Jump to content

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 03/10/2019 in all areas

  1. 3 points
    zatta 3d

    Workstation amd threadripper 1950x

    il problema è che il test completo non è stato ancora fatto, perchè stoppato a 2/4. poi mi sono stufato, guarda di ripetere sempre le solite cose, passa del tempo, mi devo rileggere la discussione, per ricordarmi cosa è stato e cosa non è stato fatto, per cosa? alla fine non li ho io i problemi e se è così un problema fare sto cazzo di test, sembra che il lavoro ce l'ha solo lui 24/7? ci vuole tanto organizzarsi, magari staccare un pelo prima, mandare il test, dopo tutta la notte al risveglio è finito. formattare? anche qui se uno lo vuola fare la soluzione la trova, se è così pieno di lavoro, un disco da 70€ non è un problema, quando lavora collega il disco vecchio, nel mentre porta avanti l'installazione su quello nuovo. ripeto oramai mi sono stufato, sembra che il problema ce lo io e più che dare consigli non vengo ascoltato, poi continua a scrivere che il problema lo fa ancora, certo svanisce come per magia.
  2. 1 point
    Fabrizio Tierno

    Interior "sweet"

    thumb
    Modellazione e rendering di uno scorcio d'interno..... Software utilizzati 3ds max, Corona e Ps
  3. 1 point
    Gioggio

    "Homo": scultura modulare

    thumb
    Ogni tanto mi parte la testa e provo a essere un po' più tradizionale... il risultato questa volta è "Homo", una scultura modulare che può essere assemblata realizzando numerose composizioni. A volte ho la sensazione che vivere in città è un po' come essere forzato in un sistema di incastri nel quale vengo assorbito, senza riuscire più a distinguere la realtà umana. Per quanto ci capisco la forma della figura dovrebbe adattarsi bene a essere riprodotta con una colatura in stampo relativamente semplice (pochi cannelli di sfogo). I punti di giunzione tra i moduli sono studiati appositamente per realizzare con facilità le varie composizioni (seguendo lo schema degli anelli di Borromeo). La visualizzazione tridimensionale in questo caso è interessante perché permette di risparmiare moltissimo, e avere praticamente davanti il risultato. (Il turn around l'ho realizzato con Marmoset)
  4. 1 point
    baroneddu

    scorcio corte interna

    thumb
    Scorcio corte interna con area barbecue e area relax
  5. 1 point
    Cristian Farinella

    Scuola a Cesenatico

    thumb
    Ciao a tutti, posto alcune immagini su commissione realizzate per una scuola a Cesenatico. Il progetto, vincitore del concorso, è dello studio Iotti + Pavarani Architetti, mentre i software usati sono Corona Render e Cinema 4D. Feedback e commenti sono sempre ben accetti!
  6. 1 point
    vergasov

