ahh non ultimo.....banalmente il budget, per miniature di questo tipo non è altissimo, dunque non posso lavorare come su sculture per cui sono pagato 3 o 4 volte tanto.
  11. grazie mille tecnicamente qua c'è proprio pochino, il grosso del lavoro è analisi e interpretazione
  12. thumb
    Ciao, oggi volevo mostrarvi le ultime 3 miniature realizzate per il boardgame Hexerei. Semplici pupazzetti in 35mm, ma mi sono divertito a scolpirli, trovo abbiano un sacco di carattere(merito del bravissimo concept artist eh). La cosa divertente in questo tipo di modelli è cercare di sintetizzare molto il dettaglio, tendando di rendere giustizia all'illustrazione, mantenendo il carattere(o enfatizzandolo in qualche suo aspetto, come la suora) tenendo comunque presente che poi il pezzo andrà stampato e prodotto in plastica. Software usato: zbrush
  13. Sooken

    Da un dipinto a 3d

    ecco appunto, questo intendo...dunque non esistono. Un conto è piegare alcune funzioni del sw alle proprie esigenze con una certa consapevolezza...diverso è farlo, così...a caso. Anche quando si lavora con scansioni costose, se devo riprodurre una statua con un buon livello di dettaglio...beh, c'è tanto tanto lavoro di resculpt e per farlo ci vuole un bravo scultore. Far passare questo concetto è, a mio avviso sbagliato. Non fa bene a chi sta imparando(che poi prende lavori per 2 soldi e si figuracce), non fa bene alla committenza(che sempre più pensa che tanto fa tutto il pc) e non fa bene ai professionisti che vedono sminuito il proprio lavoro.
  14. Sooken

    Da un dipinto a 3d

    Uuu ora si che si può stampare... XD Dai investici ancora un po' di ore, che tanto sono gratis Dai ti prendo in giro, non volermene. Nessuno mette in discussione le tue capacità, semmai l'esatto opposto. Ossia, che anche per fare una zozzeria ci vuole tempo e una buona conoscenza dei software. Che è ben diverso che dire... Premo un tasto e lo faccio. Capi? Poi oh, se vi piace far passare sto concetto... Beh contenti voi
  15. Sooken

    Da un dipinto a 3d

    beh....ready to print no? XD dai suvvia si scherza, ma nemmeno troppo. Si può fare? Certo che si. Si piglia l'immagine, si porta in PS, scala di grigi. Poi, se hai culo che la luce sia impostata correttamente parti bene, altrimenti dovresti stare a correggere tutte le volumetrie per ottenere dei chiaroscuri che vengano interpretati correttamente in ZB. Poi vai a riscolpirti tutto per sistemare quel che non funziona....e magari viene pure un bel lavoro. Detto questo...sono zozzerie che, oltretutto, prendono parecchio tempo pure ad un professionista. Il concetto che mi premeva far trasparire è, appunto, che sono zozzerie, non esiste ancora una funzione automatica che permette di fare una trasposizione automatica di un 2d premendo un tasto e spippolando due o tre parametri. O meglio, non esiste se si vuole fare un lavoro decente. Poi tutto si può fare eh, se mi manca il guanciale posso usare la pancetta, metterci la panna(perchè non so mantecare la pasta) e il primo formaggio da discount....ma non diciamo che è una carbonara, è una zozzeria
×
×
  • Create New...