    SHOPPING CENTER

    thumb
    Visualization of a shopping center in a small scientific town in Siberia. Soft: SketchUp, 3Ds MAX, VRay, ForestPack and Photoshop all the same, only on behance: https://www.behance.net/gallery/7702...HOPPING-CENTER Thanks for watching
  7. 1 point
    thumb
    Seconda parte di questa mini-guida #BIM #Revit sull'utilizzo del PREZZARIO REGIONALE DEI LAVORI PUBBLICI per creare una lista di note chiave da usare nei progetti. Se la prima parte semplificata, che puoi trovare QUI , si focalizzava sull'esportazione parziale e solo delle prime due colonne, questa seconda parte è di sicuro più completa e ti insegnerà a raggruppare, convertire ed esportare l'intero contenuto del prezzario. Seguimi nella spiegazione, non è difficile. Per spiegarti cos'è il prezzario ti rimando al LINK della prima parte e ti ricordo che ogni regione ha il suo. Per il Friuli Venezia Giulia il file è "Prezzario_FVG_2018_SA", in formato *.xlsx. Procurati quello della tua regione, aprilo con Excel e vediamo insieme cosa contiene. Le colonne presenti definiscono le informazioni relative a: "Codice" codice numerico non parlante quale indicatore progressivo delle varie voci e separato da punti; "Breve" descrizione univoca della voce di computo; "Des.U.M." descrizione dell'unità di misura della voce; "Prezzo" il costo per unità di misura o a corpo; "% manodopera" valore in percentuale relativa all'addizionale per la realizzazione. Per far si che sia leggibile da Revit occorre però esportalo in un formato compatibile, ovvero un file con estensione *.txt, tenendo in considerazione che Revit legge solo le prime due colonne. Questo implica che l'esportazione diretta del file così com'è, comporta la perdita delle colonne dopo la seconda permettendoti di utilizzare solo le prime due, ovvero: "Codice" e "Breve", perdendo così le indicazioni su unità di misura, prezzo e manodopera in percentuale. Non preoccuparti ti spiegherò in modo semplice come ovviare a questo problema accorpando i dati direttamente in Excel; basta un po' di pazienza e manualità. Excel · Come unire più colonne senza perdere dati. In una cella libera, potrebbe essere la colonna "F", scrivi la seguente formula: =CONCATENA(B6;C6) dove "B6" e "C6" sono i campi da unire. Verificato il risultato, aggiungiamo tra i due campi due virgolette "" che fungono da separatore e che possono contenere del testo al loro interno. Sono necessarie nel caso volessi aggiungerlo per per indicare il contenuto, deducendolo dal titolo della colonna. Puoi usare se vuoi dei separatori per formattare al meglio le informazioni. Per esempio: =CONCATENA(B7;" | Des. U.M. = ";C7) Con questo criterio e con i testi separatori che avrai scelto, si possono accorpare tutte le informazioni delle colonne in una sola, come puoi vedere nell'immagine seguente. Lascio a te il compito di inserire in ogni riga la giusta formula, in base ai contenuti da raccogliere e in modo da non avere campi con testi inutili come questo qui sotto; dopo di ché puoi proseguire e iniziare la preparazione per l'esportazione. Excel · pulizia del file per l'esportazione. Innanzitutto elimina la prima riga contenente i "titoli" delle colonne, non ci serve più. Di seguito ma non è indispensabile, elimina il Bordo dal tutte le celle mettendolo su Nessuno. Ora devi fare ordine tra le colonne mettendole nella giusta sequenza, la colonna "A" con i codici delle note chiave rimane al suo posto, la seconda colonna "B" deve essere quella contenente i dati delle formule. Posto che il resto va eliminato perché, come sai, Revit ignora le colonne dopo la seconda e che se elimino i dati delle formule queste non funzionano più devi sostituire i valori alle formule. crea una nuova colonna "B", vuota. copia l'intera colonna contenente i risultati delle formule, dopo aver cliccato sull'intestazione, selezionando tasto destro Copia, o con ctrl+c. nella colonna vuota "B" con il tasto destro sull'intestazione di colonna , tasto destro ora seleziona Valori (V), così facendo copierai l'intera colonna dei soli valori delle formule, svincolando le colonne dati. A questo punto puoi rimuovere le colonne in esubero che non sono più necessarie. Excel - esportazione del file. In Excel, seleziona dalla scheda File il comando Esporta e da qui l'opzione Cambia tipo di file (il dischetto blu a sinistra), ora devi dire ad Excel in quale formato vuoi salvare, in Altri tipi di file, scegli l'opzione Testo (con valori delimitati da tabulazioni) (*.txt) e concludi salvando con l'altro dischetto blu in basso, in una cartella di tua preferenza e con il nome che preferisci. Io preferisco mantenere quello originale "Prezzario_FVG_2018_SA". Conclusa la prima parte occorre segnalare a Revit in quale cartella abbiamo salvato il file del prezzario da usare come data base per le note chiave dei tuoi progetti. Dopo aver aperto un file qualsiasi in Revit, dal menu Annota sotto Nota chiave seleziona il comando Impostazioni nota chiave, dove andrà indicato il nuovo percorso all'interno del tuo computer. In questa finestra puoi anche Visualizzare il contenuto del data base o Ricaricare il file scelto in caso di modifica. Un avviso ti notifica che il file non si trova nelle librerie di Revit; meglio così perché in caso di re-installazione le cartelle vengono sovra scritte eliminando i files aggiunti; un altro avviso ti informa della corretta lettura. Con l'operazione di verifica si conclude la mini-guida, ora puoi utilizzare le voci del prezzario regionale nei tuoi progetti con tutte le informazioni presenti nell'originale. Per capire il risultato vedi l'esempio sottostante. (le etichette sono state personalizzate su richiesta del cliente). - · - Se hai gradito questo tutorial metti un like (il pollicione alzato qui in basso a destra) o conferma una delle competenze presenti nel mio profilo LinkedIN. Grazie.
  8. 1 point
    thumb
    Prima parte di una miniguida #BIM #Revit, relativa alla possibilità di utilizzare il PREZZARIO REGIONALE DEI LAVORI PUBBLICI per creare una lista di note chiave, da usare nei progetti di Revit. Occorre lavorarci un po' ma non c'è nulla di complicato. La guida si riferisce alla mia regione ma il processo è unico ed è valido anche per i prezzari relativi ad altre regioni. Innanzitutto ti spiego cos'è il prezzario e per farlo userò quanto scritto nel sito regionale: Il prezzario contiene un sistema codificato di voci che descrivono gli oneri compresi o esclusi dal prezzo dei magisteri, i prezzi di una serie di materiali a piè d’opera, dei noli, i costi orari della manodopera. Il file contenente queste voci, per solo Friuli Venezia Giulia, si scarica dal portale regionale www.regione.fvg.it e direttamente a questo LINK. Dopo aver scaricato il file "Prezzario_FVG_2018_SA" in formato *.xlsx lo apri con Excel e vediamo insieme cosa contiene. Le colonne presenti definiscono le informazioni relative a: "Codice" codice numerico non parlante quale indicatore progressivo delle varie voci e separato da punti; "Breve" descrizione univoca della voce di computo; "Des.U.M." descrizione del'unità di misura della voce; "Prezzo" il costo per unità di misura o a corpo; "% manodopera" valore in percentuale relativa all'addizionale per la realizzazione. Per far si che il prezzario sia leggibile da Revit lo devi esportare in un formato compatibile, ovvero un file con estensione *.txt, tenendo in considerazione che Revit legge solo le prime due colonne, nel nostro caso: "Codice" e "Breve" e che le stesse devono rimanere inalterate nel loro formato, quindi controlla: Formato celle / Categoria / Generale. Se questo è quello che vuoi ottenere devi eliminare tutta la riga "1", contenente i titoli ed anche le colonne che non ti interessano, ovvero la "C", la "D", la "E". Passiamo ora all'esportazione del file. In Excel, seleziona dalla scheda File il comando Esporta e da qui l'opzione Cambia tipo di file (il dischetto blu a sinistra), ora devi dire ad Excel in quale formato vuoi salvare, in Altri tipi di file, scegli l'opzione Testo (con valori delimitati da tabulazioni) (*.txt) e concludi salvando con l'altro dischetto blu in basso, in una cartella di tua preferenza e con il nome che preferisci. Io preferisco mantenere quello originale "Prezzario_FVG_2018_SA". Conclusa la prima parte occorre segnalare a Revit in quale cartella abbiamo salvato il file del prezzario da usare come data base per le note chiave dei tuoi progetti. Dopo aver aperto un file qualsiasi in Revit, dal menu Annota sotto Nota chiave seleziona il comando Impostazioni nota chiave, dove andrà indicato il nuovo percorso all'interno del tuo computer. In questa finestra puoi anche Visualizzare il contenuto del data base o Ricaricare il file scelto in caso di modifica. Un avviso ti notifica che il file non si trova nelle librerie di Revit, meglio così perché in caso di re-installazione quelle cartelle vengono sovrascritte eliminando i files aggiunti; l'avviso seguente ti informa della corretta lettura. Con l'operazione di verifica si è conclusa la prima parte di questo #tutorial #BIMREVIT. Ora puoi utilizzare le voci del prezzario regionale nei tuoi progetti ma senza le informazioni presenti nelle colonne che abbiamo dovuto eliminare; se il risultato che volevi è questo puoi pure fermarti qui ma se ti servono tutte le informazioni contenute, attendi la seconda parte che pubblicherò a breve. Se hai gradito questo tutorial puoi farmelo sapere mettendo un like (il pollicione alzato qui in basso a destra) o confermando una delle competenze presenti nel mio profilo linkedIN. Grazie. #corsibim #corsirevit #corsirevitudine
×
×
  • Create New...